• Non ci sono risultati.

relazione educativa che realizzi l effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "relazione educativa che realizzi l effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali."

Copied!
8
0
0

Testo completo

(1)

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO “Alessandro MANZONI”

Scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado Comuni di POZZUOLO MARTESANA e TRUCCAZZANO

sede: Piazzale Pietro NENNI, 1 - 20060 POZZUOLO MARTESANA (MI)

codice meccanografico: MIIC8B500Q [http: www.pozzuoloscuole.it] codice fiscale: 91546610154 (tel.ni: 02 95 35 97 50 / 02 95 35 60 53 / 02 95 58 03 21 - fax: 02 95 35 86 74) e-mail: manzpoz@tiscali.it Pozzuolo Martesana 8 marzo 2021

Al personale Docente e A.T.A.

Al Presidente del Consiglio di Istituto Agli Alunni e alle famiglie RSPP e RLS Comuni di Pozzuolo Martesana e Truccazzano Al Dsga

Albo, sito web, RE

Oggetto: chiarimenti in merito alla didattica in presenza

Come noto, a seguito dell’Ordinanza della Regione Lombardia n.714 del 04/03/2021, è stata disposta la sospensione della didattica in presenza dal 05/03/2021 al 14/03/2021 nelle scuole dell’infanzia e negli istituti di ogni ordine e grado, ”

salvo la possibilità di svolgere attività in presenza, in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali

”.

Dal momento che a questa Istituzione Scolastica sono pervenute richieste di mantenimento della frequenza in presenza da parte dei genitori impegnati in attività ritenute essenziali, si ritiene di chiarire quanto segue.

Considerato che la situazione epidemiologica presenta le condizioni di un rapido peggioramento, anche in relazione alle varianti che stanno coinvolgendo le classi di età più giovani, sono stati richiesti al Ministero interventi urgenti per la definizione dei servizi in oggetto finalizzati ad individuare criteri oggettivi e univoci per la tutela dei lavoratori e della salute pubblica.

Si richiamano, a tal proposito:

- la lettera dell’USR indirizzata ai Dirigenti Scolastici datata 6 marzo 2021, che sottolinea come “

le tutele previste dall’Ordinanza Regionale devono essere garantite entro l’obiettivo primario e specifico dell’ordinanza stessa, ovvero il rispetto delle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica e non possono in alcun modo costituire modalità di elusione delle disposizioni volte al contenimento del rischio di contagio

”;

- la lettera del 5 marzo 2021 prot. G1.2021.0014206 inviata al Ministero da parte della Regione Lombardia con la quale si richiede “

una definizione di servizi pubblici essenziali tenendo conto dell’attuale grave contesto epidemiologico che impone di perimetrare in maniera più circoscritta il novero di tali servizi, al fine

ISTITUTO COMPRENSIVO Alessandro MANZONI C.F. 91546610154 C.M. MIIC8B500Q

UFF.PROT. - UFFICIO PROTOCOLLO Prot. 0000838/U del 08/03/2021 11:22

(2)

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO “Alessandro MANZONI”

Scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado Comuni di POZZUOLO MARTESANA e TRUCCAZZANO

sede: Piazzale Pietro NENNI, 1 - 20060 POZZUOLO MARTESANA (MI)

di salvaguardare l’efficacia della misura di prevenzione della sospensione della didattica in presenza, altrimenti vanificata da un numero troppo ampio di deroghe”;

- la nota USR prot. n. 4560 del 8 marzo 2021 che chiarisce “

la sola deroga, prevista al comma 2, di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali”

Alla luce di quanto sopraesposto, consapevole delle difficoltà che le famiglie dovranno affrontare ma dovendo conciliare i diritti costituzionali alla salute e all’istruzione, nel pieno rispetto della normativa vigente, in attesa di indicazioni chiare da parte delle autorità competenti, la frequenza in presenza sarà consentita agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali (anche con orario personalizzato sulla base delle valutazioni dei loro PEI e PDP).

Ogni ulteriore richiesta da parte dei genitori operanti nel settore sanitario o in altri servizi essenziali non potrà essere accolta in assenza di esplicite disposizioni e autorizzazioni delle autorità competenti.

L’orario di frequenza dei suddetti alunni, previsto in fascia antimeridiana, sarà comunicato dalla scuola alle famiglie, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe di appartenenza che sono in didattica a distanza.

Si precisa che che l’organizzazione del tempo scuola in presenza sarà predisposta compatibilmente con le esigenze del servizio e nel rispetto dell’imprescindibile tutela della salute di tutta la comunità scolastica e che il diritto all’istruzione sarà garantito sempre e comunque per tutti gli altri alunni attraverso la DDI.

Confidando nel senso di responsabilità e di collaborazione di tutti, porgo cordiali saluti.

Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Emanuela Rita Rutigliano (firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del d. lgs. n. 39/1993)

(3)

Ministero dell’Istruzione

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Direzione Generale

Via Polesine, 13 – 20139 Milano - Codice Ipa: m_pi

e-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - PEC: drlo@postacert.istruzione.it Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 – C.F.:97254200153

Sito internet: https://usr.istruzione.lombardia.gov.it

Ai Dirigenti Scolastici e Ai Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche

statali e paritarie di ogni ordine e grado della Lombardia

e, p.c. Ai Dirigenti degli UU.SS.TT.

Oggetto: Ordinanza della Regione Lombardia n. 714 del 4 marzo 2021, misure urgenti per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica - erogazione del servizio di istruzione

Facendo seguito a quanto già comunicato con nota m_pi.AOODRLO.REGISTRO UFFICIALE(U).0004454.04-03-2021, alla luce delle richieste di chiarimenti pervenute e con la sola finalità di fornire indicazioni criteriologiche ad uso interno delle scuole in vista delle determinazioni organizzative che le SS.LL. sono chiamate ad assumere, si rappresenta quanto segue.

L’Ordinanza della Regione Lombardia n. 714 del 4 marzo 2021 prevede espressamente, all’art. 1, commi 1 e 2, la sospensione della didattica in presenza nelle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo grado e secondo grado, nelle istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), negli Istituti tecnici superiori (ITS) e nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) nonché la sospensione delle attività delle scuole dell’infanzia; resta fermo lo svolgimento in presenza dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’art. 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65.

In tutte le scuole ed istituzioni resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe in didattica digitale integrata.

A ciò si aggiunge quanto previsto dal Ministero dell’Istruzione con nota del Dipartimento Istruzione prot.

n. 343 del 4-03-2021 emessa a seguito del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021, con cui sono state dettate nuove disposizioni attuative in merito all’emergenza epidemiologica.

Nella recentiore nota dipartimentale si richiama quanto già indicato in applicazione del DPCM 3 novembre 2020, ossia che “nell’ambito di specifiche, espresse e motivate richieste, attenzione dovrà essere posta agli alunni figli di personale sanitario (medici, infermieri, OSS, OSA...), direttamente impegnato nel

(4)

Ministero dell’Istruzione

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Direzione Generale

Via Polesine, 13 – 20139 Milano - Codice Ipa: m_pi

contenimento della pandemia in termini di cura e assistenza ai malati e del personale impiegato presso altri servizi pubblici essenziali, in modo che anche per loro possano essere attivate, anche in ragione dell’età anagrafica, tutte le misure finalizzate alla frequenza della scuola in presenza.”

Nelle more di un indispensabile chiarimento da parte dei competenti organi che consenta di definire univocamente il personale impiegato presso servizi pubblici essenziali titolare del diritto in questione, si ritiene opportuno richiamare l’attenzione sulla ratio delle disposizioni in parola, a supporto delle determinazioni organizzative che le SS.LL. vorranno assumere.

Le tutele previste dall’Ordinanza Regionale devono essere garantite entro l’obiettivo primario e specifico dell’ordinanza stessa, ovvero il rispetto delle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica e non possono in alcun modo costituire modalità di elusione delle disposizioni volte al contenimento del rischio di contagio.

Le tutele in questione devono, inoltre, tenere conto delle condizioni organizzative dei servizi (a titolo di esempio si segnala che alcune ATP hanno ridotto i servizi, alcuni comuni hanno sospeso il servizio mensa), delle capacità organizzative degli istituti scolastici - a titolo di esempio, la possibilità di gestire lo stesso gruppo classe contemporaneamente parte in presenza e parte a distanza - nel più ampio perimetro della costituzionale autonomia degli istituti scolastici.

