Specifica METODO STR VISION CPM

Download (0)

Testo completo

(1)

Oggetto Specifica

METODO “STR VISION CPM”

0 05.05.2015 EMISSIONE TASA DT PRS

Rev. Data Descrizione Modifica Redatto Approvato Autorizzato

(2)

1. SOMMARIO

1. SOMMARIO ... 2

2. REGISTRAZIONE DELLE MODIFICHE ... 2

3. NOME DEL METODO ED IDENTIFICATIVO AZIENDALE ... 3

4. CAMPO DI APPLICABILITÀ ... 3

5. CONDIZIONE DI VALIDITÀ ... 4

6. NORMATIVE DI RIFERIMENTO ... 4

7. DATI DI INPUT ... 4

8. DESCRIZIONE DEL METODO STR VISION CPM ... 5

9. DATI E FORMAT DEI RISULTATI ... 5

10. COMPITI E RESPONSABILITÀ ... 6

10.1MATRICE DELLE RESPONSABILITÀ ... 6

11. QUALIFICAZIONE DEL METODO ... 6

12. VERIFICA PERIODICA ED ANALISI DI VALIDITÀ DEL METODO ... 7

12.1DESCRIZIONE DEL METODO DI VERIFICA ... 7

2. REGISTRAZIONE DELLE MODIFICHE

Revisione 0 del 5 maggio 2015 ... prima emissione della Specifica

(3)

3. NOME DEL METODO ED IDENTIFICATIVO AZIENDALE La sigla identificativa è:

STR VISION CPM

Il metodo, consistente in una procedura informatizzata di preventivazione, contabilità lavori, Analisi Prezzi, redazione Perizie, programmazione e verifica avanzamento lavori ed è identificato dal produttore con la sigla:

STR VISION CPM

prodotto da: TSS SpA

Società unipersonale soggetta all’attività di direzione

e coordinamento di TeamSystem S.p.A

Sede legale: Piazza Indro Montanelli 20 20099 Sesto San Giovanni (MI)

La procedura è utilizzata dalla società in licenza d'uso (n. 2 Licenze d’uso) rilasciata dal produttore mediante fornitura di chiave Hardware.

4. CAMPO DI APPLICABILITÀ

La procedura in oggetto si applica in tutte le aree della struttura Aziendale ed è utilizzato come segue:

A. In fase di progettazione

A1. redazione di Elenco Prezzi Unitari;

A2. redazione di Computi Metrici;

A3. redazione di Computi Metrici Estimativi;

A4. redazione dei quadri Economici del progetto;

A5. redazione di Analisi dei Prezzi Unitari.

A6. redazione di Cronoprogramma dei lavori A7. redazione di Quadri economici di raffronto

B. In fase di offerta

B1. redazione di Elenchi Prezzi Unitari di Offerta;

B2. redazione di Computi Metrici parametrizzati e/o per categorie di lavoro;

B3. redazione di Computo Metrici Estimativi per offerta di tipo globale, parametrizzati e/o per categorie di lavoro

(4)

C. In fase di Direzione Lavori

C1. redazione del Libretto Misure e dei relativi allegati quali liste in economia, Libretto Movimenti terra, Libretto dei ferri;

C2. redazione del Registro di Contabilità;

C3. redazione del Sommario del Registro di Contabilità;

C4. emissione dello Stato di Avanzamento Lavori;

C5. emissione dei Certificati di Pagamento;

C6. emissione dello Stato Finale dei Lavori;

C7. emissione di quadri economici di raffronto

D. In fase di Redazione di Perizie di Variante e/o Suppletive D1. redazione del Computo metrico di perizia;

D2. redazione del Computo metrico estimativo di perizia;

D3. redazione dei Quadri economici di perizia;

D4. redazione dei Quadri comparativi di confronto tra la perizia in elaborazione ed il progetto originario e/o le precedenti perizie.

5. CONDIZIONE DI VALIDITÀ

La procedura ha validità per tutte le operazioni connesse agli aspetti amministrativi legati alla condotta e progettazione secondo le norme previste dal Ministero LL.PP.

6. NORMATIVE DI RIFERIMENTO

Nella redazione degli elaborati progettuali la procedura non fa riferimento ad alcuna normativa mentre per l’emissione dei documenti di condotta dei lavori la procedura fa riferimento alle norme di contabilità dei LL.PP. di cui alla L. 109/94, al regolamento DPR 554/99, al codice dei contratti pubblici DL 163/06, e al Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice dei contratti DPR 207/10 e successive modificazioni ed integrazioni.

7. DATI DI INPUT

I dati input vengono richiesti dalla procedura in forma colloquiale guidata secondo una maschera con campi da riempire, Help in linea, tasti funzione speciale da utilizzare per attivare, determinare procedure e/o confermare l’esecuzione di alcuni comandi.

Tali dati, alla conferma del comando, vengono registrati su disco fisso o removibile dal quale possono essere nuovamente visualizzati, corretti, elaborati e stampati.

(5)

8. DESCRIZIONE DEL METODO STR VISION CPM

La procedura opera attraverso la definizione di archivi che generano ambienti di lavoro specifici per ogni commessa, in cui si trovano file archivio per l’input/output dati così distinti:

- Archivi comuni;

- Listini;

- Elenco prezzi Unitari;

- Preventivo e stima;

- Libretto delle misure;

- Libretto dei ferri,

- Libretto movimento terra;

- S.A.L.;

Una volta definito il “lavoro” sul quale si opera attraverso la definizione di articoli di Elenco Prezzi Unitari si passa alla definizione dell’Elenco Prezzi Unitari ed attraverso l’assegnazione della quantità dei lavori da eseguire ad ogni articolo di E.P. si formula la stesura dei Computi metrici (C.M) e dei Computi Metrici Estimativi (C.M.E).

Attraverso l’introduzione inoltre, dei dati inerenti alle Somme a Disposizione si perviene alla formulazione dei Quadri Economici del Progetto.

Qualora non si conosca il valore del prezzo unitario di una o più categorie di lavoro ma si conoscano le componenti unitarie di costo si può, utilizzando la stessa procedura, determinare il prezzo unitario (Sottoprocedura Analisi Prezzi).

La procedura può altresì essere utilizzata in sede di formulazione delle offerte da parte di impresa in quanto si può stampare E.P. e C.M. senza prezzi unitari consentendo all’Impresa di indicare i prezzi che riterrà più opportuni anche sulla base di computi parametrici e/o per categorie di lavori.

In fase di direzione lavori la procedura consente di emettere tutti quei documenti contabili previsti dal Regolamento di Esecuzione dei LL.PP. e consente altresì di mettere in relazione l’andamento dei lavori con quanto preventivati.

In fase di redazione di perizie suppletive e/o di variata distribuzione di spesa oltre alla redazione dei nuovi computi di perizia è possibile confrontare le nuove previsioni dei lavori con i progetti precedentemente approvati e di valutarne gli scostamenti sia qualitativi che quantitativi.

9. DATI E FORMAT DEI RISULTATI

I dati di output dalla procedura sono stati sopra richiamati e sono tutti conformi alla citata L. 109/94 e al Regolamento D.P.R. 554/99 e successive modificazioni ed integrazioni.

(6)

10. COMPITI E RESPONSABILITÀ

Nell'uso della Procedura sono abilitati ad introdurre dati le seguenti funzioni aziendali:

Tecnico dei servizi computistici e di contabilità edile Addette all’Ufficio Segreteria

I dati in uscita vengono inseriti nei documenti richiamati che sono:

redatti dai Tecnici del servizio;

approvati e autorizzati dal Capo Commessa.

10.1 MATRICE DELLE RESPONSABILITÀ

Le responsabilità nell'uso della Procedura sono attribuite secondo la seguente

ATTIVITÀ TECNICO SERVIZI RESP. AREA RESP PROG SEG.

Definizione oggetto della prestazione Compilazione "file di input" (Def. Ambienti) Definizione della forma output

Input dati

Approvazione documento Autorizzazione documento

11. QUALIFICAZIONE DEL METODO

La qualificazione della procedura è il metodo di analisi con la quale si valuta, partendo dal presupposto dell'attendibilità dei dati di input la validità dei risultati prodotti dalla stessa.

La qualificazione della procedura avviene non appena questa diventa strumento aziendale e viene effettuata a cura del Responsabile di Area Strutture ed Infrastrutture.

La qualificazione avviene previo:

1) esame preliminare delle schede di procedura e/o Manuali forniti dal Produttore per la verifica di rispondenza della stessa a dispositivi normativi vigenti;

2) confronto dei risultati ottenuti dalla procedura con quelli derivanti da una risoluzione manuale della stessa struttura.

Più in particolare si procederà nelle operazioni di qualificazione della procedura attraverso l'esecuzione manuale delle calcolazioni richieste per la produzione degli atti progettuali sopra richiamati

(7)

Nel caso della redazione dei documenti contabili il D.L. oltre alla verifica sopra indicata si eseguirà la verifica di corrispondenza tra gli atti prodotti, verifica sia di tipo quantitativo che di collimazione delle registrazioni.

La qualificazione della procedura è positiva quando i risultati della procedura informatizzata e di quella manuale sono uguali (a meno delle diverse approssimazioni decimali) ed allorquando è soddisfatta la verifica di collimazione sopra indicata.

Nel caso di emissione di nuove versioni della Procedura già qualificata si procederà alla qualificazione della release successiva attraverso la rielaborazione con l’utilizzo della nuova release di una percentuale significativa e/o dei casi più importanti già calcolati con la precedente release.

La nuova release si riterrà qualificata allorquando dalla verifica comparativa dei risultati ottenuti con le due release emerga che questi sono uguali o tali che le loro differenze siano contenute in un range di variabilità di ±0,5%

12. VERIFICA PERIODICA ED ANALISI DI VALIDITÀ DEL METODO

La verifica periodica di validità dei risultati prodotti dalla procedura avviene attraverso il caricamento dei dati di input contenuti nel case del programma e confrontando i risultati con i dati di output contenuti nel case stesso.

La frequenza di verifica è biennale; la verifica verrà eseguita prima della scadenza biennale nel caso in cui:

o gli aggiornamenti del software interessino le funzioni di calcolo;

o gli aggiornamenti del software siano stati eseguiti per modifiche della legislazione vigente.

Il Tecnico dell'Area Servizi abilitato all'utilizzo della procedura ha la responsabilità di eseguire detta verifica e di riportarne i risultati sulla scheda di qualifica.

Nel caso in cui la verifica dia esito negativo, il programma viene ricaricato e ritestato a cura del Tecnico dell’Area Servizi abilitato all’utilizzo della procedura e vengono riesaminati tutti i calcoli eseguiti successivamente alla data della precedente qualifica.

12.1 DESCRIZIONE DEL METODO DI VERIFICA

La verifica periodica della procedura avviene attraverso la rielaborazione di dati già contenuti nel case del programma ed il confronto dei risultati con i dati di output contenuti nel case stesso.

La verifica di riqualificazione della procedura è da ritenersi positivamente superata qualora le due calcolazioni forniscano risultati uguali.

figura

Updating...

Riferimenti

Argomenti correlati :