• Non ci sono risultati.

Analisi quali-quantitativa dei pigmenti coinvolti nella fotoprotezione in condizioni sperimentali controllate

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Analisi quali-quantitativa dei pigmenti coinvolti nella fotoprotezione in condizioni sperimentali controllate"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Nome HPLC Agilent 1100 series Descrizione

L’HPLC (Cromatografia Liquida ad Alta Prestazione) è uno strumento analitico utilizzato per la separazione e purificazione dei componenti di una miscela, per l’identificazione di ciascun componente e per sua quantificazione. I sistemi di rivelazione DAD e FLD vengono applicati a composti che assorbono nel range UV-Vis e a composti fluorescenti. Lo strumento è composto da 6 moduli:

1) Vacuum Degasser G 1379A 2) Quaternary Pump G 1311A

3) Thermostatted Column Compartment G 1316°

Regolabile tra 10 gradi sotto la temperatura ambiente e 80°C, e con una stabilità di ± 0.15 °C.

4) Detector DAD G 1315B

Rivelatore Diode Array costituito da una serie di fotodiodi Intervallo di lunghezze d’onda:190–950nm

Pressione massima: 50 bar

5) Detector Fluorescence detector G1321A

Rivelatore a fluorescenza multi-segnale con funzionalità di scansione in linea rapida e analisi di dati spettrali

Monocromatore di eccitazione Intervallo (impostabile): 200 nm - 700 nm. Larghezza di banda:

20 nm (fissa)

Monocromatore di emissione Intervallo: impostabile 200 nm - 900 nm Larghezza di banda: 20 nm (fissa)

Acquisizione degli spettri: Spettri di eccitazione o di emissione 6) Analytical Scale Fraction Collector G 1364C

Collettore di frazioni in scala analitica, controllabile mediante Intervalli di tempo prestabiliti, Picco (soglia minima, picco in salita/in discesa) programma (combinazione di intervalli di tempo e picchi) e controllo manuale

Servizi per cui viene

utilizzata

Analisi quali-quantitativa dei pigmenti fotosintetici finalizzata alla determinazione chemio- tassonomica dei popolamenti fitoplanctonici.

Analisi quali-quantitativa dei pigmenti coinvolti nella fotoprotezione in condizioni sperimentali controllate.

Possibilità di utilizzo del sistema HPLC per l’identificazione qualitativa di composti detectabili mediante DAD e/o FLD, eventuale processo di purificazione di tali composti facilitato dalla presenza del collettore di frazioni, possibilità di quantificare i composti di interesse mediante la costruzione di retta di taratura con standard di riferimento a concentrazioni note.

Contatti Maria Saggiomo Tel. +39 081 5833240

e-mail: maria.saggiomo(at)szn.it

Riferimenti

Documenti correlati

It must take a whole-system and whole-patient perspective on cancer care, address unmet patient needs and be guided by high-quality real-world data, including patient-relevant

As the author explains, every reader can describe the book in different ways: as a doctrinal analysis that points to the flaws of anti–discrimination law, as an inquiry into

Il raffronto tra i campioni di olio della cv Bosana ottenuti dal separatore a due e tre fasi evidenziano per i primi una maggiore stabilità all’ossidazione e una più alta attività

• The N ash-Stackelberg gam e takes account of the commitment structure within the coalition. This opens the opportunity for a coalition to play a Stackelberg

If the monetary integration has had an influence in the second period, one should find a greater homogeneity in the shapes of the cycles within the group of countries that have

La reazione di Grignard: L’addizione nucleofila di un carbanione ad un aldeide o ad un chetone, seguita dalla protonazione dell’intermedio alcossido, porta alla formazione

Gruppo Formula Nomenclatura IUPAC Nomenclatura tradizionale FeO Ossido di ferro Ossido ferroso Fe 2 O 3 Triossido di diferro Ossido ferrico Cu 2 O Ossido di dirame