• Non ci sono risultati.

N. 161 DEL

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "N. 161 DEL"

Copied!
9
0
0

Testo completo

(1)

COMUNE DI SAN FELICE A CANCELLO PROVINCIA DI CASERTA

Prot. n. 7363

del 30 -11-2020

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 161 DEL 17 -11-2020

OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTI INCENTIVANTI SETTORE AA.GG

L’anno Duemilaventi, addì 17 del mese di Novembre alle ore 13.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale, si è riunita la GIUNTA COMUNALE, convocata nelle forme di legge. Presiede l’adunanza Dott. Giovanni Ferrara nella sua qualità di Sindaco e sono rispettivamente presenti ed assenti i seguenti:

Presenti Assenti

1) Dott. Ferrara Giovanni -Sindaco X

2) Sig.Savino Orlando Assessore – Vice Sindaco X

3) Sig,Verlezza Mario Assessore X

4) Enza Cimmino Assessore X

5) Assunta Palladino Assessore

X

6) Ing Clemente De Lucia Assessore

X

PARTECIPA il Segretario Generale, Dott.ssa Maria Antonietta Iacobellis

IL PRESIDENTE, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta ed invita i

convocati a deliberare sulla proposta di deliberazione, relativa all’oggetto.

(2)

LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO CHE:

il D.Lgs. 150/2009 ha apportato significative innovazioni all’organizzazione del lavoro pubblico, modificando e rivedendo ampiamente il D.Lgs. 165/2001 e introducendo istituti innovativi orientati al miglioramento dell’efficienza e della produttività della macchina lavorativa ed alla trasparenza in ogni aspetto dell’organizzazione;

– pertanto occorre individuare obiettivi individuali di carattere gestionale per i titolari di posizione organizzativa e, per il restante personale, adeguati progetti obiettivo finalizzati ad incentivare la produttività;

è intenzione di questa Amministrazione, nell’ambito di quanto previsto dalla normativa vigente, attivare piani di incentivazione ed incremento della produttività finalizzati ad un aumento delle prestazioni del personale in servizio;

in data 28 luglio 2020, è stata sottoscritta l’ipotesi di Contratto Collettivo Decentrato Integrativo del personale non dirigente per il triennio 2020-2022 dal Presidente della Delegazione trattante di parte pubblica e dalle Organizzazioni sindacali nonché l'accordo economico circa l'utilizzo delle risorse per l'annualità economica 2020;

in data 1 luglio 2020 c.a., è stata adottata la determinazione del Capo Settore n. 146, avente ad oggetto la costituzione del Fondo delle risorse decentrate per il personale non dirigente per l`annualità economica 2020 ex art. 67 del CCNL Comparto Funzioni Locali 2020-2022;

da ultimo, la Giunta Comunale, con deliberazione n. 112 del 24 agosto 2020, ha autorizzato il Presidente della Delegazione trattante di parte pubblica alla sottoscrizione definitiva del Collettivo Decentrato Integrativo del personale non dirigente del Comune di San Felice a Cancello per il triennio 2020-2022, avendo acquisito preliminarmente il parere favorevole dell'organo di revisione economico- finanziaria;

il Contratto Collettivo Decentrato Integrativo per il triennio 2020-2022 è stato definitivamente sottoscritto in data 15 settembre 2020 e debitamente pubblicato nella sezione dedicata dell'Amministrazione trasparente;

CONSIDERATO che per le suddette finalità si è rese necessario approntare i seguenti progetti obiettivi - titoli:

1. PIANO DI INCENTIVAZIONE ED INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA’ PER LA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI AGGIORNAMENTO DEL SITO ISTITUZIONALE ED AREA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ANNO 2020;

2 PIANO DI INCENTIVAZIONE ED INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA’ PER LA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ BANDI FITTI ANNO 2020, allegati al presente atto per farne parte integrante e sostanziale;

DATO ATTO che i progetti incentivanti allegati soddisfano i requisiti di progettualità richiesti dall'ARAN

“tra l’altro, essere finalizzate ad erogare compensi diretti ad incentivare la produttività ed il miglioramento dei servizi, attraverso la corresponsione di compensi correlati al merito e all’impegno di gruppo per centri di costo, e/o individuale, in modo selettivo e secondo i risultati accertati dal sistema permanente di valutazione”, in merito alle caratteristiche negli stessi è illustrata la metodologia seguita, e sono indicati gli obiettivi e i risultati attesi che saranno misurabili;

RITENUTO, pertanto, meritevole di approvazione le proposte così come formulata dal responsabile settore AA.GG ;

ACQUISITI i pareri di cui all’art. 49, comma 1, del D.Lgs 267/2000.

Con voti favorevoli unanimi resi in modo palese

DELIBERA

1)

di richiamare le premesse quali parte integrante e sostanziale del presente atto;

2)

di approvare i progetti incentivanti la produttività ai sensi dell’Articolo 17 comma 2 lettera A C.C.N.L. 01/04/1999 per un importo complessivo di € 3.000,00

3)

Di dichiarare la presente immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134 comma 4 D. Lgs. 267/2000;

(3)

COMUNE DI S. FELICE A CANCELLO

PROVINCIA DI CASERTA

SETTORE AA. GG

PROPOSTA PROGETTO INCENTIVANTE

“FITTI ANNO 2020”

Normativa Contrattuale di riferimento:

- Art. 17, comma 2, lettera a) CCNL 1.4.1999;

- Art. 37 CCNL 22.1.2004;

PREMESSO che : il Piano socio/economico della Regione Campania ex DGR 170/2020 ha tra l’altro avviate le procedure di SOSTEGNO AL FITTO DELLE ABITAZIONI PRINCIPALI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIO/ECONOMICA;

il Decreto Dirigenziale n. 45 del 23/04/2020 all’oggetto: DGR 170/2020 - Azione

"Sostegno al fitto delle abitazioni principali per situazioni di emergenza socio-economica"

ha stabilito le date, i tempi e le attività da svolgersi presso gli Enti locali per garantire ai cittadini di aderire all’iniziativa;

con delibera di Giunta Municipale n.52 del 28/04/2020 questo Ente prende atto delle direttive emanate dalla Regione Campania con il suddetto decreto dirigenziale n.45 del 23/04/2020 ;

i soggetti in possesso dei requisiti e condizioni previste dal presente bando possono presentare domanda per ottenere i contributi a sostegno al fitto,.

A1 : Presupposti e motivazioni:

Dato atto che questo Ente deve provvedere all’acquisizione delle domande, al controllo della documentazione richiesta, redigere graduatoria finale e alla consegna alla Regione Campania della documentazione utile per avere da parte dei cittadini del beneficio in oggetto. Gli uffici competenti si sono rapidamente interessati al fine di:

• assicurare, in tempi rapidissimi la buona riuscita dell’iniziativa;

• la corretta gestione della procedura;

• la garanzia di una pronta fruizione, da parte dei beneficiari, degli importi assegnati.

Tutto ciò è possibile solo con il dotarsi di un progetto che coinvolga gli uffici interessati al fine di tutelare il Comune e gli utenti beneficiari;

B. Obiettivi specifici del Piano di Produttivita’:

(4)

Gli obiettivi da esigere dal personale possono essere sinteticamente elencate come segue:

1. dare piena attuazione al principio di trasparenza;

2. raggiungere le finalità stabilite dall’ ex DGR 170/2020;

3. garantire l’ente nell’ individuazione dei beneficiari.

C. Partecipanti secondo la distribuzione del personale nel Servizio:

Collaboratori professionale cat. B/1:

D’Ambrosio Michelina

D. Durata delle attività progettuali:

Le attività previste termineranno entro il 15 dicembre 2020.

E Monitoraggio e controllo :

Il Piano di produttività potrà essere oggetto di monitoraggio e controllo da parte dell’apposito organismo costituito per la valutazione dell’attività degli incaricati delle posizioni organizzative.

L’ analisi dovrà basarsi sia su fattori collettivi attinenti alla qualità e al grado di raggiungimento complessivo degli obiettivi programmati, sia su elementi attinenti alla intensità della partecipazione individuale sia alla soddisfazione dell’utenza.

F.0 Valutazione e grado di partecipazione al raggiungimento degli obiettivi :

F.1 Il livello individuale di partecipazione, l’apporto qualitativo e la valutazione spetta al competente responsabile del Settore nel rispetto dei seguenti parametri:

Parametri e relativa valutazione

1. apporto in termini di competenza professionale p.1

2. apporto in termini di precisione e puntualità p.1

3. apporto in termini di assiduità ed impegno p.1

4. apporto in termini di coll.ne interna all’ufficio p.1

5. apporto in termini di coll.ne verso altri uffici p.1

6. orientamento all’utenza p.1

7. orientamento al risultato p.1

8. flessibilità ed adattamento organizzativo p.1

(5)

9. apporto in termini di autonomia p.1

10. apporto in termini di iniziativa p.1

F.2 Per le CATEGORIE A e B i parametri da considerarsi sono quelli di cui ai nn.1,2,3,4,7 e 8.

✓ con un punteggio pari ad 1 il dipendente e’ escluso dalla liquidazione di qualsiasi compenso;

✓ con un punteggio pari a 2 al dipendente sara’ corrisposto il 20% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 3 al dipendente sara’ corrisposto il 40% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 4 al dipendente sara’ corrisposto il 60% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 5 al dipendente sara’ corrisposto l’ 80% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 6 al dipendente sara’ corrisposto il 100% del compenso massimo spettante;

Durante il periodo di svolgimento del Piano non si terra’ conto delle assenze di cui all’art.

5 del CCDI 2009;

G.0 Costo del Piano di Produttivita’:

Il costo complessivo del Piano descritto al punto B ammonta ad € 1.000,00.

H. Compenso individuale :

Il compenso individuale è, sostanzialmente, rapportato alle risorse destinate al progetto L’ammontare massimo del compenso è pari ad € 1.000,00.

I. Finanziamento :

La somma va prevista nel Fondo per la produttività collettiva ed individuale per il miglioramento dei servizi 2020.

L. Modalita’ di pagamento :

Il piano di produttività ha una durata inferiore ad un anno, quindi, la liquidazione è disposta nel seguente modo:

Saldo a fine progetto

San Felice a Cancello_______________

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GEGERALI

Fto.Dott Alfonso Passariello

(6)

COMUNE DI S. FELICE A CANCELLO

PROVINCIA DI CASERTA

SETTORE AA. GG

PIANO DI INCENTIVAZIONE ED INCREMENTO DELLA PRODUTTIVITA’ PER LA REALIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI AGGIORNAMENTO DEL SITO ISTITUZIONALE ED

AREA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ANNO 2020

Normativa Contrattuale di riferimento:

- Art. 17, comma 2, lettera a) CCNL 1.4.1999;

- Art. 37 CCNL 22.1.2004;

A Relazione:

La trasparenza è accessibilità totale ai dati e ai documenti in possesso della pubblica amministrazione. Ha lo scopo di tutelare i diritti dei cittadini e di promuovere partecipazione e forme diffuse di controllo sulle attività delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche

Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, con l'obiettivo di favorire il controllo diffuso da parte dei cittadini sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.

In particolare, la pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini allo scopo di:

• assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative e le modalità di erogazione;

• prevenire fenomeni di corruzione e promuovere l’integrità;

• sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento.

