Bilancio Consuntivo 2015

Testo completo

(1)

Bilancio Consuntivo 2015

(2)

PREMESSA

Il bilancio presenta sostanzialmente una corretta tenuta dei conti, in funzione di una sana e prudente gestione economico finanziaria e chiude con un avanzo grazie soprattutto a proventi straordinari rivenienti da diversi accordi con le Aziende.

E’ stato redatto, come ormai da anni, in osservanza alle norme in materia previste dal codice civile, dalle disposizioni fiscali e statutarie, adottando i principi contabili della partita doppia ai fini della tenuta della contabilità.

Il sistema utilizzato ha seguito il criterio della competenza per i singoli capitoli di spesa.

Due sono le novità di quest’anno rispetto al passato.

La prima riguarda il programma utilizzato dalla FLAEI Nazionale, WEBCONTSIRIO, programma predisposto dalla Confederazione in sostituzione di COGEU e che sarà obbligatorio utilizzare a partire dal 2016.

Altra novità riguarda la registrazione nel programma WEBCONTSIRIO delle scritture contabili, affidata dal 2015 al CAF Cisl.

Questo doppio binario consente una maggiore trasparenza delle operazioni e soprattutto una maggiore affidabilità del bilancio.

(3)

NOTA DESCRITTIVA

Il Comitato Esecutivo Nazionale della FLAEI Cisl è chiamato a deliberare, come da Statuto, il Bilancio Consuntivo del 2015.

Gli iscritti su cui sono calcolati i riparti sono passati da 14536 a gennaio 2015, a 14054 nel dicembre 2015.

Nel corso dell’esercizio si è consolidato il patrimonio della FLAEI in immobilizzazioni finanziarie, pari a € 400.000,00. Ciò è dovuto soprattutto alle entrate straordinarie conseguenti agli accordi con alcune Aziende del Settore (sostegno alla bilateralità e conciliazioni).

Con il rendiconto 2015, passando da un programma ad un altro e considerando anche che le registrazioni sono state affidate al CAF, si riscontrano disallineamenti rispetto al 2014 dovuti sia a modalità di registrazioni diverse sia alla fase di partenza. In futuro, con l’esperienza che si andrà man mano sviluppando, sopraggiungeranno ulteriori affinamenti.

Comunque, da questi fattori, il bilancio ha guadagnato in chiarezza espositiva e consente una migliore comprensione dei fatti amministrativi.

Il 2015 è stato un anno nel corso del quale non si sono verificati eventi che hanno inciso sulla gestione.

Specificatamente, si segnala:

 la sostanziale tenuta dei contributi complessivi incassati dalle Aziende (2015 rispetto al 2014) ;

(4)

 il consolidamento del patrimonio della Fondazione Enérgeia;

 il forte sostegno a favore delle strutture periferiche.

Da gennaio 2016, è entrato in vigore il nuovo Regolamento amministrativo ed in ossequio a quanto stabilito nel preambolo dello stesso, nel 2015 è stata rispettata la condizione di sostenibilità dei costi del personale (limite del 60% delle entrate): il rapporto (totale spese per il personale/totale delle entrate), infatti, è pari al 19,8%.

L’incidenza delle spese del personale sui costi totali è stato del 21% e sui contributi di competenza della Segreteria Nazionale del 27%.

La gestione delle buste è affidata ad un consulente esterno.

(5)

IL BILANCIO

Il bilancio del 2015, di competenza della Segreteria Nazionale, chiude con un avanzo di € 160.895,44.

I RICAVI

I ricavi ammontano a 2.661.090,73 (€ 2.391.920,13 nel 2014; € 2.475.554,92 nel 2013; € 2.134.945,79 nel 2012) di cui i contributi sindacali ordinari versati dalle Aziende e stornati dal conto cieco, di competenza della Segreteria Nazionale, sono stati pari a € 1.959.998,58 (€ 1.901.038,50 nel 2014; € 1.950.623,82 nel 2013; € 2.071.274,68 nel 2012).

Rispetto al 2015, si registra un incremento sia dei ricavi (€ 269.170,60€), sia dei contributi stornati alla Segreteria Nazionale (€ 58.960.08).

Nel corso dell’anno, tuttavia, si sono registrate entrate straordinarie dovute:

 agli accordi per il sostegno alla bilateralità (€ 444.646,00);

 agli accordi per le conciliazioni (€ 184.600,00).

Inoltre, tra i ricavi si segnalano:

a) proventi rivenienti dall’utilizzo di fondi di accantonamento (€ 37.238,97);

b) sopravvenienze attive (€ 145,60);

c) proventi da altre attività (€ 4.155,78 - trattasi di attività non commerciali);

d) interessi attivi (€ 37,879;

d) quote rivenienti dall’accordo FNP (€ 17.760,00);

e) quote versate direttamente da singole persone fisiche (€ 10.060,13).

(6)

I COSTI

I costi a consuntivo ammontano a € 2.500.195,29 (€ 2.175.860,60 nel 2014; € 2.453.190,88 nel 2013; € 2.392.314,87 nel 2012) con un delta 2015/2014 di + € 324.334,69.

I CONTRIBUTI

I contributi versati alle Strutture nel 2015 e negli anni precedenti sono i seguenti:

Anni 2015 2014 2013 2012

Regionali € 1.291.267,00 € 1.428.657,41 € 1.426.209,16 € 1.577.814,99 Territoriali € 235.374,00 € 244.941,00 € 278.851,08 € 510.661,41

Totali € 1.526.641,00 € 1.673.598,41 € 1.705.060,24 € 2.088.476,40

La contribuzione mensile, a favore delle Strutture periferiche, è determinata in base agli iscritti presenti in LuceWeb per i quali le Aziende di appartenenza versano i relativi contributi.

Inoltre, sono stati erogati contributi straordinari alle Strutture per € 100.590,63 (€

37.783,06 nel 2014) e contributi a sostegno dell’attività sindacale per € 204.200,00 (€

8.000,00 nel 2014).

Da segnalare il sostegno contrattualizzato con l’Iscos di € 30.000,00 per lo sviluppo di un progetto in Senegal.

In conclusione, è la forte azione di contenimento dei costi attuata dalla Segreteria Nazionale è stata inficiata:

(7)

 dall’aumento dei costi del personale dovuti ad una diversa e migliore imputazione (+ € 163.674,44) e dei seguenti fatti di rilievo:

a) imputazione del costo di una risorsa per l’intero 2015 (nel 2014 per soli 2 mesi);

b) cessazione del rapporto di lavoro a giugno di una risorsa nazionale con la conseguente liquidazione del maturato.

 dall’aumento degli oneri diversi di gestione a seguito dei trasferimenti verso le strutture territoriali (+ € 259.007,57) e dell’organizzazione dell’Assemblea organizzativa (+ € 40.344,80).

 agli oneri straordinari conseguenti alle transazioni.

(8)

CONCLUSIONI

L’avanzo di esercizio è scaturito dagli eventi di gestione soprammenzionati.

I ricavi rivenienti dalla gestione caratteristica sono pari a € 2.031.661,26 (€ 2.027.015,84 nel 2014) a fronte di costi e oneri della gestione caratteristica pari a € 2.435.322,62 (€

156.983,76 nel 2014); il delta negativo (- € 403.661,36) è stato coperto con i proventi straordinari (€ 629.429,47 a fronte di oneri straordinari pari a € 64.872,67.).

(9)
(10)
(11)
(12)

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :