(D.P.R G.U.n.124del ) SEDUTADEL n.32. ApprovazioneVariantegenericaalPianoRegolatoreEsecutivoP.R.E.

Testo completo

(1)

Oggetto: ApprovazioneVariantegenerica alPiano RegolatoreEsecutivo P.R.E.del ComunediRapino

DELLA RIPA MAURO P PASQUALE AMEDEO P COMUNE DIRAPINO

PROVINCIA DICHIETI

“CROCE DIGUERRA AL VALOR MILITARE”

(D.P.R.26-6-75 G.U.n.124 del12-6-75)

L’anno duemilaventuno ilgiorno ventiduedelmesediottobrealleore19:11 in video conferenza– regolamento perlo svolgimento dellesedutedegliOrganidelComunediRapino in modalità telematica approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 13/07/2020-, si è riunito ilConsiglio Comunale,convocato con avvisispeditineimodieterminidelRegolamento del Consiglio Comunale,in sedutaStraordinaria diPrima convocazione.

Risultano presentied assentiiseguentiConsiglieri:

SALVATORE ROCCO P AMOROSO SIMONE P

COPIA

MICUCCIROCCO

DELL'OSO ROCCO P CELLUCCIMAURIZIO A P GUADAGNINIGIUSEPPE

COCCIAGLIA LUIGI P

P

Partecipano senza diritto divoto,aisensidell’art.22 dello Statuto ComunalegliAssessori esterni:

VERBALE DI DELI BERAZI ONE DEL CONSI GLI O COMUNALE

SEDUTA DEL 22-10-2021 n.32

DELLA VALLE ROBERTO A MARRONGELLIDAVIDE

SALVATORE MARINA P P

PartecipaallasedutailSEGRETARIO COMUNALE Dott.Basilio Pertosa.

IlPresidentedichiarataapertalasedutaperaverconstatato ilnumero legaledegliintervenuti, invitaiconsigliericomunaliadiscuterein sedutapubblicasull’argomento in oggetto.

MAMMARELLA ENRICO P

(2)

Oggetto posto aln.2 dell’O.D.G.“approvazione variante generica delpiano regolatore esecutivo”

Consiglieripresenti n.10

Illustra la proposta ilSindaco avvalendosidell’intervento dell’Arch.Cipressi,ilquale chiarisce alcuniaspetti tecnici.

Ilconsigliere Amoroso legge un intervento che siallega alpresente punto dell’odg.Dichiara,altresì,a nome delproprio gruppo,ilvoto contrario sulla presente proposta.

IL CONSIGLIO COMUNALE

VISTO ilTesto Unico delle leggisull'ordinamento degliEnti Localiapprovato con D.Lgs.18/08/2000 n.267 e successive integrazionie modificazioni;

VISTA la proposta dideliberazione,relativa all'oggetto,formulata dalSindaco;

VISTO:

Ilparere favorevole in ordine alla regolarità tecnica,espresso dalResponsabile dell’Area Tecnica

Arch.Eleonora Martino,aisensidell’art.49,comma 1,delD.Lgs.n.267/2000;

Con la seguente votazione espressa in forma palese peralzata dimano:

favorevoli 8

contrari 2 (Amoroso,Pasquale)

astenuti 0

DELIBERA

di adottare e far proprio il provvedimento risultante dall'allegata proposta di deliberazione 1.

recependola integralmente in tutte le sue parti.

Successivamente, IL CONSIGLIO COMUNALE vista l’urgenza di provvedere, con la seguente votazione espressa in forma palese peralzata dimano:

favorevoli 8

contrari 2 (Amoroso,Pasquale)

astenuti 0

DELIBERA

didichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile aisensidell'art.134,4°comma

delD.Lgs.18/08/2000,n.267.