Il principio della trasparenza è stato riaffermato ed esteso dal decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97, il cosiddetto Freedom Of Information Act (Foia), come "accessibilità totale" ai dati e ai documenti gestiti dalle pubbliche amministrazioni. Il d.lgs. n. 97/2016 ha operato una serie di modifiche alla normativa sulla trasparenza, con una riprogrammazione dei dati oggetto di obbligo di pubblicazione e un ampliamento dell’istituto dell’accesso civico finalizzati a favorire ulteriormente forme diffuse di controllo sulle attività delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche, promuovere la partecipazione degli interessati all’attività amministrativa e tutelare i diritti dei cittadini. Tramite l'accesso civico, semplice o generalizzato, chiunque può conoscere dati e informazioni detenuti dall'amministrazione, nel rispetto dei limiti previsti a tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti

A1 : Presupposti e motivazioni:

La legge 190/2012 avente ad oggetto”Disposizioni per la prevenzione e repressione della corruzione e illegalità nella Pubblica Amministrazione”, all’art. 1 comma 15 stabilisce che la trasparenza dell’attività amministrativa, livello essenziale delle prestazioni concernenti i diritti sociali e civili ai sensi dell’art. 117 della Costituzione, è assicurata mediante la pubblicazione nei siti Web istituzionali delle pubbliche amministrazioni.

In ordine temporale, il D. Lgs 14 Marzo 2013 n° 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi della pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” all’art. 1 precisa che la trasparenza è da intendersi come accessibilità totale alle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto di ufficio, di segreto statistico e di protezione dei dati personali;

Con questo progetto si deve mantenere aggiornato ed il caricamento sul sito istituzionale, nell’apposito spazio destinato e denominato “Amministrazione Trasparente” di tutte le norme, atti , disposizioni e regolamenti

(7)

riferibili e riconducibili all’attività amministrativa del Comune.

Quest’obbligo, sanzionabile, comporta un impegno preciso e una attenta attività di caricamento dati. Ciò vale anche per la qualità delle informazioni e la tempestività della loro pubblicazione.

Il complesso lavoro progettuale, prevede l’interazione con i Responsabili delle posizioni organizzative a cui competono proprie e dirette incombenze.

B. Obiettivi specifici del Piano di Produttivita’:

Gli obiettivi da esigere dal personale possono essere sinteticamente elencate come segue:

4. dare piena attuazione al principio di trasparenza;

5. raggiungere le finalità stabilite dalla legge in materia;

6. adeguare il sito del Comune in maniera conforme alle previsioni di legge.

C. Partecipanti secondo la distribuzione del personale nel Servizio:

Collaboratori professionale cat. B/1:

Della Torca Giuseppe Guida Pasquale

D. Durata delle attività progettuali:

Le attività previste termineranno il 20 dicembre 2020.

E Monitoraggio e controllo :

Il Piano di produttività potrà essere oggetto di monitoraggio e controllo da parte dell’apposito organismo costituito per la valutazione dell’attività degli incaricati delle posizioni organizzative.

L’ analisi dovrà basarsi sia su fattori collettivi attinenti alla qualità e al grado di raggiungimento complessivo degli obiettivi programmati, sia su elementi attinenti alla intensità della partecipazione individuale sia alla soddisfazione dell’utenza.

F.0 Valutazione e grado di partecipazione al raggiungimento degli obiettivi :

F.1 Il livello individuale di partecipazione, l’apporto qualitativo e la valutazione spetta al competente responsabile del Settore nel rispetto dei seguenti parametri:

Parametri e relativa valutazione

11. apporto in termini di competenza professionale p.1 12. apporto in termini di precisione e puntualità p.1 13. apporto in termini di assiduità ed impegno p.1 14. apporto in termini di coll.ne interna all’ufficio p.1

15. apporto in termini di coll.ne verso altri uffici p.1

16. orientamento all’utenza p.1

17. orientamento al risultato p.1

18. flessibilità ed adattamento organizzativo p.1 19. apporto in termini di autonomia p.1 20. apporto in termini di iniziativa p.1

F.2 Per le CATEGORIE A e B i parametri da considerarsi sono quelli di cui ai nn.1,2,3,4,7 e 8.

✓ con un punteggio pari ad 1 il dipendente e’ escluso dalla liquidazione di qualsiasi compenso;

✓ con un punteggio pari a 2 al dipendente sara’ corrisposto il 20% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 3 al dipendente sara’ corrisposto il 40% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 4 al dipendente sara’ corrisposto il 60% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 5 al dipendente sara’ corrisposto l’ 80% del compenso massimo spettante;

✓ con un punteggio pari a 6 al dipendente sara’ corrisposto il 100% del compenso massimo spettante;

Durante il periodo di svolgimento del Piano non si terra’ conto delle assenze di cui all’art. 5 del CCDI 2009;

(8)

G.0 Costo del Piano di Produttivita’:

Il costo complessivo del Piano descritto al punto B ammonta ad € 2.000,00.

H. Compenso individuale :

Il compenso individuale è, sostanzialmente, rapportato alle risorse destinate al progetto L’ammontare massimo del compenso è pari ad € 1.000,00

I. Finanziamento :

La somma va prevista nel Fondo per la produttività collettiva ed individuale per il miglioramento dei servizi 2020.

L. Modalita’ di pagamento :

Il piano di produttività ha una durata inferiore ad un anno, quindi, la liquidazione può essere disposta nel seguente modo:

Saldo a fine progetto

San Felice a Cancello_______________

IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI Fto.Dott Alfonso Passariello

Pareri ai sensi dell’Art. 49 del D.lgs. n.267/2000

su tale delibera è espresso il seguente parere di regolarità tecnica del Settore : Favorevole

Data

Il Responsabile del Settore

F.to Dott.ssa Iacobellis Maria Antonietta

su tale delibera è espresso il seguente parere di regolarità contabile del Settore Ragioneria:

Favorevole Data

Il Responsabile del Settore

F.to Bernardino Ciccozzi

(9)

LETTO E SOTTOSCRITTO San Felice a Cancello, lì

IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE

Il Sindaco

F.to Giovanni Ferrara F.to Dott.ssa Iacobellis Maria Antonietta

PUBBLICAZIONE - Visti gli atti d’ufficio si;

ATTESTA

- che la presente deliberazione è stata affissa all’Albo Pretorio per quindici (15) giorni consecutivi a partire dal 30/11/2020 come prescritto dall’art.124, comma 1, D.lgs. 267/2000;

Dalla Residenza Municipale, li 30/11/2020 , protocollo n.

7363

FUNZIONARIO RESPONSABILE

F.to Dott. Alfonso PASSARIELLO

ESECUTIVITA’

Il sottoscritto Segretario Generale, visti gli atti d’ufficio;

ATTESTA

- Che la presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art.134, comma 4, D.lgs. 267/2000.

- Che la presente deliberazione diviene esecutiva trascorsi 10 giorni dalla data di pubblicazione ai sensi dell’art.134 comma 3, D.lgs. 267/2000.

IL SEGRETARIO GENERALE

F.to Dott.ssa Iacobellis Maria Antonietta Dalla Residenza Municipale, li 30/11/2020

Riferimenti

Documenti correlati

gli investimenti finalizzati al miglioramento tecnologico, al contenimento dei costi di produzione, al miglioramento e controllo della qualità, alla protezione dell'ambiente,

Dalla lettura dei lavori preparatori (v. relazione illustrativa al Senato) emerge che, con la soppressione all’art. dall’obbligo di una preventiva selezione sulla

Se l’accesso è stato negato o differito a tutela degli interessi di cui all’articolo 5-bis, comma 2, lettera a), il suddetto responsabile provvede sentito il Garante per la

The Interreg V-b Adriatic-Ionian Programme 2014-2020 (hereinafter ADRION), set up in the framework of the European Territorial Cooperation (ETC) - one of the objectives of

In considerazione delle difficoltà legate all’attuale situazione di emergenza sanitaria, viste le richieste pervenute da alcune Amministrazioni, l'Autorità dispone la proroga al

«dall’effettivo rischio corruttivo insito nella funzione svolta”. Di conseguenza, i ricorrenti chiedevano l’annullamento degli atti gravati, previa eventuale

La pubblicità richiesta dalla legge e della quale la Procura Regionale lamenta la presunta violazione, doveva essere curata in primis al momento del conferimento

Atti amministrativi generali Sgamma Emanuela Sandra Bartoli..