ASSESSORE VALESINI: CONSIGLIERE RIBOLLA:

Download (0)

Full text

(1)

1

Il Presidente propone la trattazione dell’ordine del giorno n. 65 avente per oggetto: approvazione schema di protocollo d'intesa tra il Comune di Bergamo, F.S. Sistemi Urbani S.r.l., Metropark S.p.A e T.E.B. S.p.A.

per la realizzazione di marciapiede per la linea tramviaria e l’ampliamento dell’attuale parcheggio d'interscambio presso la stazione ferroviaria di Bergamo.

ASSESSORE VALESINI:

Questa delibera riguarda l’approvazione del protocollo che andremo a sottoscrivere con Sistemi Urbani, Metropark e TEB, innanzitutto per la cessione di una striscia di circa cento metri quadrati tra l'area Sab e l'area del parcheggio Metropark, cessione che consentirà di realizzare la terza banchina a servizio del terzo ramo ferroviario della tramvia delle valli.

Questa cessione e la realizzazione di questa banchina avranno come effetto la possibilità di intensificare la presenza della linea tranviaria soprattutto negli orari di punta, esigenza che si era manifestata, ovviamente, nei mesi precedenti all'emergenza Covid per l’incremento costante del numero di passeggeri;

ma risulta comunque in prospettiva, dentro le condizioni di emergenza, una ulteriore necessità per dilatare e diluire la presenza e l’afflusso sui vagoni degli stessi passeggeri.

Dentro questo accordo unitamente alla cessione, ricordo per un valore di 30.000 euro che verranno riconosciuti direttamente da TEB, si prevede anche, se vogliamo dire come contropartita, anche se di fatto è un servizio aggiuntivo, l'allargamento anche del parcheggio Metropark già presente. Oggi è un parcheggio che prevede circa 124 posti auto, ne vengono a mancare 16 per la cessione di quella porzione di area che riportavo, l'ampliamento che verrà realizzato nella zona magazzini porterà ad accrescere la dotazione di posti auto di altri 60 per un totale, se ricordo bene, di 168 posti auto.

Questo intervento verrà riconosciuto attraverso il rilascio di un permesso di costruire in deroga e quindi, come riportato in commissione, passerà nuovamente all'attenzione e al vaglio del Consiglio comunale. Oggi stiamo semplicemente approvando il protocollo che quadra e definisce gli accordi tra le parti, protocollo che però ha una sua rilevanza. È da lungo tempo che si stava provando a trovare questo accordo con Sistemi Urbani proprio per gli evidenti aspetti di interesse generale e pubblico che va a realizzare.

Io annuncio il voto favorevole della Lega su questa importante delibera. Un protocollo d'intesa che risolve un problema relativo al terzo binario della TEB, un problema che c'era stato sottolineato anche da tanti utenti della Valle Seriana, e per questa questione voglio anche ringraziare l'onorevole Daniele Belotti e la senatrice Simona Pergreffi, perché si sono occupati a Roma dello sblocco della situazione, e voglio ricordare che erano due anni che la TEB, contattato Scarfone, stava attendendo da FS il via libera per la cessione di questi 110 metri quadri per la realizzazione del terzo binario, 110 metri quadri che erano attualmente inutilizzati da parte delle Ferrovie, e grazie all'interessamento dei colleghi siamo riusciti a sbloccare questa situazione e a fornire adesso il via libera per il terzo binario, quindi per un servizio che sicuramente sarà

CONSIGLIERE RIBOLLA:

(2)

2

potenziato, un servizio che, come ha detto l'assessore, è molto utilizzato soprattutto negli orari di punta, adesso con l’emergenza Covid credo un po’ di meno, però negli orari di punta ha creato problemi di sovraffollamento che andavano quindi risolti.

CONSIGLIERA PECCE:

In questa delibera si prospetta un miglioramento del servizio della TEB, come è stato sottolineato anche in commissione, perché dovrebbe aumentare - naturalmente in questo periodo non si possono fare progetti e piani - la frequenza della linea e vorrebbe dire anche andare nell'ottica di diminuire nelle fasce di punta l'assembramento di passeggeri.

Ribadisco, come diceva anche il collega Ribolla, che questa è una buona soluzione sia per quanto riguarda la banchina che si dovrà costruire per il terzo binario, sia per quanto riguarda l'allargamento del parcheggio, che da sedici parcheggi che vengono tolti se ne aggiungono settanta per un totale di 168 posti Parcheggio che però in questo modo si va a incuneare in un'area molto particolare, l'area che confina con la zona Italcementi, il deposito, eccetera, che è un po' una terra di nessuno. Avevo già anticipato anche in commissione che bisognerà essere molto attenti nel momento in cui, come ribadiva l’assessore Valesini, ci sarà il permesso di costruire. Bisognerà provvedere a indicare dei mezzi per costituire dei presidi di sicurezza, che possono essere l'illuminazione, la videosorveglianza, la vigilanza, i vigilantes, una recinzione fatta bene, perché la parte finale di questo parcheggio, che è quella che si va ad allargare, è proprio nella zona più pericolosa.

Ci si chiedeva se in effetti potrà essere ottimizzato il parcheggio che si dichiara viene utilizzato completamente, ma forse a volte non lo è, e la domanda è proprio questa, forse è proprio la mancanza di sicurezza. Abbiamo visto in alcuni sopralluoghi anche una certa sporcizia e la frequentazione di gente che si nasconde per utilizzare la droga. Quindi una migliore situazione di presidio potrebbe essere utile per uno sfruttamento più completo di questo parcheggio. Sicuramente è utile, perché è un parcheggio che va a lavorare su tutto il sistema intermodale, non soltanto sul movimento della TEB.

Quindi ribadisco, come diceva anche il collega Ribolla, il voto favorevole della Lega.

È vero che si perdono 16 posti e se ne guadagnano però 70. Di solito in questi casi Metropark e anche Sistemi Urbani utilizzano il metodo del do ut des, cioè per avere la banchina di un metro mezzo hanno chiesto un allungamento su un peduncolo verso sud di altri 70 posti, però è questo il modo di operare.

CONSIGLIERE CECI:

Riassumo brevemente quello che è stato detto in commissione. Anche l'assessore Valesini ha potuto verificare quanto complicato sia parlare, discutere, confrontarsi con Metropark e con Sistemi Urbani, la stessa difficoltà che avevo incontrato io per arrivare all’inaugurazione di quel parcheggio.

La delibera va nel senso di permettere un miglior utilizzo dei binari, perché se ricordo bene si passa con la banchina da due a tre binari utilizzabili, e quindi si rende più facile l’utilizzo da parte degli utenti e della stessa TEB, della T1 e speriamo a breve della futura T2.

(3)

3

Quindi ho chiesto all’assessore Valesini due cose: la prima è la possibilità di estendere, e questo è di competenza anche dell’assessore Zenoni, l’utilizzo del kiss and ride molto utile per quanto riguarda la stazione sia autolinee, ferroviaria e tramviaria da 15 minuti a 20 minuti, perché il servizio, per chi l’ha utilizzato, si è dimostrato, ripeto, molto utile, molto vantaggioso, e poi di attuare, sempre di concerto con l’assessore alla mobilità, politiche tariffarie basse, nel senso che la zona è strategica, è un polo intermodale quasi unico in Italia, che riunisce tranvia, ferrovia e gomma, e quindi questo parcheggio è utilissimo a condizione che le tariffe siano adeguate e a condizione che si venga incontro all'utenza, non si lascino le macchine sparpagliate lungo la strada, lungo la piazza, ma per prelevare parenti o per lasciare parenti questo periodo di kiss and ride venga portato dagli attuali 15 minuti ai 20 minuti. Queste erano le due indicazioni, per il resto il nostro voto sarà assolutamente favorevole perché è in continuità con quello che è stato fatto anche dalle passate Amministrazioni.

(Entrano in aula gli assessori Gandi, Ghisalberti, Zenoni e il consigliere Stucchi; sono presenti n. 33 consiglieri).

CONSIGLIERE MINUTI:

Esprimo il parere favorevole del gruppo civico Bergamo Ideale. Le motivazioni principalmente sono due:

una è quella di aggiungere un binario in più alla tranvia, quindi in questa fase in cui il traffico è limitato per l’emergenza Covid prevedere però già un intervento che potrà andare a regime quando ci sarà un nuovo forte utilizzo della linea sicuramente è importante, e in qualche modo ci porterà avanti per poter dare un servizio adeguato nel momento della ripresa; l’altro per l’aumento dei parcheggi, che invece saranno molto importanti in questa fase intermedia, in cui probabilmente il trasporto pubblico sarà sottoutilizzato per ovvi motivi dati dalle norme igienico-sanitarie, e anche dal timore di alcuni utenti, quindi in questo momento l’utilizzo auto, che potrebbe anche prolungarsi per un periodo abbastanza lungo, potrebbe essere utile.

Per cui per queste due motivazioni il parere su questa delibera è favorevole.

CONSIGLIERA MILESI:

L'intervento che volevo fare è che questo è un primo passo di una sistemazione di una zona di uno scalo ferroviario oggi interessato da una parte che possiamo dire con una forte insicurezza e di degrado all'interno di quest'area dei sistemi urbani, che sarà oggetto di intervento importante di rigenerazione urbanistica e di

Andiamo a trattare una delibera che è un protocollo di intesa, per cui è una prima fase, ed in questa prima fase abbiamo questi due capitoli importanti: da una parte la realizzazione della nuova banchina e questo terzo binario prezioso proprio in ambito di emergenza. Considerata l'emergenza, il distanziamento fisico che siamo chiamati per tempi medio-lunghi, direi che è prezioso avere una terza banchina. Dall'altra parte un'implementazione del parcheggio; sistemando il parcheggio antistante la realizzazione di questo terzo binario, la configurazione dal parcheggio a pettine a parcheggio in linea, ragioniamo in totale con 168 posti auto.

(4)

4

riqualificazione dell'intera zona nell'ambito dello scalo ferroviario che ridisegnerà tutto il futuro della città e stiamo parlando di Porta Sud. Ovviamente questa è una prima parte, e sappiamo benissimo la fragilità che può avere e la sicurezza che richiama questo ambito, però ricordiamoci che c'è un capitolo importante dove si ridisegneranno, magari si ricapitolerà, o si ridefinirà quello che è il capolinea della TEB che oggi accoglie solo lo scalo della Val Seriana, poi accoglierà lo scalo della Val Brembana, per cui c'è in divenire tutta una serie di progettazione e di progettualità in corso.

Ovviamente ringraziamo l'assessore Valesini e tutti i tecnici che hanno partecipato a questo protocollo di intesa complicato e complesso. Il voto del Partito Democratico è favorevole.

CONSIGLIERA NESPOLI:

Il voto della Lista Gori è favorevole e solo un grazie all'assessore e agli uffici che hanno lavorato a questo protocollo d'intesa. Non aggiungerei altro perché mi sembra che le osservazioni sono emerse bene sia dalla minoranza, che dall'intervento della consigliera Milesi, per cui visto che la serata è lunga, non mi resta che ringraziare e passare parola ai colleghi successivi.

CONSIGLIERE CREMASCHI:

Assolutamente a favore del rafforzamento del trasporto su ferro, anche in prospettiva di Porta Sud sullo sviluppo della connessione con la stazione ferroviaria e quindi la creazione di un vero polo intermodale.

Sul parcheggio, che io frequento parecchio, io non ho l'impressione che sia così utilizzato, ma evidentemente ce l'hanno i concessionari se prevedono di usare dei posti in più.

Credo, ne avevo già parlato con l’assessore Zenoni, non so se magari poi sa darmi qualche informazione in più, che occorra fare una forte operazione di comunicazione sull'utilizzo della fascia kiss and ride, cioè della sosta breve. La situazione, soprattutto nelle ore di punta, lì è paranoica, perché le auto parcheggiano fuori, forse temono che non sia vero di non pagare, comunque è scarsamente comunicata e scarsamente visibile questa operazione di sosta breve. Andrebbe anche un po' risistemato il traffico, perché gli autobus della Sab che entrano in quella situazione nelle ore di punta vivono un momento di delirio, si sentono suonare i clacson a distanza di chilometri, quindi credo che questo parcheggio meriterebbe una più decisa promozione, un più deciso utilizzo da parte degli utenti, sia a lungo termine che a breve termine. In questo senso l’informazione che chiedevo era se ci sono i dati di quanto viene utilizzato il parcheggio, sia della fascia a lunga sosta, sia della fascia breve.

CONSIGLIERA COTER:

Soltanto per dichiarazione di voto. Anche il Movimento 5 Stelle è a favore. Non esprimo altro perché il pensiero in questo momento è molto simile agli elementi che ha già espresso il consigliere Cremaschi, quindi li sposo in pieno.

(5)

5 ASSESSORE VALESINI:

Un intervento molto rapido per confermare e ribadire quello che ricordava il consigliere Ribolla, nel senso che questo è l'esito di un lavoro congiunto, fatto anche con l’interessamento dei parlamentari che ricordava il consigliere, e quando ciò avviene credo sia anche da parte della Giunta giusto sottolinearlo, un risultato che, come si diceva, era atteso da tempo.

Rispondo perché l’ha posta come domanda anche la consigliera Pecce in merito al tema della sicurezza.

Ricorda bene la consigliera sulla situazione di degrado di quel tratto di scalo ferroviario, l'intervento riguarda proprio quel tratto lasciato nello stato di abbandono che ricordava. Bisognerà, perché siamo tutti consapevoli della delicatezza dell'area, intervenire anche con altre dotazioni che aumentino il livello di sicurezza, ma come ho già ricordato in commissione rimando questo approfondimento quando porteremo il permesso di costruire.

Sugli altri due interventi, quello del consigliere Ceci e del consigliere Cremaschi, riguardano temi che interrogano soprattutto il collega Zenoni e quindi lascerei a lui la parola.

ASSESSORE ZENONI:

Ringrazio i consiglieri che sono intervenuti, in particolare il consigliere Ceci ricorda molto bene la storia di questo parcheggio, perché fu inaugurato sotto la sua Amministrazione. Gli concedo anche volentieri l'onore delle armi, nel senso che io ero più scettico sull'apertura di questo parcheggio quando era stato presentato, ma la sua funzione nel tempo si è connotata come utile, quindi sono disponibile a riconoscergli questa idea, ed in particolare la prima parte del mandato precedente era proprio servita a noi, a me in qualità di nuovo assessore, a concordare questa funzione di kiss and ride con Metropark che ha portato ad alcune non scontate decisioni rispetto alla strategia di Metropark in generale, tra cui quindici minuti di sosta gratuita e delle tariffe che sono onestamente già sufficientemente calmierate rispetto ad uno standard generale. Vi ricordo che Metropark accettò anche di avere la tariffa alla mezz'ora, quindi non scatta immediatamente l'ora piena ad un euro e la tariffa all’ora piena a 1,50 euro, che è sensibilmente inferiore rispetto a quella della sosta su strada in quella zona.

In particolare poi, dopo un primo tentativo da parte di Metropark, finisco rapidamente la cronistoria, di connotare il parcheggio esclusivamente sulla rotazione, era invece addivenuta a migliori consigli, anche su nostra insistenza, aprendo al fronte abbonamenti con delle tariffe molto allineate con quanto già avviene nel parcheggio in struttura gestito da ATB poco distante. Stiamo parlando di un abbonamento che scende fino a 40 euro al mese per chi è titolare di un abbonamento di trasporto pubblico. Quindi stiamo parlando di poco più di 1 euro al giorno, quindi una tariffa sicuramente competitiva, e la mia speranza è che questa espansione di posti auto di cui si parla oggi in questa delibera possa in particolare soddisfare la lista d'attesa, o comunque soddisfare un aumento dell'offerta di posti in abbonamento per le ragioni che sono state ricordate anche dal consigliere Minuti, cioè la possibilità di favorire anche un interscambio tra il mezzo pubblico e il mezzo privato in questa zona e/o in parte sulla rotazione, sul kiss and ride.

(6)

6

Non ho ovviamente nessun problema a ricontattare Metropark, e vado in conclusione, per eventualmente valutare anche in relazione a questa espansione un eventuale aumento dei minuti di kiss and ride. Devo dire che era stata abbastanza complessa già in origine questa trattativa, ed era caduta quindi su questo quarto d'ora, devo dire che magari in virtù questa espansione che in parte è legata all'acquisizione dell'area della TEB, quindi in realtà uno scambio già è in essere tra l'interesse pubblico e l'interesse della società del parcheggio, ma se si può portare a casa, perdonatemi l'espressione un po' gergale, qualcosa in più molto volentieri, quindi riprenderò senz’altro i contatti dopo l'approvazione di questa delibera.

Sul tema della pubblicizzazione qualcosa il Comune aveva fatto a livello di suoi canali, sicuramente si può fare di più. In parte bisogna tenersi però sul confine tra il fatto che sia un parcheggio gestito da una società privata per la quale il Comune ovviamente può sollecitare l'introduzione di elementi anche visivi, cartelli, pannelli più vistosi, ma non può sostituirsi economicamente alla pubblicizzazione completa di un parcheggio di questa natura. Faremo comunque il più possibile sentendo la società, anche su questo c'era stato un po' di travaglio, perché per arrivare al pannello luminoso ci era voluto forse anche più di un anno, e nello stesso tempo il caos che viene descritto e che talvolta si verificava - oggi non sappiamo dire cosa succederà in particolare in quel collo di bottiglia che dà l'accesso al parcheggio - in parte è determinato da persone probabilmente consapevoli dell'esistenza del kiss and ride, ma che per ragioni di comodità decidono comunque di rimanere all'esterno e quindi si attestano in una zona in cui non dovrebbero, in parte forse con una migliore informazione si può raggiungere di più l'utenza e quindi segnalarla.

Anche sul tema autobus avevamo fatto un confronto con Sab, all'epoca non era possibile pensare di gestire, cosa che sarebbe ottimale, l'ingresso esclusivamente dalla via Bono, quindi poco più avanti, dove ci sono le pensiline di fronte, cosa che invece alleggerirebbe quell’imbuto che oggi si crea. Anche su questo possiamo risentire la società per capire se la posizione in merito è mutata nel frattempo, però gli stimoli che sono arrivati dai consiglieri sono molto chiari. A valle di questo accordo riprenderemo sicuramente i contatti con Metroparck per provare a soddisfare le richieste che sono state espresse.

CONSIGLIERA PECCE, per dichiarazione di voto:

Ribadisco che siamo favorevoli a questo progetto, però prendo l'occasione al balzo, visto che è stato ricordato che questo è un progetto che si inserisce nel più grande quadro di Porta Sud, per invitare l'assessore Valesini in particolare a riprendere il discorso di Porta Sud in modo tale che ci sia una presentazione di quello che è stato elaborato alla fine della precedente Amministrazione, possiamo condividere con tranquillità il progetto e non procedere a spizzichi e bocconi. Siamo tutti d'accordo su questo, però sarebbe bello avere il quadro completo della situazione di Porta Sud, che è veramente un progetto molto importante della città ed è molto, molto ampio.

Poiché nessun altro chiede la parola, il Presidente

Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 33 voti favorevoli (Amaddeo, Bianchi, Bottaro, Bruni, Carrara, Ceci, Conti, Coter, Cremaschi, De Bernardis,

mette in votazione palese la proposta di deliberazione presentata dalla Giunta comunale.

(7)

7

Deligios, Facoetti, Gori, Milesi, Minuti, Nespoli, Nosari, Paganoni, Pecce, Raineri, Ribolla, Riccardi, Rota, Rovetta, Russo, Ruzzini, Serra, Stucchi, Tironi, Togni, Tremaglia, Vergalli, Zaccarelli).

Il Presidente proclama l’esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che la preindicata proposta di deliberazione è stata approvata all’unanimità nel testo allegato.

(8)

8

“”

IL CONSIGLIO COMUNALE

Vista l’allegata proposta, che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione.

Visti i pareri favorevoli espressi sulla suddetta proposta di deliberazione rispettivamente dal responsabile della direzione interessata in data 23/04/2020 in ordine alla sola regolarità tecnica e dal responsabile di ragioneria in data 26/04/2020 in ordine alla sola regolarità contabile, ai sensi dell’art. 49, c.1, del D. Lgs.

267/2000.

Visto il parere favorevole espresso dal segretario generale sotto il profilo di legittimità, ai sensi dell'articolo 27, c. 2, dello statuto comunale.

Visto il parere favorevole espresso dalla 3^ Commissione consiliare permanente nella seduta del 30.04.2020.

Visto il decreto legislativo del 14 marzo 2013 n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

Preso atto degli allegati al presente provvedimento, depositati agli atti.

Ritenuto di accogliere tale proposta per i motivi ivi indicati, ai quali si fa integrale rinvio

D E L I B E R A

1. di approvare l'allegato schema di protocollo d'intesa tra il Comune di Bergamo, F.S. Sistemi Urbani S.r.l., Metropark S.p.A e T.E.B. S.p.A. per la realizzazione di marciapiede per la linea tramviaria e l’ampliamento dell’attuale parcheggio d'interscambio presso la stazione ferroviaria di Bergamo;

2. di dare atto che la presente deliberazione non comporta impegno di spesa, né diminuzione di entrata;

3. di dare atto che il presente provvedimento sarà pubblicato nel sito internet del Comune, nella sezione

“Amministrazione trasparente”, ai sensi dell’art. 23 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, recante il

“Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

“”

(9)

9

Il Presidente invita il Consiglio comunale, mediante votazione palese, a dichiarare immediatamente eseguibile la predetta deliberazione ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. Lgs. 267/2000.

Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 33 voti favorevoli (Amaddeo, Bianchi, Bottaro, Bruni, Carrara, Ceci, Conti, Coter, Cremaschi, De Bernardis, Deligios, Facoetti, Gori, Milesi, Minuti, Nespoli, Nosari, Paganoni, Pecce, Raineri, Ribolla, Riccardi, Rota, Rovetta, Russo, Ruzzini, Serra, Stucchi, Tironi, Togni, Tremaglia, Vergalli, Zaccarelli).

Il Presidente proclama l’esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che la preindicata proposta di deliberazione è stata resa immediatamente eseguibile ad ogni effetto di legge.

Figure

Updating...

References

Related subjects :