Alle ore 20,37 ilconsigliere Pasquale abbandona ilConsiglio

(3)

Oggetto: Approvazione Variante generica al Piano Regolatore Esecutivo P.R.E.delComune diRapino

IL SINDACO Premesso che:

ilComune diRapino è dotato diun Piano Regolatore Esecutivo comunale (P.R.E.),approvato,aisensi

dell’art.12 della L.R.18/1983,con deliberazione delConsiglio Comunale del25/02/2001 n.7;

con la DCC N.2 del26/02/2016 diapprovazione delDocumento Unico diProgrammazione (DUP)2016-

2018, nel punto “LINEE programmatiche di mandato – Politiche per la gestione, la valorizzazione e la sicurezza delterritorio” sono stati inseriti diversiinterventi tra cuiin primo piano l’affidamento perla redazione diun nuovo Piano Regolatore perdotare ilComune diRapino diun moderno strumento di sviluppo e tutela delterritorio;

con determina n.115/2016 dell’Ufficio Tecnico è stato affidato all’Arch.CipressiAlessandro l’incarico

professionale perla redazione variante generica allo strumento urbanistico comunale (P.R.E.);

considerata la diffusione delle scarpate in corrispondenza ditutto ilterritorio comunale con particolare

riferimento alle zone abitate,alfine distrutturare uno strumento urbanistico efficace e corrispondente alle reali caratteristiche geomorfologiche del territorio, soprattutto ai fini della sicurezza dello stesso territorio circa ilrischio e la pericolosità data dalla presenza delle scarpate (Piano diAssetto Idrogeologico PAIdella Regione Abruzzo),siè proceduto ad un rilievo accurato celerimetrico ditutte le scarpate per mezzo divolo aereo dotato diradargeomorfologico,e permezzo delquale è stato possibile effettuare una corretta trasposizione delle realiscarpate con giusta apposizione delle relative fasce dirispetto sulla cartografia della Variante alPRE in argomento,ilsuddetto rilievo è stato effettuato dalla OBEN S.r.l.con Sede a Sassari(SS)in Via 1°Trv.S.Anatolia,36,P.IVA/C.F.02423900907;

aisensidegliartt.10 e seg.della L.R.18/1983 neltesto in vigore con deliberazione delConsiglio Comunale

del 24-11-2018 n. 31 veniva adottato la Variante generica al Piano Regolatore Esecutivo P.R.E., comprensiva dell’ampliamento della zona industriale Pretara, stralciata d’intesa con il Sindaco, in via cautelativa, in occasione del parere della provincia, come da Tav. 18 rimessa in adeguamento alle prescrizioni;

• per effetto della predetta norma si procedeva al deposito, per la libera visione, presso la segreteria Comunale,perquarantacinque (45)giorniinterie consecutivi,degliatti deliberativied elaborati tecnico – amministrativi;inoltre la comunicazione didetto deposito veniva resa nota attraverso pubblico avviso del 03/12/2018,affisso all’Albo Pretorio delComune e pubblicato sulBollettino Ufficiale della Regione Abruzzo (BURA),serie Ordinario n.1 del02/01/2019,sulquotidiano “IlMessaggero” del02/01/2019,(cronaca di Chieti),nonché sulsito istituzionale delComune e permezzo dimanifesti pubblici;

• con nota prot.n.714 del14-02-2019,e successiva rettifica prot.n.740 del15-02-2019,veniva convocata per il giorno 03-04-2019 la Conferenza dei Servizi finalizzata all’acquisizione dei nulla-osta e assensi in merito alla Variante al P.R.E. e veniva comunicato il link da cui scaricare la documentazione tecnico – amministrativa inerente alla proposta in esame;

sono state presentate entro i termini n. 45 osservazioni come risulta dal Registro delle Osservazioni

firmato dalresponsabile delservizio tecnico diGeom.Giuseppe Micucci;

con deliberazione del Consiglio Comunale del 09-04-2019 n. 10, venivano puntualmente esaminate e

controdedotte le osservazionipervenute e contestualmente sidava mandato alprogettista incaricato di provvedere alriadeguamento deglielaborati tecnico amministrativi;

PROPOSTA DIPROVVEDIMENTO DELIBERATIVO DICONSIGLIO COMUNALE COMUNE DIRAPINO

PROVINCIA DICHIETI

“CROCE DIGUERRA AL VALOR MILITARE”

(D.P.R.26-6-75 G.U.n.124 del12-6-75)

(4)

Preso atto:

che aisensidell’art.35,comma 1 -Norme sulla trasparenza Amministrativa-della L.R.n.18/1983,con

nota sindacale del28/07/2018 prot.n.3640 è stato chiesto a tutti iConsiglieriComunaliin carica di dichiarare la consistenza immobiliare come precisato nella suddetta norma;

delPiano perla trasparenza in parola redatto dalpredetto Tecnico incaricato Arch.CipressiAlessandro

come indicato nel c. 3 art. 35 L.R. 18/1983, , con la campitura di dette proprietà dei Consiglieri e trasmesso in data 05/11/2018 acclarato aln.5318 diprot.

Visti:

• ilverbale della conferenza deiservizi,svoltasinelComune diRapino ilgiorno 03.04.2019 alle ore 10.00, volto all’acquisizione deiparerie assensideglienti coinvolti nelprocedimento diVariante alP.R.E.;

• la nota prot. 00150639 del 25-05-2018, con la quale il Genio Civile Regionale di Chieti –DPC 021, esprimeva aisensidell’art.89 delD.P.R.380/2001,parere favorevole Condizionato a prescrizioni;

• l’attestato di validazione regionale, rilasciato ai sensi e per le finalità di cui alla Legge Regionale 11.08.2011,n.28,perlo Studio diMicrozonazione Sismica diLivello 1 perilComune diRapino;

• la nota prot.n.1513 del03-04-2019,con la quale la A.S.L.2 -Lanciano Vasto Chieti,esprime parere favorevole con prescrizioniinvitando ilComune a procedere ad un rapido adeguamento della Variante al P.R.E. rispetto ad intervenuti obblighi adempimentali, nonché correttivi nelle Norme Tecniche di Attuazione;

• ilparere positivo rilasciato dalla Sovraintendenza deiBeniArchitettonicie Paesaggisticiperl’Abruzzo, espresso in sede diConferenza deiServizi,con ilquale,l’arch.Vincenzo Scarci,puntualizzava le procedure specifiche con riferimento alle zone A ed al rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, con espresso richiamo e invito ad un pieno coinvolgimento della stessa Sovraintendenza all’interno dell’Accordo Quadro Ente Parco – Comune;

• il parere favorevole dall’Ente Parco reso in sede di Conferenza dei Servizi, condizionato alla formalizzazione diun’intesa volta alla risoluzione delle problematiche inerenti la situazione delle cave e delle antenne poste sul territorio comunale di Rapino, con riferimento specifico agli “accorgimenti da apportare agliart.44,60,66 e 77 delle N.T.A.”;

ilparere favorevole della Provincia diChieti acclarato alProt.n.1442 del09/04/2021;

il parere favorevole dell’ARTA Prot. 1907 del 07/05/2021 inerente la chiusura del procedimento di

Valutazione Ambientale Strategica VAS con rapporto preliminare (verifica diassoggettabilità)e successivo Rapporto Ambientale aisensidelD.lgs.3 aprile 2006,n.152 cosìcome modificato e integrato dalD.Lgs.

16 gennaio 2008,n.4 e dalD.Lgs.29 giugno 2010,n.128 e smi;

l’Attestazione, giusta nota Prot. 791 del 01/03/2021 da parte del Segretario comunale Dott. Basilio

Pertosa, redatta ai sensi dell’Art. 10, comma 6 della L.R. 18/83 inerente la regolarità degli atti procedimentali e la completezza degli elaborati documentali relativi alla Variante Generica P.R.E.

denominata Variante Generica P.R.E.,adottata con DCC n.31 del24/11/2018;

la DGC n. 45 del 20.09.2021 con la quale si dichiarava concluso il procedimento VAS, avviata con

deliberazione della Giunta Comunale 10 del31-03-2021,essendo trascorso iltermine di60 giorniprevisto dall’art.14,comma 3 delD.Lgs.n°152 del3 aprile.04.2006 e ss.mm.ii.;

Rilevato che la Variante in questione siprefigge in linea programmatica di“promuovere la salvaguardia e la valorizzazione del sistema ambientale e paesaggistico perché riconosciuto e inteso quale patrimonio di risorse identitarie necessarie permantenere e migliorare la qualità della vita degliabitanti”;

Constatato che,in relazione a quanto riportato nelrapporto ambientale preliminare V.A.S.delPiano:“tra gliobiettiviprioritaridella variante diPiano viè quello della contrazione significativa delle aree edificabili poste lungo le infrastrutture viarie in luogo diuna salvaguardia ambientale e paesaggistica attiva,ovvero, finalizzata ad una fruizione consapevole e attenta dei valori presenti, e finalizzata ad una maggiore sicurezza delle aree edificabiliin terminidiriduzione delrischio e della pericolosità da frana (in particolare per le scarpate su di cui è stato svolto un lavoro pilota)” e che “la variante di Piano si configura sostanzialmente quale modifica in minore della capacità edificatoria rispetto allo strumento urbanistico previgente.L'alta qualità delpaesaggio e l'alta qualità dell'ambiente sono assunti dalla variante diPiano

(5)

come valoriimprescindibilipersostenere anche un nuovo modello difruizione turistica leggera,lenta,non motorizzata (esperienze percettive proprie dell'attraversamento deiluoghia piedi,in bicicletta o a cavallo)”;

Preso Atto dell’elaborato trasmesso dall’Arch. Lorenzo Fosco in data 27-03-2021 al Prot. n. 1197, denominato RAPPORTO AMBIENTALE DELLA VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE ESECUTIVO del Comune diRapino e deirelativipareriespressidagliEnti competenti in materia ambientale;

Rilevato dunque che l’obiettivo principale della Variante alPRE in questione sisostanzia nell’attivazione di processo di“Rigenerazione socioeconomica delterritorio permezzo della definizione e promozione diazioni efficaci,sostenibilie fattibili”,perilperseguimento dei

seguenti obiettivispecifici:

1.Comprensione e restituzione delsistema della struttura fondiaria;

2.Comprensione e restituzione delsistema delle aree debolie divalore (dispersione,settorializzazione,e abbandono delle pratiche d’uso tradizionali);

3. Individuazione, comprensione e restituzione della struttura del territorio (residualità e dinamicità boschiva);

4.Strutturazione diuna visione guida delle strategie progettuali;

5. Individuazione e definizione del funzionamento del paesaggio (ambiti funzionali e sostenibilità dei paesaggi),deivaloridipaesaggio (valutazioni),e degliobiettividiqualità (qualificazione e strategie).

6.Partecipazione deibambini,laboratorio didattico,attività disupporto alla redazione della variante di piano e ascolto della collettività emergente.

7. Attività di ascolto e acquisizione delle esigenze locali puntuali, apertura dello sportello del piano regolatore;

e che le azioniprioritarie dicodificazione conformativa delle scelte progettualidizoning siconcretizzano in:

1. Contrazione significativa ed integrata del consumo di suolo a favore di politiche urbane sostenibili, efficacie fattibili;

2. Funzionalizzazione integrata del sistema degli standard della città e del territorio con il sistema del costruito;

3. Riorganizzazione ed integrazione del sistema dei vincoli ambientali con le valenze paesaggistiche e strutturazione diuna rete della percezione delpaesaggio locale;

4.Riordino e integrazione dell’attività estrattiva con ilpatrimonio delle risorse identitarie delterritorio;

5.Riordino deiservizialla città e alterritorio.

Vista la nota Prot. 3393 del 16.08.2021 con la quale l’Architetto Alessandro Cipressi, in qualità di progettista della variante di Piano di cui all'oggetto, in riferimento alla Determinazione n. 115 del 06/06/2016, Area Tecnica n. 35, CIG: ZA91A2D97E, facendo seguito alle precedenti consegne e integrazioni, nonché, oltremodo, alla nota Prot. n. 3309 del 13/08/2021 del Comune di Rapino, ha trasmesso la documentazione adeguata a seguito deipareridegliEnti preposti in sede diConferenza di Servizie conformità PTCP

aifinidell’approvazione della variante urbanistica;

Richiamata la vigente normativa in materia ed in particolare ilD.Lgs.267/2000,D.P.R.380/2001,D.P.R.

327/2001,D.Lgs 152/2006 nonché le LL.RR.n.18/1983,11/1999 e 28/2011 neitesti in vigore;

FORMULA LA SEGUENTE PROPOSTA DIDELIBERAZIONE

Le premesse vengono quiintegralmente richiamate perfarparte integrante e sostanziale delpresente 1)

provvedimento e ne costituiscono motivazione aisensidell’art.3 della L.241/1990;

Diapprovare definitivamente la Variante generica alPiano Regolatore Esecutivo P.R.E,adottata con la 2)

deliberazione delConsiglio Comunale del24-11-2018 n.31,composta daiseguenti elaborati:

A Relazione Generale;

B Norme Tecniche diAttuazione;

C Regolamento Edilizio;

D VAS.

(6)

ELABORATICARTOGRAFICI

Tav.01 Inquadramento territoriale;

Tav.02 Ilpalinsesto territoriale:

Sistema della Corografia;

-

Corografia satellitare;

-

Sistema altimetrico;

-

Sistema idrografico e toponomastica;

-

Tav.03 Vincolidelterritorio:

Vincolo idrogeologico;

-

Piano Stralcio diBacino perl’Assetto Idrogeologico PAI; -

Piano Regionale Paesistico PRP;

-

Parco Nazionale della Majella -zonizzazione;

-

Tav.04 Carta interpretativa e descrittiva delpaesaggio locale:

Carta delfunzionamento dipaesaggio “relazionitra risorse primarie ed usiconsolidati delsuolo”;

-

Carta delfunzionamento delpaesaggio “ambiti funzionalie sostenibilità deipaesaggi”;

-

Carta deivaloridipaesaggio “valutazioni”;

-

Carta degliobiettividiqualità “qualificazionie strategie”;

-

Tav.05 Visione guida delterritorio

La struttura fondiaria “sistemidiorganizzazione e distribuzione particellare”;

-

Schema interpretativo delle aree deboli e di valore “dispersione, settorializzazione e sottoutilizzo -

delle pratiche d’uso”;

La struttura delterritorio “residualità e dinamicità boschiva”;

-

Visione guida delle strategie progettuali“azioniperla tutela e la rigenerazione locale e territoriale”;

-

Tav.05aMappa delSistema dell’aggregazione edilizia;

Tav.06 Carta della copertura boschiva e delle aree protette;

Tav.07 Carta dell’uso delsuolo;

Tav.08 Piano diAssetto Idrogeologico PAIe carta delVincolo Idrogeologico R.D.30/12/23,n.3267;

Tav.09 Carta deivincoliambientalie archeologici;

Tav.10 Carta delle interazioni locali tra vincoli ambientali, valori storico-archeologici e pratiche d’uso;

Tav.11 Carta degliUsiCivici;

Tav.12 Codificazione delle Strategie coerenti -Zonizzazione Centro storico -Colle Ceso;

Tav.13 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Centro storico 1:1.000;

Tav.14 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Case nuove -Ortaglio;

Tav.15 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Madonna diCarpineto -Borgo Piano - Giardino;

Tav.16 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Coste Micucci-Madonna della Libera;

Tav.17 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Borgo Lucina;

Tav.18 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Borgo Pretara;

Tav.19 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Vicenne -Contrada Foce;

Tav.20 Codificazione delle strategie coerenti -Zonizzazione Torre delColle -Cava diRapino;

Tav.21 Struttura delprogetto urbanistico -Zonizzazione delterritorio comunale 1:15.000;

Tav.22 Zonizzazione delterritorio comunale e interazionicon la macrozonazione sismica 1:15.000.

Tav.23 Zonizzazione delterritorio comunale e interazionicon ilPiano diEmergenza Comunale PEC Tav.24 Centro abitato.

didare atto che,aisensie perglieffetti dell'art.35 della L.R.12/4/1983,n.18,modificata con L.R.n.

3)

70/95,è stata già effettuata la procedura perl'accertamento della consistenza delle proprietà delle aree interessate Variante generica al Piano Regolatore Esecutivo P.R.E, come risulta dalle dichiarazioni all'uopo rese daiconsiglieri;

di demandare all'ufficio tecnico comunale il perfezionamento delle formalità previste dall'art. 10 e 4)

seguenti della L.R.18/83 e successive modificazioninonché quelle previste dall'art.43 della L.R.11/99 e successiva modifica con L.R.26 del14/3/2000 ove siprevede espressamente che l'efficacia degliatti di pianificazione urbanistica comunale è subordinata alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo dell'avviso della loro approvazione;

(7)

Direndere nota l’approvazione della Variante generica alPiano Regolatore Esecutivo P.R.E in questione, 5)

attraverso la pubblicazione sull’Albo pretorio delComune diRapino,sulsito internetdelComune di Rapino, manifesti, nonché attraverso la libera consultazione presso l’ufficio tecnico degli elaborati, previa richiesta di appuntamento, o attraverso il formato digitale pubblicato sul sito internet del Comune;

Didichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile aisensidell’Art.134,comma 4 del 6)

D.Lgs n.267/2000.

IL SINDACO

(Dott.Rocco Micucci) F.to

(8)

PARERIdicuiall’art.49,comma 1,delD.Lgs.n.267 del18/08/2000

VISTO: Per quanto di competenza si esprime parere in ordine alla Regolarità Tecnica:

Favorevole

Rapino,05-10-2021 IL RESPONSABILE F.to Eleonora Martino

(9)

Ilpresenteverbalevienecosìsottoscritto:

IL PRESIDENTE

F.to Dott.DAVIDE MARRONGELLI

IL SEGRETARIO F.to Dott.Basilio Pertosa

Ilsottoscritto RES.LE DELLA PUBBLICAZIONE,vistigliattid’ufficio, ATTESTA

chelapresentedeliberazioneè:

pubblicata per15 giorniconsecutiviapartiredal27-10-2021 comeprescritto dall’art.124,1°

commadelD.Lgs.del18/08/2000,n.267 alRep.n.507 dell’Albo Pretorio onlinepresentesul sito informatico istituzionaledell’ente(aisensidell’art.32,comma1,dellalegge18 giugno 2009,n.69 es.m.).

Rapino,lì27-10-2021 RES.LE DELLA PUBBLICAZIONE F.to GiovanniD'Amore

Ilsottoscritto RES.LE DELLA PUBBLICAZIONE,vistigliattid’ufficio,ATTESTA l’esecutività dellapresentedeliberazionecomesegue:

non essendo soggettaacontrollo dilegittimità(L.Cost.3/2001).

Rapino,lì27-10-2021 RES.LE DELLA PUBBLICAZIONE F.to GiovanniD'Amore

Copia conforme all’originale peruso amministrativo e d’ufficio della Deliberazione del Consiglio Comunale n.32 del22-10-2021.

Rapino,27-10-2021

RES.LE DELLA PUBBLICAZIONE GiovanniD'Amore

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :