• Non ci sono risultati.

TEIC83500T - REGISTRO PROTOCOLLO /01/ A15c - Progetti - U

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "TEIC83500T - REGISTRO PROTOCOLLO /01/ A15c - Progetti - U"

Copied!
7
0
0

Testo completo

(1)

ISTITUTO COMPRENSIVO Via Dante Alighieri,26 64024 NOTARESCO (TE)

cf 81001970672 tel. 0858950260-261 -262 fax 085/8950265 E.MAIL: teic83500t@istruzioone.it – P.E.C. teic83500t@pec.istruzione.it

www.icnotaresco.gov.it PIANO DI MIGLIORAMENTO

PREMESSA

L'istituto, facendo propri gli obiettivi e le indicazioni nazionali per il curricolo, avendo acquisito dati e analisi in relazione a quanto scaturito nel rapporto di autovalutazione (revisionato nel

dicembre 2020) predispone il PdM sulla base dei punti di forza e di debolezza evidenziati dal RAV e muovendo dalle priorità e dai traguardi espressi dalla scuola.

Si attua tenendo conto di alcuni passaggi:

– lavorare sui nessi tra obiettivi di processo e traguardi di miglioramento – pianificare le azioni

– valutare periodicamente lo stato di avanzamento del PdM – documentare l'attività del nucleo interno di valutazione

IDENTITÀ STRATEGICA

L'identità strategica dell'istituto, così come definita nell'atto di indirizzo del Dirigente Scolastico e in coerenza col PTOF, si pone i seguenti obiettivi:

– garantire il successo formativo di ciascun alunno e alunna e la migliore realizzazione di sé, con particolare attenzione ad alunni con bisogni educativi speciali

– promuovere il benessere socio-emotivo di ciascuno

– contemperare il successo formativo con il diritto alla salute, nel rispetto del piano di rientro e protocollo anticovid-19

– completare il curricolo verticale d'istituto per competenze, in cui innestare il curricolo di educazione civica

– privilegiare l'utilizzo degli spazi esterni per la didattica

– attuare una progettazione didattica condivisa, basata su interdisciplinarietà e competenze trasversali

– garantire il recupero degli apprendimenti

– revisionare l'attuale protocollo d'istituto per la valutazione degli apprendimenti

(2)

– integrare i regolamenti d'istituto esistenti con i protocolli anticovid – elaborare il piano scolastico per la Didattica Digitale Integrata

– inserire nel piano di formazione dell'istituto iniziative di formazione e accompagnamento legate all'emergenza

MACROAREE DI INTERVENTO PER IL MIGLIORAMENTO

1. orientare i percorsi formativi offerti nel PTOF al potenziamento delle competenze linguistiche, logico-matematiche, scientifiche e digitali, funzionali al raggiungimento degli obiettivi di processo definiti nel RAV

2. revisione dei regolamenti d'istituto

3. elaborazione di un curricolo verticale in continuità tra i tre ordini di scuola

4. condivisione, diffusione e valorizzazione di buone pratiche e di pratiche valutative e autovalutative formative e orientative

5. certificazione delle competenze secondo le indicazioni ministeriali 6. attività di inclusione, recupero e potenziamento

7. attività di continuità e orientamento 8. formazione docenti

9. conoscenza del territorio e partecipazione a iniziative di enti e associazioni locali 10. progetti in rete e partecipazione ai PON

11. coinvolgimento delle famiglie in iniziative di informazione/formazione 12. realizzazione di ambienti d'apprendimento significativi

IL NUCLEO INTERNO DI VALUTAZIONE

Il NIV è così composto:

– DS

– Collaboratori DS – referente NIV

– funzione strumentale Web e DDI – funzione strumentale PTOF

– funzione strumentale continuità e orientamento – funzione strumentale BES

– docente di lettere

Il NIV svolge i seguenti compiti:

– aggiornamento del PTOF 2020-23

(3)

– aggiornamento del RAV

– revisione annuale del PdM e definizione piste di miglioramento – attuazione e coordinamento delle azioni previste nel PdM – monitoraggio in itinere del PdM

– mappa delle alleanze educative territoriali

– elaborazione e somministrazione dei questionari di customer satisfaction a docenti, genitori e ATA

– tabulazione dati e condivisione esiti con la comunità scolastica – rendicontazione e bilancio sociale

PRIORITÀ DEFINITE NEL PIANO DI MIGLIORAMENTO

Priorità 1: Migliorare le conoscenze-abilità linguistiche e logico-matematiche degli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado.

TRAGUARDO

Migliorare i risultati delle prove Invalsi, nella scuola secondaria di primo grado: di almeno 5 punti percentuali in matematica, (per avvicinarsi alla media nazionale e regionale) e di 3 punti percentuali in italiano (per adeguarsi alla media del Sud); nelle classi quinte di scuola primaria di 2 punti percentuali in italiano.

Priorità 2: Promuovere lo sviluppo della competenza personale, sociale e imparare ad imparare e favorire l'acquisizione consapevole delle Competenze chiave per la

partecipazione attiva alla vita sociale e scolastica.

TRAGUARDO

Incrementare le iniziative di cittadinanza attiva e la partecipazione degli alunni alle proposte progettuali all'interno e all'esterno della scuola fino ad un 60% di partecipanti in tutto l'istituto.

OBIETTIVI DI PROCESSO FUNZIONALI AL RAGGIUNGIMENTO DEL TRAGUARDO

Priorità 1: obiettivi di processo

 1 Attivare corsi per incrementare e valorizzare le competenze professionali di tutto il personale dell'istituto con particolare attenzione alle competenze digitali, linguistiche e alla progettazione per competenze. (area di processo: sviluppo e valorizzazione delle risorse umane)

 2 Implementare una progettazione per competenze, realizzando interventi finalizzati a pro- muovere una didattica partecipativa con utilizzo di prove interdisciplinari. (area di processo:

curricolo, progettazione e valutazione)

 3 Prevedere moduli e progetti, anche con utilizzo di metodologie didattiche innovative e per classi aperte, volti al potenziamento e recupero dell'area dei linguaggi e dell'area

matematica. (area di processo: ambiente di apprendimento)

(4)

 4 Promuovere progetti per la realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento volti al potenziamento di una didattica laboratoriale e innovativa. (area di processo: ambiente di apprendimento)

 5 Svolgere attività di accoglienza volte al perfezionamento delle abilità di base per far emergere le competenze. (area di processo: continuità e orientamento)

 6 Proseguire e implementare buone prassi di inclusione e differenziazione già sperimentate e realizzate. (area di processo: Inclusione e differenziazione)

 7 Potenziare la collaborazione con gli enti locali, le istituzioni e le agenzie formative del ter- ritorio e la progettazione comune in rete con altri Istituti per conseguire vantaggi reciproci sul piano formativo. (area di processo: integrazione con il territorio e rapporti con le fami- glie)

Priorità 2: obiettivi di processo

 1 Attivare corsi per incrementare e valorizzare le competenze professionali di tutto il personale dell'istituto con particolare attenzione alle competenze digitali, linguistiche e alla progettazione per competenze. (area di processo: Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane)

 2 Implementare una progettazione per competenze, realizzando interventi finalizzati a promuovere una didattica partecipativa con utilizzo di prove interdisciplinari. (area di processo: Curricolo, progettazione e valutazione)

 3 Completare la delineazione di un curricolo d'istituto per tutte le discipline e portare a regime la programmazione per classi parallele. (area di processo: Curricolo, progettazione e valutazione)

 4 Realizzare interventi finalizzati a migliorare il clima scolastico e il rapporto tra docenti e alunni, implementando l'utilizzo degli spazi laboratoriali per ogni disciplina. (area di processo: Ambiente di apprendimento)

Obiettivo di processo in via di attuazione 1

Attivare corsi per incrementare e valorizzare le competenze professionali di tutto il personale dell'istituto con particolare attenzione alle competenze digitali, linguistiche e alla progettazione per competenze. (area di processo: Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane)

Risultati attesi

Aggiornamento culturale e arricchimento delle competenze professionali del personale scolastico.

Indicatori di monitoraggio

Numero di docenti con certificazione linguistica.

Numero di docenti con certificazione informatica.

Numero di corsi di formazione attivati.

Modalità di rilevazione

Verifica dell'aggiornamento dei curricoli.

(5)

Azione prevista

Attuare corsi di aggiornamento per i docenti dei diversi ordini di scuola sull'uso di piattaforme didattiche di ultima generazione e sulle didattiche innovative e digitali.

Obiettivo di processo in via di attuazione 2

Implementare una progettazione per competenze, realizzando interventi finalizzati a promuovere una didattica partecipativa con utilizzo di prove interdisciplinari. (area di processo: Curricolo, progettazione e valutazione)

Obiettivo di processo in via di attuazione 3 (Priorità 2)

Completare la delineazione di un curricolo d'istituto per tutte le discipline e portare a regime la programmazione per classi parallele. (area di processo: Curricolo, progettazione e valutazione) Risultati attesi

Innovazione della didattica nelle singole classi, basata su una progettazione per assi disciplinari volta allo sviluppo di una “didattica per competenze” e strutturata per classi parallele.

Capacità effettiva dei docenti di progettare UdA pluridisciplinari e interdisciplinari.

Indicatori di monitoraggio

Unità di apprendimento costruite in modo interdipartimentale e indirizzate al completamento del curricolo d'istituto.

Modalità di rilevazione

Verifica in sede collegiale della costruzione delle unità di apprendimento.

Questionari di monitoraggio: di gradimento dell’azione formativa (agli alunni) e di efficacia dell’azione formativa (ai docenti).

Verifica oggettiva dati esiti annuali.

Azione prevista

Programmare in sede di dipartimento e di programmazione didattica individuale moduli interdisciplinari per la verifica di competenze trasversali e per il completamento del curricolo verticale.

Obiettivo di processo in via di attuazione 3 (Priorità 1)

Prevedere moduli e progetti, anche con utilizzo di metodologie didattiche innovative e per classi aperte, volti al potenziamento e recupero dell'asse dei linguaggi e dell'asse matematico. (area di processo: Ambiente di apprendimento)

Risultati attesi

Miglioramento delle abilità linguistiche e logico-matematiche nei risultati INVALSI di tutti gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Indicatori di monitoraggio

Valutazione dei risultati nelle discipline dell'asse dei linguaggi e matematico.

Differenza tra valutazione curricolare e risultati prove INVALSI.

Modalità di rilevazione

Risultati prove standardizzate di Italiano e matematica.

Analisi degli esiti sia curricolari che delle prove INVALSI.

Esiti corsi di recupero e scrutinio di fine anno scolastico.

Azione prevista

(6)

Attivazione di corsi di consolidamento e potenziamento sia in orario curricolare che

extracurricolare, utilizzando dove possibile i docenti dell'organico potenziato, per colmare i deficit e acquisire una metodologia di studio efficace.

Obiettivo di processo in via di attuazione 4

Promuovere progetti per la realizzazione di nuovi ambienti di apprendimento volti al potenziamen- to di una didattica laboratoriale e innovativa (area di processo: Ambiente di apprendimento)

Obiettivo di processo in via di attuazione 4 (Priorità 2)

Realizzare interventi finalizzati a migliorare il clima scolastico e il rapporto tra docenti e alunni, implementando l'utilizzo degli spazi laboratoriali per ogni disciplina. (area di processo: Ambiente di apprendimento)

Risultati attesi

Potenziamento delle competenze di tutti gli assi e miglioramento dei risultati INVALSI in un ambiente partecipativo, collaborativo e competitivo al tempo stesso.

Indicatori di monitoraggio

Numero di azioni finalizzate alla realizzazione di tali ambienti.

Risultati delle prove.

Modalità di rilevazione

Analisi degli esiti e dei risultati INVALSI anche in relazione con gli anni scolastici precedenti.

Azione prevista

Installare dispositivi hardware e software per migliorare la connettività di rete in tutti i plessi dell'istituto.

Obiettivo di processo in via di attuazione 5

Svolgere attività di accoglienza volte al perfezionamento delle abilità di base per far emergere le competenze. (area di processo: Continuità e orientamento)

Risultati attesi

Miglioramento nelle prove di verifica basate su compiti autentici.

Indicatori di monitoraggio

Realizzazione di compiti di realtà all'interno della progettazione curricolare di ciascuna disciplina.

Modalità di rilevazione Esiti prove autentiche.

Questionari di monitoraggio: di gradimento dell’azione formativa (agli alunni) e di efficacia dell’azione formativa (ai docenti).

Azione prevista

Proposte didattiche plurime e diversificate di natura interdisciplinare, basate sul rafforzamento delle competenze chiave per l'apprendimento permanente.

Obiettivo di processo in via di attuazione 6

Proseguire e implementare buone prassi di inclusione e differenziazione già sperimentate e realizza- te. (area di processo: Inclusione e differenziazione)

Risultati attesi

(7)

Miglioramento dei rapporti di confronto e di condivisione di strategie didattiche inclusive tra colle- ghi.

Indicatori di monitoraggio

Elaborazione e attuazione condivisa di PEI e PDP.

Modalità di rilevazione

Monitoraggio in itinere delle proposte didattiche personalizzate e individualizzate.

Azione prevista

Corsi di formazione su didattica differenziata e speciale per docenti curricolari.

Obiettivo di processo in via di attuazione 7

Potenziare la collaborazione con gli enti locali, le istituzioni e le agenzie formative del territorio e la progettazione comune in rete con altri Istituti per conseguire vantaggi reciproci sul piano formativo.

(area di processo: Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie) Risultati attesi

Miglioramento della qualità dei servizi offerti e ampliamento dell'offerta formativa.

Indicatori di monitoraggio

Numero di reti, accordi e convenzioni stipulati e numero di eventi ed azioni realizzati.

Modalità di rilevazione

Accordi di rete e documenti riguardanti gli atti.

Azione prevista

Formalizzare le numerose relazioni di partnership in accordi e convenzioni.

Referente e coordinatrice NIV Marina Mazzocchetti

Riferimenti

Documenti correlati

B. ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento

In accordo con l’atto di indirizzo del Dirigente, tutti i docenti continueranno ad assicurare attraverso le attività didattiche a distanza il diritto all’apprendimento degli

ESPERTO DI MUSICA ED ESPERTO DI ARTE Attraverso osservazione di opere pittoriche e con ascolto di musica del repertorio classico per alfabetizzare il linguaggio corporale,

Che è aperta la procedura di selezione per il reclutamento di personale interno da impiegare nella realizzazione del Progetto POR 2014/2010 fondo FESR – Obbiettivo Specifico

VISTO il Decreto Interministeriale 28/08/2018 n.129, concernente “Regolamento recante istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche,

Anno CIG Oggetto Modalità Partecipanti Aggiud.. diretto FALEMAGNERIA LEURINI di Baldelli Stefano

 VISTO l’articolo 7 comma 6 del decreto legislativo 165/2001, come modificato dall’articolo 13 comma 1 del decreto legislativo 4/2006 e dall’articolo 3 comma 76 della

gioco educativo studiato per acquisire e esercitare i più importanti prerequisiti alla base dell'apprendimento della letto-. scrittura e della matematica.base