cognome nome indirizzo n. civico indirizzo n. civico indirizzo di posta elettronica/posta elettronica certificata (PEC)

Download (0)

Testo completo

(1)

Deliberazione G.P. n. 2089 d.d. 14 dicembre 2020

Il sottoscritto / La sottoscritta

cognome__________________________________ nome ___________________________________

nato/a a ____________________________________________

residente nel comune di __________________________ Prov.________ CAP _____

indirizzo _________________________________________________________ n. civico __________

codice fiscale └─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

indirizzo di posta elettronica/posta elettronica certificata (PEC) _________________________________

recapito telefonico ______________________________

in qualità di:

❍ Titolare / Legale rappresentante

Lavoratore autonomo

Delegato

del seguente datore di lavoro:

___________________________________________________________________________________________

(indicare la corretta denominazione dell’impresa/associazione/libero professionista)

codice fiscale └─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

partita IVA _______________________

con sede legale nel comune di ___________________________________ Prov. ______ CAP _______

indirizzo______________________________________________________________ n.

indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)/posta elettronica ordinaria

ATTENZIONE: la domanda di contributo va compilata e trasmessa esclusivamente tramite

la piattaforma

MODULO DA NON COMPILARE

E DA NON INVIARE AllaPROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA DEL LAVORO

DOMANDA DI CONTRIBUTO Incentivo all’assunzione COVID19 Deliberazione G.P. n. 2089 d.d. 14 dicembre 2020

Avviso 1/2021

__________________________________ nome ___________________________________

____________________________________________ (Prov. ______ ) il ________________

residente nel comune di __________________________ Prov.________ CAP _____

indirizzo _________________________________________________________ n. civico __________

└─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

indirizzo di posta elettronica/posta elettronica certificata (PEC) _________________________________

recapito telefonico ______________________________

Titolare / Legale rappresentante Lavoratore autonomo

___________________________________________________________________________________________

(indicare la corretta denominazione dell’impresa/associazione/libero professionista)

└─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

partita IVA _______________________

con sede legale nel comune di ___________________________________ Prov. ______ CAP _______

______________________________________________________________ n.

indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)/posta elettronica ordinaria ATTENZIONE: la domanda di contributo va

compilata e trasmessa esclusivamente tramite MODULO DA NON COMPILARE

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA DEL LAVORO

__________________________________ nome ___________________________________

(Prov. ______ ) il ________________

residente nel comune di __________________________ Prov.________ CAP _____

indirizzo _________________________________________________________ n. civico __________

indirizzo di posta elettronica/posta elettronica certificata (PEC) _________________________________

___________________________________________________________________________________________

(indicare la corretta denominazione dell’impresa/associazione/libero professionista)

con sede legale nel comune di ___________________________________ Prov. ______ CAP _______

______________________________________________________________ n. civico ______

(2)

Modulo certificato ai sensi dell’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro, Indicare l’indirizzo PEC o l’indirizzo mail nel caso in cui il datore di lavoro non sia dotato dell’indirizzo di Posta Elettronica Certificata

_________________________________

(Inserire l'indirizzo PEC che si intende eleggere quale domicilio digitale e al quale quindi si chiede che vengano inoltrate t le comunicazioni; in alternativa è possibile inserire un indirizzo mail, nel caso la normativa non preveda l

una PEC; tale indirizzo non costituisce domicilio digitale

recapito telefonico ______________________________

dimensione impresa: micro piccola

(indicazione necessaria ai soli fini del RNA-

Attività prevalente (ATECO 2007):___________________________

ATTENZIONE: per i lavoratori con inquadramento previdenziale agricolo non è possibile presentare domanda di contributo

Codice IBAN conto corrente (su cui sarà accr

PAESE CIN.EUR CIN

(per c/c esteri indicare anche il CODICE BIC/SWIFT _________________________ )

consapevole di tutte le norme e condizioni che regolano la concessione dell’”

all’occupazione” di cui alla deliberazione della G.P. n. 2089 d.d. 14 dicembre 2020 e all'Avviso n.1/2021, approvato con determinazione della Dirigente Generale n. 35 d.d. 18/02/2021

- la concessione e l’erogazione dell’”Incentivo all'occupazione” per l’assunzione a o trasformazione dal tempo determinato a tempo indeterminato

della comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020, C (2020)1863, “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID

concesso ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 (de minimis)

A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzio

dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall'art. 76 del d.P.R. 445/2000, nonché della decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, se dal controllo effettuato emerge la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese (art. 75 d.P.R. 445/2000)

che i requisiti riportati nella presente dichiarazione sussistono alla data di assunzione/trasformazione

di aver assunto a tempo indeterminato e/o di aver trasformato il rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato dei seguenti lavoratori

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro, Indicare l’indirizzo PEC o l’indirizzo mail nel caso in cui il datore di lavoro non sia dotato dell’indirizzo di

________________

Inserire l'indirizzo PEC che si intende eleggere quale domicilio digitale e al quale quindi si chiede che vengano inoltrate t le comunicazioni; in alternativa è possibile inserire un indirizzo mail, nel caso la normativa non preveda l

una PEC; tale indirizzo non costituisce domicilio digitale)

recapito telefonico ______________________________

piccola media grande

-Registro Nazionale Aiuti e SIAN/SIPA)

Attività prevalente (ATECO 2007):___________________________

ATTENZIONE: per i lavoratori con inquadramento previdenziale agricolo non è possibile presentare domanda di

(su cui sarà accreditato il contributo):

ABI CAB N. CONTO

(per c/c esteri indicare anche il CODICE BIC/SWIFT _________________________ )

consapevole di tutte le norme e condizioni che regolano la concessione dell’”

di cui alla deliberazione della G.P. n. 2089 d.d. 14 dicembre 2020 e all'Avviso n.1/2021, approvato con determinazione della Dirigente Generale n. 35 d.d. 18/02/2021

CHIEDE

la concessione e l’erogazione dell’”Incentivo all'occupazione” per l’assunzione a

o trasformazione dal tempo determinato a tempo indeterminato. (tale contributo è concesso in applicazione della comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020, C (2020)1863, “Quadro temporaneo per le misure di a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19” e ss.mm. In alternativa, il contributo è concesso ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 (de minimis))

A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzio

dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall'art. 76 del d.P.R. 445/2000, nonché della decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base ritiera, se dal controllo effettuato emerge la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese (art. 75 d.P.R. 445/2000)

DICHIARA

che i requisiti riportati nella presente dichiarazione sussistono alla data di assunzione/trasformazione assunto a tempo indeterminato e/o di aver trasformato il rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato dei seguenti lavoratori

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro, Indicare l’indirizzo PEC o l’indirizzo mail nel caso in cui il datore di lavoro non sia dotato dell’indirizzo di

Inserire l'indirizzo PEC che si intende eleggere quale domicilio digitale e al quale quindi si chiede che vengano inoltrate tutte le comunicazioni; in alternativa è possibile inserire un indirizzo mail, nel caso la normativa non preveda l'obbligo di avere

ATTENZIONE: per i lavoratori con inquadramento previdenziale agricolo non è possibile presentare domanda di

N. CONTO

(per c/c esteri indicare anche il CODICE BIC/SWIFT _________________________ )

consapevole di tutte le norme e condizioni che regolano la concessione dell’”Incentivo di cui alla deliberazione della G.P. n. 2089 d.d. 14 dicembre 2020 e all'Avviso n.1/2021, approvato con determinazione della Dirigente Generale n. 35 d.d. 18/02/2021

la concessione e l’erogazione dell’”Incentivo all'occupazione” per l’assunzione a tempo indeterminato

tale contributo è concesso in applicazione della comunicazione della Commissione europea del 19 marzo 2020, C (2020)1863, “Quadro temporaneo per le misure di 19” e ss.mm. In alternativa, il contributo è

A tal fine, ai sensi degli artt. 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall'art. 76 del d.P.R. 445/2000, nonché della decadenza dai benefici conseguenti al provvedimento eventualmente emanato sulla base ritiera, se dal controllo effettuato emerge la non veridicità del contenuto delle

che i requisiti riportati nella presente dichiarazione sussistono alla data di assunzione/trasformazione assunto a tempo indeterminato e/o di aver trasformato il rapporto di lavoro da tempo

(3)

Codice comunicazione obbligatoria CO

Inserire il codice della comunicazione obbligatoria (ex Unilav) relativa all’assunzione oggetto del contributo

Codice fiscale:└─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

Nome: __________________________

Cognome: __________________________

Data di nascita: _________________

Sesso:

M

F

Comune di residenza alla data di assunzione/trasformazione:

ATTENZIONE: l'incentivo non può essere concesso se il beneficiario non risulta residente nel territorio della Provincia Autonoma di Trento alla data di assunzione o trasformazione del rapporto di lavoro

Comune sede lavorativa: __________________________

ATTENZIONE: l'incentivo non può essere concesso se la sede dell'unità produttiva dove il lavoratore assunto a tempo indeterminato presta la propria attività lavorativa non è in provincia di Trento

Tipologia di contratto di lavoro agevolato:

Assunzione a tempo indeterminato

Trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato Data assunzione o trasformazione contratto di

ATTENZIONE: la data di assunzione o di trasformazione del contratto di lavoro deve essere dicembre 2020 e al 30 giugno 2021.

Il rapporto di lavoro agevolato deve avere una durata di almeno sei mesi alla data di presentazione della

comunque i sei mesi di effettivo lavoro (al netto di eventuali periodi di sospensione dell'attività lavorativa superiori a 30 giorni continuativi) vanno maturati entro il 31 dicembre 2021.

Percentuale orario di lavoro: __________

Indicare la media percentuale dell’orario settimanale, riferita al periodo utile per la maturazione del contributo.

Tale media deve essere calcolata al netto dei

ordinaria o in deroga a zero ore; aspettative non retribuite; congedo parentale (il congedo anticipato e il congedo di maternità non sospende la maturazione delle rate).

presentata trascorsi almeno 6 mesi di effettivo lavoro al netto di periodi di sospensione Es: per lavoratrice part time a 70%, contributo rideterminato = 4.200

Beneficiario dell’Intervento 3.3C "

inserimento lavorativo di persone con disabilità o in condizione di svantaggio politica del lavoro:

si no

Per il datore di lavoro al quale sia stato concesso, an

dell'Intervento 3.3C per l'assunzione del lavoratore destinatario del presente incentivo, il contributo spettante è pari a 3.000 €.

che non si trovava già in difficoltà ai sensi della normativa UE al 31 dicembre 2019 per le microimprese e piccole imprese contemplate nel regime Temporary Framework;

Codice comunicazione obbligatoria CO: __________________________

Inserire il codice della comunicazione obbligatoria (ex Unilav) relativa all’assunzione oggetto del contributo

└─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┴─┘

__________________________

__________________________

Comune di residenza alla data di assunzione/trasformazione: __________________________

l'incentivo non può essere concesso se il beneficiario non risulta residente nel territorio della Provincia Trento alla data di assunzione o trasformazione del rapporto di lavoro

__________________________

ATTENZIONE: l'incentivo non può essere concesso se la sede dell'unità produttiva dove il lavoratore assunto a tempo esta la propria attività lavorativa non è in provincia di Trento

Tipologia di contratto di lavoro agevolato:

Assunzione a tempo indeterminato

Trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato Data assunzione o trasformazione contratto di lavoro: ______________

ATTENZIONE: la data di assunzione o di trasformazione del contratto di lavoro deve essere

Il rapporto di lavoro agevolato deve avere una durata di almeno sei mesi alla data di presentazione della

comunque i sei mesi di effettivo lavoro (al netto di eventuali periodi di sospensione dell'attività lavorativa superiori a 30 ativi) vanno maturati entro il 31 dicembre 2021.

__________

Indicare la media percentuale dell’orario settimanale, riferita al periodo utile per la maturazione del contributo.

Tale media deve essere calcolata al netto dei periodi di sospensione, quali cassa integrazione straordinaria, ordinaria o in deroga a zero ore; aspettative non retribuite; congedo parentale (il congedo anticipato e il congedo di maternità non sospende la maturazione delle rate). In questo caso la do

presentata trascorsi almeno 6 mesi di effettivo lavoro al netto di periodi di sospensione Es: per lavoratrice part time a 70%, contributo rideterminato = 4.200€ (6.000*0,7)

Beneficiario dell’Intervento 3.3C "Titoli di acquisto (voucher) per l’accesso a progetti individualizzati di inserimento lavorativo di persone con disabilità o in condizione di svantaggio” del Documento degli interventi di

Per il datore di lavoro al quale sia stato concesso, anche se non ancora erogato, il contributo/voucher dell'Intervento 3.3C per l'assunzione del lavoratore destinatario del presente incentivo, il contributo spettante è

che non si trovava già in difficoltà ai sensi della normativa UE al 31 dicembre 2019 per le microimprese e piccole imprese contemplate nel regime Temporary Framework;

Inserire il codice della comunicazione obbligatoria (ex Unilav) relativa all’assunzione oggetto del contributo

__________________________

l'incentivo non può essere concesso se il beneficiario non risulta residente nel territorio della Provincia

ATTENZIONE: l'incentivo non può essere concesso se la sede dell'unità produttiva dove il lavoratore assunto a tempo

ATTENZIONE: la data di assunzione o di trasformazione del contratto di lavoro deve essere compresa nel periodo dal 14

Il rapporto di lavoro agevolato deve avere una durata di almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda e comunque i sei mesi di effettivo lavoro (al netto di eventuali periodi di sospensione dell'attività lavorativa superiori a 30

Indicare la media percentuale dell’orario settimanale, riferita al periodo utile per la maturazione del contributo.

periodi di sospensione, quali cassa integrazione straordinaria, ordinaria o in deroga a zero ore; aspettative non retribuite; congedo parentale (il congedo anticipato e il In questo caso la domanda deve essere presentata trascorsi almeno 6 mesi di effettivo lavoro al netto di periodi di sospensione

(voucher) per l’accesso a progetti individualizzati di

” del Documento degli interventi di

che se non ancora erogato, il contributo/voucher dell'Intervento 3.3C per l'assunzione del lavoratore destinatario del presente incentivo, il contributo spettante è

che non si trovava già in difficoltà ai sensi della normativa UE al 31 dicembre 2019 – salvo deroghe per le microimprese e piccole imprese contemplate nel regime Temporary Framework;

(4)

Modulo certificato ai sensi dell’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro, Le grandi imprese e le medie imprese che al 31.12.2019 si trovavano i

Commissione Europa - art.2 punto 18 del Regolamento n.651/2014/UE, possono non spuntare la dichiarazione, accedendo così al contributo in regime de miminis anziché in Temporary Framework.

che, per il destinatario dell’intervento l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente, non ha già beneficiato di finanziamenti all’occupazione da parte dell’Agenzia del Lavoro nell’ultimo quinquennio;

di non essere stati destinatari, negli

accertamento in materia di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro, oppure essere stati destinatari, negli ultimi 5 anni dalla data di assunzione/trasformazione, di verbali di accertamento

salute e sicurezza sul lavoro interamente regolarizzati, o archiviati, o impugnati in sede giurisdizionale, o per i quali sia stata pronunciata una sentenza definitiva di accoglimento dell’opposizione;

che l’impresa individuale/libero professionista/società/ente era in regola con la normativa sul collocamento mirato (L. 68/99);

che l’impresa individuale/libero professionista/società/ente è in regola con il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali;

che i lavoratori per i quali si chiede il contributo non rientrano nell’inquadramento previdenziale agricolo;

di non avere tra il proprio personale lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e categoria legale a quelle del lavoratore assunto, che beneficia

dalla normativa nazionale (ad esclusione delle integrazioni salariali con motivazione Covid 19) (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato);

nel caso di licenziamenti per giustificato motivo oggettivo di lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e categoria legale a quelle del lavoratore assunto nei sei mesi precedenti l’assunzione, o durante il periodo incentivato:

non sono stati effettuati licenziamenti (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato)

oppure

sono stati effettuati licenziamenti, ma il personale interessato dal recesso impiegato nell’appalto è stato riassunto in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto di appalto dall’appaltatore subentrante

che l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente:

non è collegata con altri soggetti

è collegata con i seguenti soggetti:

CODICE FISCALE DENOMINAZIONE

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro,

Le grandi imprese e le medie imprese che al 31.12.2019 si trovavano in difficoltà, secondo la definizione della art.2 punto 18 del Regolamento n.651/2014/UE, possono non spuntare la dichiarazione, accedendo così al contributo in regime de miminis anziché in Temporary Framework.

destinatario dell’intervento l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente, non ha già beneficiato di finanziamenti all’occupazione da parte dell’Agenzia del Lavoro

di non essere stati destinatari, negli ultimi 5 anni dalla data di assunzione/trasformazione, di verbali di accertamento in materia di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro, oppure essere stati destinatari, negli ultimi 5 anni dalla data di assunzione/trasformazione, di verbali di accertamento

salute e sicurezza sul lavoro interamente regolarizzati, o archiviati, o impugnati in sede giurisdizionale, o per i quali sia stata pronunciata una sentenza definitiva di accoglimento

ro professionista/società/ente era in regola con la normativa sul

che l’impresa individuale/libero professionista/società/ente è in regola con il versamento dei contributi

per i quali si chiede il contributo non rientrano nell’inquadramento previdenziale

di non avere tra il proprio personale lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e categoria legale a quelle del lavoratore assunto, che beneficiano degli ammortizzatori sociali previsti dalla normativa nazionale (ad esclusione delle integrazioni salariali con motivazione Covid 19) (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a

nel caso di licenziamenti per giustificato motivo oggettivo di lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e categoria legale a quelle del lavoratore assunto nei sei mesi precedenti l’assunzione,

non sono stati effettuati licenziamenti (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato)

sono stati effettuati licenziamenti, ma il personale interessato dal recesso impiegato nell’appalto è stato riassunto in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto di appalto dall’appaltatore subentrante

l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente:

non è collegata con altri soggetti i seguenti soggetti:

DENOMINAZIONE

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro,

n difficoltà, secondo la definizione della art.2 punto 18 del Regolamento n.651/2014/UE, possono non spuntare la dichiarazione,

destinatario dell’intervento l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente, non ha già beneficiato di finanziamenti all’occupazione da parte dell’Agenzia del Lavoro

ultimi 5 anni dalla data di assunzione/trasformazione, di verbali di accertamento in materia di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro, oppure essere stati destinatari, negli ultimi 5 anni dalla data di assunzione/trasformazione, di verbali di accertamento in materia di lavoro, salute e sicurezza sul lavoro interamente regolarizzati, o archiviati, o impugnati in sede giurisdizionale, o per i quali sia stata pronunciata una sentenza definitiva di accoglimento

ro professionista/società/ente era in regola con la normativa sul

che l’impresa individuale/libero professionista/società/ente è in regola con il versamento dei contributi

per i quali si chiede il contributo non rientrano nell’inquadramento previdenziale

di non avere tra il proprio personale lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e no degli ammortizzatori sociali previsti dalla normativa nazionale (ad esclusione delle integrazioni salariali con motivazione Covid 19) (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a

nel caso di licenziamenti per giustificato motivo oggettivo di lavoratori con mansioni appartenenti al medesimo livello e categoria legale a quelle del lavoratore assunto nei sei mesi precedenti l’assunzione,

non sono stati effettuati licenziamenti (tale disposizione vale anche per il soggetto utilizzatore,

sono stati effettuati licenziamenti, ma il personale interessato dal recesso impiegato nell’appalto è stato riassunto in forza di legge, di contratto collettivo nazionale di lavoro o di clausola del contratto

(5)

IMPRESA UNICA:

Si applica la definizione di impresa unica prevista dal regolamento (UE) n. 1407/2013 2013, relativo all'applicazione degli articoli

«de minimis», dal regolamento (UE) n. 1408/2013

articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli regolamento (UE) n. 717/2014 della Commissione, del 27

del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore della pesca e dell'acquacoltu

che, con la concessione del presente aiuto, l'impresa unica non supera l'importo massimale di aiuti previsto dall’articolo 54 del D.L. 34/2020

medesima ai sensi della Comunicazione della Commissione europea C (2020) 1863 final "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19" e successive modifiche e integrazioni, e in particolare della sezione 3.1:

non supera massimale

supera il massimale

Con la Comunicazione della Commissione europea C(2021) 564 del 28 gennaio 2021 è stato fissato ’importo massimale di aiuti in euro 1,8 milioni ad esclusione delle imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura dove tale massimale è di 270.000 euro, e delle imprese che operano nel settore produzione primaria di prodotti agricoli dove tale massimale è di 225.000 euro

nel caso di società, associazione e fondazioni:

Il campo va compilato da parte di tutte le tipologie di società (di capitale o di persone), dalle associazioni, fondazioni e studi associati ecc.

che non è un ente pubblico, una società o un organismo a totale o

o una sua società controllata, un ente strumentale della Provincia, un organismo controllato da un ente strumentale di un ente locale, nonché un soggetto dagli stessi controllati;

che l’ultimo rapporto di lavoro del des

parte dell’Agenzia del Lavoro e non è stato istituito presso una società:

a) con la quale la società richiedente abbia in corso, al momento dell’assunzione o trasformazione, rapporti di partecipazione o controllo;

b) ove uno o più soci nelle società di persone a responsabilità limitata, al momento dell’assunzione o trasformazione, siano i medesimi della società richiedente;

che alla data di assunzione o trasformazione a tempo indetermin

non era titolare o non aveva maturato i requisiti per la pensione anticipata o di vecchiaia;

non era

- lo stesso datore di lavoro, il coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del datore di lavoro medesimo, nel caso trattasi di ditta individuale o libero professionista

- legale rappresentante, socio in posizione dominante della società non cooperativa / dello studio associato, coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del legale rappr

in posizione dominante

Si applica la definizione di impresa unica prevista dal regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione

dal regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis»

della Commissione, del 27 giugno 2014, relativo all'applicazione

del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore della pesca e dell'acquacoltu

che, con la concessione del presente aiuto, l'impresa unica non supera l'importo massimale di aiuti previsto dall’articolo 54 del D.L. 34/2020 e s.m.i., considerati eventuali altri aiuti concessi alla medesima ai sensi della Comunicazione della Commissione europea C (2020) 1863 final "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del

ve modifiche e integrazioni, e in particolare della sezione 3.1:

Con la Comunicazione della Commissione europea C(2021) 564 del 28 gennaio 2021 è stato fissato ’importo massimale di ad esclusione delle imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura dove tale massimale è di 270.000 euro, e delle imprese che operano nel settore produzione primaria di prodotti agricoli dove tale

società, associazione e fondazioni:

Il campo va compilato da parte di tutte le tipologie di società (di capitale o di persone), dalle associazioni,

che non è un ente pubblico, una società o un organismo a totale o prevalente partecipazione pubblica o una sua società controllata, un ente strumentale della Provincia, un organismo controllato da un ente strumentale di un ente locale, nonché un soggetto dagli stessi controllati;

che l’ultimo rapporto di lavoro del destinatario dell’intervento non è stato oggetto di finanziamento da parte dell’Agenzia del Lavoro e non è stato istituito presso una società:

a) con la quale la società richiedente abbia in corso, al momento dell’assunzione o trasformazione, artecipazione o controllo;

b) ove uno o più soci nelle società di persone a responsabilità limitata, al momento dell’assunzione o trasformazione, siano i medesimi della società richiedente;

che alla data di assunzione o trasformazione a tempo indeterminato il destinatario dell’intervento:

non era titolare o non aveva maturato i requisiti per la pensione anticipata o di vecchiaia;

lo stesso datore di lavoro, il coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del datore di lavoro medesimo, nel caso trattasi di ditta individuale o libero professionista

legale rappresentante, socio in posizione dominante della società non cooperativa / dello studio associato, coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del legale rappr

Commissione, del 18 dicembre dell'Unione europea agli aiuti dicembre 2013, relativo all'applicazione degli minimis» nel settore agricolo e dal all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti «de minimis» nel settore della pesca e dell'acquacoltura.

che, con la concessione del presente aiuto, l'impresa unica non supera l'importo massimale di aiuti considerati eventuali altri aiuti concessi alla medesima ai sensi della Comunicazione della Commissione europea C (2020) 1863 final "Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del

ve modifiche e integrazioni, e in particolare della sezione 3.1:

Con la Comunicazione della Commissione europea C(2021) 564 del 28 gennaio 2021 è stato fissato ’importo massimale di ad esclusione delle imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura dove tale massimale è di 270.000 euro, e delle imprese che operano nel settore produzione primaria di prodotti agricoli dove tale

Il campo va compilato da parte di tutte le tipologie di società (di capitale o di persone), dalle associazioni,

prevalente partecipazione pubblica o una sua società controllata, un ente strumentale della Provincia, un organismo controllato da un ente strumentale di un ente locale, nonché un soggetto dagli stessi controllati;

tinatario dell’intervento non è stato oggetto di finanziamento da

a) con la quale la società richiedente abbia in corso, al momento dell’assunzione o trasformazione,

b) ove uno o più soci nelle società di persone a responsabilità limitata, al momento dell’assunzione o

ato il destinatario dell’intervento:

non era titolare o non aveva maturato i requisiti per la pensione anticipata o di vecchiaia;

lo stesso datore di lavoro, il coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del datore di lavoro

legale rappresentante, socio in posizione dominante della società non cooperativa / dello studio associato, coniuge o convivente, parente entro il secondo grado del legale rappresentante o dei soci

(6)

Modulo certificato ai sensi dell’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro,

- legale rappresentante, coniuge o convivente o parente entro il secondo grado del legale rappresentante della società cooperativa, associazioni e comitati con finalità mutualistiche;

non ha avuto cessazioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato presso l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente nei 6 mesi precedenti l’assunzione/trasformazione oggetto del finanziamento;

non è stato assunto con contratto di apprendistato o per la

formativo o con un rapporto di lavoro domestico, a domicilio o con contratto di lavoro intermittente;

non è stato assunto ai sensi della legge provinciale n. 32/1990 “Progettone”;

non rientri come assunzione di un obb

contrattazione collettiva, anche nel caso in cui il lavoratore avente diritto all’assunzione venga utilizzato mediante contratto di somministrazione (sono i casi di assunzione per trasferimento di lavoro a tempo indeterminato con piattaforma azienda o subentro nel contratto di appalto);

Questa disposizione non riguarda le assunzioni effettuate ai sensi della normativa sul collocamento mirato (L 68/99)

non sia stato assunto in violazione del

collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da rapporto di lavoro a tempo indeterminato o cessato da un rapporto di lavoro a termine (tale previsione vale anche per il soggett utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato);

alla data della domanda e comunque entro il termine massimo del 31 dicembre 2021 il destinatario dell'intervento ha svolto effettivo lavoro per un periodo di almeno

Nel computo non devono essere considerate le assenze superiori ai 30 giorni continuativi in caso di cassa integrazione, aspettativa non retribuita e congedo parentale

pena la decadenza dal contributo concesso o erogato, a

dell’avviso n. 1/2021 del 18 febbraio 2021 approvato con determinazione della Dirigente Generale di Agenzia del Lavoro n. 35 e in particolare:

1. ad accettare i controlli da parte dell’Agenzia del Lavoro, la qual necessario, di altra struttura competente in materia;

2. a comunicare tempestivamente qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini della concessione e dell’erogazione dell’agevolazione;

3. a rispettare gli accordi e

sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale

di aver consegnato l’informativa privacy ai lavoratori per i quali è richiesta l’agevolazione

che ai sensi dell’art. 28, 2° comma, del D.P.R. 29 settembre 1973 n. 600 e s.m. “Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi” l’operatore

è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro,

legale rappresentante, coniuge o convivente o parente entro il secondo grado del legale rappresentante della società cooperativa, associazioni e comitati con finalità mutualistiche;

rapporti di lavoro a tempo indeterminato presso l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente nei 6 mesi precedenti l’assunzione/trasformazione oggetto del

non è stato assunto con contratto di apprendistato o per la conferma a scadenza del periodo formativo o con un rapporto di lavoro domestico, a domicilio o con contratto di lavoro intermittente;

non è stato assunto ai sensi della legge provinciale n. 32/1990 “Progettone”;

non rientri come assunzione di un obbligo preesistente, stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva, anche nel caso in cui il lavoratore avente diritto all’assunzione venga utilizzato mediante contratto di somministrazione (sono i casi di assunzione per trasferimento di

ro a tempo indeterminato con piattaforma azienda o subentro nel contratto di appalto);

Questa disposizione non riguarda le assunzioni effettuate ai sensi della normativa sul collocamento

non sia stato assunto in violazione del diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da rapporto di lavoro a tempo indeterminato o cessato da un rapporto di lavoro a termine (tale previsione vale anche per il soggett utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato);

alla data della domanda e comunque entro il termine massimo del 31 dicembre 2021 il destinatario dell'intervento ha svolto effettivo lavoro per un periodo di almeno sei mesi;

Nel computo non devono essere considerate le assenze superiori ai 30 giorni continuativi in caso di cassa integrazione, aspettativa non retribuita e congedo parentale

SI IMPEGNA

pena la decadenza dal contributo concesso o erogato, a rispettare gli obblighi previsti dal punto 7 dell’avviso n. 1/2021 del 18 febbraio 2021 approvato con determinazione della Dirigente Generale di Agenzia del Lavoro n. 35 e in particolare:

ad accettare i controlli da parte dell’Agenzia del Lavoro, la quale potrà avvalersi, qualora necessario, di altra struttura competente in materia;

a comunicare tempestivamente qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini della concessione e dell’erogazione dell’agevolazione;

i contratti collettivi nazionali, nonché quelli territoriali o aziendali, sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale

DICHIARA, altresì:

consegnato l’informativa privacy ai lavoratori per i quali è richiesta l’agevolazione

che ai sensi dell’art. 28, 2° comma, del D.P.R. 29 settembre 1973 n. 600 e s.m. “Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi” l’operatore economico:

è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico

’art. 9, comma 4, della l.p. 23/1992 e approvato con provvedimento del Dirigente del Servizio attività per il lavoro,

legale rappresentante, coniuge o convivente o parente entro il secondo grado del legale rappresentante della società cooperativa, associazioni e comitati con finalità mutualistiche;

rapporti di lavoro a tempo indeterminato presso l’impresa individuale/libero professionista/società/ente richiedente nei 6 mesi precedenti l’assunzione/trasformazione oggetto del

conferma a scadenza del periodo formativo o con un rapporto di lavoro domestico, a domicilio o con contratto di lavoro intermittente;

ligo preesistente, stabilito da norme di legge o della contrattazione collettiva, anche nel caso in cui il lavoratore avente diritto all’assunzione venga utilizzato mediante contratto di somministrazione (sono i casi di assunzione per trasferimento di

ro a tempo indeterminato con piattaforma azienda o subentro nel contratto di appalto);

Questa disposizione non riguarda le assunzioni effettuate ai sensi della normativa sul collocamento

diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da rapporto di lavoro a tempo indeterminato o cessato da un rapporto di lavoro a termine (tale previsione vale anche per il soggetto utilizzatore, nell’ambito di un contratto di somministrazione a tempo indeterminato);

alla data della domanda e comunque entro il termine massimo del 31 dicembre 2021 il destinatario

Nel computo non devono essere considerate le assenze superiori ai 30 giorni continuativi in caso di

rispettare gli obblighi previsti dal punto 7 dell’avviso n. 1/2021 del 18 febbraio 2021 approvato con determinazione della Dirigente Generale di e potrà avvalersi, qualora a comunicare tempestivamente qualsiasi modificazione soggettiva o oggettiva rilevante ai fini i contratti collettivi nazionali, nonché quelli territoriali o aziendali, sottoscritti dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente

consegnato l’informativa privacy ai lavoratori per i quali è richiesta l’agevolazione

che ai sensi dell’art. 28, 2° comma, del D.P.R. 29 settembre 1973 n. 600 e s.m. “Disposizioni comuni è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico

(7)

non è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico, per il seguente motivo_____________________________________

è soggetto all’applicazione della marca da bollo di 16

data/ora emissione ___________________________________

cod. identificativo 14 cifre ______________________________

(contrassegno da conservare e non riutilizzare)

non è soggetto all’applicazione de

per il seguente motivo ________________________________

Luogo e data ________________

Divieto delle “revolving doors” – articolo 53, comma 16

servizio, hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, c 2, non possono svolgere nei tre anni successivi alla cessazione

professionale presso i soggetti privati destinatari dell’attività della pubblica amministrazione svolta attraverso i medesimi poteri. I contratti conclusi e gli incarichi conferiti in violazione di q

divieto ai soggetti privati che li hanno conclusi o conferiti di contrattare con le pubbliche amministrazioni per i successiv anni con obbligo di restituzione dei compensi eventualmente percepiti

non è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico, per il seguente motivo_____________________________________

è soggetto all’applicazione della marca da bollo di 16 €

data/ora emissione ___________________________________

cod. identificativo 14 cifre ______________________________

(contrassegno da conservare e non riutilizzare)

non è soggetto all’applicazione della marca da bollo

per il seguente motivo ________________________________

Luogo e data ________________ Datore di lavoro/Delegato

__________________________

articolo 53, comma 16-ter, d. lgs. 165/2001 I dipendenti pubblici che, negli ultimi tre anni di servizio, hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, c 2, non possono svolgere nei tre anni successivi alla cessazione del rapporto di pubblico impiego, attività lavorativa o professionale presso i soggetti privati destinatari dell’attività della pubblica amministrazione svolta attraverso i medesimi poteri. I contratti conclusi e gli incarichi conferiti in violazione di quanto previsto dal presente comma sono nulli ed è fatto divieto ai soggetti privati che li hanno conclusi o conferiti di contrattare con le pubbliche amministrazioni per i successiv anni con obbligo di restituzione dei compensi eventualmente percepiti e accertati ad essi riferiti.

non è soggetto all’applicazione della ritenuta d’acconto del 4% sul contributo pubblico, per il seguente

Datore di lavoro/Delegato __________________________

. 165/2001 I dipendenti pubblici che, negli ultimi tre anni di servizio, hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma del rapporto di pubblico impiego, attività lavorativa o professionale presso i soggetti privati destinatari dell’attività della pubblica amministrazione svolta attraverso i medesimi uanto previsto dal presente comma sono nulli ed è fatto divieto ai soggetti privati che li hanno conclusi o conferiti di contrattare con le pubbliche amministrazioni per i successivi tre

figura

Updating...

Riferimenti

Argomenti correlati :