• Non ci sono risultati.

Gli Strumenti Finanziari Partecipativi nelle procedure di crisi

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2024

Condividi "Gli Strumenti Finanziari Partecipativi nelle procedure di crisi"

Copied!
169
0
0

Testo completo

Tra gli elementi di maggiore interesse introdotti dal legislatore vi è l'introduzione degli strumenti finanziari partecipativi nel sistema interno. L'"erogenesi dello scopo" si realizza quindi quando gli strumenti finanziari partecipativi diventano un elemento chiave nelle operazioni di ristrutturazione.

Gli Strumenti Finanziari Partecipativi: caratteri e funzioni

Le funzioni tra teoria e prassi

2346 del codice civile, gli strumenti finanziari partecipativi costituiscono un istituto di eccezionale flessibilità che consente all'autonomia privata di delineare i suoi contorni nei modi più diversi. Le funzioni concretamente svolte dagli strumenti finanziari partecipanti sono diverse, alcune già individuate dal legislatore storico, altre emergenti nella prassi applicativa.

L’autonomia statutaria nella definizione dei caratteri

  • L’organo competente all’emissione e il regolamento degli strumenti
  • Gli apporti
  • I diritti attribuibili
    • Diritti amministrativi: poteri di voice e poteri gestori
    • Diritti patrimoniali

La decisione di emettere gli strumenti finanziari partecipativi e la effettiva emissione degli stessi non costituiscono modifiche legislative e non sono soggette a pubblicità legale ai sensi dell'art. Nel caso di strumenti finanziari partecipativi convertibili in azioni, l'attribuzione all'organo amministrativo del potere di decidere sulla loro emissione può essere subordinata a delega dell'assemblea straordinaria con le modalità e nell'ambito della natura.

Eterogenesi dei fini: da canale alternativo di finanziamento della società a

In un simile panorama, si poneva l’urgenza di individuare strumenti finanziari che consentissero alle banche stesse di intervenire nelle valutazioni gestionali delle imprese beneficiarie dei piani di ristrutturazione (art. 67, co. 3, lettera d, Legge Fallimentare 50 ) o di una accordo di ristrutturazione (art. 182-bis L. Fallimentare 51). L'eterogeneità delle finalità degli strumenti finanziari partecipativi si realizza quando questi strumenti diventano un elemento chiave nelle operazioni di ristrutturazione.

L’estensione degli strumenti alle società a responsabilità limitata innovative

Sembra necessario soffermarsi brevemente sulla questione dell'autorità responsabile dell'emissione degli strumenti finanziari partecipativi. Si ricorda, infine, che cinque anni dopo l'iscrizione nella parte speciale del registro delle imprese, la start-up innovativa diventa una società a responsabilità limitata, e quindi la legge non si oppone all'eventuale emissione di strumenti finanziari partecipativi.

L’inquadramento giuridico e la rappresentazione

Tribunale di Napoli, Ordinanza n. 31414/2016

Gli strumenti finanziari di cui all'art. cui si applica la disciplina delle obbligazioni - danno diritto alla restituzione del deposito effettuato subordinatamente all'andamento della società. Tenuto conto della necessità di garantire la corrispondenza tra capitale nominale e capitale reale, la conversione in azioni degli strumenti finanziari con interesse al capitale deve essere effettuata al netto delle perdite.

Effetti delle perdite sugli strumenti finanziari partecipativi

Secondo quanto sopra, se le perdite vengono preassorbite dalla riserva per strumenti finanziari di partecipazione secondo il capitale sociale, si giunge alla paradossale conclusione che i soci - considerati come restanti aventi diritto - possono addirittura beneficiare esclusivamente del sacrificio imposto agli azionisti. strumentisti.82. Tuttavia, sembra difficile sostenere che gli investimenti in strumenti finanziari partecipativi possano essere soggetti a rischi maggiori rispetto alla partecipazione azionaria da parte degli azionisti. Nella pratica, molto spesso accade che le banche creditrici provvedano al risanamento delle imprese debitrici convertendo parte del loro credito in strumenti finanziari partecipativi emessi dalla stessa impresa debitrice.

86 LAMANDINI M., Nuove linee guida sugli strumenti finanziari insolventi e sul verificarsi delle perdite Commento alla massima n.164 Consiglio Notarile di Milano Novembre p. Occorre, quindi, stabilire se la riserva per strumenti finanziari abbia realmente natura statutaria e se realmente debba essere costituita come riserva di capitale. Nel caso deciso dal Tribunale di Napoli, è opportuno rammentare che contestualmente all'emissione degli strumenti finanziari partecipativi era previsto l'aumento di capitale qualora fosse stato esercitato il diritto di conversione.

Nel caso in esame il socio di minoranza ha impugnato la decisione in quanto le perdite subite dalla società – erodendo la riserva per strumenti finanziari partecipativi – avrebbero dovuto impedire l'esercizio del diritto di conversione.

Teorie anti diluizione

La dottrina ha individuato un'ulteriore possibilità, ossia la tesi dell'esposizione pari passu alle minusvalenze e alle riserve degli strumenti finanziari partecipativi. 92 Orientamenti dell'Osservatorio societario del Consiglio dei notai dei distretti riuniti di Firenze, Prato e Pistoia presentato nel corso del convegno tenutosi a Firenze il 2 marzo 2018 - Strumenti finanziari partecipativi e la disciplina statutaria dell'incidenza delle perdite. ..67 . nell'assorbimento delle perdite rispetto agli importi reciproci del capitale sociale e delle riserve derivanti da strumenti finanziari partecipativi” 93. Un'ulteriore via individuata dalla dottrina è quella della “sopravvivenza”. degli strumenti finanziari partecipativi anche in caso di eliminazione della voce relativa al capitale netto.

Pertanto, se i possessori di strumenti finanziari fossero maggiormente esposti alle perdite rispetto agli azionisti, la regola in questione non verrebbe rispettata. La dottrina si è quindi interrogata su quali siano i limiti dell'autonomia giuridica nel determinare le clausole che regolano l'impatto delle perdite sui possessori di strumenti finanziari partecipativi. In questo caso le ipotesi sono due: la prima tipologia di clausole prevede la subordinazione del capitale sociale alla riserva di azioni di strumenti finanziari.

Sarà l'autonomia statutaria a decidere in quale misura gli strumenti finanziari partecipanti manterranno i propri diritti patrimoniali e amministrativi a fronte dell'erosione della riserva “mirata” per perdite.

Partecipazione alle perdite nel Regolamento strumenti finanziari partecipativi

Nel caso in cui entrambe le condizioni non siano soddisfatte, la remunerazione sarà fornita nel quadro dell'eventuale profitto generato. Se nei tre esercizi successivi la società consegue utili in misura tale da coprire non solo la remunerazione annua, ma anche la parte di remunerazione non percepita negli esercizi precedenti, deve versare il relativo importo ai detentori di strumenti finanziari partecipanti. 5 della norma in analisi determina innanzitutto l'ordine con il quale gli strati netti devono essere interessati dalle perdite: prima le riserve diverse da quella legale, poi la riserva degli strumenti finanziari partecipativi, quindi la riserva legale.

È inoltre stabilito che qualora la riserva “mirata” venga erosa da perdite, i successivi utili di esercizio maturati debbano essere destinati prioritariamente alla sua ricostituzione, salvo diversa destinazione imposta da norme imperative. In ogni caso di riduzione della riserva SFP, tutti i diritti degli SFP rimarranno invariati, salvo il caso di azzeramento del capitale sociale, che. Quest'ultima previsione sembra essere in linea con gli Autori che sostengono la suddetta tesi di “sopravvivenza”, secondo la quale la capacità e i diritti amministrativi riconosciuti dallo statuto agli strumenti finanziari partecipanti permangono anche in caso di integrale annullamento della riserva “mirata”. .

L’analisi appena effettuata sul regolamento Sfp Digital Magics 2020 permette di comprendere come tesi di dottrina abbiano influenzato le ultime emissioni di strumenti finanziari partecipativi.

Gli strumenti finanziari partecipativi nelle procedure di

I vantaggi dell’utilizzo degli SFP nella crisi d’impresa

  • il profilo patrimoniale
  • il profilo finanziario
  • il profilo funzionale

113 Art.182-bis l.autunno “L'imprenditore in stato di crisi può chiedere l'approvazione di un accordo di ristrutturazione presentando la documentazione di cui all'articolo 161. Per le finalità di cui al periodo precedente, l'eventuale accettazione deve avvenire entro Decorsi 90 giorni dalla presentazione della proposta di soddisfazione.La richiesta di sospensione di cui al presente comma è pubblicata nel registro delle imprese e ha per effetto il divieto di inizio o prosecuzione di atti esecutivi e preventivi, nonché il divieto di acquisire il diritto di prelazione, ove non pattuito, dalla pubblicazione.

Se prima dell'approvazione intervengono modifiche sostanziali del piano, si rinnova la certificazione di cui al primo comma e il debitore richiede il rinnovo delle dichiarazioni di consenso dei creditori parti dei patti. Entro trenta giorni dal ricevimento della notifica è ammessa opposizione davanti al giudice, nelle forme di cui al quarto comma. Dopo aver presentato un accordo di ristrutturazione dei debiti nelle condizioni assegnate dal tribunale, si applicano le disposizioni di cui ai commi secondo, terzo, quarto e quinto.

Per il tempo anteriore alla presentazione delle istanze e della proposta di cui al primo comma, resta ferma l'applicazione dell'articolo 2486 del codice civile."

Gli aspetti critici relativi all’utilizzo degli SFP

L'aspetto problematico più importante riguarda le perdite subite dalla società emittente strumenti finanziari partecipativi. A questo punto focalizzate la vostra attenzione sulle dinamiche concrete che si innescano dopo l’utilizzo degli strumenti finanziari partecipativi in ​​un contesto. Non sorgono problemi di rilievo nel caso in cui i creditori destinatari degli strumenti finanziari partecipanti siano banche o altri soggetti legittimati.

Il Tribunale di Bologna 176 si è pronunciato sulla questione del trattamento dei sottoscrittori di strumenti finanziari con partecipazione, ai sensi dell'art. Strumenti finanziari con partecipazione in società di capitali e accumulazione del risparmio pubblico. Strumenti finanziari con partecipazione BALZARINI-CARCANO-VENTURAZZO (ndr.) Società per azioni oggi. 2019) Strumenti finanziari “ibridi” e ripresa della società.

Conversione dei crediti bancari in strumenti finanziari partecipativi come strategia durante la crisi temporanea dell'azienda.

Tribunale di Ravenna, Sez. fall., Decr., 29/05/2021

  • Un utilizzo satisfattivo peculiare: la datio in solutum nel concordato
  • Il contenuto del piano e della proposta in relazione agli SFP: la
  • Le garanzie di trasparenza e d’informazione per il ceto creditorio
  • Il ruolo dei creditori

Tribunale Bologna, Sez. IV, Decr. 1/10/202010

  • Il caso
  • Conseguenze del fallimento della società emittente sugli strumenti finanziari
  • Criticità nell’approccio consensualistico nell’interpretazione dei regolamenti

Case Study: il concordato Astaldi

Gli strumenti finanziari partecipativi nella proposta e nel piano

Si prevede pertanto che i creditori chirografari vengano soddisfatti mediante l'attribuzione sia di azioni che di strumenti finanziari partecipativi. 2447-bis del Codice Civile e l'emissione di SFP (“Risoluzione del caso”) in attuazione del piano concordatario con successione diretta della Società (“Piano concordatario”). Le Emissioni Aggiuntive si intendono automaticamente sottoscritte ed emesse anche dai creditori chirografari successivamente riconosciuti per effetto dell'approvazione definitiva.”.

Oltre ai suddetti diritti patrimoniali, gli strumenti finanziari partecipativi attribuiscono ai loro proprietari anche i seguenti diritti di carattere amministrativo: i) il diritto di intervento e di voto nell'assemblea straordinaria della SFP ai sensi dell'articolo 1. I beni ed i rapporti compresi nei fondi distribuiti ai sensi dell'articolo 2447-bis, primo comma, lettera a), sono indicati separatamente nello stato patrimoniale della società. In secondo luogo, il giudice è chiamato a verificare l’effettiva adeguatezza del piano a garantire il rimborso della causa, cioè ad assicurare un rimborso almeno minimo dei creditori chirografari.

È stabilito, infatti, che i creditori privilegiati vengono soddisfatti mediante pagamento in contanti, mentre per i creditori chirografari viene offerto un compendio di azioni e strumenti finanziari partecipativi.

Convenienza della soluzione concordataria rispetto all’ipotesi alternativa

152° grado: pagamento in contanti ai creditori privilegiati e offerta di un compendio di azioni e strumenti finanziari partecipativi ai creditori chirografari. 220. L’utilizzo di strumenti finanziari partecipativi in ​​connessione con una crisi d’impresa, pur consentito, non è mai stato regolamentato dal legislatore, e quindi questo laconismo ha creato molta incertezza in fase applicativa. I suddetti profili patrimoniali, finanziari e funzionali rappresentano i benefici e quindi i vantaggi di cui godono gli operatori nell'utilizzo di strumenti finanziari partecipativi in ​​procedure di ristrutturazione del debito.

Questa procedura concorsuale assume importanza in quanto prevede il soddisfacimento dei creditori chirografari attraverso un compendio di azioni e strumenti finanziari partecipativi. Strumenti finanziari partecipativi, alternativi alle società per azioni e alle società a responsabilità limitata. innovativi e per le società quotate. 2021) Concordato preventivo e strumenti finanziari partecipativi. 2017) Strumenti finanziari partecipativi di tipo “mezzanino”: se sei una riserva non puoi fare capitale.

La raccolta di capitali in un nuovo manuale sulle società per azioni. 2002) Azioni e strumenti finanziari: frontiere della fattispecie e profili della disciplina.

Riferimenti

Documenti correlati