Determinazione Dirigenziale

Testo completo

(1)

Dipartimento Risorse Economiche P.O. Servizio Procedure Appalti SERVIZIO PROCEDURE APPALTI

UFFICIO GESTIONE E LIQUIDAZIONE FATTURE DIGITALI

Determinazione Dirigenziale

NUMERO REPERTORIO QB/9666/2020 del 11/05/2020

NUMERO PROTOCOLLO QB/250748/2020 del 11/05/2020

Oggetto: Affidamento diretto tramite Determinazione a contrarre alla società ICET ITALIA SRL del servizio di manutenzione ordinaria di n. 395 fan coils collocati presso i locali di Roma Capitale, Via Ostiense 131/L, così suddivisi: n. 360 fan coils presso i locali del Dipartimento Risorse Economiche e n. 35 fan coils presso i locali del Dipartimento Partecipazioni Gruppo Roma Capitale, comprensiva di pulizia, sostituzione filtri, sanificazione sostituzione guarnizioni ed eventuale piccola manutenzione Importo complessivo di euro 18.025,50 di cui imponibile euro 14.775,00 ed euro 3.250,50 per Iva 22%. CIG 8287925412. N. GARA 7752457

IL DIRETTORE

STEFANO CERVI

Responsabile procedimento: Vittorio Roberto Petrocchi Determinazione Dirigenziale firmata digitalmente da:

STEFANO CERVI

(D.lgs 267/2000) Visto di regolarità contabile e attestazione di copertura finanziaria.

FABIO VITAGLIANO

(2)

PREMESSO CHE

il D.Lgs 81/08 ss.mm. e ii., all’allegato IV, Capo I, Titolo II, prevede, in luoghi di lavoro chiusi, l’obbligo per il datore di lavoro di garantire la salubrità dell’aria;

laddove siano presenti impianti di condizionamento dell’aria, questi devono essere

periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione per la tutela della salute dei lavoratori;

all’interno dei locali del Dipartimento Risorse Economiche siti in Via Ostiense 131/L, sono presenti n. 360 fan coils, per cui è necessario procedere alla manutenzione periodica;

in data 29.04.2020 il Dipartimento Partecipazioni Gruppo Roma Capitale, richiedeva con nota acquisita al prot.

QB/238415, nell’ottica della collaborazione amministrativa avviata già da qualche anno e al fine dell’efficientamento dell’azione amministrativa, la possibilità di inserire la manutenzione dei n. 35 fan coils presenti all’interno dei propri uffici, nella presente procedura di affidamento;

considerata anche l’esiguità della spesa, con successiva nota prot. QB/250064/20, il Direttore del Dipartimento Risorse Economiche, autorizzava, al fine di semplificare e rendere più efficace e snella l’azione amministrativa, l’utilizzo dei fondi stanziati sul capitolo di bilancio 1302213/40361, c.d.c. 0PA, per procedere all’affidamento del servizio anche per i n. 35 fancoils del Dipartimento Partecipazioni Gruppo Roma Capitale;

ne consegue che i fancoils oggetto del servizio di manutenzione risultano essere complessivamente 395 così suddivisi presso i seguenti piani:

Dipartimento Risorse Economiche

1° - 2°- 3°- 5° CORPO D 2° - CORPO C

4° - CORPI A, B e B1 5° - CORPI A e B

Dipartimento Partecipate Gruppo Roma Capitale 8° - Corpo D

tenuto conto che,

i n. 395 fan-coils sono dislocati come sopra menzionato in molteplici piani e ali del palazzo, risulterebbe fondamentale per l’esecutore del contratto eseguire un sopralluogo ma, considerato il periodo emergenziale dovuto al COVID-19, al

(3)

momento è complicato e comporterebbe un ritardo nell’avvio del contratto tale da non consentire la suddetta pulizia entro i termini previsti dall’avvio degli impianti di climatizzazione;

I filtri che saranno sostituiti dovranno essere prodotti artigianalmente, in quanto le diverse varietà del formato non consentono una produzione industriale, il che ne consegue l’allungamento dei tempi di produzione, consegna e installazione;

a tal fine, il Dipartimento Risorse Economiche, alla luce dell’urgenza di dover affidare il servizio, anche al fine di contrastare eventuali rischi da contagio COVID-19, intende procedere tramite il portale www.acquistinretepa.it, ad un affidamento diretto con lo strumento della Trattativa diretta;

appare vantaggioso per l’Amministrazione, in termini di efficienza e celerità, procedere, in deroga all’art. 36, c. 1 del D.Lgs 50/16, all’affidamento diretto nei confronti della società ICET Italia Srl, già esecutrice del medesimo servizio nel precedente contratto, dimostratasi una società affidabile e professionale, per la quale non risulta necessario eseguire un sopralluogo altrimenti indispensabile, in quanto a conoscenza dei locali e dell’allocazione delle apparecchiature da manutenere;

l’art. 32, c.2, del D. Lgs n. 50/2016 come modificato dall’articolo 22, comma 1, lett. a) D. Lgs 56/2017 prevede che nelle procedure di cui all’articolo 36, comma 2, lettera a) - affidamenti di importo inferiore a 40.000 euro – la stazione appaltante possa procedere “ad affidamento diretto tramite determina a contrarre o atto equivalente;

l’art. 37, comma 1, del medesimo decreto, stabilisce che «Le Stazioni Appaltanti, fermi restando gli obblighi di utilizzo di strumenti di acquisto e di negoziazione, anche telematici, previsti dalle vigenti disposizioni in materia di contenimento della spesa, possono procedere direttamente e autonomamente all’acquisizione di forniture e servizi di importo inferiore a 40.000 euro...»;

pertanto, si procedeva in data 30.04.2020 per mezzo del portale www.acquistinretepa.it ad inoltrare la richiesta di trattativa diretta n.1281286 con cui si trasmetteva alla società sopraccitata il Capitolato speciale descrittivo e

prestazionale, al fine della presentazione dell’offerta, oltre ai documenti da sottoscrivere necessari al perfezionamento dell’impegno;

la società trasmetteva, in data 04.05.2020, la sua proposta contrattuale, nonché la documentazione sottoscritta, offrendo un ribasso percentuale sull’importo a base di gara di euro 15.000,00, pari all’1,50%;

l’offerta pervenuta al netto del ribasso è pari ad euro 14.775,00 al netto dell’Iva 22%;

l’offerta risulta essere congrua ed economicamente conveniente per l’Amministrazione;

si è proceduto alla verifica nell’elenco fornitori esclusi del Dipartimento Risorse Economiche e non risultano essere

(4)

presenti sanzioni interdittive che comportino il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione a carico dell’Amministratore della società;

alla data odierna non sono attive convenzioni Consip Spa, ai sensi dell’art. 26 della legge 23 dicembre 1999 n. 488, o delle centrali di committenza regionali, ai sensi dell’art. 1 comma 455 della legge27 dicembre 2006, n. 296, relative al servizio richiesto;

verificato il Casellario informatico non risultano iscrizioni a carico dell’operatore economico;

l’affidatario è soggetto agli obblighi derivanti dalla L.136/2010 e s.m.i. (tracciabilità dei pagamenti);

la violazione dell’obbligo di cui all’art. 3, comma 9 bis, della citata legge, costituisce causa di risoluzione del contratto e che tutte le transazioni finanziarie relative al presente affidamento dovranno riportare il seguente codice CIG 8287925412;

ai sensi della deliberazione di Giunta Capitolina n. 13 del 31/01/2020 recante l’approvazione del Piano di Prevenzione della Corruzione, comprensivo del Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità, relativo al triennio 2019-2021, per mezzo del portale, è stata richiesta la dichiarazione che l’aggiudicatario non abbia concluso contratti di lavoro subordinato o autonomo e comunque di non aver attribuito incarichi ad ex dipendenti che hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali per conto delle pubbliche amministrazioni nei loro confronti per il triennio successivo alla cessazione del rapporto;

