Giovedì 22 aprile 2010 alle ore 20:45

Download (0)

Full text

(1)

PER INFORMAZIONI:

DOTT.SSA ELISABETTA SOAVE,

UFFICIO SEGRETERIA DEL COMUNE DI MOZZECANE;

TEL: 0456335816

MAIL: e.soave@comunemozzecane.it WWW.COMUNEMOZZECANE.IT

A I U T I A M O C I A I U T I A M O C I A I U T I A M O C I A I U T I A M O C I

A A

A A V I V E R E V I V E R E V I V E R E V I V E R E M E G L I O M E G L I O M E G L I O M E G L I O

N E L L A N E L L A N E L L A N E L L A L E G A L I T A L E G A L I T A L E G A L I T A L E G A L I T A ’

C O N L A T E S T I M O N I A N Z A D I

D O N L U I G I M E R O L A UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE

DI VERONA INTERVENTI EDUCATIVI

Viale Caduti del Lavoro , 3 – 37124 Verona

SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO

“ITALO MONTEMEZZI”

SEZIONE DI MOZZECANE

Giovedì 22 aprile 2010 alle ore 20:45

presso

Villa Vecelli Cavriani

Progetto sulla legalità realizzato presso le scuole medie di Mozzecane nell’ambito dell’iniziativa UNICEF 2008

(2)

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 20:45 Inizio serata

Saluto del Sindaco Tomas Piccinini

Moderatore dell’incontro

Prof. Adalberto Scemma (giornalista)

Interverranno:

Dott. Giovanni Pontara

(Dirigente ufficio scolastico provinciale di Verona) Don Luigi Merola

(Sacerdote della diocesi di Napoli e ricercatore sulla legalità presso il ministero dell’istruzione)

Capitano Alberto Granà

(Comandante compagnia carabinieri di Villafranca di Verona) Dott.ssa Sara Fael

(Presidente dell’associazione “Pedagogia, Psicologia, arte, simboli e inconscio infantile”)

Prof. Romano Mattè

(Allenatore professionista ed opinionista sportivo) Prof. Sonia Costa

(Dirigente scolastico scuola secondaria di primo grado Italo Montemezzi)

Graziano Zerminiani

(Assessore alla scuola e alle politiche giovanili di Mozzecane)

B e n v e n u t i a q u e s t a i m p o r t a n t e s e r a t a , d o v e c i s a r à m o d o d i p o t e r a s c o l t a r e e c o n o s c e r e p e r s o n e

i m p e g n a t e o g n i g i o r n o , n e l l ’ a f f r o n t a r e c r i t i c i t à e v i c i s s i t u d i n i l e g a t e a l n o s t r o v i v e r e q u o t i d i a n o , t e s t i m o n i a n d o c o n l a l o r o a t t i v i t à u n ’ a t t e n z i o n e e p r o s s i m i t à a l l e p e r s o n e .

P e r l a c o m u n i t à d i M o z z e c a n e , q u e s t o m o m e n t o f o r m a t i v o , v u o l e e s s e r e u n o s p a z i o p e r i n t e r r o g a r c i s u l l ’ i m p o r t a n z a d e l l ’ i n c o n t r o t r a l a n o s t r a g e n e r a z i o n e a d u l t a e i

g i o v a n i , p e r e s s e r e d i r e c i p r o c o a i u t o n e l l ’ a f f r o n t a r e l a c o m p l e s s i t à e i p r o b l e m i c h e c i p r e s e n t a l a s o c i e t à , d o v e e m e r g o n o s i t u a z i o n i d i d i s a g i o e d e v i a n z a . A i u t i a m o c i a v i v e r e m e g l i o n e l l a l e g a l i t à è u n t i t o l o e m e r s o d a l c o n f r o n t o t r a t e c n i c i d e l l ’ i s t r u z i o n e e d e l

s o c i a l e , p e r c a r a t t e r i z z a r e a n c o r a d i p i ù l ’ i m p o r t a n z a d e l d i a l o g o a p e r t o e s i n c e r o t r a g e n e r a z i o n i e r e s t i t u i r e i l s e n s o e l ’ i m p o r t a n z a d i e s s e r e c o m u n i t à .

A s s e s s o r e a l l e P o l i t i c h e G i o v a n i l i G r a z i a n o Z e r m i n i a n i

G r a z i a n o Z e r m i n i a n i G r a z i a n o Z e r m i n i a n i G r a z i a n o Z e r m i n i a n i

CHI È DON LUIGI MEROLA

Don Luigi Merola, sacerdo- te dal 1997, è stato dal 2000 al 2007, parroco di San Giorgio, parrocchia del quartiere napoletano di Forcella.

In quegl’anni si impegna per sottrarre il quartiere al

degrado, pubblicando successivamente un libro dal titolo: “Forcella tra inclusione ed esclusione sociale”.

Il suo periodo di permanenza a Forcella viene segnato dal tragico evento dell’uccisione, avvenuta il 27 marzo 2004, di una ragazza di 14 anni, Annalisa Durante, trovatasi per caso a passare nel luogo dove era in atto un agguato camorristico e raggiunta dai colpi.

Ignorando gli inviti a mantenere un profilo basso, Don Merola nell'omelia del funerale attacca duramente la camorra e successivamente apre una scuola intitolata ad Annalisa.

Costretto a lasciare il paese per le minacce mosse con- tro di lui dai clan della camorra, oggi don Luigi Merola è in primis referente sulla legalità presso il Ministero dell'Istruzione. E' fondatore e presidente della " 'A voce d'è creature", fondazione di recupero minorile presente a Napoli, con sedi in varie parti della Campania e in Italia.

Scrive settimanalmente su “La Repubblica” edizione di Napoli.

Nell'aprile 2010 viene nominato membro esterno della commissione parlamentare antimafia.

Figure

Updating...

References

Related subjects :