• Non ci sono risultati.

Rassegnadella giurisprudenza di legittimità

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Rassegnadella giurisprudenza di legittimità"

Copied!
1471
0
0

Testo completo

(1)

Rassegna

della giurisprudenza di legittimità

Gli orientamenti delle Sezioni Civili

VOLUME I

Anno 2019

(2)
(3)

Anno 2019

DIRETTORE: Maria Rosaria San Giorgio DIRETTORE AGGIUNTO: Maria Acierno

COORDINATORE: Paola D’Ovidio

hanno collaborato alla redazione

Irene Ambrosi, Fabio Antezza, Giovanni Armone, Stefania Billi, Dario Cavallari, GianAndrea Chiesi, Marina Cirese, Vittorio Corasaniti, Francesco Cortesi, Paolo Di Marzio, Luigi Di Paola, Milena D’Oriano, Paola D’Ovidio, Giovanni Fanticini, Ileana Fedele, Giuseppe Fichera, Vincenzo Galati, Chiara Giammarco, Gianluca Grasso, Luigi La Battaglia, Salvatore Leuzzi, Laura Mancini, Anna Chiara Massafra, Maria Elena Mele, Roberto Mucci, Angelo Napolitano, Aldo Natalini, Giuseppe Nicastro, Andrea Penta, Stefano Pepe, Valeria Pirari, Eleonora Reggiani, Raffaele Rossi, Salvatore Saija, Donatella Salari, Antonella Filomena Sarracino, Paolo Spaziani.

(4)
(5)
(6)
(7)

PRINCIPÎ DI DIRITTO SOSTANZIALE

PRESENTAZIONE ...XXXI

PARTE INTRODUTTIVA

I) LA CORTE DI CASSAZIONE NEL DIALOGO CON LA CORTE DI GIUSTIZIA UE: UN RUOLO IN CONTINUA EVOLUZIONE.

(DI MILENA D’ORIANO)

1. La Corte di cassazione, posizioni consolidate e profili in evoluzione nei rapporti con il diritto

dell’Unione...3

2. La sentenza della Corte costituzionale n. 269 del 2017: il contenuto della decisione, le conseguenze e le ragioni della “svolta”. ...4

3. Chiarimenti e precisazioni in tema di “doppia pregiudizialità”...6

4. L’attuale scenario dei rapporti tra giudici comuni, Corte costituzionale e Corte di Giustizia UE. ...9

5. Le posizioni della Corte di Giustizia UE all’esito del revirement della Corte costituzionale italiana...11

6. La giurisprudenza di legittimità a confronto con il diritto unionale. ...13

6.1 Il rinvio pregiudiziale. ...15

6.2. La CDFUE...17

6.3. I principi generali dell’Unione. ...20

6.4. L’interpretazione conforme. ...25

6.5. La disapplicazione. ...29

6.6. L’attuazione del diritto dell’Unione...33

II) L’APPLICAZIONE DELLA CONVENZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI DELL’UOMO E DELLE LIBERTÀ FONDAMENTALI DA PARTE DELLA CORTE COSTITUZIONALE E DELLA CASSAZIONE CIVILE (DI GIANLUCA GRASSO) 1. Premessa...37

2. La giurisprudenza costituzionale sul diritto dell’Unione e sulle norme della CEDU...37

2.1. Il fondamento della diretta applicazione del diritto dell’Unione. ...37

2.2. L’inquadramento delle norme della CEDU tra le fonti del diritto italiano e i poteri del giudice nazionale comune. Il sindacato della Corte costituzionale. ...39

2.2.1. Il “diritto consolidato” e la “sentenza pilota”: i vincoli derivanti dall’interpretazione della Corte di Strasburgo...41

2.2.2.L’inquadramento delle norme della CEDU a seguito dell’entrata in vigore del Trattato di Lisbona: persistenza del rilievo delle norme della CEDU quali “norme interposte” ai fini della verifica del rispetto dell’art. 117, comma 1, Cost...44

3. La giurisprudenza della Cassazione civile. Casistica relativa all’applicazione delle norme della CEDU...45

3.1. Diritto a un equo processo e accesso alla tutela giurisdizionale...45

3.2. Il diritto di famiglia...48

3.3. Il cittadino straniero...49

3.4. Le sanzioni amministrative. ...52

3.5. Il diritto tributario. ...53

3.6. La materia previdenziale e fallimentare...54

(8)

I DIRITTI FONDAMENTALI DELLA PERSONA

CAPITOLO I

LA TUTELA DELLA PERSONA: DIRITTI DELLA PERSONALITA’ E DIRITTI DI NUOVA EMERSIONE

(DI GIOVANNI ARMONE E MARINA CIRESE)

1. Premessa...57

2. Il diritto alla riservatezza. ...58

2.1. Il diritto all’oblio ed il diritto alla rievocazione storica. ...58

2.2. Privacy e banche...60

2.3. Il diritto all’immagine...61

2.4. Profili processuali. ...62

3. Lo ius eligendi sepulchrum...63

4. I diritti di nuova emersione. ...64

CAPITOLO II LE RELAZIONI FAMILIARI E GENITORIALI (DI GIOVANNI ARMONE,PAOLO DI MARZIO,CHIARA GIAMMARCO ED ELEONORA REGGIANI) 1. Giurisdizione internazionale, cause matrimoniali e residenza abituale del minore...69

2. La separazione personale dei coniugi...72

2.1. La separazione personale dei coniugi, profili processuali...73

3. Il contributo al mantenimento del coniuge, il risarcimento del danno per la violazione dei doveri coniugali e l’addebito della separazione...75

3.1. L’addebito della separazione e la riconciliazione, profili processuali...77

4. Il divorzio, profili processuali...78

5. L’assegno divorzile...78

5.1. L’assegno divorzile, profili processuali...80

6. Il regime patrimoniale della famiglia: comunione legale dei beni, fondo patrimoniale, trust e impresa familiare...82

6.1. Il regime patrimoniale della famiglia, profili processuali. ...87

7. Il mantenimento dei figli, profili processuali...87

8. La casa familiare a seguito dello scioglimento della coppia...88

8.1. La casa familiare a seguito dello scioglimento della coppia, profili processuali...91

9. La protezione dei soggetti bisognosi...92

9.1. La protezione dei soggetti bisognosi, profili processuali...94

10. Prossimi congiunti e scelta del luogo di sepoltura...97

11. Questioni in materia di matrimonio concordatario. ...98

12. Le unioni civili e le convivenze di fatto...99

13. La responsabilità genitoriale e l’intervento del giudice nei procedimenti separativi. ...100

13.1. Questioni processuali. ...101

13.2. Le scelte sull’affidamento dei figli. ...102

13.3. Le statuizioni sull’affidamento e le restrizioni ai diritti del genitore. ...104

14. I procedimenti limitativi o ablativi della responsabilità genitoriale...106

14.1. Questioni processuali. ...106

14.2. L’affidamento temporaneo interfamiliare. ...107

15. La sottrazione internazionale di minori...108

16. La genitorialità solidale: gli sviluppi degli istituti adottivi. ...109

16.1. Aspetti processuali. ...110

16.2. Lo stato di abbandono. ...111

(9)

IX

18. L’attribuzione dello status filiationis tra consenso e verità...115

19. Le azioni di disconoscimento e riconoscimento: questioni processuali...116

20. Azioni di stato filiale e rapporti con gli altri giudizi. ...118

CAPITOLO III I DIRITTI DEI CITTADINI STRANIERI (DI MARINA CIRESE,CHIARA GIAMMARCO,ALDO NATALINI,DONATELLA SALARI) 1. Questioni processuali vecchie e nuove nelle controversie in materia di protezione internazionale. ....121

1.1 . La competenza ed il rito applicabili alla protezione umanitaria ai sensi del d.l. n. 13 del 2017, prima delle modifiche introdotte dal d.l. n. 113 del 2018. ...122

1.2. Il giudizio di appello nel vigore dell’art. 19 del d.lgs. n. 150 del 2011...123

1.3. Le modifiche alla sospensione feriale dei termini introdotte dal d.l. n. 13 del 2017...124

1.4. I rilievi di costituzionalità sul d.l. n. 13 del 2017. ...124

1.5. Questioni di competenza per territorio. ...125

1.6. La composizione del giudice ( il ruolo dei g.o.t. nel procedimento per il riconoscimento della protezione internazionale). ...127

1.7. La garanzia della traduzione degli atti per i richiedenti asilo. ...128

1.8. La fase istruttoria del procedimento per la protezione internazionale: l’udienza e l’audizione del ricorrente. ...129

1.9. L’onere probatorio attenuato ed il dovere di allegazione del richiedente, la valutazione di credibilità delle sue dichiarazioni e il dovere di cooperazione del giudice. ...132

1.10. I vizi del procedimento amministrativo davanti alla C.T. ed alla Commissione nazionale per il diritto di asilo e la valutazione del giudice dell’impugnazione. ...139

1.11. I vizi della motivazione del provvedimento giurisdizionale e le garanzie di difesa del richiedente nel procedimento di impugnazione. ...140

1.12. La reiterazione della domanda per il riconoscimento della protezione internazionale. ...142

1.13. Ricorso per cassazione: ragioni di inammissibilità...142

1.14. Ammissione al patrocinio a spese dello Stato e raddoppio del contributo unificato. ...145

2. Cenni sulla protezione internazionale in generale...146

3. I presupposti del riconoscimento dello status di rifugiato e della protezione sussidiaria. ...151

4. Il diritto alla protezione umanitaria: premessa. ...155

4.1. La protezione umanitaria. ...156

4.2. Le ragioni umanitarie e il regime probatorio...159

4.3. La nuova protezione umanitaria ed i regimi intertemporali. ...163

5. L’espulsione amministrativa. ...166

5.1. I casi d’inespellibilità. ...169

5.2. Il trattenimento dello straniero e le misure alternative...170

6. La tutela dell’unità familiare e dei minori: premessa. ...171

6.1 I limiti al divieto di espulsione: lo straniero convivente con i parenti entro il secondo grado o con il coniuge di cittadinanza italiana...171

6.2. L’autorizzazione all’ingresso o alla permanenza in Italia del familiare. ...174

7. Apolidia e cittadinanza in generale...177

7.1. I modi di acquisto della cittadinanza...179

(10)

I DIRITTI A CONTENUTO ECONOMICO

(coordinata da Gian andrea Chiesi e Stefania Billi)

CAPITOLO IV

I DIRITTI REALI E IL POSSESSO (DI GIAN ANDREA CHIESI)

1. Proprietà pubblica...181

1.2. Azioni a tutela della proprietà pubblica e della relativa destinazione...183

2. Le servitù pubbliche (o di uso pubblico)...184

2.1. (Segue) Le azioni a tutela delle servitù pubbliche...186

3. Conformità urbanistiche degli immobili e diritti privati. ...187

3.1. (Segue) Le distanze legali. ...189

4. Le azioni a tutela della proprietà: a) la rivendicazione...193

4.1. (Segue) b) la negatoria servitutis...194

4.1.1. (Segue) Le immissioni...196

4.2. (Segue) c) le azioni di regolamento di confini e di apposizione di termini...197

5. Comunione di diritti reali...199

5.1. Comunione e tutela in sede giudiziaria. ...201

6. Usufrutto, uso e abitazione. ...202

7. Servitù prediali...205

7.1. Profili processuali relativi alla costituzione delle servitù. ...209

8. Tutela ed effetti del possesso. ...209

8.1. Profili processuali relativi all'esercizio delle azioni possessorie e quasi-possessorie...212

CAPITOLO V COMUNIONE E CONDOMINIO (DI VITTORIO CORASANITI -VALERIA PIRARI) 1. Premessa...215

2. Le parti comuni nel condominio di edifici...215

3. Il godimento della cosa comune...221

4. Le innovazioni...222

5. La responsabilità del condominio. ...224

6. Il regolamento di condominio. ...225

7. La ripartizione delle spese condominiali. ...225

8. L’amministratore...227

9. L’assemblea e l’impugnazione delle deliberazioni assembleari. ...230

CAPITOLO VI LE SUCCESSIONI E LE DONAZIONI (DI DARIO CAVALLARI) 1. L’indegnità a succedere. ...233

2. L’accettazione di eredità...233

3. Il beneficio d’inventario...234

4. I legittimari e la reintegrazione della quota loro riservata...235

5. I diritti di uso ed abitazione riservati al coniuge superstite. ...237

6. Il testamento. ...238

(11)

XI

PARTE TERZA

OBBLIGAZIONI, CONTRATTI E RESPONSABILITA’

CAPITOLO VII

LE OBBLIGAZIONI IN GENERALE (DI FABIO ANTEZZA)

1. Premessa...255

2. Fonti: omessa o tardiva trasposizione di direttive europee ed obbligazione ex lege...256

3. Fonti: riscossione di imposte, cancellazione della società ed obbligazione civile ex lege. ...257

4. Fonte contrattuale, formazione progressiva ed obbligazione solidale...257

5. Obbligo di buona fede oggettiva o di correttezza quale fonte di autonomo dovere giuridico, con particolare riferimento alla fideiussione ed alla vendita anticipata di cosa data in pegno. ...259

6. Adempimento secondo diligenza e rapporti con correttezza e buona fede dell’altro contraente: risoluzione del contratto e sospensione dell’adempimento. ...261

7. Valutazione comparativa della condotta delle parti improntata alla verifica del rispetto del principio di buona fede e la mora debendi. ...263

8. Correttezza, buona fede e solidarietà: inadempimento e valutazione della domanda risarcitoria...264

9. Correttezza e buona fede nei rapporti di lavoro. ...265

10. Principio di correttezza e buona fede ed azione giudiziale: parcellizzazione della domanda giudiziale...266

11. Compensazione e risoluzione del contratto d’investimento dei valori immobiliari. ...269

12. Eccezione di compensazione ed eccezione di prescrizione presuntiva...269

13. Compensazione (anche c.d. comunitaria) e contestazione del credito in diverso giudizio. ...270

14. Compensazione con riferimento ad interessi e rivalutazione. ...271

15. La compensazione nei rapporti tributari e nel fallimento. ...272

16. Novazione e avallo dell’obbligazione cambiaria. ...273

17. Novazione e rapporto di lavoro: automatica trasformazione del rapporto part-time in rapporto a tempo pieno...274

18. Novazione e rapporto di lavoro: contratto a termine ed efficacia novativa del precedente rapporto. ...274

CAPITOLO VIII IL CONTRATTO IN GENERALE (DI DARIO CAVALLARI E FRANCESCO CORTESI) 1.Contratto atipico. ...277

2. Conclusione del contratto, presunzione di conoscenza, proposta e accettazione...279

3. Integrazione del contratto e responsabilità precontrattuale...280

4. Condizioni generali e clausole vessatorie. ...280

5. Oggetto...281

6. Forma...281

7. Preliminare ed esecuzione in forma specifica dell’obbligo di contrarre...284

8. Condizione...286

9. L’interpretazione e l’integrazione del contratto: i criteri ermeneutici e lo scopo concretamente perseguito dalle parti. ...287

9.1. La buona fede come criterio di integrazione del contratto ed elemento di valutazione della condotta delle parti. ...289

(12)

conseguente all’inadempimento...291

10.3. Rapporti fra risoluzione e recesso. ...293

11. Gli effetti del contratto nei confronti dei terzi...295

11.1. Il cd. contratto preliminare “aperto”. ...296

12. La nullità del contratto...297

12.1. Oneri formali e nullità protettive...297

12.2. Le nullità virtuali...299

13. L’annullamento del contratto ed i vizi del consenso...300

CAPITOLO IX I SINGOLI CONTRATTI (DI STEFANIA BILLI E STEFANO PEPE) 1. Il contratto di appalto privato...301

1.1.Gli atti amministrativi autorizzatori dell’opera e la loro rilevanza ai fini della efficacia del contratto di appalto...303

2. Il contratto di assicurazione e l’assicurazione della responsabilità civile...304

3. L’assicurazione obbligatoria r.c.a.: azione diretta e terzi danneggiati...309

3.1. Profili processuali. ...310

4. Il comodato...314

4.1. Il comodato tra figure tipiche e atipiche...316

5. I contratti agrari: le controversie ed il procedimento giurisdizionale. ...318

6. La tutela del credito, tra garanzie tipiche e atipiche o improprie. ...319

7. La locazione: la solidarietà a latere creditoris. ...322

7.1. Locazione e obbligo di restituzione del deposito cauzionale in capo al locatore al termine del rapporto...324

7.2. Restituzione della cosa locata. ...324

7.3. Indennità di avviamento...325

7.4. Lo “scalettamento”. ...326

7.5. Locazione ad uso non abitativo. ...327

7.6. Risoluzione per impossibilità sopravvenuta...329

7.7. Contratto di locazione ad uso abitativo stipulato dall’usufruttuario. ...329

7.8. Registrazione tardiva del contratto...330

7.9. Competenza. ...331

7.10. Recesso e disdetta. ...331

7.11. Agibilità...332

7.12. Locazione non abitativa transitoria. ...333

7.13. Sublocazione. ...333

8. Il mandato. ...334

9. La mediazione...335

10. Il mutuo...338

11. La transazione. ...338

12. Il trasporto. ...340

13. La vendita: premessa. ...343

13.1. Il contratto preliminare di vendita...343

13.2. Le diverse specie di vendita...348

13.3. La vendita di beni immobili...348

13.4. Rimedi allo squilibrio del sinallagma contrattuale...350

14. Il giuoco e la scommessa. ...357

(13)

XIII

(DI FABIO ANTEZZA)

1. Premessa...359

2. La ripetizione di indebito e l’errore del solvens. ...359

3. La rilevanza della mala fede nella ripetizione di indebito: gli interessi. ...361

4. Ripetizione d’indebito e prescrizione...362

5. La ripetizione dell’indebito nell’esecuzione forzata...364

6. L’indebito previdenziale e quello assistenziale. ...364

7. Aiuti comunitari nel settore dell’agricoltura e ripetizione di indebito. ...365

8. Estinzione dell’obbligazione per adempimento del terzo e rapporti con l’azione di ripetizione di indebito...366

9. Arricchimento senza causa e P.A. ...366

10. Fallimento, approvazione del piano di riparto e rapporti con azioni di ripetizione di indebito e di arricchimento senza causa. ...368

CAPITOLO XI LA RESPONSABILITÀ EXTRACONTRATTUALE (DI LUIGI LA BATTAGLIA E LAURA MANCINI) 1. L’ingiustizia del danno. ...371

2. La colpa. ...378

3. Il nesso di causalità. ...382

4. Il concorso di colpa del danneggiato. ...385

5. La responsabilità solidale. ...389

6. Il danno patrimoniale. ...393

6.1. La determinazione del danno risarcibile. ...393

6.2. Allegazione e prova del danno patrimoniale...399

6.3. Il danno patrimoniale futuro. ...402

6.4. Il danno patrimoniale da perdita di chance...402

7. Il risarcimento in forma specifica...403

8. Il danno non patrimoniale...404

8.1. Nozione e caratteri del danno non patrimoniale...404

8.2. La prova del danno non patrimoniale...407

8.3. Il danno da perdita di chance a carattere non patrimoniale. ...409

8.4. Il danno non patrimoniale da lesione del diritto all’autodeterminazione. ...410

9. La liquidazione del danno non patrimoniale. ...412

9.1. La liquidazione del danno biologico...413

9.2. Parametri di quantificazione del danno: le Tabelle di Milano. ...416

10. Le responsabilità speciali. ...417

10.1. Genitori, maestri e precettori (art. 2048 c.c.)...417

10.2. Padroni e committenti (art. 2049 c.c.)...419

10.3. Attività pericolose (art. 2050 c.c.). ...422

10.4. Cose in custodia (art. 2051 c.c.). ...424

10.5. Responsabilità per il fatto degli animali (art. 2052 c.c.)...429

10.6. Il danno da circolazione di veicoli (art. 2054 c.c.)...430

10.7. La responsabilità per danno da prodotto difettoso. ...432

CAPITOLO XII LE RESPONSABILITÀ PROFESSIONALI (DI IRENE AMBROSI) 1. Premessa...433

2. La responsabilità del medico...433

(14)

6. La responsabilità dell’architetto. ...444

7. La responsabilità dell’intermediario finanziario. ...444

VOLUME SECONDO PRINCIPÎ DI DIRITTO SOSTANZIALE

(coordinato da Paola D'Ovidio)

PARTE QUARTA IMPRESA E MERCATO

(coordinata da Giuseppe Fichera) CAPITOLO XIII I DIRITTI DI PRIVATIVA E LA CONCORRENZA (DI VINCENZO GALATI) 1. Confondibilità di marchi e brevetti. ...447

2. Decadenza e nullità del marchio...449

2.1. Preuso del marchio e denominazioni I.G.P. e D.O.P. ...454

3. Il diritto d’autore. ...456

4. Le condotte anticoncorrenziali di cui alla legge 10 ottobre 1990 n. 287...460

5. Divieto di concorrenza e concorrenza sleale...464

6. L’azione di classe...467

7. Clausole vessatorie nel contratto tra consumatore e professionista. ...468

8. Profili processuali...470

CAPITOLO XIV IL DIRITTO DELLE SOCIETÀ (DI ELEONORA REGGIANI) 1. Le società in generale. ...473

1.1. Società ed esercizio dell’azienda ereditaria. ...473

1.2. Affectio societatis e affectio familiaris...474

1.3. Intestazione fiduciaria e donazione indiretta delle partecipazioni sociali...475

1.4. La simulazione del contratto di società...476

1.5. Il gruppo societario...477

1.6. La clausola compromissoria statutaria. ...478

1.7. Le vicende modificative ed estintive delle società...479

2. Le società di persone. ...484

2.1. L’esercizio dei poteri di rappresentanza. ...484

2.2. Il titolo giudiziale ottenuto nei confronti della società...484

3. Le società di capitali...486

(15)

XV

3.5. Diritti e poteri connessi alla qualità di socio. ...492

3.6. Le deliberazioni dell’assemblea. ...493

3.7. Gli amministratori...494

3.8. Il revisore contabile...496

3.9. Il liquidatore. ...497

3.10. Le azioni di responsabilità. ...498

4. Particolari società di capitali. ...501

4.1. Le società cooperative. ...502

CAPITOLO XV CONTRATTI BANCARI, TITOLI DI CREDITO E INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA (DI ELEONORA REGGIANI) 1. I contratti bancari...505

1.1. L’attività negoziale della banca in generale...505

1.2. La pattuizione degli interessi. ...507

1.3. I contratti e le operazioni in conto corrente. ...510

1.4. Altri contratti bancari. ...516

2. Gli assegni. ...518

3. Gli altri titoli di credito...523

4. L’intermediazione finanziaria in generale...524

5. I servizi di investimento...525

5.1. Le nullità contrattuali e le statuizioni conseguenti. ...525

5.2. L’inadempimento dell’intermediario e i relativi rimedi. ...527

5.3. Fattispecie particolari...530

6. L’offerta al pubblico di prodotti finanziari. ...530

7. I fondi comuni d’investimento. ...531

CAPITOLO XVI IL DIRITTO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI. (DI SALVATORE LEUZZI E ANGELO NAPOLITANO) 1. I presupposti del fallimento. ...533

1.1. Il procedimento prefallimentare. ...538

1.2. La sentenza di fallimento ed il suo reclamo. ...544

2. Gli organi della procedura. ...546

2.1. I reclami endofallimentari. ...549

3. Le revocatorie in generale...550

3.1. Revocatoria ordinaria e fallimentare. La revocatoria dei pagamenti. ...552

4. I rapporti pendenti...559

5. La formazione dello stato passivo...562

5.1. Prove documentali e data certa. ...565

5.2. Prelazione e fallimento. ...567

5.3. Prededuzione e fallimento. ...568

6. Le opposizioni allo stato passivo...571

7. La liquidazione dell’attivo e il riparto...574

8. La chiusura del fallimento e l’esdebitazione. ...576

9. Il concordato fallimentare. ...578

10. Il concordato preventivo e l’accordo di ristrutturazione...579

11. La liquidazione coatta amministrativa e l’amministrazione straordinaria. ...586

12. Il sovraindebitamento. ...588

(16)

IL DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA

(coordinata da Ileana Fedele e Milena D’Oriano) SEZIONE PRIMA

IL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO

(di Luigi Di Paola, Ileana Fedele, Antonella Filomena Sarracino)

CAPITOLO XVII

OBBLIGHI, RESPONSABILITA’ E DIRITTI DEL DATORE E DEL PRESTATORE DI LAVORO

(DI ANTONELLA FILOMENA SARRACINO)

1. Premessa...590

2. Gli obblighi di protezione del datore di lavoro e la tutela delle condizioni di lavoro...595

2.1. Il limite del rischio cd. elettivo. ...595

2.1.1.L’esclusione della configurabilità del consenso del dipendente quale concorso colposo. ...596

2.1.2. Il concorso colposo del lavoratore. ...597

2.1.3. Il danno cd. differenziale da infortunio sul lavoro e l’indennizzo ex art. 13 del d.lgs. n. 38 del 2000. Modalità di computo del risarcimento del danno e compensatio lucri cum damno. ...597

2.2. Il riparto degli oneri della prova...598

2.2.1. La responsabilità del committente, ai sensi dell’art. 2087 c.c. ...601

2.2.2. Obblighi e responsabilità datoriali in caso di maternità della lavoratrice...603

2.3. La tutela dei lavoratori e degli eredi. La decorrenza del termine di prescrizione. ...603

2.4. La clausola della buona fede anche a latere praestatoris...605

3. Il mobbing e lo straining...605

4. Ius variandi e demansionamento. ...607

4.1. I limiti all’esercizio dello ius variandi...607

4.2.1. L’adibizione a mansioni inferiori in caso di riconversione o ristrutturazione aziendale. ...608

4.2.2. Demansionamento e repechage (rinvio). ...609

4.2.3. Demansionamento: la responsabilità del cessionario...609

4.3. Criteri per il risarcimento del danno da demansionamento. ...609

5. L’assegnazione del dipendente a mansioni superiori: le modalità di verifica...611

5.1.Gli obblighi datoriali, in caso di assegnazioni a mansioni superiori, nell’impiego privato. Questioni di inquadramento...612

6. Il tratto distintivo fra redattore e collaboratore fisso nell’impresa giornalistica e le conseguenze della mancata iscrizione all’albo dei giornalisti...613

6.1. Sulla nozione di ufficio di corrispondenza estera...614

7. Il trasferimento...614

7.1. La libertà datoriale di operare lo spostamento dei lavoratori nell’ambito della unità produttiva. ..615

7.1.1. Mutamento di unità produttiva del lavoratore che assiste familiare con handicap...615

7.1.2. Scelta della sede di lavoro da parte del prestatore che assiste familiari con handicap grave e fruizione dei permessi. ...616

7.2. La posizione del lavoratore raggiunto da un trasferimento illegittimo. ...617

7.3. Gli emolumenti retributivi in caso di trasferimento ed il tfr. ...618

8. La distinzione tra lavoro autonomo e subordinato per le professioni intellettuali o professionali...619

8.1. Il rapporto gerarchico dirigenziale multilevel. ...620

9. La retribuzione ed il tfr. ...620

9.1. Oneri di allegazione e prova nell’azione promossa ai sensi dell’art. 2126 c.c. (rinvio)...621

9.1.1. Il decorso della prescrizione dei crediti derivanti da lavoro carcerario...621

9.2. Il trattamento economico del socio lavoratore di società cooperative. ...622

(17)

XVII

datore. ...623

9.6. Il problema della cumulabilità di reddito e pensione per gli iscritti all’istituto di previdenza dei giornalisti. ...623

9.7. Ferie, festività, riposi e orario di lavoro. ...624

9.7.1. Il congedo straordinario ex art. 42 del d.lgs. n. 151 del 2001. ...626

9.8. Tredicesima e quattordicesima: modalità di calcolo nella contrattazione collettiva...626

9.9. Il trattamento di fine rapporto. ...627

10. Responsabilità solidale del committente con l’appaltatore per il pagamento dei crediti retributivi. Individuazione della disciplina applicabile ratione temporis...628

10.1. La responsabilità solidale del committente con il subfornitore. ...629

10.2. Responsabilità del committente in caso di sopravvenuto fallimento dell’appaltatore...629

10.3. La nozione di “trattamenti retributivi” al fine della delimitazione della responsabilità solidale del committente...630

10.4. Ambito di applicazione del regime decadenziale. ...631

11. Prerogative sindacali: trattative per la stipula dei c.c.n.l. e partecipazione delle oo.ss. ...632

11.1. Permessi sindacali...632

11.2. Repressione della condotta antisindacale. ...633

11.3. Limiti alla configurabilità del demansionamento in caso di sciopero (rinvio al 4.1)...633

11.4. La rilevanza della condotta datoriale di trattenimento dei contributi sindacali...633

12. Le dimissioni del lavoratore: la rilevanza della incapacità naturale ed il risarcimento del danno...634

12.1. Dimissioni e licenziamento...635

12.2. La forma del recesso del lavoratore. ...635

13. Il recesso datoriale per sopraggiunti limiti di età del prestatore. La forma...636

14. Lo sciopero nei servizi di sicurezza aeroportuale. ...636

15. Gli effetti del contratto collettivo senza durata predeterminata...637

16. La questione di costituzionalità della retrocessione per gli agenti autoferrotranviari. ...638

CAPITOLO XVIII IL LAVORO FLESSIBILE (DI ILEANA FEDELE) 1. Premessa...639

2. Lavoro flessibile e precario...640

3. Il contratto di lavoro a tempo determinato. ...640

3.1. Le causali giustificative dell’apposizione del termine e l’onere di sufficiente specificazione delle stesse. ...640

3.2. L’assunzione a termine nel settore postale ed aereo...641

3.3. L’assunzione a termine secondo il codice della navigazione. ...642

3.4. L’assunzione a termine dei lavoratori disabili. ...642

3.5. L’assunzione a termine delle fondazioni lirico-sinfoniche...642

3.6. Limiti di applicabilità della disciplina straniera meno favorevole. ...643

3.7. Divieti alla stipula del contratto a tempo determinato: il documento di valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori...643

3.8. Rilevabilità d’ufficio delle cause di nullità del termine...644

3.9. Impugnazione giudiziale ed efficacia ex tunc della sentenza dichiarativa della nullità dell’apposizione del termine. ...644

3.10. Vicende successive all’accertamento giudiziale dell’illegittima apposizione del termine: ripristino del rapporto e trasferimento di sede...645

3.11. Regime prescrizionale dei crediti. ...645

3.12. Il lavoro a tempo determinato nel rapporto di lavoro pubblico privatizzato...646

4. La somministrazione di lavoro. ...647

4.1. La somministrazione a tempo indeterminato. ...647

(18)

4.4. Costituzione giudiziale del rapporto con l’utilizzatore e novazione...649

4.5. Legittimazione degli enti previdenziali...649

4.6. Decadenza dall’impugnazione...649

5. Il contratto di lavoro a progetto. ...650

6. I rapporti di collaborazione coordinata e continuativa...651

7. L’indennità ex art. 32 della l. n. 183 del 2010...653

8. Contratto di lavoro a tempo parziale...654

9. Altre forme contrattuali flessibili: il lavoro intermittente. ...654

10. Appalto genuino e fenomeni interpositori...655

10.1. La responsabilità del committente ex artt. 2087 c.c. e 29 del d.lgs. n. 276 del 2003: rinvio. ...656

11. Cessione di azienda...656

11.1. Ambito di applicazione ed effetti della disciplina ex art. 2112 c.c. ...656

11.2. Conseguenze della declaratoria di nullità della cessione. La questione della detraibilità dell’aliunde perceptum. ...658

CAPITOLO XIX IL LICENZIAMENTO INDIVIDUALE E COLLETTIVO (DI LUIGI DI PAOLA) 1. Potere disciplinare...661

2. Licenziamento individuale...664

2.1. La motivazione del licenziamento. ...664

2.2. La ratifica del licenziamento...665

2.3. La rinnovazione del licenziamento...665

2.4. La revoca del licenziamento. ...665

2.5. Il licenziamento orale...666

2.6. Giusta causa e giustificato motivo soggettivo di licenziamento...666

2.7. Giustificato motivo oggettivo di licenziamento. ...670

2.8. Licenziamento discriminatorio e ritorsivo...674

2.9. Periodo di comporto e licenziamento...675

2.10. Divieti di licenziamento. ...675

2.11. Licenziamento del socio di società cooperativa di produzione e lavoro...676

2.12. Il licenziamento del dirigente. ...676

2.13. Il licenziamento del lavoratore in età pensionabile...677

2.14. Somministrazione di lavoro e licenziamento. ...678

2.15. L’impugnazione del licenziamento e le decadenze. ...678

2.16. Applicazioni della legge “Fornero”. ...680

2.17. Applicazioni del d.lgs. n. 23 del 2015...685

2.18. Le conseguenze del licenziamento illegittimo. ...685

2.19. Il preavviso...687

3. Licenziamenti collettivi. ...688

SEZIONE SECONDA IL RAPPORTO DI LAVORO PUBBLICO CONTRATTUALIZZATO CAPITOLO XX IL RAPPORTO DI LAVORO PUBBLICO CONTRATTUALIZZATO (DI GIOVANNI ARMONE E GIUSEPPE NICASTRO) 1. Il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni: introduzione. Giurisdizione, lavoro flessibile e lavoro a tempo determinato: rinvio...691

(19)

XIX

6. Mobilità...706

7. Diritti sindacali. ...709

8. Illeciti disciplinari: questioni procedimentali e sostanziali...710

9. La cessazione del rapporto di lavoro. ...716

10. La dirigenza...717

10.1. La dirigenza del comparto sanitario. ...720

11. La scuola: docenti e personale ATA. ...724

12. I rapporti di lavoro nelle società cd. in house...729

SEZIONE TERZA IL DIRITTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE CAPITOLO XXI LA PREVIDENZA SOCIALE (DI ANNACHIARA MASSAFRA) 1. Premessa...733

2. L’obbligazione contributiva...733

2.1. Classificazione e qualificazione dei soggetti obbligati. ...734

2.2. I coadiutori familiari. ...735

2.3. La retribuzione imponibile ed il minimale contributivo. ...736

2.4. La responsabilità contrattuale della P.A...738

3. I benefici previdenziali. ...739

4. Esenzioni ed agevolazioni contributive...740

5. L’incremento occupazionale e gli incentivi all’assunzione. ...741

6. Gli sgravi contributivi...742

7. Accertamento e riscossione...743

8. Le sanzioni civili e la rendita vitalizia...748

9. La prescrizione dei crediti contributivi...749

CAPITOLO XXII LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI (DI VINCENZO GALATI) 1. Le prestazioni previdenziali a carico dell’INPS...751

1.1. La decadenza dall’azione giudiziaria...751

1.2. L’anzianità contributiva e la contribuzione figurativa. ...752

1.3. Le prestazioni pensionistiche. ...755

1.4. La CIG e l’indennità di mobilità. ...762

1.5. L’indennità di disoccupazione...764

1.6. L’indennità di maternità e l’assegno per il nucleo familiare...765

2. Le prestazioni assistenziali: Danni da trattamenti sanitari...766

2.1. Danni post-trasfusionali...767

2.2. Danni irreversibili da vaccinazioni. ...767

2.3. Le prestazioni di invalidità civile...768

2.4 L’indennità di accompagnamento...770

2.5. Profili processuali. ...771

2.6. Le prestazioni in favore delle vittime della criminalità organizzata e degli ex combattenti. ...774

2.7. Le misure in favore dei soggetti portatori di disabilità. ...775

2.8. Le prestazioni in materia di igiene e sanità pubblica...776

3. Le prestazioni in favore dei cittadini stranieri. ...778

4. L’indebito previdenziale...780

(20)

LA TUTELA INAIL (DI VINCENZO GALATI)

1. Le malattie professionali. ...785

2. Gli infortuni sul lavoro. ...786

3. La revisione della rendita. ...788

4. I contributi assicurativi INAIL. ...789

5. L’azione di regresso. ...791

CAPITOLO XXIV LA PREVIDENZA DI CATEGORIA (DI VINCENZO GALATI) 1. Cassa Nazionale Forense. ...795

2. INPGI...796

3. Cassa Ingegneri e Architetti. ...797

4. Cassa di previdenza Geometri liberi professionisti. ...798

5. La previdenza integrativa...798

PARTE SESTA I RAPPORTI CON I PUBBLICI POTERI

(coordinata da Roberto Mucci) CAPITOLO XXV ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ (DI ROBERTO MUCCI) 1. Premessa...801

2. La giurisdizione. ...801

3. La determinazione dell’indennità di espropriazione...803

3.1. (segue) A) La qualificazione delle aree. ...804

3.2. (segue) B) L’indennità di occupazione. ...807

3.3. (segue) C) La stima. ...808

3.4. (segue) D) Le aree agricole...808

3.5. (segue) E) L’indennità di asservimento. ...809

4. L’opposizione alla stima...809

5. L’espropriazione parziale...812

6. La determinazione consensuale dell’indennità. ...812

7. Le espropriazioni illegittime. ...813

7.1. (segue) L’acquisizione “sanante”...815

CAPITOLO XXVI APPALTI PUBBLICI (DI STEFANO PEPE) 1. Appalto pubblico, premessa...817

(21)

XXI

3. Appalto di opere pubbliche, azione di garanzia per vizi e difetti, decadenza prescrizione, collaudo,

rilevanza. ...820

4. Appalto e arbitrato...823

5. La responsabilità dell’amministrazione committente per danni da inadempimento in tema di appalto per la ricostruzione di immobili a seguito di evento sismico...829

CAPITOLO XXVII LE SOCIETÀ IN HOUSE PROVIDING (DI ELEONORA REGGIANI) 1. Il quadro normativo...833

2. Una visione d’insieme. ...836

3. I tratti distintivi delle società in house providing...836

4. Il fallimento...839

5. L’azione di responsabilità sociale contro i componenti degli organi sociali e i dipendenti...840

6. L’azione di responsabilità ex art. 146 l.fall...845

7. La revoca degli amministratori nominati ai sensi dell’art. 2449 c.c...847

8. Altre questioni. ...848

CAPITOLO XXVIII LE SANZIONI AMMINISTRATIVE (DI DARIO CAVALLARI,MARIA ELENA MELE ED ALDO NATALINI) 1. Principi generali, struttura impugnatoria del giudizio e regole processuali...849

2. La notifica del verbale di accertamento...852

3. Giurisdizione e principio di specialità...853

4. Competenza ed incompetenza...854

5. Altri vizi procedurali...855

6. Elemento psicologico e cause di giustificazione. ...856

7. Prescrizione...859

8. Cumulo di reati e concorso di persone...860

9. La determinazione della sanzione in caso di pluralità di violazioni rimessa all’attenzione della Corte di giustizia dell’Unione europea...861

10. Sanzioni in ambito bancario e finanziario: profili procedimentali. ...862

11. Sanzioni in ambito bancario e finanziario: soggetti responsabili e contenuto della condotta loro imposta. ...865

12. Sanzioni in ambito bancario e finanziario: il giudizio di opposizione. ...867

13. Sanzioni amministrative CONSOB e coerenza dell’informazione diffusa...868

14. Abuso di informazioni privilegiate e confisca. ...869

15. Le sanzioni in ambito bancario e finanziario e le questioni di legittimità costituzionale prospettate. ...869

16. Ulteriori pronunce riguardanti le sanzioni in ambito bancario e finanziario...871

17. Le sanzioni amministrative previste dal codice della strada...873

17.1. L’irrogazione delle sanzioni e la notificazione del verbale di accertamento. ...873

17.2. L’opposizione, la competenza, i suoi effetti, il termine di proposizione, i soggetti legittimati e la patente a punti. ...874

17.3. Le modalità di accertamento delle violazioni e i soggetti legittimati ad effettuarlo: “autovelox”, “alcooltest” e poteri della Polizia municipale...878

17.4. Il concorso di violazioni...880

17.5. “Contrassegno invalidi”, autorizzazioni all’accesso in zona a traffico limitato ed al trasporto di merci su strada, sospensione e revoca della patente, nozione di veicolo “fuori uso”...880

18. Le sanzioni diverse da quelle comminate per infrazioni al codice della strada. ...882

(22)

18.4. Le altre sanzioni. ...886

CAPITOLO XXIX

EQUA RIPARAZIONE PER L’IRRAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO (DI PAOLA D’OVIDIO)

1. Termine di decadenza per la proposizione del ricorso. ...891 2. Condizioni di proponibilità della domanda di equa riparazione...894 3. Durata “ragionevole” del giudizio presupposto...894 4. Presunzione di insussistenza del pregiudizio da irragionevole durata del processo. ...896 5. Diritto all’indennizzo...897 6. Misura dell’indennizzo. ...899 7. Altre questioni processuali...901

CAPITOLO XXX

LA RIPARAZIONE DEL DANNO DA DETENZIONE DISUMANA E DEGRADANTE

(DI GIOVANNI ARMONE)

1. Profili generali...905 2. La competenza. ...906 3. La decadenza e altre questioni processuali...907

CAPITOLO XXXI

I PROCEDIMENTI DISCIPLINARI (DI GIANLUCA GRASSO)

1. Premessa...909 2. La responsabilità disciplinare dei magistrati...909 2.1. Gli illeciti disciplinari. ...909 2.1.1. La consapevole inosservanza dell’obbligo di astensione nei casi previsti dalla legge. ...910 2.1.2. I comportamenti abitualmente o gravemente scorretti nell’ambito dell’ufficio giudiziario,

ovvero nei confronti di altri magistrati o di collaboratori. ...911 2.1.3. La grave violazione di legge determinata da ignoranza o negligenza inescusabile. ...914 2.1.4. Il reiterato, grave e ingiustificato ritardo nel compimento degli atti relativi all’esercizio delle

funzioni. ...916 2.1.5. Gli illeciti disciplinari conseguenti a reato. ...918 2.2. La condotta disciplinare irrilevante. ...919 2.3. La misura cautelare della sospensione cautelare facoltativa dalle funzioni e dallo stipendio. ...921 2.4. Il procedimento disciplinare...923 2.5. Rapporti tra procedimento disciplinare e giudizio penale. ...926 3. La responsabilità disciplinare degli avvocati. ...928 3.1. Gli illeciti disciplinari. ...929 3.2. Il procedimento disciplinare...930 4. La responsabilità disciplinare dei notai...931 4.1. Gli illeciti disciplinari. ...931 4.2. Il procedimento disciplinare...932

(23)

XXIII

(DI ROBERTO MUCCI)

1. Premessa...935 2. I diritti di elettorato. A) Elettorato passivo...935 2.1. (segue) B) Elettorato attivo. ...936 3. Operazioni elettorali...936 4. Il contenzioso elettorale...937

VOLUME TERZO

PRINCIPÎ DI DIRITTO PROCESSUALE

PARTE INTRODUTTIVA

I) L’EFFETTIVITÀ DELLA TUTELA GIURISDIZIONALE (DI GIOVANNI ARMONE)

1. Il principio di effettività nel diritto dell’Unione europea e le sue ricadute nell’ordinamento interno.

...939 2. L’effettività nel diritto processuale...942 3. Effettività e rimedi...945 4. Il rilievo officioso delle nullità: nodi problematici...948 II) LA FORMAZIONE PROGRESSIVA DEL GIUDICATO NELLA

GIURISPRUDENZA DI LEGITTIMITÀ.

(DI MARIA ELENA MELE)

1. Il coordinamento degli artt. 329, comma 2 e 336 c.p.c...951 2. La formazione del giudicato rispetto alle pronunce implicite. Il caso della giurisdizione e della

legittimazione ad agire...955 3. L’effetto espansivo interno del giudicato (art. 336 c.p.c.)...958 4. Impugnazioni e preclusioni. ...960

CAPITOLO I

LA GIURISDIZIONE IN GENERALE E IL REGOLAMENTO PREVENTIVO DI GIURISDIZIONE

(DI ANGELO NAPOLITANO)

1. Premessa: la questione di giurisdizione. ...965 2. La questione di giurisdizione e le preclusioni processuali al suo rilievo: l’orientamento precedente

alle Sez. U. n. 24883/2008. ...969 3. Il regolamento preventivo di giurisdizione. ...971 4. Il regolamento di giurisdizione e la translatio iudicii. ...976

(24)

(DI STEFANIA BILLI)

1. Brevi premesse. ...981 2. Le sovvenzioni, i finanziamenti ed i canoni...982 3. Le sanzioni amministrative...984 4. Gli appalti...985 5. Le vicende legate al patrimonio immobiliare...987 6. Le procedure ad evidenza pubblica ed i servizi in regime di concessione. ...991 7. L’attività sanitaria. ...992 8. Gli organi di autodichia e le autorità indipendenti. ...994 9. Gli enti...995 10. Le domande risarcitorie. ...996 11. Le attività di servizi telematici...997

CAPITOLO III

LA GIURISDIZIONE DELLE ACQUE PUBBLICHE (DI STEFANIA BILLI)

1. Profili sostanziali e processuali. ...999

CAPITOLO IV

LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI (DI DARIO CAVALLARI)

1. Premessa...1003 2. L’azione di responsabilità. ...1003 3. Il giudizio di conto...1007 4. Pubblico impiego e trattamento pensionistico...1008 5. Il ricorso per motivi inerenti alla giurisdizione. ...1009 6. Ulteriori profili processuali. ...1012

CAPITOLO V

IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE TRA GIUDICE NAZIONALE E GIUDICE STRANIERO

(DI STEFANIA BILLI)

1. Premesse generali e clausole di deroga e di proroga della giurisdizione. ...1015 2. Azioni contrattuali e contratti...1021 3. Lavoro ...1024 4. Diritti reali...1025 5. Divisioni ereditarie...1025 6. Delibazione sentenze straniere. ...1026 7. Illeciti civili...1026 8. Controversie fiscali. ...1027

CAPITOLO VI LA COMPETENZA (DI MARIA ELENA MELE)

(25)

XXV

1.4. Le controversie di competenza delle sezioni agrarie. ...1032 1.5. Le controversie di competenza della Corte d’appello. ...1032 2. La competenza per valore. ...1033 3. Competenza per territorio...1033 3.1. Il foro facoltativo per le cause relative ai diritti di obbligazione...1034 3.2. Il foro delle cause ereditarie e di divisione. ...1035 3.3. Il foro per i giudizi di responsabilità civile dei magistrati. ...1035 3.4. Convenzione di deroga della competenza per territorio...1037 4. La competenza funzionale...1037 5. Eccezione di incompetenza...1039 6. Rilievo d’ufficio dell’incompetenza...1041 7. Il regolamento di competenza. ...1042 7.1. Il procedimento...1046

CAPITOLO VII

LE DISPOSIZIONI GENERALI (DI LAURA MANCINI)

1. Il giudice. Astensione e ricusazione. ...1049 2. Ausiliari...1051 2.1. Il diritto al compenso. ...1052 2.2. L’opposizione avverso il decreto di liquidazione del compenso degli ausiliari. ...1054 3. Litispendenza e continenza. ...1056 4. Le parti e i difensori. ...1059 5. Successione nel processo e successione nel diritto controverso. ...1066 6. L’interesse ad agire...1069 7. La legittimazione ad agire. ...1074 8. I termini...1076 9. Comunicazioni e notificazioni. ...1081 9.1. Nullità della notificazione. ...1090

CAPITOLO VIII

LE SPESE E LA RESPONSABILITA’ PROCESSUALE AGGRAVATA (DI DONATELLA SALARI)

1. La condanna alle spese...1095 1.1. Il principio di soccombenza. ...1096 1.2. Liquidazione delle spese...1098 2. Compensazione delle spese...1100 3. Distrazione delle spese...1101 4. Responsabilità processuale cd. aggravata. ...1102

CAPITOLO IX

IL PROCESSO LITISCONSORTILE (DI GIUSEPPE NICASTRO)

1. Premessa...1105 2. Ipotesi di litisconsorzio necessario: casistica. ...1106 2.1. Diritti reali. ...1106 2.2. Diritto di brevetto...1109 2.3. Comunione legale tra coniugi...1110 2.4. Lavoro e previdenza. ...1110

(26)

2.8. Azione revocatoria...1115 2.9. Espropriazione forzata e opposizioni all’esecuzione...1115 2.10. Procedure concorsuali...1117 2.11. Successione nel processo. ...1117 3. Integrazione del contraddittorio e regime degli atti processuali compiuti prima di essa...1117 4. Svolgimento del processo litisconsortile. ...1118 5. Litisconsorzio necessario in fase di gravame...1118 5.1. Ipotesi normativamente regolate di litisconsorzio necessario nei giudizi di impugnazione...1124 6. Conseguenze del difetto di integrità del contraddittorio in sede di gravame. ...1124 7. Bilanciamento tra l’esigenza di rilevare in sede di impugnazione il difetto di integrità del

contraddittorio e quella di garantire la ragionevole durata del processo...1125 8. Litisconsorzio facoltativo. ...1125

CAPITOLO X LE PROVE

(DI ANDREA PENTA)

1. Il principio di non contestazione...1129 2. La consulenza tecnica d’ufficio...1130 3. Richiesta d’informazioni alla pubblica amministrazione. ...1133 4. Le prove costituende e precostituite...1133 5. Il disconoscimento di scritture private. ...1133 5.1. La tempistica del disconoscimento...1134 5.2. Il disconoscimento delle copie fotostatiche...1135 5.3. L’ambito applicativo. ...1136 5.4. Il procedimento di verificazione...1137 6. La querela di falso...1137 6.1. Il giudizio di querela. ...1138 6.2. La valenza fidefacente dell’atto pubblico. ...1139 6.3. La prova della falsità. ...1140 7. La confessione...1141 8. Il giuramento. ...1141 9. La prova testimoniale...1142 9.1. L’assunzione della prova testimoniale. ...1142 9.2. I limiti oggettivi. ...1143 9.3. La prova per testi nel processo tributario. ...1143 10. L’incapacità a testimoniare. ...1144 10.1. La casistica. ...1145 10.2. Il giudizio civile di rinvio ex art. 622 c.p.p. ...1145

CAPITOLO XI

IL PROCESSO DI PRIMO GRADO (DI ANDREA PENTA)

1. La nullità dell’atto di citazione ed i meccanismi di sanatoria. ...1147 2. Il difetto di rappresentanza o di autorizzazione...1148 3. La mutatio e la emendatio libelli...1150 4. Gli incombenti posti a carico delle parti a pena di decadenza...1155 5. La comparizione e la costituzione delle parti. ...1156 6. La rimessione in termini. ...1157 7. La rilevazione d’ufficio delle nullità. ...1158 8. La mancata riproposizione delle eccezioni e delle istanze istruttorie. ...1159

(27)

XXVII

12. La tutela del contumace...1169 13. La sospensione del processo...1170 14. L’interruzione del processo...1172 15. La riassunzione del processo interrotto. ...1173 16. L’estinzione del processo. ...1177

CAPITOLO XII

LE IMPUGNAZIONI IN GENERALE (DI GIOVANNI FANTICINI)

1. Profili generali. ...1181 2. La soccombenza...1181 2.1. (Segue) La soccombenza e il raddoppio del contributo unificato. ...1183 3. I termini di impugnazione: a) il termine cd. breve...1184 3.1. (Segue) Termine breve e sopravvenienze...1190 3.2. (Segue) b) il termine cd. lungo. ...1191 3.3. (Segue) Profili comuni ai due termini di impugnazione...1193 4. Le impugnazioni incidentali. ...1196 5. La pluralità di parti in primo grado: effetti sull’impugnazione. ...1199 6. Il contumace involontario. ...1201 7. Effetti dell’accoglimento dell’impugnazione. ...1202

CAPITOLO XIII L’APPELLO

(DI GIOVANNI FANTICINI)

1. Caratteri generali del processo d’appello...1205 2. I provvedimenti appellabili...1207 3. Forme e termini dell’impugnazione. ...1209 4. L’oggetto dell’impugnazione...1216 5. L’effetto devolutivo e l’onere di riproposizione ex art. 346 c.p.c...1216 6. Le parti e il contraddittorio. ...1218 7. I nova in appello...1220 7.1. (Segue) Nuovi documenti in appello...1223

CAPITOLO XIV

IL GIUDIZIO DI CASSAZIONE (DI SALVATORE SAIJA)

1. Il nuovo giudizio di cassazione. Evoluzione applicativa. ...1225 2. Il procedimento...1230 a) La notificazione del ricorso (o del controricorso) e il successivo deposito...1231 b) L’onere di deposito della copia conforme della sentenza impugnata a pena di improcedibilità ex

art. 369, comma 2, n. 2, c.p.c. ...1234 c) L’interesse ad impugnare...1237 d) La legittimazione attiva...1237 e) L’impugnazione incidentale. ...1238 f) I requisiti di forma e contenuto del ricorso (e del controricorso)...1239 g) I vizi denunciabili...1247 h) Ulteriori questioni procedurali. ...1253 4. Il giudizio di rinvio. ...1263

Riferimenti

Documenti correlati

La presente rassegna avrà, quindi, come incipit l’analisi della giurisprudenza elaborata in relazione ai reati edilizi, non solo perché questo è stato l’ambito in cui sono

Tra le pronunce rilevanti sotto il profilo processuale, merita di essere segnalata Sez. 3, n. 24072/2017, Olivieri, Rv. 645833-01, che ha individuato una ipotesi di novità della

Nella stessa decisione, la Cassazione ha avuto modo di precisare che la sentenza non definitiva di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, che il tribunale

Le tesi sostenute nelle due sentenze divergono, inoltre, anche in ordine all’individuazione dell’ambito di rilevanza penale dell’imperizia, che per la sentenza Cavazza è

natura sostanziale, nel senso che deve ritenersi intimamente connesso con la situazione giuridica soggettiva che il contratto nullo può diminuire o danneggiare, così che

minimo e di quello massimo stabiliti per ciascuna specie di pena accessoria, non assume il preteso significato di conferma della applicabilità dello stesso art. in dipendenza

affetto da tale vizio, inclusa l’opposizione tardiva, qualora il rispetto del termine di legge sia stato reso impossibile proprio dalla nullità. Tuttavia, ciò non può avvenire senza

condannato in ogni caso e, ancor di più, quando vi sia un accenno di prova dell'incapacità di questo di sopportare l'onere del pagamento risarcitorio» (in