• Non ci sono risultati.

VERBALE N. 1 Criteri di valutazione. La Commissione giudicatrice della procedura selettiva indicata in epigrafe, composta da:

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "VERBALE N. 1 Criteri di valutazione. La Commissione giudicatrice della procedura selettiva indicata in epigrafe, composta da:"

Copied!
20
0
0

Testo completo

(1)

PROCEDURA SELETTIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/Ll Anestesiologia

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia

PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELILA LEGGE 240/2010 (codice n. 3816)

VERBALE N. 1 Criteri di valutazione

La Commissione giudicatrice della procedura selettiva indicata in epigrafe, composta da:

Prof:. Antonio Pesenti, Ordinario presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei (Trapianti settore concorsuale 06/Ll - Anestesiologia, SSD MED/41 - Anestesiologia deWUniversità degli Studi di Milano

Prof. Luca Brazzi, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 - Anestesiologia, dell'Università degli Studi di Torino I . .

' Prof.ssa Caterina Aurilio, Ordinario presso il Dipartimento della Donna, del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

si riunisce al completo il giorno 07 Novembre 2018 alle ore 10,00 avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di

At~neo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge 240/2010.

i

I cpmponenti della Commissione prendono atto che la stessa è pienamente legittimata ad operare in quanto nessuna istanza di ricusazione dei commissari è pervenuta all'Ateneo e che devono concludere i propri lavori entro tre mesi dalla data di emanazione del decreto rettorale di nomina.

Prima di iniziare i lavori i componenti della Commissione procedono alla nomina del Prèsidente nella persona del Prof. Antonio Pesenti e del Segretario nella persona del Prof.

Luca Brazzi.

La. Commissione prende atto che, in base a quanto comunicato dagli uffici, alla procedura pa'·rteci pano:

Numero candidati: 1

Numero candidati che devono sostenere la prova didattica:

.

1

Ci~scun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 c.p.c. e dell'art. 5, comma 2, del D.lgs. 1172/1948, con gli altri membri della Commissione. Dichiara altresì, ai sensi dell'art. 35 bis del D.lgs. n.165/2001 di non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal Capo I del Titolo II del Libro secondo del Codice Penale. Dichiara altresì di non aver riportato una valutazione negativa nelle attività di cui al comma 7 dell'art. 6 della Legge n. 240/2010.

Ciascun Commissario sottoscrive apposita dichiarazione che si allega al presente verbale.

(2)

La Commissione prende visione del bando della procedura di chiamata indicata in epigrafe e del Regolamento che disciplina le procedure di chiamata di cui alla Legge 240/2010 dell'Università degli Studi di Milano.

La valutazione è volta all'individuazione '.del candidato, maggiormente qualificato a coprire il posto di professore associato per il settore concorsuale 06/Ll Anestesiologia e il settore scientifico disciplinare MED/41 Anestesiologia che costituisce il profilo richiesto dal Dipartimento.

In base a quanto stabilito dal sopra .citato Regolamento, gli standard qualitativi per la valutazione dei candidati devono essere definiti con riferimento alle attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e ·di servizio agli studenti, alle attività gestionali, organizzative e di servizio svolte con particolare riferimento ad incarichi di gestione e ad impegni assunti in organi collegiali e commissioni presso rilevanti enti pubblici e privati e org~nizzazioni scientifiche e éulturali.

Trattandosi di disciplina per la quale è prevista attività clinico assistenziale, saranno definiti anche gli standard di valutazione per tali attività.

La ~ammissione definisce inoltre i criteri di valutazione della prova orale, consistente nella presentazione dell'attività scientifica del candidato e nella discussione dei titoli dallo stesso presentati, nonché delle eventuali competenze linguistiche relative alla lingua straniera indicata nel bando.

La Commissione inoltre in base alla comunicazione da parte del Responsabile del procedimento prende atto che il candidato dovrà svolgere la prova didattica in quanto non ric9pre le qualifiche previste dall'art. 10, comma 2, lettera k) del Regolamento di Ateneo per la chiamata dei professori di I e II fascia.

i

La !commissione stabilirà per la lezione tre argomenti inerenti a temi generali e metodologici de! settore oggetto del bando che verranno comunicati al candidato con anticipo di 24 ore rispetto alla data di svolgimento della prova orale. All'atto della comunicazione il candidato sceglierà tra i tre argomenti quello su cui verterà la sua lezione.

Valutazione della didattica

Ai, fini della valutazione dell'attività didattica ·sono considerati il volume, l'intensità e la continuità delle attività svolte dal candidato candidati, con particolare riferimento agli in~egnamenti e ai moduli del SSD MED/41 e/o di moduli di cui lo stesso ha assunto la re~ponsabilità.

Per le attività di didattica integrativa e di serv1z10 agli studenti, sono considerate, in particolare, le attività di relatore di elaborati di laurea, di tesi di laurea magistrale, di tesi di dottorato e di tesi di specializzazione; le attività di tutorato degli studenti di corsi laurea e di laurea magistrale e di tutorato di dottorandi di ricerca; i seminari.

I

' '

Valutazione dell'attività di ricerca 'e delle pubblicazioni scientifiche

Gli standard qualitativi, ai fini della valutazione dell'attività di ricerca scientifica del candidato, considerano gli aspetti di seguito indicati: ·

a) autonomia scientifica del candidato;

b) capacità di attrarre finanziamenti competitivi in qualità di responsabile di progetto;

(3)

c) organizzazione, direzione e coordinamento di centri o gruppi di ricerca nazionali e internazionali o partecipazione égli stessi e altre attività quali la direzione o la partecipazione a comitati editoriali di riviste scientifiche, l'appartenenza ad accademie scientifiche di riconosciuto prestigio;

d) conseguimento della titolarità di brevetti nei settori in cui

è

rilevante;

e) conseguimento di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;

f) partecipazione in qualità di relatori a congressi e convegni di interesse internazionale;

g) attività di valutazione nell'ambito.di procedure di selezione competitive nazionali e

internazionali. ·

Nel :caso in cui il bando preveda un numero massimo di pubblicazioni da presentare, la i

Commissione valuterà esclusivamente le pubblicazioni presentate dal candidato ai fini della valutazione ed indicate nel relativo elenco.

Nella valutazione del candidato verrà considerata anche la consistenza complessiva della i protluzione scientifica, l'intensità e la continuità temporale della stessa, con esclusione dei periodi, adeguatamente documentati, di allontanamento non volontario dall'attività di ric~'rca, con particolare riferimento alle funzioni genitoriali (congedi e aspettative stabiliti dall'a legge, diversi da quelli previsti per motivi di studio).

' '

I criteri in base ai quali saranno valutate le pubblicazioni scientifiche sono i seguenti:

a) originalità, innovatività, rigore metodologico e di ciascuna pubblicazione e sua diffusione e impatto all'interno della comunità scientifica;

b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il profilo da coprire indicato dal SSD Med/41 e relativo settore concorsuale o con tematiche interdisciplinari ad esso strettamente correlate;

! c) determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunità scientifica internazionale di· riferimento, dell'apportò individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione.

La Commissione stabilisce che valuterà l'apporto del candidato nei lavori in collaborazione con i seguenti criteri in ordine di priorità:

1) quando risulti espressamente indicato;

2) quando l'apporto risulti in base alle dichiarazioni del candidato e degli altri ca-autori riguardo alle parti dei lavori presentati;

3) posizione del nome del candidato quale primo o ultimo autore e posizione nella lista degli autori;

4) coerenza con il resto dell'attività scientifica;

5) notorietà del candidato nel mondo accademico e/o scientifico.

Ove l'apporto non risulti oggettivamente enucleabile, la pubblicazione non sarà valutabile.

Nell'ambito dei settori in cui ne

è

consolidato l'uso a livello internazionale la Commissione si awale anche dei seguenti indicatori, riferiti alla data di inizio della valutazione:

1) numero totale delle citazioni;

2) numero medio di citazioni per pubblicazione;

3) "impact factor" totale;

4) "impact factor" medio per pubblicazione;

5) combinazioni dei precedenti parametri atte a valorizzare l'impatto della produzione scientifica del candidato (indice di Hirsch o simili).

(4)

'•

La Commissione giudicatrice prende in considerazione pubblicazioni o testi accettati per la '

pubblicazione secondo le norme vigenti nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con l'esclusione di note interne o rapporti dipartimentali.

La Commissione valuterà le pubblicazioni di carattere scientifico delle seguenti tipologie (a titolo puramente esemplificativo):

monografie (con ISBN) - Articoli su libro (con ISBN) - Articoli su riviste (con ISSN) - Proceedings pubblicati (con ISBN) - Edizioni critiche/commentate.

i

Valj.Jtazione delle attività gestionali, organizzative e di servizio

Ai fi.ni della valutazione delle attività gestionali, organizzative e di servizio, sono considerati il voltime e la continuità delle attività svolte, con particolare riferimento ad incarichi di

ges~ione e ad impegni assunti in organi collegiali e commissioni, presso rilevanti enti pubblici e privati e organizzazioni scientifiche e culturali.

Valutazione delle attività clinico-assistenziali

Ai fini della valutazione delle attività clinico-assistenziali sono considerati la congruenza della complessiva attività del candidato con il settore concorsuale oggetto della selezione e il settore scientifico disciplinare indicato nel bando. Sono considerate la durata, la continuità, la $pecificità e il grado di responsabilità dell'attività assistenziale svolta.

MODALITA' DI ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI:

La: Commissione di valutazione prende atto, in base a quanto stabilito dal bando che nella valutazione dei titoli presentati dovrà essere attribuito a ciascuno un punteggio entro i valori m~ssimi di seguito indicati:

; a) attività di ricerca e pubblicazioni scientifiche: 70 punti, di cui il 75 per cento da attribui.re alle pubblicazioni scientifiche;

b) attività di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti: 25 punti;

c) attività istituzionali, organizzative e di servizio: 5 punti.

d) attività clinico-assistenziali: 10 punti

La Commissione, preso atto di quanto sopra, stabilisce preventivamente le modalità di ripartizione dei punteggi per l'attività didattica, le pubblicazioni, l'attività di ricerca, le attività

g~stionali e l'attività clinico-assistenziali.

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività didattica: 25 punti

1) attività didattica frontale nei corsi di laurea triennali, a ciclo unico e specialistico e nelle scuole di specializzazione per anno fino ad un massimo di punti 2

2)

attività didattica svolta presso università straniere fino ad un massimo di punti 3 per anno 3) attività didattica frontale nei percorsi formativi post-laurea (scuole di dottorato, master, p,erfezionamento) per anno fino ad un massimo di punti 3

4) Relatore di elaborati di laurea, di tesi di laurea magistrale, di tesi di dottorato e di tesi di s'pecializzazione fino ad un massimo di punti 2

5) Attività di tutorato degli studenti di corsi di laurea e di laurea magistrale fino ad un massimo di punti 2

6) Attività di tutorato di dottorandi di ricerca fino ad un massimo di punti 2

(5)

7) Seminari fino ad un massimo di punti 2

Punteggio massimo complessivo attribuibile per le pubblicazioni: 52,5 punti

Alle pubblicazioni presentate dal candidato (max 20, come indicato dal bando) saranno attribuiti fino ad un massimo di punti 37 ~5 in accordo ai seguenti principi:

• •

• •

'

I

I

I

sino ad un massimo di punti 0.5 per monografia I

sino ad un massimo di punti 0.5 per saggio inserito in opere collettanee sino ad un massimo di punti 0.5 per articolo su libro

sino ad un massimo di punti 10 per articolo su riviste internazionali o nazionali con Impact Factor

sino ad un massimo di punti 1 per articolo su riviste senza Impact Factor sino ad un massimo di punti 0.25 per proceeding pubblicato

sino ad un massimo di punti 1 per editoriale o commento critico su riviste con Impact Factor

La ;valutazione delle singole pubblicazioni terrà conto dei criteri generali indicati al capo

"Va.lutazione dell'attività di ricerca e delle pubblicazioni scientifiche" (ove applicabile, vedi soP,ra), nonché del valore di IF della singola pubblicazione.

Si terrà anche conto della qualità ed ambito della ricerca, da individuarsi in ricerca clinica,

sp~rimentale o revisione della letteratura.

Per la consistenza complessiva, l'intensità e la continuità temporale della produzione

scientifica, sempre secondo i criteri indicati al capo "Valutazione dell'attività di ricerca e delle

pu~blicazioni scientifiche" (vedi sopra), saranno attribuiti sino ad un massimo di punti 15.

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività di ricerca: 17,5 punti 1) ~ Coordinatore o partecipante di unità Progetto di ricerca Europeo/Internazionale fino ad

r un massimo di punti 1 ..

2)! Responsabile scientifico locale Progetto di· ricerca Europeo/Internazionale fino ad un

1 massimo di punti 0.5

i

3)1 Coordinatore o partecipante PRIN E FIRB nazionali fino ad un massimo di punti 0.25 4} Coordinatore o partecipante PRIN o FIRB locali fino ad un massimo di punti 0.15

5): Coordinatore di progetto su bando competitivo nazionale o internazionale (es. Enti locali,

1 AIRC, Telethon, Fondazioni) fino ad un massimo di punti 0.1

6) Presidenza società scientifica internazionale fino ad un massimo di punti 2 7) Editor in chief di rivista internazionale fino ad un massimo di punti 2 8) Organizzazione di convegno internazionale fino ad un massimo di punti 1 9) Trasferimento tecnologico/spin off fino ad un massimo di punti 2

10) Membro di comitato scientifico di convegno nazionale fino ad un massimo di punti 1

1~) Membro di editoria! board di rivista internazionale fino ad un massimo di punti 1 12) Membro di editoria! board di rivista nazionale fino ad un massimo di punti 0.5

13) Altro ruolo organizzativo e direttivo all'interno della comunità nazionale/internazionale fino a un massimo di punti 0.5

I' suddetti punteggi verranno attribuiti fino alla concorrenza massima di punti 7 .5. La attività di ricerca sarà globalmente valutata secondo i criteri indicati al capo "Valutazione dell'attività di ricerca e delle pubblicazioni scientifiche" fino al massimo di addizionali punti 10. ·

(6)

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività gestionale: 5 punti ProRettore o delegato fino ad un massimo di punti 5

Componente degli organi di governo fino ad un massimo di punti 3 Direttore di Dipartimento fino ad un massimo di punti 2

Preside di Facoltà fino ad un massimo di punti 3

Componente Nucleo di valutazione fino ad un massimo di punti 1

-1 Coordinatore Classe/Presidente collegio didattico/corso di studio/dottorato fino ad un massimo di punti 1

Direttore scuola dottorato o Specializzazione fino ad un massimo di punti 1

:

Pu~teggio

' massimo complessivo attribuibile per l'attività clinico assistenziale, ove

;, pre~ista: 10 punti

r

i'

. I L

I

attività clinico assistenziale fino ad un massimo di punti 0.2 per anno Direttore di struttura complessa di U.O. fino ad un massimo di punti 10

Direttore di struttura semplice o di alta specializzazione fino ad un massimo di punti 7 La prova orale sarà valutata tenendo in considerazione:

, 1) l'efficacia didattica; ' 2) ia chiarezza espositiva;

3) la completezza della trattazione e il suo rigore logico;

4) ,la conoscenza della lingua straniera.

Alla prova orale verrà attribuito un massimo di 10 punti.

La.lezione sarà valutata tenendo in considerazione:

I

l)ila chiarezza espositiva; i

2)/la completezza della trattazione e il suo rigore logico;

3)! l'originalità dell'approccio scientifico-metodologico 4).: la conoscenza della lingua straniera

' I

Al: termine della prova didattica la Commissione esprimerà un giudizio di idoneità.

Successivamente alle operazioni di valutazione la Commissione provvederà ad individuare con deliberazione assunta a maggioranza assoluta dei componenti e motivandone la scelta, il · candidato maggiormente qualificato a svolgere le funzioni didattiche e scientifiche riçhieste.

L~ Commissione decide di riconvocarsi secondo il seguente calendario:

iL giorno 17 dicembre alle ore 10,00 avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale (valutazione titoli e assegnazione argomenti per la lezione);

I

il' giorno 18 dicembre alle ore 13.00 presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico Chirurgica e dei Trapianti, padiglione Litta piano 1, Via Commenda 16 (svolgimento prova orale e prova didattica).

La seduta è tolta alle.ore 11,00 Letto, approvato e sottoscritto.

(7)

,,

Milano, 07 Novembre 2018

LA COMMISSIONE:

Prof. Antonio Pesenti Presidente Prof.ssa Caterina Aurilio

Prof! Luca Brazzi I Segretario

(8)

PROCEDURA SELETTIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/L1 Anestesiologia

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia

PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELLA LEGGE 240/2010 (codice n. 3816)

VERBALE N. 2

Valutazione dei ca,ndidati ·

Prof. Antonio Pesenti, Ordinario presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Trapianti settore concorsuale 06/Ll - Anestesiologia, SSD MED/41 - Anestesiologia dell'Università degli Studi di Milano

Prof. Luca Brazzi, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, settore concorsuale 06/Ll, SSO MED/41 - Anestesiologia, dell'Università degli Studi di Torino

Prof.ssa Caterina Aurilio~ Ordinario presso il Dipartimento della Donna, del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

si riunisce al completo il giorno 17 dicembre 2018 alle ore 10,00 come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge 240/2010, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale.

In apertura di seduta il Presidente della Commissione dà lettura del messaggio di posta elettronica con il quale il Responsabile delle procedure comunica che in data 15 novembre 2018 si

è

provveduto alla pubblicizzazione dei criteri stabiliti dalla Commissione nella riunione del 7 Novembre 2018 mediante pubblicazione sul sito web dell'Ateneo.

La Commissione prende visione dell'elenco dei candidati, che risultano essere:

1. ~ISTAGNO Giuseppe

e prende atto che il candidato dovrà svolgere la prova didattica in quanto non ricopre le qualifiche previste dall'art. 10, comma 2, lettera k) del Regolamento di Ateneo per la chiamata dei professori di I e II fascia.

I

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 c.p.c. e dell'art. 5, comma 2, del D.lgs. 1172/1948, con il candidato. Dichiara inqltre di non trovarsi in alcuna situazione di conflitto di interessi, anche potenziale, con il ca(ldidato ai sensi della Legge 190/2012. Ciascun Commissario sottoscrive apposita dichiarazione che si allega al presente verbale.

(

Constatato che, come previsto dal bando, sono trascorsi almeno 5 giorni dalla pÙbblicizzazione dei criteri, la Commissione può legittimamente proseguire i lavori con la valutazione del candidato.

Prima di procedere alla valutazione dei titoli e delle pubblicazioni del candidato, vengono prese in esame le pubblicazioni redatte in collaborazione con i commissari della presente

(9)

procedura di valutazione o con altri coautori non appartenenti alla Commissione, al fine di valutare l'apporto del candidato.

In ordine alla possibilità di individuare l'apporto dei singoli coautori alle pubblicazioni

·presentate dal candidato che risultano svolte in collaborazione con i membri della Com:missione, si precisa quanto segue:

i

Il Prof. Antonio Pesenti ha due lavori 'in collaborazione con il candidato Dott. Giuseppe Ristagno ed in particolare i lavori contrassegnati dai numeri 14 e 16 nei quali, sulla scorta della posizione del nome del candidato fra quelli degli autori (primo nel numero 14 e ultimo nel numero 16) e in base alle dichiarazioni dello stesso Prof. Pesenti, è possibile evincere il prevalente contributo del candidato.

Pertanto, la Commissione delibera di. ammettere all'unanimità le pubblicazioni in questione alla successiva fase di giudizio di merito.

Successivamente dopo attenta analisi dei lavori presentati rileva che i contributi scientifici del candidato sono enucleabili e distinguibili (conto tenuto anche dell'attività scientifica sviluppata dal candidato, la Commissione ritiene che vi siano evidenti elementi di giudizio per individuare l'apporto dello stesso) e unanimemente delibera di ammettere alla successiva valutazione di merito i lavori selezionati dal numero 1 al numero 20.

La Commissione procede quindi alla valutazione analitica dei titoli dei candidati in base ai criteH stabiliti nella riunione preliminare.

. I I ,

La Commissione predispone un prospetto, allegato al presente verbale (All. 1), nel quale vengono riportati i titoli valutati e i punteggi attribuiti collegialmente al candidato I

relativamente all'attività didattica, all'attività di ricerca e alle pubblicazioni scientifiche, all'attività gestionale e, ove prevista, all'attività clinico-assistenziale.

La Commissione rileva che il candidato Dott. RISTAGNO Giuseppe deve svolgere la prova didattica e pertanto, si riconvoca per il giorno stesso alle ore 12.00 per la formulazione e l'assegnazione dei temi per la lezione.

La seduta è tolta alle ore 11.15 Letto, approvato e sottoscritto.

i

. Milar:io, 17 Dicembre 2018 . LA cpMMISSIONE:

·Prof.' Antonio Pesenti Presidente Prof.ssa Caterina Aurilio

Prof. Luca Brazzi Segretario

(10)

PROCEDURA SELETTIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI SIECONDA FASCIA PER IL SETTORE CQNCORSUALE 06/Ll Anestesiologia

SIETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia

PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELLA LEGGE 240/2010 (codice n. 3816)

ALLEGATO l AL VERBALE 2 SCHEDA DI RIPARTIZIONE PUNTEGGI Nome e Cognome Giuseppe Ristagno

ATTIVITA' DIDATTICA ( Punteggio massimo .attribuibile 25) punti 1) attività didattica frontale nei corsi di laurea triennali, a ciclo unico e specialistico 1 e nelle scuole di specializzazione per anno fino ad un massimo di punti 2

2) attività didattica svolta presso università straniere fino ad un massimo di punti

o

3 per anno

3) at~ività didattica frontale nei percorsi formativi post-laurea (scuole di dottorato, 2 master, perfezionamento) per anno fino ad un massimo di punti 3

4) Relatore di elaborati di laurea, di tesi di laurea magistrale, di tesi di dottorato e

o

di tesi di specializzazione fino ad un massimo di punti 2

5) Attività di tutorato degli studenti di corsi di laurea e di laurea magistrale fino ad

o

un massimo di punti 2

6) Attività di tutorato di dottorandi di ricerca fino ad un massimo di punti 2 6

7) Sertiinari fino ad un massimo di punti 2 2

PUNTEGGIO COMPLESSIVO 11

Il candidato ha svolto una costante attività didattica e di tutoraggio a partire dall'anno 2018, quasi esclusivamente in corsi di dottorato o di specializzazione post laurea, evidenziando una notevole attività in ambito internazionale.

ATTIVITA' DI RICERCA ( Punteggio massimo attribuibile 17,S) punti 1) Coordinatore o partecipante di unità Progetto di ricerca 2

Europeo/Internazionale fino ad un massimo di punti 1

2) Responsabile scientifico locale Progetto di ricerca Europeo/Internazionale fino 2 ad un massimo di punti 0.5

3) Coordinatore o partecipante PRIN E FIRB nazionali fino ad un massimo di punti

o

0.'25

4) Coordinatore o partecipante PRIN o FIRB locali fino ad un massimo di punti 0.15 0.'15

5) Coordinatore di progetto su bando competitivo nazionale o internazionale (es. 1.7 Enti locali, AIRC, Telethon, Fondazioni) fino ad un massimo di punti 0.1

6) Presidenza società scientifica internazionale fino ad un massimo di punti 2

o

7) Editor in chief di rivista internazionale fino ad un massimo di punti 2

o

8) Organizzazione di convegno internazionale fino ad un massimo di punti 1

o

9) Trasferimento tecnologico/spin off fino ad un massimo di punti 2 4 10) Membro di comitato scientifico di convegno nazionale fino ad un massimo di 4

punti 1 i

11) Membro di editoria! board di rivista internazionale fino ad un massimo di punti 3 1

12) Membro di editoria! board di rivista nazionale fino ad un massimo di punti 0.5

o

13) Altro ruolo organizzativo e direttivo all'interno della comunità 0.5

(11)

nazionale/internazionale fino a un massimo di punti 0.5 : \

PUNTEGGIO COMPLESSIVO ' 17.35

Il candidato ha sviluppato una rilevante attività scientifica nel campo della ricerca sia sperimentale sia clinica, come attestato dal numero e dalla qualità delle pubblicazioni e dalle attività di trasferimento tecnologico. Assai importante e di grande rilievo anche l'attività congrèssuale e nell'ambito delle Società Scientifiche del settore.

PUBBLICAZIONI (punteggio massimo attribuibile 52,5) Tipologia* Punti N.B.: Valutare esclusivamente le pubblicazioni inviate ai

fini della valutazione e indicate nel relativo elenco

1. Ristagno G, Tang W, Chang YT, Jorgenson DB., Russell Articolo su 1 JK, Huang L, Wang T, Sun S, Weil MH. The quality of chest rivista

compressions during cardiopulmonary resuscitation -overrides internazionale importance of timing of de.fibrillation. Chest 2007; 132(1):70- con IF

75.

2. Ristagno G, Sun S, Tang W, Weil M.H. Spontaneous Articolo su 1 gasping produces carotid blood flow during untreated cardiac rivista

arrest. Resuscitation 2007; 75(2): 366-371. internazionale con IF

3. Ristagno G, Sun S, Tang W, Castillo C, Weil MH. Effects Articolo su 2 of epinephrine and vasopressin on cerebral microcirculatory rivista

floWs during and after cardiopulmonary resuscitation. Crit Care internazionale

Med 2007:35(9):2145-2149. con IF

4. i Ristagno G, Tang W, Sun S, Weil MH. Cerebral cortical Articolo su 1 ri1 icrovascu la r flow during and following cardiopulmonary rivista

resuscitation after short duration of cardiac arrest. Resuscitation internazionale

2008;77(2) :229-34. con IF

5. . Ristagno G, Tang W, Russell JK, Jorgenson D, Wang H, Articolo su 2 Sun

s,

Weil MH. Minimal interruption of cardiopulmonary rivista

resuscitation far a single shock as mandateci by automated internazionale external defibrillations do es not compromise outcomes in a con IF

porcin,e model of cardiac arrest and resuscitation .. Crit Care Med 2008;36 (11):3048-53.

6. i Ristagno G, Tang W, Huang L, Fymat A, Chang YT, Sun Articolo su 2 S, Castillo C, Weil MH. Epinephrine reduces cerebral perfusion rivista

during cardiopulmonary resuscitation. Crit Care Med internazionale

2009;37( 4): 1408-15. con IF

7. : Ristagno G, Yu T, Quan W, Freeman .G, Li Y. Comparison Articolo su 1 of defibrillation efficacy between two pads placements in a rivista

pediatrie porcine model of cardiac arrest. Resuscitation internazionale

2012•83(6) :755-759. con IF

8. · Ristagno G, Yu T, Quan W, Freeman G, Li Y . Current is Articolo su 1 better than energy as predictor of success · far biphasic rivista

defibrillatory shocks in a porcine model of ventricular fibrillation. internazionale

Resuscitation 2013 Mav;84(5):678-83. con IF

9. . Ristagno G, Fries M, Brunelli L, Fumagalli F, Bagnati R, Articolo su 1 Russo. I, · Staszewsky L, Masson S, Volti GL, Zappa là A, Derwall rivista

M, Br.Ocken A, Pastorelli R, Latini R. Early kynurenine pathway internazionale activation following cardiac arrest in rats, pigs, and humans. con IF

Resuscitation 2013:84(11): 1604-10.

10. Ristagno G, Li Y, Fumagalli · F, Finzi A, Quan

w.

Articolo su 1 Amplitude spectrum area to guide resuscitation-A retrospective rivista :

analysis during out-of-hospital cardiopulmonary resuscitation in internazionale 609 patients with ventricular fibrillation cardiac arrest. con IF

Resuscitation 2013:84(12): 1697-703.

11. Ristagno G, Fumagalli F, Russo I, Tantillo S, Zani

09,

Articolo su 1

// .~

(12)

Locatelli V, De Maglie M, Novelli D, s'taszewsky L, Vago T, Belloli A, Di Giancamillo M, Fries M, Masson S~ Scanziani E, Latini R.

Postresuscitation treatment withi a~gon improves early neurologica! recovery in a porcine mqdel of cardiac arrest.

Shock 2014;41(1):72-78.

I

12. Fumagalli F, Russo I, Staszewsky L,j Li Y, Letizia T, Masson S, Novelli D, Rocchetti M, Canovi M, Veglianese P, Gobbi M, Latini ; R, Zaza A, . Ristagno G. ~anolazine ameliorates postresuscitation electrical instability and myocardial dysfunction and irhproves survival with good neurologie recovery In a rat modell of cardiac arrest. Heart Rhvthm 2014;11(9):1641-7.

13.

!

Ristagno G, Latini R, Vaahersalo J, Masson S, Kurola J, Varpuia T, Lucchetti J, Fracasso C, Guiso G, Montanelli A, Barlera s, Gobbi

M,

Tiainen M, Pettila V, Skrifvars MB.

FINNRESUSCI Investigators. Early activation of the kynurenine pathw,ay predicts early death and long-term outcome in patients rèsuscitated froin out-of-hospital cardiac arrest. J American Heart Assoc. 2014;3(4), oii: e001094.

14. Ristagno G, Mauri T, Cesana G, Li Y, Finzi A, Fumagalli F, Rossi G, Grieco N, Migliori M, Andreassi A, Latini R, Fornari C, Pesenti A. Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU) Research Group. Amplitude spectrum area to guide defibrillation d:validation on 1617 patients with ventricular fibrillation.

Òrculation 2015; 131(5) :478-87.

1'5.

I

Ristagno G, Latini R, Plebani M, Zaninotto M, Vaahersalo J, Masson S, Tiainen M, Kurola J, Gaspari F, Milani V, Pettila V,

$krifv~rs MB; FINNRESUSCI Study Group. Copeptin levels are assoc(ated with organ dysfunction and death in the intensive care 1unit after out-of-hospital cardiac arrest. Crit Care

2015'119(1):132. . :

16.

!

He M, Gong Y, Li Y, Mauri T, Fumagalli F, Bozzola M, çesan'.a G, Latini R, Pesenti A, Ristagno G. Combining multiple ECG features does not improve prediction of defibrillation q:Utcoi;ne compared to single features in a large population of d'ut-of-hospital cardiac arrests. Crit Care 2015;19(1):425.

~:7,

i

Ristagno G, Masson S, Tiainen M, Bendel S, Bernasconi

~' Varpula T, Milani V, Vaahersalo J, Magnoli M, Spanuth E,

~arler~ S, Latini R, Hoppu S, Pettila V, Skrifvars MB;

F.INNRESUSCI Study Group. Elevateci plasma heparin-binding proteih is associateci with early death after resi.Jscitation from ,. I . cardiac arrest. Crit Care 2016;20(1):251.

18.

·I

Olasveengen TM, De Caen AR, Mancini ME, MacOnochie IK, Aickin R, Atkins DL, Berg RA, Bingham RM, Brooks SC,

~astrén M, Chung SP, Considine J, Couto TB, Escalante· R, Gazmliri , I RJ, Guerguerian A-M, Hatanaka T, Koster RW, Kuder)chuk PJ, Lang E, Lim SH, L121fgren B, Meaney PA, Montgomery WH, Morley PT, Morrison, LJ, Nation KJ, Ng KC, Nadkarni VM, Nishiyama C, Nuthall G, Ong G.Y, Perkins GD, Reis AG, ~istagno G, Sakamoto T, Sayre MR, Schexnayder SM, Sierra! AF, Singletary EM, Shimizu N, Smyth MA, Stanton D, Tijsseh JA, Travers A, Vaillancourt C, Van De Voorde P, Hazinski MF, !Nolan JP; ILCOR Collaborators. 2017 International Consensus on Cardiopulmonary Resuscitation and Emergency Cardiovascular èare Science with Treatment Recommendations Summarv. Circuiation 2017;136(23):e424-e440.

19. Fumagalli F, Silver AE, Tan Q, Zaidi N, Ristagno G.

Cardiac rhythm analysis during ongoing cardiopulmonary resuscitation usinCJ the Analvsis DurinCJ Compressions with Fast

rivista '.

internazionale con IF \

I !

I

Articolo ·su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale con IF

Articolo:su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale con IF

Articolo su rivista

internazionale

1

1

5

1

1

1

5

1

(13)

Reconfirmation technology. Heart Rhythm 2018; 15(2): 248- con IF 255.

20. Sabini G, Grassi L, Russo I, Novelli D, Boccardo A, Luciani Articolo su 1 A, Fumagalli F, Staszewsky L, Fiordaliso F, De Maglie ·M, Salio M, rivista

Zani DD, Letizia T, Masson S, Luini MV, Pravettoni D, Scanziani internazionale E, Latini R, Ristagno G. Duration of Untreated Cardiac Arrest con IF

and Clinica! Relevance of Animai Experiments: The Relationship between the "no-Flow" Duration and the Severity of Post- Cardiac Arrest Syndrome in a Porcine Model. Shock 2018;49(2) :205-212.

PUNTEGGIO COMPLESSIVO 31

Valutazione per la consistenza complessiva, l'intensità e la continuità temporale 14 della produzione scientifica

PUNTEGGIO COMPLESSIVO

Il Dr. Giuseppe Ristagno dimostra una attività scientifica e di ricerca svolta con continuità e profitto. E' autore di 130 lavori su riviste peer review, con H Index di 26, un totale di 2658 citazioni, con una media per articolo di 19.7 citazioni.

ATTIVITA GESTIONALE, ORGANIZZATIVA E DI SERVIZIO Punti (punteggio massimo attribuibile 5)

ProRettore o delegato fino ad un massimo di punti 5

o

Componente degli organi di governo fino ad un massimo di punti 3

o

~irettqre di Dipartimento fino ad un massimo di punti 2

o

Preside di Facoltà fino ad un massimo di punti 3

\ '

o

Comp'?nente Nucleo di valutazione fino ad un massimo di punti 1

o

Coordinatore Classe/Presidente collegio didattico/corso di studio/dottorato fino ad

o

un massimo di punti 1

Direttore scuola dottorato o Specializzazione fino ad un massimo di punti 1

o

PUNTEGGIO COMPLESSIVO

o

ATTIVITA' CLINICO -ASSISTENZIALE (ove prevista) Punti (punteggio massimo attribuibile 10)

Attività clinico assistenziale fino ad un massimo di punti 0.2 per anno 0.3 Direttore di struttura complessa di U.O. fino ad un massimo di punti 10

Direttore di struttura semplice o di alta specializzazione fino ad un massimo di ounti 7

PUNTEGGIO COMPLESSIVO 0.3

Il Dr. ~Giuseppe Ristagno ha svolto attività libero professionale come anestesista presso l'Azienda Ospedaliera San Gerardo di Monza da gennaio 2011 a marzo 2014 (36 ore/mese) e da dicembre 2013 ad ottobre 2016, sempre come medico anestesista, presso la Columbus Milano (con impegno variabile tra 72 e 120 ore/mese). Da aprile 2017 ad oggi svolge attività libero professionale come anestesista presso Humanitas Milano.

I

PUNTEGGIO TOTALE 73.65 PUNTI

(14)

I .

· PROCEDURA SELETTIVA PER

L~

COPERTURA DI N. 1 POSTO: DI PROFESSORE DI

\ SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/Ll Anes~esiologia

!

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia'

PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, Al SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELLA LEGGE 240/2010 (codice n. 3816)

VERBALE N. 3

Assegnazione argomenti lezione

Prof. Antonio Pesenti, Ordinario presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Trapianti settore concorsuale 06/Ll - Anestesiologia, SSD MED/41 - Anestesiologia dell'Università degli Studi di Milano

Prof. Luca Brazzi, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 - Anestesiologia, dell'Università degli Studi di Torino

Prof.ssa Caterina Aurilio, Ordinario presso il Dipartimento della Donna, del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

' si riunisce al completo il giorno 17 dicembre 2018 alle ore 12,00 come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge . 240/2010, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale.

La Commissione procede a formulare gli argomenti sui quali verterà la lezione del candidato Dott. Ristagno Giuseppe inerenti: a temi generali e metodologici del settore oggetto del bando.

Al candidato verranno proposti tre temi. All'atto della comunicazione il candidato sceglie tra i tre argomenti quello che sarà oggetto della sua lezione e, contestualmente a tale scelta, comunica alla Commissione l'argomento per la prova didattica.

La Commissione tenuto conto del numero dei candidati, formula collegialmente il seguente

gruppo di tre temi: ·

Gruppo A

1) Terapia del Coma Post Anossico

2) Advanced Life Support e principi di gestione pratica 3) Lo shock cardiogeno

Il Prof. Antonio Pesenti comunica via email al candidato Dott. Ristagno Giuseppe i tre temi formulati dalla Commissione.

Il candidato comunica via email a tutti i membri della Commissione !~argomento prescelto:

- Tema n. 2: Advanced Life Support e principi di gestione pratica 1

(15)

i

Al termine della seduta la Commiss1ione si riconvoca per le ore 13.00 del giorno 18 Dicembre presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico Chirurgica e dei Trapianti, in Via Della Commenda 16, 20122 Milano per lo svolgimento della prova orale e della lezione.

: La seduta

è

tolta alle ore 12.30

I

Letto, approvato e sottoscritto.

!

Milano, 17 Dicembre 2018

I l

I

LA COMMISSIONE:

i Prof. Antonio Pesenti Presidente

I

Prof.ssa Caterina Aurilio

;. Prof. Luca Brazzi Segretario

(16)

~ 't

PROCEDURA SELETTIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/L1 Anestesiologia

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia

PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELLA LEGGE 240/2010 (codice n. 3816)

VERBALE N. 4

Prova orale e prova didattica

I

Prof. ,(\ntonlo Pesenti, Ordinario presso I il Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei Tr~pianti settore concorsuale 06/Ll - Anestesiologia, SSD MED/41 - Anestesiologia

dell'Università degli Studi di Milano ·

! .

Prof. )Luca Brazzi, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 - Anestesiologia, dell'Università degli Studi di Torino I

!

Prof.ssa Caterina Aurilio, Ordinario presso il Dipartimento della Donna, del Bambino e di I Chirurgia Generale e Specialistica, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

si riunisce al completo il giorno 18 Dicembre 2018 alle ore 13.00 presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico Chirurgica e del Trapianti, in Via Della Commenda 16, 20122 Milano.

:

·si procede quindi all'appello dei candidati. convocati.

' I

I

Risulta presente il candidato sotto indicato del quale viene accertata l'identità personale come risulta dall'elenco firma allegato al presente verbale. '

: ; !

j 1) D?tt. Ristagno Giuseppe

\, '

I '

i

La c;ommissione dà inizio allo svolgimento della prova orale consistente nella presentazione : dell'attività scientifica del candidato e nella discussione dei titoli dallo stesso presentati e

all'accertamento della conoscenza della lingua straniera: inglese.

1) Alle ore 13.10 viene chiamato Il candidato Ristagno Giuseppe, al termine della prova la i

r

Co/missione attribuisce il relativo punteggio.

La Commissione procede quindi allo svolgimento della prova didattica del candidato Dott. I . Ristagno Giuseppe, il quale sostiene la lezione sul tema: 'Advanced /ffe support e principi di ge~'tione pratica'.

I

Al ;termine della prova la Commissione dichiara il candidato idoneo con la seguente mqtivazione: 'Esposizione chiara, documentata ed esauriente. Eccellente il livello scientifico'.

I .

(17)

['···

.

'

Termina~e la prova orale e la prova didattica del candidato la Commissione riassume puntegg.i attribuiti a ciascuno di essi, come di seguito specificato:

' i

Cognome

e

nome Valutazione Prova Punteggio Esito titoli orale Totale lezione

;

RISTAGNO Giuseooe 73.65 10 83.65 Idoneo

I

i '

I

La Commissione pertanto individua con deliberazione assunta all'unanimità il candidato Ristagno Giuseppe quale candidato qualificato a svolgere le funzioni didattiche e scientifiche richieste, con la seguente motivazione: 'Il candidato dimostra una eccellente preparazione disciplinare ed ha sviluppato un'ottima attività scientifica unitamente ad una più che adegu~ta. capacità didattica'

Al termine della seduta la Commissione si riconvoca per le ore 14.30 dello stesso giorno per la stesura della relazione finale.

La seduta è tolta alle ore 14.15 Letto, approvato e sottoscritto.

'

Milano, 18 Dicembre 2018

LA COMMISSIONE:

Prof. Antonio Pesenti Presidente Prof .ssa Caterina Auri li o

Prof. J_uca Brazzi Segretario

'

(18)

:Universita

1

degli Studi di Milano

Protocollo Entrata

0007797/19 del 28/01/2019

i ~Ìl~ÌIÌIÌI lilli ]ili lllll lllll lllll lllll lllll llll llll

1AOO: UDSM_MI Cod.Reg: RP_UNIMI

PROCEDURA SELETTIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 06/L1 Anestesiologia

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE MED/41 Anestesiologia

.PRESSO IL DIPARTIMENTO DI Fisiopatologia medico Chirurgica e dei Trapianti DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, Al SENSI DELL'ART. 18, COMMA 1, DELLA LEGGE 240/2010 {codice n. 3816)

RELAZIONE FINALE

La C,ommissione giudicatrice della procedura selettiva indicata in epigrafe, composta da:

I

· Prof; Antonio Pesenti, Ordinario presso il Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei ,Trapianti settore concorsuale 06/Ll - Anestesiologia, SSD MED/41 - Anestesiologia dell'Università degli Studi di Milano

Prof:. Luca Brazzi, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, settore con!=orsuale 06/Ll, SSD MED/41 - Anestesiologia, dell'Università degli Studi di Torino

Prof.ssa Caterina Aurilio, Ordinario presso il Dipartimento della Donna, del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica, settore concorsuale 06/Ll, SSD MED/41 dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli

si è riunita al completo nei giorni 7 Novembre, 17 e 18 Dicembre 2018 come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi dei'la Legge 240/2010, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale.

Ne.Ila riunione di apertura la Commissione ha provveduto alla nomina del Presidente nella persona del Prof. Antonio Pesenti e del Segretario nella persona del Prof. Luca Brazzi.

I

La: Commissione ha preso atto che, in base a quanto comunicato dagli uffici, alla procedura pa,rtecipa n.1 candidato, il quale dovrà sostenere la prova didattica.

Successivamente ciascun commissario ha dichiarato ai sensi dell'art. 35 bis del D.lgs.

n.:165/2001 di non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal Capo I del Titolo II del Libro secondo del Codice Penale, di non aver riportato una valutazione negativa nelle attività di cui al comma 7 dell' art. 6 della Legge n.

240/2010 e di non avere relazioni di parentela ed affinità, entro il quarto grado incluso, con gli altri commissari. I

La Commissione ha quindi provveduto a predeterminare i criteri per la valutazione dei titoli e: delle pubblicazioni, dell'attività di ricerca, dell'attività gestionale, dell'attività clinico- assistenziale ' della prova orale e del seminario scientifico.

Nella seconda riunione che si è tenuta il giorno 17 dicembre ogni componente della Commissione in base all'elenco dei candidati ha dichiarato la non sussistenza di situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 del c.p.c, con il candidato della procedura:

1) Dr. RISTAGNO Giuseppe 1

La Commissione ha preso visione della documentazione fornita dall'Amministrazione, delle

I

domande, del curriculum, dei titoli e :delle pubblicazioni.

I

(19)

La Commissione ha proceduto alla valutazione del candidato in base ai crite.ri stabiliti nella riunione preliminare e ha predisposto un prospetto nel quale sono stati riportati i punteggi attribuiti collegialmente all'attività didattica, all'attività di ricerca e alle pubblicazioni scientifiche, all'attività gestionale e, all'attiyità clinico - assistenziale.

Conclusa la valutazione dei titoli e delle pubblicazioni del candidato Dr. Ristagno Giuseppe, la Commissione ha rilevato che lo stesso deve svolgere la prova didattica e pertanto si

è

riconvocata per il giorno stesso per la formulazione e l'assegnazione dei temi per la lezione.

Il Prof. Antonio Pesenti ha comunicato via email alle ore 12.12 al candidato Dott. Ristagno Giuseppe i tre temi formulati dalla Commissione.

Il candidato ha riposto alle ore 12.21 via email a tutti i membri della Commissione, comunicando l'argomento prescelto:

I

- Te".na n. 2: Advanced Life Support e principi di gestione pratica

I

Il giorno 18 dicembre alle ore 13.10 la Commissione ha proceduto allo svolgimento della prova' orale ed all'accertamento della conoscenza della lingua straniera ed ha attribuito i relativi punteggi.

Successivamente la Commissione ha proceduto allo svolgimento della prova didattica dei candidato Dott Giuseppe Ristagno. ed ha attribuito relativi giudizi di idoneità.

La Commissione ha riassunto i punteggi attribuiti al candidato, come di seguito specificato:

ì

I Valutazione Prova Punteggio Esito

Cognome e nome

titoli orale Totale lezione

RISTAGNO Giuseppe 73.65 10 83.65 Idoneo

La Commissione pertanto ha individuato con deliberazione assunta all'unanimità il : candidato Ristagno Giuseppe quale candidato qualificato a svolgere le funzioni didattiche e

"scientifiche richieste, con la seguente motivazione: 'Il candidato dimostra una eccellente preparazione disciplinare ed ha sviluppato un'ottima attività scientifica unitamente ad una più çhe adeguata capacità didattica'

La Commissione dichiara conclusi i lavori.

I

!

i

Il plico contenente due copie dei verbali delle singole riunioni e due copie della relazione finale con i relativi allegati viene consegnato dal Presidente o da un suo incaricato al Responsabile del Procedimento dell'Università degli Studi di Milano. Copia elettronica, in formato Word, di ciascun verbale e della relazione finale viene inviata all'indirizzo di posta elettronica valcomp@unimi.it.

(20)

La Commissione termina i lavori alle ore 15.00 del giorno 18 Dicembre 2018.

Letto, approvato e sottoscritto.

Mila~o, 18 Dicembre 2018

I

I '

LA COMMISSIONE:

Prof. Antonio Pesenti Prof.ssa Caterina Aurilio

Prof. Luca Brazzi Segretario

Riferimenti

Documenti correlati

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. Dichiara altresì, ai sensi dell’art. n.165/2001 di non essere stato condannato,

Ai fini della valutazione dell’attività didattica sono considerati il volume, l’intensità e la continuità delle attività svolte dai candidati, con particolare riferimento

c) lo svolgimento della seduta in forma pubblica, garantita dalla possibilità di collegamento in contemporanea, per l’intera durata della stessa, dei commissari di concorso,

Prof. I componenti della Commissione prendono atto che la stessa è pienamente legittimata ad operare in quanto nessuna istanza di ricusazione dei commissari è

Prof. Roberto Pretolani, Ordinario presso il Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali, settore concorsuale 07/A1 - Economia agraria ed estimo, SSD AGR/01 -

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. Dichiara altresì, ai sensi dell'art. Dichiara altresì di non

1. Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, al sensi degli artt. Dichiara altresì, al sensi dell'art. Dichiara altresì di non

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. Dichiara altresì, ai sensi dell'art.. La Commissione prende