COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI

Testo completo

(1)

COMUNE DI SAN GENESIO ED UNITI

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

NUM. 41 DEL 28-07-2014

C O P I A

CODICE ENTE 11272

Oggetto: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF ANNO 2014

L'anno duemilaquattordici addì ventotto del mese di luglio alle ore 19:08, nella sala delle Adunanze Consiliari, con le formalità disposte dalla legge sull’ordinamento delle autonomie locali e dallo statuto comunale, si è riunito il Consiglio Comunale convocato, a norma di legge, in sessione Ordinaria in Prima convocazione in seduta Pubblica.

Dei Signori Consiglieri assegnati a questo Comune e in carica, risultano presenti:

Migliavacca Cristiano P LOFFREDO BENEDETTO P

CIOCCA ANGELO P MORO MAURIZIA P

TESSERA ENRICO GIUSEPPE

P ZETTI GIAMPIERO MARIA P

BERETTA CARLO PIETRO P D'IMPERIO MILENA P OLIVATI DAVIDE P FULVIO FLAVIA FRANCESCA P DARIO RACAGNI P CANTARELLA AGATINO

GIOVANNI

P

CATTANEO NINO ACHILLE P ne risultano presenti n. 13 e assenti 0

Partecipa il Segretario Sig. Nigro Fausta

Il Presidente del Consiglio Sig. DARIO RACAGNI, riconosciuta valida l’adunanza, essendo legale il numero degli intervenuti, dichiara aperta la seduta e la discussione sull’oggetto all’ordine del giorno.

Immediatamente eseguibile S

Soggetta a comunicazione ai capigruppo N

(2)

PARERI ESPRESSI SULLA PROPOSTA CORRISPONDENTE N. 38 DEL 25-07- 2014 AD OGGETTO “ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF ANNO 2014” AI SENSI DELL’ART. 49 D. LEG.VO N. 267/2000.

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA' TECNICA

Data: 25-07-2014 Il Responsabile del servizio F.to CERVI GABRIELLA

PARERE: Favorevole in ordine alla REGOLARITA' CONTAB.

Data: 25-07-2014 Il Responsabile del servizio F.to Nizzoli Massimo

(3)

DELIBERA DI CONSIGLIO n. 41 del 28-07-2014 - Pag. 3 - S.GENESIO ED UNITI

Il Presidente cita il decimo punto all’ordine del giorno e dà la parola

all’Assessore Romeo che lo relaziona leggendo il documento allegato sub A).

Cons. Fulvio: chiede di conoscere l’accertamento 2013 e la previsione 2014.

Ass. Romeo: 405.000,00€ di assestamento e 462.000,00€ di previsione 2014.

Dr. Nizzoli: 375.000,00 era l’accertamento.

Cons. Fulvio: competiamo solo con Lardirago! Quindi i cittadini di San Genesio pagheranno 100.000,00 euro in più; sono soddisfatti per l’introduzione dell’esenzione sui redditi fino a 20.000,00. ma oltre questa soglia l’aliquota è elevatissima: 0,78 aliquota unica! Invece sarebbe stato meglio applicare aliquota bassa per i redditi bassi perchè 25.000,00 euro è comunque un reddito basso.

Cons. Cattaneo: lo 0,78 si paga sull’eccedenza dei 20.000,00?

Dr. Nizzoli: si paga su tutto…

Cons. Cattaneo: questa è la prova provata che nelle nostre riunioni si dicono cose sbagliate…

Il Presidente: basta leggere la proposta di delibera.

Cons. Beretta: all’interno del gruppo vengono date informazioni sbagliate.

Cons. Cattaneo: si chiede coerenza rispetto alle informazioni

date…L’Assessore ha detto altro nel corso delle riunioni, a questa specifica domanda.

Sindaco: il Cons. Cattaneo ha capito quello che voleva si fa demagogia cita gli scaglioni precedenti...da 0,75 a 0,78 c’è differenza di 5 euro.

Cons. D’Imperio: non si fa demagogia ma questa non è un’esenzione!

Il Sindaco: sono 960 pensionati e 500 lavoratori dipendenti che non pagano più l’addizionale IRPEF.

Cons. D’Imperio: l’Amministrazione Comunale deve farsi parte diligente per il recupero evasione.

Cons. Fulvio: contraria.

Cons. Cattaneo: contrario perché non ho inteso le parola evidentemente confuse dell’Assessore.

Esaurito il dibattito, il Presidente pone in votazione il punto all’ordine del giorno.

Il Consiglio Comunale

Vista l’allegata delib. di G.C. n. 58 del 24/6/2014 con la quale si propone al Consiglio Comunale la determinazione dell’Addizionale Comunale all’IRPEF anno 2014;

Uditi gli interventi;

Atteso che:

- i Comuni, con regolamento adottato ai sensi dell’ art. 52 del D.L.gs. n.

446/97, possono disporre la variazione della aliquota di compartecipazione dell’addizionale di cui all’art. 1, comma 2, del D. Lgs. 28 settembre 1998, n.

360, con deliberazione da pubblicare nel sito individuato con decreto 31

(4)

maggio 2002 dal Capo del Dipartimento per le Politiche Fiscali del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 130 del 5 giugno 2002;

- l’efficacia della deliberazione decorre dalla data di pubblicazione nel predetto sito informatico;

- ai sensi delle disposizioni di legge citate la variazione dell’aliquota di compartecipazione dell’addizionale non può eccedere complessivamente 0,8 punti percentuali;

- in base all’art. 53, comma 16, della Legge n. 388 del 23 dicembre 2000, così come modificato dall’art. 27, comma 8, della legge n. 448 del 28 dicembre 2001, il termine per deliberare le aliquote e le tariffe dei tributi locali, nonchè per approvare i Regolamenti relativi alle entrate degli Enti Locali, è stabilito entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione;

- il decreto del Ministro dell’Interno del 18/07/2014 ha differito al 30/09/2014 il termine per la deliberazione del bilancio di previsione per l’anno 2014 da parte degli enti locali;

Richiamata la delibera di Consiglio Comunale n. 24 del 09/05/2012 ad oggetto

“Addizionale Comunale all’Irpef. Approvazione del Regolamento e definizione aliquote”, modificata con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 21/06/2012, secondo le indicazioni ricevute dal Ministero dell’Economia e delle Finanze;

Ricordato che il Regolamento succitato prevede una soglia di esenzione di Euro 7.500,00 e stabilisce le seguenti aliquote:

Scaglioni di reddito complessivo Aliquota

Fino a Euro 15.000,00 0,40%

Oltre Euro 15.000,00 e fino a Euro 28.000,00 0,75%

Oltre Euro 28.000,00 e fino a Euro 55.000,00 0,78%

Oltre Euro 55.000,00 e fino a Euro 75.000,00 0,79%

Oltre Euro 75.000,00 0,80%

Ricordato altresì che per l’anno 2013 con delib. di C.C. n. 22 del 2/8/2013 erano state confermate le aliquote dell’addizionale comunale deliberate per l’anno 2012;

Preso atto del gettito stimato dagli uffici calcolato sui dati pubblicati dal Ministero, aggiornati all’annualità 2012 pari ad € 408.207,00, laddove si

(5)

DELIBERA DI CONSIGLIO n. 41 del 28-07-2014 - Pag. 5 - S.GENESIO ED UNITI

mantenessero le aliquote in essere;

Tenuto conto della esigenza del Bilancio comunale di assicurare idonee fonti di finanziamento per le spese a carattere ricorrente;

Ritenuto, quindi, di dover determinare per l’anno 2014 la percentuale dell’aliquota dell’addizionale Comunale all ‘IRPEF nella misura dello 0,78%;

Ritenuto inoltre di poter stabilire una soglia di esenzione per i redditi non superiori ad Euro 20.000,00, considerato il periodo di crisi economica, da applicarsi come limite e non come franchigia, per cui il superamento del reddito posto come condizione per usufruire dell’esenzione determina il pagamento dell’imposta su tutto il reddito complessivo;

Stimato quindi il gettito per l’anno 2014 secondo tali aliquote e soglie di esenzione in € 445.396,00.

Visto l’allegato schema di Regolamento che si compone di n. 4 articoli;

Acquisito il parere del Revisore dei Conti in data 1/7/2014

Visti gli allegati pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile;

Con voti favorevoli n. 7 espressi per alzata di mano dai n. 13 Consiglieri presenti – Contrari n. 6 (D’Imperio – Fulvio – Zetti – Cantarella – Beretta – Cattaneo)

delibera

1. di approvare il nuovo testo del Regolamento per l’applicazione della Addizionale Comunale all’Imposta sul reddito delle persone fisiche, di cui all’ allegato A) al presente provvedimento per farne parte integrante di esso;

2. di revocare il precedente Regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 24 del 09/05/2012;

3. di determinare, per i motivi esposti in premessa, per l’anno 2014, l’aliquota dell’addizionale Comunale all’IRPEF nella misura dello 0,78%;

4. di stabilire una soglia di esenzione dal pagamento dell’Addizionale Comunale all’Irpef per redditi non superiori ad € 20.000,00;

5. di far rinvio per quanto riguarda la disciplina della presente addizionale al Decreto legislativo 28 settembre 1998, n. 360, concernente l’istituzione di una Addizionale Comunale all’IRPEF, e successive modificazioni ed integrazioni;

(6)

6. di dare mandato agli uffici preposti di provvedere agli adempimenti conseguenti;

SUCCESSIVAMENTE

Ritenuto di dover provvedere con urgenza prima dell’approvazione del bilancio di previsione;

Visto l’art.134, comma 4 del D.Lgs. n.267/2000;

Di rendere il presente atto, con voti favorevoli n. 7 espressi con separata votazione resa per alzata di mano dai n. 13 Consiglieri presenti, contrari n. 6 (D’Imperio – Fulvio – Zetti – Cantarella – Beretta – Cattaneo) immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 c. 4, D. Lgs. 267/2000.

(7)

DELIBERA DI CONSIGLIO n. 41 del 28-07-2014 - Pag. 7 - S.GENESIO ED UNITI Letto, approvato e sottoscritto a norma di legge.

IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO COMUNALE

F.to DARIO RACAGNI F.to Nigro Fausta

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE

Della suestesa deliberazione viene iniziata oggi la pubblicazione all'Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi ai sensi dell’art. 124, comma 1 del D. Leg.vo 18/8/2000, n. 267.

Li 05-08-2014

IL SEGRETARIO COMUNALE F.to Nigro Fausta

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile con le modalità previste dall’art. 134, comma 4 del Decreto Leg.vo 18/8/2000.

Li, 28-07-2014

IL SEGRETARIO COMUNALE F.to Nigro Fausta

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Il sottoscritto segretario comunale certifica che copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dal 05-08-2014 al 20-08-2014, ai sensi dell’art. 124, comma 1 del D. Leg.vo 18/8/2000 n. 267 senza reclami.

Li,

IL SEGRETARIO COMUNALE

Nigro Fausta

E’ copia conforme all’originale.

Li,

IL SEGRETARIO COMUNALE

Nigro Fausta

ESECUTIVITA’

La presente deliberazione è divenuta esecutiva in data 16-08-2014 per il decorso termine di 10 giorni dalla pubblicazione ai sensi dell’art. 134 comma 3 del D. Leg.vo 18/8/2000.

Li,

IL SEGRETARIO COMUNALE Nigro Fausta

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :