Il circuito

10  Download (0)

Full text

(1)

Soluzione alternativa

Nella soluzione vista, gli stati sono codificati col numero minimo di bit (4stati  bastano 2bit, perché 22≥ 4).

Un’alternativa possibile è di utilizzare tanti flip-flop quanti sono gli stati.

In ogni istante, il bit corrispondente allo stato corrente, contiene il valore uno, tutti gli altri zero.

Es: codifichiamo gli stati con i quattro bit S0, S1, S2, S3 1, 0 , 0 , 0 : aperto

0 , 1, 0 , 0 : in chiusura 0 , 0 , 1, 0 : in apertura 0 , 0 , 0 , 1: chiuso

Svantaggio di questa strategia: ci vogliono più flip-flop!

Vantaggio: forse (a volte) i circuiti vengono più semplici e più veloci

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 24 -

Il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 25 -

S0

D Q

MO RCout MA

CA

FC CC

RC0

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC1 RC2 RC2

Clock

(2)

In chiusura S2 vero, gli altri falsi Aperto S3 vero, gli altri falsi

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 26 -

Clock

MO MA

CA FC CC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

Aperto In chius In apert Chiuso

RCout

RC0 RC1 RC2 RC3

Chiuso In apertura In chiusura Aperto

Calcolo delle uscite

Riscriviamo la dipendenza tra stati e uscite come tavola delle verità NB: è un caso particolare che le uscite dipendano solo dallo stato.

Potrebbero dipendere anche dagli ingressi. Ma si può sempre

descrivere il comportamento desiderato con una macchina a stati in cui le uscite dipendono solo dagli stati.

S3 S2 S1 S0 MO MA

MO = S1 + S2

MA = S1 0 0 0 1

0 0 1 0 0 1 0 0 1 0 0 0 Chiuso

In apertura In chiusura Aperto

0 X 1 1 1 0 0 X

(3)

Il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 28 -

Clock

MO MA

CA

FC CC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC0 RC1 RC2 RC3

chiuso In apertura In chiusura aperto

Definizione di RC0

RC0 produce il valore 1 quando lo stato prossimo è S0, 0 altrimenti CA falso in stato S0

CA falso e FC vero in stato S2

S0’ = 1 sse S0 /CA + S2 /CA FC

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 29 -

S0 [0X]

S1 [11]

S2

[10] S3

[0X]

10X

01X

001 101 011 0X1

00X 10X 000 010 100

0X0 0XX

10X chiuso

aperto in apertura in chiusura

(4)

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 30 -

RC0

Clock CA FCCC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC1 RC2 RC3

S0’ = 1 sse S0 /CA + S2 /CA FC

Definizione di RC1

RC1 produce il valore 1 quando lo stato prossimo è S1, 0 altrimenti CA vero e CC falso in stato S0 o in stato S2

FC falso in stato S1

S1’ = 1 sse S2 CA /CC + S0 CA /CC + S1 (/CA /FC + /CC /FC) = CA /CC (S2 + S0) + S1 /FC (/CA + /CC)

S0 [0X]

S1 [11]

S2 [10]

S3 [0X]

10X

01X

001 101 011 0X1

00X 10X 000 010 100

0X0 0XX

10X chiuso

aperto in apertura in chiusura

NB: /CA + /CC = 1, non potendo mai essere CA CC

(5)

Il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 32 -

Clock

MO MA

CA FCCC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC2 RC3

RC1

RC0 S1’ = CA /CC (S2 + S0) + S1 /FC

Definizione di RC2

RC2 produce il valore 1 quando lo stato prossimo è S2, 0 altrimenti CA e FC entrambi falsi in stato S2

CA falso e CC vero in stato S3

S2’ = 1 sse S2 /CA /FC + S3 /CA CC

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 33 -

S0 [0X]

S1 [11]

S2 [10]

S3 [0X]

10X

01X

001 101 011 0X1

00X 10X 000 010 100

0X0 0XX

10X chiuso

aperto in apertura in chiusura

(6)

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 34 -

Clock CA FCCC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC3 RC2

RC0 RC1

S2’ = S2 /CA /FC + S3 /CA CC

Definizione di RC3

RC3 produce il valore 1 quando lo stato prossimo è S3, 0 altrimenti FC vero in stato S1

CC falso in stato S3

S3’ = 1 sse S3 /CC + S1 FC S0

[0X]

S1 [11]

S2 [10]

S3 [0X]

10X

01X

001 101 011 0X1

X0X 000 010 100

0X0 0XX

10X chiuso

aperto in apertura in chiusura

(7)

Il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 36 -

RC3

Clock

MOMA

CA FCCC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC0 RC1 S3’ = S3 /CC + S1 FCRC2

Il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 37 -

RC3

Clock

MOMA

CA FCCC

S0

D Q

S1

D Q

S2

D Q

S3

D Q

RC0 RC1 RC2

(8)

Non abbiamo specificato come portare il circuito nello stato iniziale.

Si può usare un ulteriore ingresso di “reset”.

Nell’esempio visto, è particolarmente importante che lo stato del circuito rispecchi lo stato del cancello vero!

Nella realizzazione con un bistabile per ogni stato, bisogna assicurare che all’inizio uno e un solo bistabile contenga 1!

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 38 -

Esempio di FSM

tre stati

due output (B e C) un input (A)

𝐴 𝐴̅

𝐴̅

𝐴

𝐴̅

𝐴 𝐵, 𝐶

𝐵, 𝐶̅

𝐵, 𝐶

𝐴

𝐵

𝐶

(9)

Un altro esempio di FSM

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 40 -

“pulito”

(in campo)

ammonito

(in campo)

espulso

(in panchina)

diffidato

(in campo)

diffidato e ammonito

(in campo)

squalificato (in panchina)

= fine partita &

inizio partita successiva

Esercizio: progettare il circuito

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 41 -

(in campo)

(in panchina)

(10)

1) Quando si è in panchina, non arrivano mai cartellini 2) Ad ogni ciclo di clock, al più un solo input alla volta è set 3) I tre segnali durano un ciclo di clock ciascuno

(per es,

se «giallo» è 1 per due cicli di clock successivi, sono due gialli!) (esercizio ulteriore: usare latch-SR per migliorare questa ipotesi) Scelta: per memorizzare lo stato, usiamo 6 flip-flop

quello che corrisponde allo stato attuale vale 1, gli altri 0

Questo porta ad usare più flip-flop, ma (a volte) a circuiti più semplici avremmo potuto limitarci invece a 3 flip-flop, (6 ≤ 23) per es:

000 : pulito 001 : ammonito

… o qualsiasi altro mapping.

Osservazione: in questo problema, l’output dipende solo dallo stato (e non anche dall’input)

Circuiti sequenziali

Architettura degli elaboratori - 42 -

100 : diffidato

101 : diffidato e ammonito

010 : espulso 011 : squalificato

Schema logico

3

computazione del prossimo

stato

(in campo) (in panchina) computazione

dell’output 6 flip-flipD

clock

Q

6 6

Figure

Updating...

References

Related subjects :