è stato altresì richiesto alla sopracitata società, ai sensi della L. n. 190/2012, all’art. 1, comma 9, lettera e) la

dichiarazione che non sussistano relazioni di parentela o affinità tra i titolari, gli amministratori, i soci e i dipendenti degli stessi soggetti e i dirigenti e i dipendenti dell'amministrazione;

la società ha inoltrato i documenti richiesti con nota acquisita al prot. n. QB/242398/20;

si è provveduto tempestivamente, come da circolare prot. SC/301534/15, ad inoltrare la documentazione acquisita al Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane con prot. QB/247079/20 per gli accertamenti di competenza;

nel caso in cui l’esito degli accertamenti svolti dal suddetto Dipartimento faccia emergere, successivamente alla stipula del contratto, la sussistenza di condizioni ostative allo svolgimento dello stesso con la società aggiudicataria, si potrà procedere secondo norma di legge alla definizione dei rapporti nel frattempo intervenuti;

si esprime parere favorevole in ordine alla congruità dell’offerta in relazione ai prezzi di mercato con riferimento al rapporto prezzo/qualità, come da nota allegata;

la società ICET ITALIA Srl è in regola con gli adempimenti contributivi risultanti dalla certificazione on-line del D.U.R.C. prot. QB/2020/237990;

al fine di poter assolvere agli obblighi sulla tracciabilità dei movimenti finanziari previsti dall’art. 3 della legge n.

136/2010, la società suddetta ha provveduto a trasmettere la dichiarazione sostitutiva acquisita con medesima nota summenzionata prot. QB/242398/20;

si dà formale incarico quale Responsabile unico del procedimento al Funzionario Amministrativo Vittorio Roberto Petrocchi, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs 50/2016 ss.mm. e ii.;

ai sensi di quanto previsto all’art. 6-bis della Legge 241/1990 e agli artt. 6 comma 2 e 7 del D.P.R. 62/2013, è stata acquisita agli atti la dichiarazione dell’insussistenza di situazioni di conflitto di interessi, resa dal R.U.P. ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000;

è stato acquisito il CIG n. 8287925412

è stato redatto il Capitolato Speciale descrittivo e prestazionale, parte integrante del presente dispositivo;

(5)

vista la dichiarazione sottoscritta, all’allegato D), relativa al possesso dei requisiti di cui all’art. 80 del D.Lgs 50/2016 ss.mm. e ii.;

visot il parere di congruità in allegato, prot. QB/247057/20;

visto l'articolo 34 comma 3 dello Statuto del Comune di Roma;

visto il D.Lgs 50/2016 ss.mm.e ii.

Visto il D.Lgs 81/08 ss.mm. e ii.

vista la documentazione agli atti;

DETERMINA

per i motivi espressi in narrativa:

- di affidare mediante affidamento diretto con Determinazione a contrarre, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera a) del D.Lgs. 50/2016, per mezzo del portale www.acquistinretepa.it, come da indicazioni dell’art. 37, c. 1 del medesimo decreto, nei confronti della società ICET ITALIA SRL (codice creditore 92205) - C.F.04585531009 IBAN

IT81Z0832739450000000000752, il servizio di manutenzione ordinaria di n. 395 fan coils collocati presso i locali di Roma Capitale, Via Ostiense 131/L, così suddivisi:

n. 360 fan coils presso i locali del Dipartimento Risorse Economiche e

n. 35 fan coils presso i locali del Dipartimento Partecipazioni Gruppo Roma Capitale, comprensiva di pulizia, sostituzione filtri, sanificazione sostituzione guarnizioni ed eventuale piccola manutenzione, sulla base della trattativa diretta n 1281286/20.

- di approvare il Capitolato descrittivo e prestazionale parte integrante del presente provvedimento.

- di procedere all’affidamento anche per conto del Dipartimento Partecipazioni Gruppo Roma Capitale, per la

manutenzione ordinaria di n. 35 fan coils siti presso i locali di Via Ostiense 131/L, come da nulla osta prot. QB/238415 del 29.04.2020 e successiva nota di utilizzo fondi del Direttore del DRE sul c.d.c. 0PA , fondi vincolati sul capitolo di bilancio 1302213/40361, prot. QB/25006420;

- di impegnare la spesa complessiva di euro 18.025,50,, di cui imponibile euro 14.775,00 ed euro 3.250,50 per Iva 22%, per la manutenzione ordinaria sui n. 395 fan coils, come segue e come da griglia contabile JRoma, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:

Anno 2020, Euro 18.025,50 c.d.c. 0PA, capitolo di bilancio 1302213/40361, fondi vincolati, accertati sulla risorsa E40101010010A17 5GT, capitolo di entrata 4100001/11098, accertamento 2020/1058.

Il pagamento sarà effettuato, previa presentazione della fattura, con successiva determinazione dirigenziale ai sensi del D.Lgs. 09.10.2002 n. 231, tenuto conto di eventuali penalità per inadempienze, detrazioni, e a seguito di verifica di conformità, da parte del Dipartimento Risorse Economiche.

Il corrispettivo verrà pagato al contraente, al netto dell’I.V.A. in conformità alle aliquote disposte dalla normativa vigente. Ai sensi dell’art. 17-ter del D.P.R. n. 633/1972, così come introdotto dall’art. 1, comma 629, lettera b) della Legge n. 190/2014, l’imposta non verrà liquidata all’appaltatore ma verrà versata, con le modalità stabilite nel D.M. 23

(6)

gennaio 2015, direttamente all’Erario da Roma Capitale. Di tale adempimento verrà data annotazione in ciascuna relativa fattura, comunque da emanarsi e registrarsi rispettivamente ai sensi degli articoli 21, 21 bis e 23 del D.P.R. n.

633/1972;

Con Decreto 3 aprile 2013, n. 55, del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stato approvato il regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica, ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e del D.L. 24 aprile 2014, n. 66 convertito in legge dall’art. 1, comma 1, della legge 23 giugno 2014, n. 89, che prevede a decorrere dal 31 marzo 2015 l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti delle Amministrazioni Locali;

L’impresa aggiudicataria ha l’obbligo, ai sensi della L. 136/2010 e s.m.i., di utilizzare conti correnti bancari o postali dedicati alle commesse pubbliche, anche in via non esclusiva, ed effettuare i movimenti finanziari esclusivamente mediante lo strumento del bonifico bancario o postale ovvero attraverso l’utilizzo di altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni;

Ai fini della tracciabilità dei pagamenti, le fatture dovranno riportare, oltre all’impegno di spesa, il CIG (Codice Identificativo Gara), il Codice Iban del Fornitore nonché il codice univoco 9TVQ58;

L’operatore economico, ai sensi dell’art. 1, comma 17 della L. 190/2012, ha sottoscritto il “Protocollo di integrità di Roma Capitale, degli Enti che fanno parte del gruppo Roma Capitale e di tutti gli organismi partecipati” approvato con deliberazione di Giunta Capitolina n. 40 del 27 febbraio 2015 che diventa parte integrante del contratto stipulato.

La violazione del suddetto Patto comporta la revoca dell’affidamento e la risoluzione di diritto del contratto sottoscritto.

Si attesta di aver acquisito da parte del RUP l’attestazione dell’insussistenza di situazioni di conflitto di interessi, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, conservata agli atti.

Si attesta altresì che il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicità e trasparenza, ai sensi del D.Lgs 33/2013.

Spazio Riservato alla Ragioneria Generale:

impegno 17232.

Ai sensi dell’ articolo 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, comma 2, i Documenti attestanti la regolarità contributiva denominati “Durc On Line” che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 (le date del 31 gennaio 2020 e del 15 aprile 2020 sono incluse). - Messaggio 1374 del 25.3.2020 INPS.

IL DIRETTORE STEFANO CERVI

(7)

Elenco Allegati

DESCRIZIONE GRIGLIA.dotx

CAPITOLATO_FIRMATO.pdf

CIG.html

TD1281286_Offerta_ICET_ITALIA_SRL_ID753629.pdf.p7m

QB238415_RL2092_Nota_PARTECIPATE.pdf

QB250064_AUTORIZZAZIONE_UTILIZZO_FONDI_0PA_signed_firmato.pdf

Durc_INPS_18762306_.pdf

QB20200247049_Risorse_Umane_ICET_signed(1)_firmato.pdf

Autodichiarazione__VITTORIO_QB250193.pdf

Congruità_ICET_QB247057_signed.pdf

OSSERVATORIO.odt

Check_list_ICET2_signed.pdf

Pantouflage_Allegato_A_QB242398.docx

PROTOCOLLO_DI_INTEGRITA__All._B_PROT._QB_242398.docx

Dichiarazione_Flussi_All._C1.doc

Dichiarazione_requisiti_All._D.docx

Mod_45_Rag_Gen.pdf

(8)

Allegati_DD_impegno.docx

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :