COMUNE DI VIGNATE CITTA METROPOLITANA DI MILANO

Download (0)

Testo completo

(1)

COMUNE DI VIGNATE

CITTA’ METROPOLITANA DI MILANO SETTORE FINANZIARIO

DETERMINAZIONE n. 3037 Dell’08/04/2020

OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) - ACCERTAMENTO ENTRATA DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) ANNO 2020

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Visti:

- il D.Lgs. n° 267/2000, come modificato ed integrato dal D.Lgs. n° 126/2014;

- il D.Lgs. n° 118/2011 s.m.i.;

- il D.Lgs. n° 165/2001 s.m.i.;

- le deliberazioni ARERA n 443 e 444 del 31/10/2019;

- la L. 160/2019 (legge di bilancio 2020) ed il collegato Decreto Fiscale (D.L. 124/2019 conv. con modificazioni in L. 157/2019);

- il D.L.n°18/2020 (Decreto Cura Italia) conv. con modificazioni in L. 13/2020;

- lo statuto comunale;

- il regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi;

- il regolamento comunale di contabilità;

- il regolamento comunale sui controlli interni;

Visto il decreto sindacale n° 15 del 03/06/2019 - atti comunali n° 1049 - di conferimento dell’incarico di Responsabile del Settore Finanziario alla Dott.ssa Cristina Micheli;

Richiamate:

-la deliberazione di C.C. n. 77 del 23.12.2019, esecutiva ai sensi di legge, con cui si approvava il bilancio di previsione 2020/2022 in conformità ai principi normativi di cui al D.Lgs. 267/2000 s.m.i. ed al D.Lgs.

118/2011;

-la deliberazione di G.C. n. 100 del 24.12.2019, esecutiva ai sensi di legge, con cui si approvava il Piano Esecutivi di Gestione (PEG) 2020/2022;

- la deliberazione di modifica del bilancio di G.C. n. 15 del 9.03.2020, esecutiva, con cui è stata apportata una variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2020/2022 ex art. 175, c. 4, D.Lgs. 267/2000 s.m.i.;

- la deliberazione di modifica del bilancio di G.C. n. 16 del 9.03.2020, esecutiva ai sensi di legge, con cui è stato disposto prelievo dal fondo di riserva;

- la deliberazione di modifica del bilancio di G.C. n. 19 del 06.04.2020, esecutiva ai sensi di legge, con cui è stata disposta una variazione d’urgenza ex art. 175, c. 4, D.Lgs. 267/2000 s.m.i.;

Dato atto che ai fini dell’assunzione del presente provvedimento, il Responsabile Unico del Procedimento coincide con il Responsabile del Settore;

Richiamato l’art. 1, comma 639 della L. 147/2013 e s.m.i. che istituisce l’imposta unica comunale a far data dal 1 gennaio 2014, disciplinando la tassa sui rifiuti TARI quale componente della imposta unica comunale I.U.C., destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, con contestuale soppressione della TARES;

Che in virtù delle predette disposizioni, con decorrenza dal 31/12/2013, cessa di avere applicazione nel Comune di Vignate il tributo TARES, ferme restando le obbligazioni sorte prima di predetta data;

(2)

Visto il comma 688 della Legge 147 così come sostituito dal D.L. 6 del 06/03/2014 coordinato con la Legge di conversione n. 68 del 02/05/2014 art. 1 comma 1 lett. b) che stabilisce “Il versamento della TARI e della tariffa di natura corrispettiva di cui ai commi 667 e 668 è effettuato secondo le disposizioni di cui all’art. 17 del decreto legislativo n. 241 del 1997, ovvero tramite bollettino di conto corrente postale o tramite le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali. Con Decreto del Direttore Generale del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell’Economia e delle Finanze sono stabilite le modalità per la rendicontazione e trasmissione dei dati di riscossione, distintamente per ogni contribuente, da parte dei soggetti che provvedono alla riscossione, ai Comuni e al Sistema Informativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Comune stabilisce le scadenze di pagamento della TARI prevedendo di norma almeno due rate a scadenza semestrale e in modo anche differenziato con riferimento alla TASI” ecc…..;

Richiamate:

-la deliberazione di C.C. n. 74 del 23/12/2020 che da ultimo modifica il Regolamento Comunale in materia di IUC approvato dal C.C. con deliberazione n. 16 del 28/04/2014;

-la deliberazione di C.C. n. 75 del 23/12/2020 ad oggetto “IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) – APPROVAZIONE DELLE TARIFFE PER L’APPPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) ANNO 2020 – APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO E SCADENZE PER IL PAGAMENTO”;

-la determinazione n. 3013 del 4/02/2020 ad oggetto “SERVIZIO DI SUPPORTO ALLA GESTIONE DELLA TASSA RIFIUTI – DETERMINAZIONE A CONTRARRE E CONTESTUALE AFFIDAMENTO DIRETTO RELATIVO ALL’ANNO 2020 – CIG: ZDA2BEEF3E - DETERMINAZIONE IMPEGNO DI SPESA”;

Dato come la disciplina della tassa rifiuti si soggetta a rilevanti modifiche derivanti sia delle deliberazioni ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) n. 443 e 444 del 31/10/2019 volte a definire dei criteri unici per la formazione del Piano Economico Finanziario (PEF) sia dalla legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (c.d. Legge di Bilancio 2020), emanata successivamente alle predette deliberazioni consiliari, il cui art.1, commi 738-783, disponga l’abrogazione della “I.U.C.” a decorrere dall’anno 2020 ad eccezione delle disposizioni relativi alla TARI (c. 738);

Rilevato come ARERA abbia concesso un termine agli Enti Locali di adeguare e, quindi, approvare i PEF conformi ai principi dalla stessa stabiliti entro il 30 aprile 2020, scadenza peraltro prorogata a seguito dell’emergenza sanitaria mondiale derivante dal diffondersi del virus COVID-19 e che ha costretto la nazione ad adottare misure urgenti di contenimento a tal fine mediante l’emanazione di numerosi decreti tra cui il D.L. 18/ 2020 (Decreto Cura Italia), conv con modificazioni in L. 13/2020, il cui art. 107 ha differito il termine de quo al 30 giugno 2020;

Considerato come, a seguito della suddetta emergenza epidemiologica da COVID-19, abbia determinato il differimento delle scadenza stabilite con la predetta deliberazione consiliare al fine di evitare spostamenti nonché assembramenti di persone salvo esigenze di prima necessità;

Accertato come la riscossione verrà effettuata direttamente dal Comune mediante trasmissione ai contribuenti dell’avviso di pagamento e dei relativi modelli F24 già precompilati con i codici del tributo così come istituiti dall’Agenzia delle Entrate;

Visto l’art. 1 comma 166 della Legge Finanziaria n. 296/2006 con la quale viene fissato l’arrotondamento all’unità di euro per gli importi relativi ai tributi locali;

Visto il Decreto del Sindaco Metropolitano n. 20/2020 del 10/02/2020 con ha deliberato per l'anno 2020 la conferma dell'aliquota del tributo sulle funzioni ambientali (TEFA) di competenza della Città Metropolitana di Milano per l’anno 2020 nella misura del 5% e che si quantifica in € 51.812,00, rilevandosi altresì le nuove modalità di versamento ai sensi dell’art.38bis del D.L. 124/2019 (collegato Decreto Fiscale conv. con modificazioni in L. 157/2019) e con decorrenza dall’1.06.2020 in virtù delle quali l’Ente incasserà il tributo già decurtato del TEFA, trattenuto direttamente dall’AdE;

(3)

Ritenuto di provvedere in merito e di assumere i conseguenti atti di accertamento oltre che di impegno, con imputazione agli esercizi in cui l’obbligazione è esigibile ovvero entro il 31/12/2020;

Visto il vigente Regolamento delle Entrate e l’art. 52 del D.Lgs. n. 446/97 relativo alla potestà regolamentare degli enti locali in materia di entrate;

Accertato che sono state regolarmente espletate tutte le formalità prescritte dal T.U.F.L. e da tutte le altre particolari disposizioni amministrative e legislative per l’accertamento e la definizione delle partite iscritte nella lista di carico;

Visti:

-il vigente T.U.EE.LL. approvato con D. Lgs n° 267 del 18/08/2000;

- il T.U.F.L. approvato con R.D. 14/09/1931, n° 1175 e successive modifiche ed aggiunte;

- il D.P.R. n° 602/1973 e ss.mm.ii.;

- il vigente Regolamento di contabilità dell’Ente;

D E T E R M I N A

La premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 3 della Legge 241/1990.

1. Di dare atto che le partite erroneamente elaborate, per numero di componenti, per cessazioni avvenute in corso d’anno, per variazioni di domicilio e/o di residenza, si procederà direttamente presso l’ufficio tributi all’annullamento o alla rettifica dei modelli F24 su richiesta debitamente documentata da parte dei contribuenti;

2. Di accertare, per le ragioni di cui sopra, l’entrata della TARI 2020, per un importo complessivo pari a € 1.088.050,00= di cui il 5% è attribuito alla Città Metropolitana di Milano a fronte delle funzioni amministrative svolte in materia di tutela ambientale (TEFA) nel modo seguente:

Eserc. Finanz. 2020

Cap./Art. 200/1 Descrizione IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE - COMPONENTE TARI

Miss./Progr. PdC finanz. 1 1 1 61 1 Entrata ricorr. SI

Centro di costo Compet. Econ.

SIOPE CIG CUP

Causale Accertamento entrata Tari 2020

Modalità finan. Finanz. da FPV

Imp./Pren. n. Importo € 1.088.050,00= Frazionabile in 12

NO

3. Di prende atto delle nuovo modalità di versamento del TEFA ai sensi dell’art. 38bis del Decreto Fiscale (D.L. 124/2019 conv. con modificazioni in L. 157/2019) dall’1.06.2020 in virtù delle quali l’Ente incasserà il tributo già decurtato del TEFA, trattenuto direttamente dall’AdE

4. Di prendere atto del differimento dei termini di versamento del tributo in esame per effetto dell’emergenza sanitare mondiale che ha determinato l’adozione di misure urgente da parte della pubblica autorità al fine di contenere il diffondere del COVID-19;

5. Di dare atto che la previsione finanziaria del tributo e quindi i successivi accertamenti e riscossioni avverranno sui documenti di programmazione dell’esercizio finanziario in corso, conto competenza, di prossima approvazione entro i termini di scadenza stabiliti dalla Legge;

(4)

6. Di precisare, a norma dell’art. 179, comma 2 del vigente TUEL, che trattasi di entrata RICORRENTE;

7. Di accertare, ai fini del controllo preventivo di regolarità amministrativo-contabile di cui all’articolo 147- bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, la regolarità tecnica del presente provvedimento in ordine alla regolarità, legittimità e correttezza dell’azione amministrativa, il cui parere favorevole è reso unitamente alla sottoscrizione del presente provvedimento da parte del responsabile del Settore;

8. Di dare atto, ai sensi e per gli effetti di quanto disposto dall’art. 147-bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000 e dal relativo regolamento comunale sui controlli interni, che il presente provvedimento comportando riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico finanziaria o sul patrimonio dell’ente sarà sottoposto al controllo contabile da parte del Responsabile del Settore finanziario, da rendersi mediante apposizione del visto di regolarità contabile [e dell’attestazione di copertura finanziaria] allegati alla presente determinazione come parte integrante e sostanziale;

9. DI DARE ATTO che il presente provvedimento è rilevante ai fini della pubblicazione sulla rete internet ai sensi del D Lgs 33/2013;

Vignate, 08/04/2020

F.to Il responsabile del Settore 3 – Finanziario Dott.ssa Cristina Micheli

(5)

VISTO DI REGOLARITÀ CONTABILE

Il Responsabile del Servizio finanziario in ordine alla regolarità contabile del presente provvedimento, ai sensi dell’articolo 147-bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000 e del relativo Regolamento comunale sui controlli interni, comportando lo stesso riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell’ente, osservato:

……….………….

………

………….

………

………….

rilascia:

PARERE FAVOREVOLE

PARERE NON FAVOREVOLE, per le motivazioni sopra esposte;

Data 08/04/2020

F.to Il Responsabile del Settore finanziario Dott.ssa Cristina Micheli

...

ATTESTAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA DELLA SPESA

Si attesta, ai sensi dell’art. 153, comma 5, del D.Lgs. n. 267/2000, la copertura finanziaria della spesa in relazione alle disponibilità effettive esistenti negli stanziamenti di spesa e/o in relazione allo stato di realizzazione degli accertamenti di entrata vincolata, mediante l’assunzione dei seguenti impegni contabili, regolarmente registrati ai sensi dell'art. 191, comma 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267:

Accertamento Data Importo Capitolo FPV Esercizio

71 08/04/2020 € 1.088.050,00= 200/1 2020

Data 08/04/2020

F.to Il Responsabile del Settore finanziario Dott.ssa Cristina Micheli

………

Con l’attestazione della copertura finanziaria di cui sopra il presente provvedimento è esecutivo, ai sensi dell'art. 183, comma 7, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

figura

Updating...

Riferimenti

Argomenti correlati :