PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica

Testo completo

(1)

PiroVas

ThermoVas

Caldaie a legna a

combustione tradizionale

e pirolitica

(2)

Caldaie a legna

a combustione tradizionale e pirolitica

PiroVas - ThermoVas

Bongioanni Caldaie da sempre sensibile ai problemi energetici e ambientali, amplia ulteriormente la sua gamma per proporre sistemi di riscaldamento che utilizzano fonti di energia alternativa e rinnovabile.

Le caldaie in ghisa per il solo riscaldamento a combustibile solido sono una valida soluzione agli attuali problemi energetici, in quanto adatte a funzionare a legna, una fonte d’energia rinnovabile e facilmente reperibile.

Nel rispetto di questa filosofia, le caldaie a legna Bongioanni sono progettate per ottenere rendimenti ed emissioni inquinanti decisamente migliori rispetto ai requisiti stabiliti dalle normative vigenti per questo tipo di generatori.

Le caldaie a legna sono facili da gestire e risultano specialmente indicate per l’installazione in zone dove le particolari condizioni rendono difficile l'impiego di altre fonti energetiche tradizionali (es. seconde case di montagna, villette in campagna ecc.).

Possono gestire autonomamente impianti per solo

riscaldamento oppure per riscaldamento e acqua sanitaria, se collegate ad un bollitore ad accumulo.

Inoltre, possono essere utilizzate come sistema integrativo di impianti di riscaldamento a gas o gasolio o essere abbinati a sistemi di solare termico per la produzione di acqua calda per uso sanitario.

La legna, inoltre, ha un costo decisamente inferiore rispetto agli altri combustibili tradizionali e consente di ottenere un notevole risparmio economico. Riscaldarsi a legna costa infatti fino al 50-60% in meno rispetto al metano.

Le caldaie a legna Bongioanni sono proposte nella versione tradizionale a fiamma diretta e triplo giro fumi con potenze da 21,2 a 35,2 kW e nei modelli a fiamma rovesciata a

combustione pirolitica nelle potenze di 24,1 e 32,9 kW.

Questa ampia gamma di modelli consente di soddisfare le più svariate esigenze di riscaldamento, sia esclusivo sia in abbinamento ad altri sistemi.

(3)

Le caldaie a legna rappresentano una valida alternativa ai sistemi di

riscaldamento tradizionali e consentono numerose soluzioni impiantistiche sia come installazione esclusiva, sia in abbinamento a caldaie o a pannelli solari.

L‘elevata affidabilità, l’utilizzo di una fonte rinnovabile e i bassi costi di gestione la rendono una soluzione ecologica e conveniente.

Il sovradimensionamento delle camere di combustione consente una grande autonomia di esercizio (riducendo il numero di cariche di combustibile) e quindi una maggiore comodità per l’utente.

Inoltre, per questa tipologia di apparecchi, la normativa di riferimento (Norma EN303.5) stabilisce le condizioni di prova per la misurazione delle prestazioni in termini di efficienza ed emissioni, riferendole ad un

funzionamento medio di 2 ore senza nessun reintegro della carica iniziale di legna.

La ghisa offre un’ottima resistenza alla corrosione.

Uno spesso strato isolante di elevata densità che riveste il corpo in ghisa limita le dispersioni termiche.

Facilità di installazione e manutenzione.

L’installazione di una caldaia a legna comporta la realizzazione di impianti con una complessità leggermente superiore a quella dei sistemi tradizionali.

Tuttavia, le caldaie Bongioanni sono progettate per agevolare le operazioni di installazione (ingombri contenuti, facilità di assemblaggio).

Gli interventi di manutenzione sono ridotti grazie alla conformazione autopulente delle alettature della camera di combustione.

I passaggi fumi sono di facile accesso e pulizia.

La pulizia delle parti interne della caldaia mantiene il rendimento ai massimi livelli e limita le emissioni in atmosfera.

L’ampia porta di carico agevola le operazioni di introduzione della legna.

La legna da ardere contiene elevate percentuali di umidità (il 25% anche dopo due anni di essiccamento al coperto).

Per questo, un corretto stoccaggio, in luoghi protetti, asciutti e moderatamente ventilati, riduce il grado di umidità e lo sporcamento della caldaia, migliorando la resa termica.

(4)

PiroVas

Caldaie a legna

a combustione pirolitica

Caldaia a basamento in ghisa a legna

a combustione pirolitica a fiamma rovesciata

Il residuo di umidità contenuto nella legna da ardere (pari al 25% anche dopo due anni di essiccamento al coperto) riduce notevolmente la resa della legna e il rendimento della caldaia.

La caldaia PiroVas sfrutta il principio della pirolisi: il combustibile inserito viene preventivamente essiccato e gasificato.

ll primo procedimento che avviene nella camera di carica (superiore), una volta che si è provveduto alla carica e all’accensione, è l’essiccamento.

Le sostanze volatili che si liberano nel processo generano il gas di combustione che, miscelandosi con l’aria che affluisce nella camera di carica attraverso apposite prese d’aria, brucia con fiamma rovesciata all’interno della camera inferiore (camera di combustione).

L’immissione di aria forzata alla base della fiamma completa l’ossidazione (da CO a CO2), ottimizzando la combustione.

Normalmente in questa fase si libera una forte umidità che, fissandosi sulle pareti interne, forma uno strato di materiale altamente corrosivo, che rischia di causarne il deterioramento.

Nelle caldaie PiroVas la grande superficie di scambio, la conformazione delle alettature del percorso fumi ed il bruciatore in materiale refrattario, assicurano un’ottima resistenza agli agenti corrosivi e rendimenti costanti nel tempo (effetto autopulente).

Questo procedimento di gassificazione consente di aumentare notevolmente il rendimento e di ridurre contestualmente le emissioni inquinanti, ottenendo valori decisamente migliori rispetto a quelli previsti dalla normativa UNI-EN 303.5.

Caratteristiche principali

Le caldaie PiroVas sono disponibili in 2 modelli con potenze di 24,1 e 32,9 kW.

Agendo sia sulle prese d’aria (regolazione meccanica), sia sul ventilatore, è possibile modificare la potenza erogata dalla caldaia, adeguandola ai reali carichi termici dell’impianto, ottimizzando lo sfruttamento del carico.

(5)

700

1200

P 700

870

120

Ø 150

Disegno tecnico Schema di funzionamento

Testo per capitolato PiroVas

· Caldaia a basamento in ghisa a legna a combustione pirolitica a fiamma rovesciata

· Classe 3 secondo norma EN303.5

· Corpo caldaia in ghisa EN GJL 200 costituito da un elemento posteriore, un numero variabile di elementi intermedi, un elemento testata anteriore, assemblati tramite biconi in acciaio, rivestito

con un materassino isolante di elevata densità per limitare le dispersioni termiche.

· Potenza termica utile: di 24,1 e 32,9 kW

· Dimensioni compatte

· Rendimento diretto nominale conforme a Norma EN303.5

· Ampio portellone di carica della legna

· Ampia autonomia di funzionamento a pieno carico di legna

(superiore alle 2 h)

· Leva di apertura porta di carico con protezioni anti scottatura in morbida gomma

· Ventilatore regolabile per l’immissione di aria secondaria

· Camera di combustione provvista di alettature autopulenti

Quadro comandi provvisto di:

· Interruttore principale

· Segnalazione alimentazione elettrica

· Termometro caldaia

· Attivazione procedura di carico

· Spia temperatura minima fumi

· Fusibile

· Termostato sicurezza termica a riarmo manuale

· Termostato regolazione temperatura caldaia

· Arresto forzato del ventilatore

· Selettore estate inverno

· Spia legna esaurita

· Spia ventilatore

Scheda tecnica caldaie PiroVas

Caratteristiche Unità PiroVas 25 PiroVas 35

Dati generalità caldaia

Classe apparecchio 3 3

Num. di elementi 5 7

Potenza utile e media nominale kW (kcal/h) 24,1 (20.640) 32,9 (28.300)

Depressione al camino (min/max) mbar 0,25/0,35 0,25/0,35

Temperatura massima ammessa °C 110 110

Temperatura di esercizio (campo) °C 70-85 70-85

Temperatura di ritorno minima ammessa °C 50 50

Pressione massima d’esercizio (PMS) bar 4 4

Dati elettrici

Alimentazione elettrica V/Hz 230/50 230/50

Potenza elettrica assorbita max W 120 120

Dati combustione

Durata di una carica h ≥ 2 ≥ 2

Lunghezza ideale del ciocco cm 33 50

Perdita di carico lato acqua∆T = 15°C mbar 30 50

Perdita di carico lato acqua ∆T = 20°C mbar 18 30

Contenuto d'acqua in caldaia l 70 88

Dati dimensionali

Diametro del raccordo al camino mm 150 150

Dimensioni della porta LxH mm 43x25 43x25

Dimensioni della camera LxHxP mm 43x45x40 43x45x60

Volume camera di carico / combustione l 78 116

Dimensioni caldaia LxHxP mm 700x1200x900 700x1200x1100

Peso kg 410 520

(6)

ThermoVas

Caldaie a legna

a combustione tradizionale

Generatori di calore in ghisa

a combustione di legna a fiamma diretta.

Le caldaie ThermoVas sono dotate di corpo in ghisa EN GJL 200 di particolare qualità ed elevato spessore.

La grande superficie di scambio e le alettature del percorso fumi consentono di ottenere un’ottima resistenza agli agenti corrosivi rendimenti costanti nel tempo (effetto autopulente).

Caratteristiche principali

Le caldaie ThermoVas sono disponibili in 4 modelli con potenze da 21,2 a 35,5 kW.

Il corpo caldaia è concepito per ottimizzare lo sfruttamento del calore prodotto dalla combustione, tramite un triplo giro fumi:

Primo giro fumi: tramite un apposito passaggio ricavato nell’elemento posteriore, i prodotti della combustione vengono convogliati. Nella stessa zona viene immessa aria secondaria ad elevata temperatura che consente la completa ossidazione dei gas.

Secondo giro fumi: i gas provenienti dall’elemento posteriore vengono costretti in una zona munita di numerose alettature che favoriscono lo scambio termico e realizzate in modo da consentire l’imbocco del terzo giro. La conformazione dell’alettatura assicura l’autopulizia del corpo caldaia.

Terzo giro fumi: l’ultimo giro convoglia verso il raccordo camino i fumi che escono ad una temperatura relativamente bassa, dopo aver ceduto gran parte del calore. Una serranda di regolazione consente di agire sul tiraggio camino e un’apposita portina consente la pulizia dai residui della combustione.

È possibile modificare la potenza erogata dalla caldaia, adeguandola ai reali carichi termici dell’impianto e

ottimizzando lo sfruttamento del carico agendo sull’immissione di aria sottogriglia (tiraggio termostatico), sull’immissione di aria secondaria e tramite il regolatore di tiraggio camino.

Le caldaie ThermoVas sono dotate di termometro di visualizzazione della temperatura caldaia.

Accessori

· Attacco dedicato per tubo di sicurezza di serie

· Valvola di scarico termico

· Serpentina di scarico termico.

(7)

Testo per capitolato ThermoVas

· Caldaia a basamento in ghisa a legna a combustione tradizionale

· Classe 1 secondo norma EN303.5

· Corpo caldaia in ghisa EN GJL 200 costituito da un elemento posteriore, un numero variabile di elementi intermedi, un elemento testata anteriore, assemblati tramite biconi in acciaio, rivestito con un materassino isolante di elevata densità per limitare le

dispersioni termiche

· Potenza termica utile: da 21,2 a 35,5 kW

· Dimensioni compatte

· Rendimento diretto nominale conforme a Norma EN303.5

· Regolatore di tiraggio termostatico che provvede al controllo dell’immissione aria sottogriglia

· Regolatore aria secondaria

· Regolatore di tiraggio camino

· Termometro di visualizzazione della

temperatura caldaia

· Tecnologia a 3 giri di fumo.

· Ampio portellone di carica della legna

· Ampia autonomia di funzionamento a pieno carico di legna (superiore alle 2 h)

· Leva di apertura porta di carico con protezioni anti scottatura in morbida gomma

· Distribuzione aria secondaria con preriscaldamento

· Griglia a passaggio d’acqua

· Focolare con distanziatore tra carica e pareti

· Elemento posteriore con piolature lato fuoco ed elementi intermedi con alettature autopulenti

Accessori

· Attacco dedicato per tubo di sicurezza di serie

· Valvola di scarico termico

· Serpentina di scarico termico

Scheda tecnica caldaie ThermoVas

Caratteristiche Unità ThermoVas 21 ThermoVas 26 ThermoVas 31 ThermoVas 36

Dati generalità caldaia

Classe apparecchio (norma EN303.5) 1 1 1 1

Num. di elementi 4 5 6 7

Potenza utile e media nominale kW (kcal/h) 21,2 (18.230) 26,2 (22.530) 30,5 (26.230) 35,5 (30.270)

Depressione al camino (min/max) mbar 0,1/0,3 0,1/0,3 0,1/0,3 0,1/0,3

Temperatura massima ammessa °C 95 95 95 95

Temperatura di esercizio (campo) °C 40-90 40-90 40-90 40-90

Temperatura di ritorno minima ammessa °C 50 50 50 50

Pressione massima d’esercizio (PMS) bar 4 4 4 4

Dati combustione

Durata di una carica h > 2 > 2 > 2 > 2

Lunghezza ideale del ciocco cm 33 33 33 33

Perdita di carico lato acqua∆T = 15°C mbar 12 15 18 20

Perdita di carico lato acqua ∆T = 20°C mbar 10 12 14 17

Contenuto d'acqua in caldaia mbar 35 41 47 53

Dati dimensionali

Diametro del raccordo al camino mm 180 180 180 180

Dimensioni della porta LxH mm 380x300 380x300 380x300 380x300

Dimensioni della camera LxHxP mm 380x430x340 380x430x450 380x430x560 380x430x670

Volume camera di carico / combustione l 55 73 91 109

Dimensioni caldaia LxHxP mm 600x955x525 600x955x635 600x955x745 600x955x855

Peso kg 270 315 365 410

600

955

P 600

760

120

Ø 180

Disegno tecnico Schema di funzionamento

(8)

Bongioanni Caldaie S.r.l.

Strada Provinciale 422, 21

12010 San Defendente di Cervasca - (CN) Tel. +39- 0171- 687816

Fax +39- 0171- 857008 www.bongioannicaldaie.it info@bongioannicaldaie.it

Luglio2007 Nell’otticadelmiglioramento,BongioanniCaldaiesi modificareinqualsiasimomento,senzaobbligodi caratteristichedeiprodotti. BongioanniCaldaienonsiassumeresponsabilitàp inesattezzecontenuteinquestocatalogo,chenon consideratocomecontrattoneiconfrontiditerzi.

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :