ERBA CIPOLLINA

Nel documento Fam. Baumgartner. italiano (pagine 21-25)

L’erba cipollina è ricca di vitamina C.

Profuma d’aglio, ma in modo decisamente più delicato.

Uso in cucina: Si usa a completamento di zuppe e minestre o in frittate, ma anche cruda per condire insalate, patate lesse o altri ortaggi oppure per insaporire formaggi freschi. Gli steli non vanno cotti, altrimenti perdono il sapore.

MENTA

È una pianta straordinaria dall’inconfondibile odore forte e pungente, dall’aroma rinfrescante e dissetante.

Uso in cucina: In cucina si usa in molte preparazioni, dove esalta i sapori degli alimenti che accompagna, come insalate miste, ortaggi lessati, creme di verdura, minestre, zuppe, gelati, sorbetti e semifreddi.

Proprietà: Con la menta si può preparare un’ottima tisana stimolante e digestiva.

TIMO

Uso in cucina: È una delle erbe più conosciute ed apprezzate, dal sapore e profumo pungente che stuzzica l’appetito, usata per insaporire zuppe, minestre, tutti i piatti a base di verdure e legumi, le marinate e i ripieni.

Proprietà: Tra le erbe aromatiche il timo è quella che ha più proprietà digestive e antisettiche. La tisana al timo è un rimedio naturale molto effi cace contro l'infl uenza, per calmare la tosse e curare il raffreddore.

LAVANDA

Uso in cucina: Le foglie fi nemente tritate vengono utilizzate per piatti salati (si usa per insaporire carne, pesce o sformati), mentre i fi ori diventano protagonisti di golosi dolci.

Proprietàt: Pianta aromatica dai mille usi, la lavanda è un ottimo antisettico e analgesico.

Altri usi: I suoi piccoli fi ori violacei si prestano molto bene a processi di essiccazione che permettono di conservare comunque il profumo della pianta fresca. La lavanda è un effi cace rimedio antitarme (i fi ori di lavanda essiccati vanno inseriti in sacchettini di stoffa da appendere nell’armadio).

CALENDULA

Uso in cucina: La calendula in cucina si può consumare sia cotta che cruda. I fi ori di calendula vengono di sovente utilizzati in cucina come colorante. Questo fi ore di un bel colore giallo-arancio acceso viene aggiunto nella preparazione di pasta, risotti e brodi, al posto del costoso zafferano. Usata per dare ai piatti una nota di colore e sapore, viene inoltre impiegata per decorare piatti freddi a base di verdura e nelle insalate miste (in queste ultime si possono utilizzare sia il fi ore che le foglie).

Proprietà: Alla calendula vengono ascritte proprietà antinfi ammatorie, dermoprotettive e cicatrizzanti. Per uso esterno, la calendula si presta alla preparazione di creme, tinture o impacchi contro acne, foruncoli, ustioni ed ulcere. L’infuso di calendula si rivela utile per regolarizzare il fl usso mestruale e curare le mucose del tratto digerente e dello stomaco in caso di infi ammazioni croniche. L'infuso agisce anche su gengive e gola infi ammata.

MAGGIORANA

Ha un sapore molto intenso, balsamico e tendente all’amaro.

Uso in cucina: Al contrario dell’origano, è consigliabile consumarla solo fresca, perché mantiene più intatte le proprietà, ma soprattutto il suo profumo inebriante. Per questo è consigliabile aggiungerla ai piatti a crudo o a cottura ultimata, per preservarne tutte le componenti aromatiche. Versatile e adatta un pò a tutte le pietanze, la maggiorana si presta bene per aromatizzare gli alimenti tipici della stagione estiva che la vede protagonista: fagioli borlotti freschi, verdure grigliate, ma anche insalate crude da arricchire con qualche fogliolina. È anche perfetta per insaporire una semplice frittata

Proprietà: È una pianta sostanzialmente aromatica, amara, dall’azione antispasmodica, espettorante e sedativa. È provato infatti che l’infuso o la tintura madre di maggiorana producano un potente effetto calmante sullo stomaco e sulle pareti uterine contro i dolori mestruali. La maggiorana esplica anche un’azione stimolante sul sistema immunitario e in particolare sulle infezioni dell’apparato respiratorio, quindi si rivela un ottimo rimedio per la cura di raffreddore e bronchiti. La maggiorana giova inoltre nella cura dell’insonnia.

ORIGANO

Uso in cucina: È un’erba molto usata in cucina per insaporire praticamente qualsiasi cibo, p.es. verdure, carni, insalate, formaggi, pesce, sughi e ripieni, ed è indispensabile soprattutto sulla pizza.

Proprietà: L’origano è un antibiotico naturale, utile a proteggere dalle malattie

respiratorie. Ha proprietà antinfi ammatorie, antifungine, antisettiche e antispasmodiche.

MELISSE

Viene utilizzata soprattutto

per il suo intenso profumo di limone.

Uso in cucina: Le foglie possono essere impiegate in cucina anche come vero e proprio ingrediente. Difatti possono essere aggiunte nell’insalata, sfruttando il loro sapore simile a quello del limone, con un leggero retrogusto mentolato. Le potete impiegare per insaporire carne e minestre oppure zuppe di legumi. La melissa aromatizza gelati e tisane, e si usa in genere fresca nelle pietanze dolci.

Proprietà: Si utilizzano essenzialmente le foglie. La pianta vanta diverse proprietà antispasmodiche e antiossidanti ed esplica un’azione effi cace contro insonnia, ansia e stress. Grazie alla presenza di acidi polifenolici e polisaccaridi, questo rimedio naturale è particolarmente indicato per la cura dell’herpes.

ANETO

Ha un caratteristico odore tra il fi nocchio e l’anice.

Se ne consumano sia le foglie che i semi.

Uso in cucina: Ideale per insaporire piatti di pesce (soprattutto salmone e aringhe) e guarnire sottaceti e insalate di patate. Per conservarne intatta la fragranza è indispensabile aggiungerlo ai piatti soltanto a fi ne cottura.

Proprietà: È un rimedio estremamente utile in caso di cattiva digestione, crampi e gonfi ori addominali. È inoltre utile per combattere l'insonnia e l'alitosi.

LEVISTICO

È ricco di resine, vitamina C e oli essenziali.

Uso in cucina: Fresche o essiccate,

le foglie sono usate per insaporire minestre e bolliti.

Proprietà: Le proprietà e i benefi ci di questa pianta offi cinale usata fi n dal Medioevo sono molteplici: diuretiche, antiedemiche, antireumatiche, deodoranti, antisettiche, carminative (agisce contro il gonfi ore addominale), toniche e digestive. Grazie alle sue proprietà trova largo impiego anche nella preparazione di tisane, soprattutto a scopo diuretico.

ALLORO

Il consiglio è di non abusarne perché il sapore

è molto intenso e rischia di coprire quello degli altri ingredienti.

Uso in cucina: Dà il meglio di sé nelle cotture lunghe, soprattutto in piatti di carne, pollo, selvaggina, legumi, fondi, zuppe, brodi, stufati, umidi e salse. A cottura ultimata togliere l’alloro.

Proprietà: L’alloro aiuta la digestione, ha proprietà antisettiche ed espettoranti.

ELENCO DEI LIBRI

Nel documento Fam. Baumgartner. italiano (pagine 21-25)

documenti correlati