Nuove opportunità d investimento in Polonia compreso il sistema di incentivi

Testo completo

(1)

AGENZIA POLACCA PER GLI INVESTIMENTI ESTERI E

L’INFORMAZIONE

Nuove opportunità d’investimento in Polonia compreso il sistema di incentivi

Iwona Chojnowska – Haponik Direttore

Dipartimento investimenti esteri

Milano, 14 settembre, 2014

(2)

Mercato del lavoro attraente

• forza lavoro giovane e con un elevato livello di istruzione

• circa l’10% degli studenti universitari UE

• 438 istituti accademici

• elevato livello di conoscenza delle lingue straniere

• produttività del lavoro in crescita

• solida etica del lavoro

Posizione e dati economici fondamentali

• posizione strategica in Europa

• parte del corridoio della rete di trasporto transeuropea

• situazione economica stabile

• mercato interno in rapida espansione

• vicinanza culturale, stesso fuso orario

Contesto imprenditoriale sviluppato

• varietà di settori manifatturieri

• ambiente imprenditoriale in rapido sviluppo

• presenza di cluster, complessi industriali e parchi tecnologici

• fitta rete di fornitori e subappaltatori

Invitanti incentivi agli investimenti

• Esenzione dall’Imposta sul reddito delle società in 14 zone economiche speciali

• agevolazioni sulle imposte locali

• sovvenzioni statali

• aiuti UE

(3)

Superficie: 312 700 km

2

– 6

a

nell’Unione europea Popolazione: 38,5 milioni – 6

a

nell’Unione europea

Valuta: Złoty polacco (1 USD ~ 3,7 PLN, 1 EUR ~ 4,2 PLN) PIL: USD 954 miliardi (PPA, 2014) – FMI

USD 996 miliardi (PPA, 2015) – stime FMI PIL USD 25.105 (PPA, 2014) – FMI

pro capite: USD 26.210 (PPA, 2015) – stime FMI

crescita PIL: 2,6% (2009), 3,7% (2010), 4,8% (2011), 1,8% (2012), 1,7% (2013), 3,3% (2015, previsioni CE)

PIL cumulativo

2008/2014: EU: 0,7% vs Poland: 24%

Membro di: UE, NATO, OCSE, OMC, Spazio Schengen

Polonia – Dati principali

(4)

Popolazione multilingue Punti di forza del mercato del

lavoro

38,5 milioni di abitanti = 38% della popolazione della regione CEE

popolazione giovane = 64% della popolazione ha un’età inferiore ai 49 anni

maggiore mobilità della società

produttività del lavoro in crescita: 2-3%

all’anno

ottimo rapporto qualità/costi

Studenti

circa 1,5 milioni di studenti = 10% di tutti gli studenti dell’UE

circa 424.000 laureati all’anno

conoscenza delle lingue - oltre il 90%

degli studenti parla lingue straniere 438 istituti accademici

200 diverse specializzazioni insegnate numero crescente di studenti di materie scientifiche

Riconoscimenti internazionali

Disponibilità di risorse umane qualificate

POZNAN

WROCLAW

WARSZAWA

KRAKOW LODZ SZCZECIN

TRI-CITY

KATOWICE BYDGOSZCZ/TORU N

BIALYSTOK OLSZTYN

OPOL E

KIELCE

LUBLIN

RZESZOW

201 >

151 – 200 101 – 150 51 – 100 50 <

N. di studenti (in migliaia)

(5)

Wrocław

Hub di produzione e di fornitura di servizi in Polonia

ELETTRODOMESTICI ELETTRODOMESTICI

INDUSTRIA ELETTRONICA INDUSTRIA ELETTRONICA

SETTORE AUTOMOBILISTICO

SETTORE AUTOMOBILISTICO

(6)

Hub di produzione e di fornitura di servizi in Polonia

AEROSPAZIALE AEROSPAZIALE

Wrocław

SETTORE SERVIZI ALLE IMPRESE SETTORE SERVIZI ALLE IMPRESE

RICERCA E SVILUPPO

RICERCA E SVILUPPO

(7)

alla fine del 2013 il totale complessivo degli investimenti diretti italiani in Polonia raggiungeva una cifra pari a 9240 milioni di EUR l’Italia è il 6°°°°investitore in Polonia

la quota degli investimenti italiani nello stock di IDE in Polonia è pari al 6%

più di 1293 imprese a partecipazione italiana (al 2013) svolgono le proprie attività in Polonia, di cui 200 hanno investito oltre 1 milione di USD le imprese italiane sono presenti nei seguenti settori: automobilistico, lavorazione dell’acciaio e della plastica, enogastronomico, BSS, servizi finanziari

DATI PRINCIPALI INVESTITORI PRINCIPALI

Investimenti italiani in Polonia

Fonte: Banca nazionale della Polonia, Ufficio centrale di Statistica, PAIiIZ, 2014

(8)

Aiuti di Stato regionali – forme di incentivi

Riduzione delle imposte

• Esenzione dall’IRES nelle Zone economiche speciali

• Esenzione fiscale per il patrimonio immobiliare

• sovvenzioni statali

• finanziamenti attraverso fondi UE Sostegno alla liquidità

Il bilancio UE: prospettive finanziarie attuali 2007 – 2013

Totale: EUR 975 miliardi Polonia: EUR 69 mld (7%)

2014 – 2020

Totale: EUR 960 miliardi

Polonia: EUR 82,5 mld (8%)

15-35%

(9)

ZES – norme generali

ZONA ECONOMICA SPECIALE

► La ZES è una parte del territorio della Polonia, separata da un punto di vista amministrativo, in cui gli investitori possono svolgere le proprie attività a condizioni agevolate

VANTAGGI

esenzione dall’Imposta sul reddito delle società (IRES) per le entità giuridiche o dall’imposta sul reddito per le persone fisiche

BENEFICIARI investitori a cui è stata concessa l’autorizzazione ZES e che hanno investito almeno 100.000 EUR

LIVELLO DI SOSTEGNO 15-70% delle spese in conto capitale oppure due anni di costi salariali

DURATA ESENZIONE Fino al termine della validità delle ZES, attualmente fissato al 31 dicembre 2026

UBICAZIONE sul territorio a statuto di Zona economica speciale, max. 25.000 ha

Fonte: Ministero dell’Economia, 2015

(10)

Le ZES in cifre

Fonte: Ministero dell’Economia, 2015

(11)

Settori prioritari

Produzione

- automobilistico

- elettronica ed elettrodomestici - aviazione

- biotecnologie

- lavorazione degli alimenti

- “grandi investimenti” in altri settori

Servizi moderni

- ITC

- SSC

- BPO

- attività di ricerca e sviluppo (es. sviluppo software) Programma di sostegno agli investimenti chiave per l’economia polacca

Sovvenzioni statali – settori prioritari

•sviluppare l’innovazione e la competitività dell’economia polacca Finalità degli aiuti

• 94 programmi per un totale complessivo di 20 miliardi di PLN (dal 2004)

• 55.800 nuovi posti di lavoro

Risultati ottenuti

(12)

Fondi UE per la Polonia: 100 miliardi di EUR per il ciclo 2014-2020

Programmi operativi co-finanziati attraverso i Fondi strutturali (82,5 mld EUR + contributi nazionali)

6 Programmi operativi (55,3%) 16 Programmi operativi regionali (37,9%)

Fonte: Ministero per le Infrastrutture e lo Sviluppo, giugno 2014

(13)

Fonte: UNCTAD, Indagine sulle prospettive degli investimenti globali 2014, Rapporto sugli investimenti globali, giugno 2015

Indagine sulle prospettive degli investimenti globali

Principali vantaggi della Polonia

• Situazione economica stabile

• Mercato in crescita

• Dimensioni del mercato interno

• Accesso ai mercati regionali

• Cooperazione con i fornitori

• Sistema di incentivi agli investimenti

La Polonia si posiziona al 20°posto nella classific a delle migliori

economie “ospiti” a livello globale

(14)

Polonia: leader della crescita in Europa

Fonte: Indagine sull’attrattività europea di Ernest&Young, maggio 2015

1

°

posto nella regione dell’Europa centro-orientale – il paese più “attraente”

in cui svolgere un’attività d’impresa

1

°

posto per numero di progetti di investimento nell’Europa centro- orientale (132 progetti, aumento di 23%)

3

°

posto in Europa per numero di posti di lavoro creati grazie agli IDE (15.485 posti di lavoro – dopo Regno Unito e Russia)

2

°

posto in Europa per numero di posti di

lavoro creati per ciascun progetto

(15)

Fonte: Inchiesta congiunturale CEE 2015, AHK Polonia

Fareste di nuovo la stessa scelta?

(16)

Perché la Polonia?– Riepilogo

Risorse umane qualificate

Contesto imprenditoriale sviluppato

Posizione strategica e contesto economico solido

Sistema di incentivi efficace

(17)

Grazie per l’attenzione!

00-585 Varsavia, ul. Bagatela 12

tel. (+48 22) 334 98 00, fax (+48 22) 334 99 99

e-mail: post@paiz.gov.pl

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :