• Non ci sono risultati.

Archivio selezionato:

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Archivio selezionato:"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Archivio selezionato: Massime Autorità: Cassazione civile sez. VI Data: 22/09/2015

n. 18704

Parti: Ugbefu Lawrence Ijeoma C. Ministero Dell'Interno Fonti: Giustizia Civile Massimario 2015

Classificazioni: SICUREZZA PUBBLICA - Stranieri (in particolare: extracomunitari) - - in genere

Sicurezza pubblica - Stranieri (in particolare: extracomunitari) - Trattenimento dello straniero non suscettibile di allontanamento coattivo contestualmente all'espulsione - Condizioni e tempi - Potere discrezionale dell'autorità amministrativa o giudiziaria - Configurabilità - Esclusione - Specificità dei motivi addotti nel provvedimento di convalida della proroga del trattenimento - Necessità - Fattispecie.

Cassazione civile - Ammissibilità del ricorso - Ordinanza dichiarativa di inammissibilità del gravame ex art. 348 bis c.p.c. - Decorso di distinti termini per l'impugnazione della sentenza di primo grado e dell'ordinanza di inammissibilità - Esclusione - Ragioni.

In tema di tempestività del ricorso per cassazione avverso i provvedimenti in materia di protezione internazionale, a seguito dell'abrogazione dell'art. 35, comma 14, del d.lgs. n. 25 del 2008, deve applicarsi il termine ordinario di cui all'art. 327 c.p.c. e non già il termine di trenta giorni di cui all'art. 702 quater c.p.c., relativo al rito sommario di cognizione, applicabile ai giudizi di merito in virtù dell'art. 19 del d.lgs. n. 150 del 2011. Invero, il comma 10 di tale disposizione deve essere interpretato nel suo reale significato di attribuire priorità nella trattazione delle controversie in materia di protezione internazionale, non anche nel senso di rendere applicabili al giudizio di legittimità disposizioni abrogate o riguardanti i giudizi di merito, con interpretazione, peraltro, palesemente in contrasto con il diritto delle parti ad un giusto processo ed all'effettività del diritto di difesa.

(Cassa senza rinvio, App. Bologna, 03/04/2014)

Utente: SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA SCUOLA www.iusexplorer.it - 07.01.2018

© Copyright Giuffrè 2018. Tutti i diritti riservati. P.IVA 00829840156

Riferimenti

Documenti correlati

Le persone anziane che potrebbero essere escluse a causa della loro età, del loro sesso, del loro reddito, della loro educazione, della mancanza di reti sociali di supporto, dello

sua divisione in due cellule, tempo caratteristico della specie e delle condizioni colturali..

Quanto al merito della presente controversia, deve osservarsi che è risultato pacificamente che la merce consegnata dalla H.E.L., è risultata non conforme alla qualità

Il Sindaco del Comune di Cernusco sul Naviglio (MI), con la richiesta in epigrafe, ha sottoposto all’attenzione della Sezione quesito in ordine all’applicabilità

“Nessuno si tirerà mai indietro, è chiaro - affermano Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri e

Il Consiglio Internazionale degli Infermieri (ICN) e la Consociazione Nazionale delle Associazioni Infermiere/i (CNAI) avvertono delle conseguenze del

Uno dei più importanti è il rilievo che viene assumendo la didattica nell’attività scolastica, così come nell’attività universitaria: un rilievo maggiore, perché per

Il rischio è quello di limitare le attività di queste figure perché l’assistenza domiciliare è una classe di attività, ma ci sono altre classi che è in grado di fornire