Ne consegue che nell’immediato, nelle more dei chiarimenti attesi da parte degli organi competenti, le istituzioni scolastiche organizzeranno il servizio tenendo conto del necessario e primario obbligo di rispetto delle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza, avendo riguardo delle tutele previste in relazione ai servizi disponibili sul territorio ed alle proprie condizioni organizzative, anche attraverso opportune delibere dei competenti organi collegiali. Delle disposizioni organizzative sarà data immediata comunicazione all’utenza attraverso i canali istituzionali, in primis il sito web dell’istituzione.

Si coglie l’occasione per ringraziare tutto il personale scolastico per lo sforzo sempre profuso per garantire il diritto all’istruzione nel rispetto dell’imprescindibile diritto alla salute della comunità tutta.

IL DIRETTORE GENERALE Augusta CELADA Firmato digitalmente ai sensi del Codice

dell’Amministrazione digitale e norme ad esso connesse Firmato

digitalmente da CELADA AUGUSTA C=ITO=MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITA' E RICERCA

(5)

Ministero dell’Istruzione

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Direzione Generale

Via Polesine, 13 – 20139 Milano - Codice Ipa: m_pi

e-mail: direzione-lombardia@istruzione.it - PEC: drlo@postacert.istruzione.it Codice Univoco per la Fatturazione Elettronica: HKPE39 – C.F.:97254200153

Sito internet: https://usr.istruzione.lombardia.gov.it

Ai Dirigenti Scolastici e Ai Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche

Statali e paritarie di ogni ordine e grado della Lombardia

e p.c.

Ai Dirigenti degli UU.SS.TT.

Oggetto: nota prot. 10005 del 7 marzo 2021 avente ad oggetto: decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 2 marzo 2021 e nota prot. AOODPIT del 4 marzo 2021, n. 343.

Chiarimenti.

Si trasmette in allegato la nota prot. 10005 del 7 marzo 2021, a firma del Capo di Gabinetto del Ministro dell’Istruzione, la quale fornisce i richiesti chiarimenti in vista delle determinazioni organizzative che le SS.LL. sono chiamate ad assumere per l’erogazione del servizio scolastico: nello specifico, viene chiarito che il DPCM 2 marzo 2021 detta disposizioni rispetto alle deroghe possibili con riferimento alle “zone rosse” nelle quali “sono sospese le attività dei servizi educativi dell'infanzia di cui all'art. 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza”. In specie, l’articolo 43, secondo periodo, dispone che

“resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l'uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell'istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall'ordinanza del Ministro dell'istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020”.

Ciò comporta che nel più recente decreto non trova applicazione il DM 39/2020 laddove viene prevista “la frequenza scolastica in presenza, in condizioni di reale inclusione, degli ... studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione”.

Pertanto, nell’organizzazione del servizio scolastico le SS.LL. si atterrano al disposto dell’Ordinanza della Regione Lombardia n.714, che prevede, all’art. 1, la sospensione della didattica in presenza nelle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo grado e secondo grado, nelle istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), negli Istituti tecnici superiori (ITS) e nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) nonché sospensione delle attività delle scuole dell’infanzia, con la sola deroga, prevista al comma 2, di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

IL DIRETTORE GENERALE Augusta CELADA Firmato digitalmente ai sensi del Codice dell’Amministrazione digitale e norme ad esso connesse

Allegato: prot. 10005 del 7 marzo 2021 (pdf, 290 kb)

L'attestazione di copia conforme è allegata al presente documento

Firmato digitalmente da CELADA AUGUSTA C=ITO=MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITA' E RICERCA

m_pi.AOODRLO.REGISTRO UFFICIALE.U.0004560.08-03-2021

(6)

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca AOODRLO - Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Ai sensi dellarticolo 22 del Codice dell'Amministrazione Digitale (D.Lgs. n.82/2005 e s.m.i),si attesta che il

presente documento è copia informatica di documento originale analogico di 2 pagine, tenuto presso l' AOO suindicata

(7)

Regione Lombardia

Piazza Città di Lombardia n.1 20124 Milano

Tel 02 6765.1

www.regione.lombardia.it

welfare@pec.regione.lombardia.it

alla c,a. Ministro della Salute On. Roberto Speranza

Email: spm@postacert.sanita.it

e, p.c.

Oggetto : Ordinanze regionali di sospensione della didattica in presenza nelle scuole, a seguito dell’emergenza COVID-19 – alunni figli di personale impegnato in servizi pubblici essenziali

Caro Ministro,

il nuovo aggravamento del quadro epidemiologico, come noto, ha reso necessaria l’adozione da parte di numerosi Presidenti di Regione, tra cui la Lombardia, di provvedimenti di sospensione dei servizi scolastici in presenza.

Alla luce di quanto sopra, si ritiene sia necessario conoscere formalmente quali siano i servizi pubblici essenziali richiamati nella nota del Ministero dell’Istruzione n. 1990 del 05 novembre scorso indirizzata ai Dirigenti scolastici, laddove si evidenzia che “nell’ambito di specifiche, espresse e motivate richieste, attenzione dovrà essere posta agli alunni figli di personale sanitario (medici, infermieri, OSS, OSA…), direttamente impegnato nel contenimento della pandemia in termini di cura e assistenza ai malati e del personale impiegato presso altri servizi pubblici essenziali, in modo che anche per loro possano essere attivate, anche in ragione dell’età anagrafica, tutte le misure finalizzate alla frequenza della scuola in presenza”. Si ricorda che tale indicazione è stata richiamata nella recentissima nota n. 4439 del 4 marzo

www.regione.lombardia.it

Protocollo G1.2021.0014206 del 05/03/2021

(8)

scorso sempre del Ministero dell’Istruzione.

In altri termini, se è vero che la legge 146/1990 già reca all’art. 1, comma 2 un definizione di servizi pubblici essenziali è altrettanto vero che tale norma risponde alla diversa e specifica ratio di disciplinare il diritto di sciopero in tali servizi e d’altra parte l’attuale grave contesto epidemiologico, a nostro avviso, impone di perimetrare in maniera più circoscritta il novero di tali servizi, al fine di salvaguardare l’efficacia della misura di prevenzione della sospensione della didattica in presenza, altrimenti vanificata da un numero troppo ampio di deroghe.

Fiduciosi di un tempestivo riscontro alla presente, porgiamo i più cordiali saluti

Vice Presidente e Assessore al Welfare Presidente Letizia Moratti Attilio Fontana

Copia analogica sottoscritta con firma a mezzo stampa predisposta secondo l’articolo 3 del D.lgs 39/1993 e l’articolo 3bis, comma 4bis del Codice dell’amministrazione digitale. Il documento originale Ł firmato digitalmente e conservato presso l’Ente.

Riferimenti

Documenti correlati

E’ elaborato e approvato dal Gruppo di Lavoro Operativo per l’inclusione e tiene conto dell’accertamento della condizione di disabilità in età evolutiva ai

5 del 3 gennaio 2005, disciplina gli interventi che la Regione promuove per la sviluppo dell’educazione, dell’istruzione, dell’orientamento, della formazione professionale

- Piano Educativo Individualizzato (PEI) ​: è elaborato e approvato dai docenti contitolari o dal consiglio di classe, con la partecipazione dei genitori o dei soggetti che

La nostra legislazione ha accolto tale compito e lo ha chiaramente definito nella Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 (“Strumenti di intervento per alunni

L’‛individuazione della sezione/classe è responsabilità del Dirigente Scolastico, secondo i criteri stabiliti dal Collegio Docenti e dal Consiglio d’‛Istituto,

Nel rispetto delle indicazioni sul distanziamento fisico e sull'obbligo di indossare la mascherina previsto dai summenzionati protocolli e dalle norme vigenti alla

1.Per affermare il ruolo centrale della scuola nella società della conoscenza e innalzare i livelli di istruzione e le competenze delle studentesse e degli studenti, rispettandone

trasmettono le informazioni riguardanti gli alunni iscritti al primo anno della scuola secondaria agli insegnanti responsabili della.. formazione delle classi e