Top PDF Analisi dei costi in un' esperienza di stage

Analisi dei costi in un' esperienza di stage

Analisi dei costi in un' esperienza di stage

Questo comporterà un effetto anche sul prezzo finale che non può essere cambiato da quello presentato nel preventivo: supponiamo che il cliente Rossi richieda allo scatolificio Bottacin un preventivo di 2000 scatole né stampate né incollate, fingendo (per facilitare l’esempio) che non ci siano i costi di materie prime perché già acquistate dal cliente, ma solo della fustellatura. Immaginiamo, inoltre, che il costo orario di una macchina sia di 30 e che, chi fa il preventivo, sia convinto che per fustellare queste 2000 scatole ci si impieghi circa un’ora e mezza; il risultato è che il costo della fustellatura è di 45 (0,02 a scatola) e al cliente viene presentato un prezzo, per esempio, pari a 68 (0,03 a scatola); questo significa che l’azienda trarrà un guadagno lordo (nel senso che ci sono ancora le imposte) di 23.
Mostra di più

53 Leggi di più

Esperienza di stage in globalcomm s.r.l. : impiego di un    software di business intelligence

Esperienza di stage in globalcomm s.r.l. : impiego di un software di business intelligence

Questo approfondimento ha portato alla conclusione che il campo ore appartenente alla vista usata quotidianamente è convertito da hh.mm (che identifica le ore ed i minuti) ad un campo numerico decimale. Nella vista usata specificatamente per l’importazione dei dati in QlikView questa trasformazione non era stata apportata. Capito l’errore si è proceduto con l’inserimento nelle vista ODBC_dettagli, della formula di conversione. Durante tale analisi sono state rilevate altre due inesattezze, questa volta nel database d’origine:

57 Leggi di più

Costruire e utilizzare i costi standard nella IeFP. Analisi, indicazioni e proposte

Costruire e utilizzare i costi standard nella IeFP. Analisi, indicazioni e proposte

La “durata in ore dei percorsi” è data dal numero di “ore erogate”, relativo alla quantità fisica realizzata di formazione. Il numero di allievi si riferisce al numero di allievi previsti, avviati e conclusi, questi ultimi riferiti agli allievi validi, ossia quelli che terminano il percorso formativo con almeno il 70% delle ore previste (di aula e stage). Per ciascun intervento formativo i dati del sistema di monitoraggio regionale forniscono informazioni anche sui “costi sostenuti”; questi sono gli importi del con- tributo pubblico concesso. Nello specifico, la base dati degli interventi formativi è costituita dalla spesa rendicontata dai beneficiari, l’unica per la quale si disponeva della necessaria disaggregazione per voce di spesa. Le voci di spesa considerate nel- l’analisi dei costi standard per singolo intervento formativo e immesse nei fogli di calcolo dall’AdG, sono suddivise per spese relative alla preparazione dei corsi, loro realizzazione, diffusione dei risultati, direzione e controllo interno e costi indiretti: 1. Preparazione: (indagini preliminari di mercato, ideazione e progettazione, pubbli- cizzazione e promozione del progetto, selezione partecipanti, elaborazione materiale didattico, formazione personale del progetto, predisposizione strumenti di indagine, spese costituzione ATI/ATS, altre spese); 2. Docenza (tutoraggio, tutoraggio di credito, orientamento, altro personale tecnico, spese viaggio, vitto e alloggio per il personale, erogazione del servizio, materiali di consumo e attrezzature per l’attività, in affitto, leasing, ammortamento e manutenzione, locali per l’attività, in affitto, leasing, am- mortamento e manutenzione, spesa partecipanti, come INAIL e assicurazioni, spesa per partecipanti, visite mediche, materiale didattico individuale e DPI, materiale didat- tico collettivo, azioni di accompagnamento, assicurazioni e fideiussioni, altre spese); 3. Diffusione dei risultati (incontri e seminari, elaborazione reports e studi, pubblica- zioni finali, altre spese); 4. Direzione e controllo interno (direzione, coordinamento, Amministrazione, segreteria, personale ausiliario, altro personale, spese di viaggio, vitto e alloggio per il personale, monitoraggio e valutazione dell’iniziativa); 5. Costi indiretti (contabilità generale, servizi ausiliari, pubblicità istituzionale, forniture). Non sono state computate alcune voci di costo direttamente connesse alle spese sostenute dai partecipanti, indennità dei partecipanti ai corsi nonché la voce di spesa relativa al costo degli esami finali. Il costo del contributo imputato nella determinazione delle UCS è dato, pertanto, dall’importo totale rendicontato dei singoli interventi didattici al netto delle seguenti voci di costo: a) esami finali; b) indennità di frequenza; c) borse di studio; d) spese viaggio, vitto e alloggio; e) quota iscrizione.
Mostra di più

168 Leggi di più

La governance di un'azienda vitivinicola d'eccellenza: dall'analisi dei costi alla valutazione strategica della performance

La governance di un'azienda vitivinicola d'eccellenza: dall'analisi dei costi alla valutazione strategica della performance

maggiormente formale, articolato secondo precise fasi sequenziali che culminano con una decisione. Negli anni Ottanta, Porter e società di consulenza come Boston Consulting Group e Mc Kinsey 80 , protagonisti della Positioning School, spostano l’accento dal processo di formulazione della strategia all’individuazione della strategia più appropriata (strategia di base) mediante procedimenti analitici. Tuttavia, circa nello stesso periodo, inizia a diffondersi tra gli studiosi una concezione di strategia molto differente: essa non deriva da un processo analitico di scelta bensì da una visione che matura nella mente del leader con processi intuitivi e di apprendimento (Entrepreneurial School). Questa convinzione si rafforza grazie a Mintzberg, Quinn, Normann 81 , che danno vita negli anni Ottanta-Novanta alla Learning School: si passa da un modello classico o harvardiano, in cui il processo di gestione strategica è lineare, orientato a chiari obiettivi di lungo termine, che segue analisi rigorose in base a ben definiti criteri di scelta, al modello dell’apprendimento, in cui la strategia è intesa in senso emergente, incrementale, ossia nasce nel tempo sulla base di successivi aggiustamenti e grazie all’esperienza graduale e all’adattamento continuo all’ambiente.
Mostra di più

151 Leggi di più

Esperienza di stage presso Mediana s.r.l.: il Net Promoter Score e il suo utilizzo in campo informatico

Esperienza di stage presso Mediana s.r.l.: il Net Promoter Score e il suo utilizzo in campo informatico

I dati giungevano dal cliente a Mediana in più formati elettronici e venivano inseriti nel database dedicato. Il formato .xls era accompagnato da un documento di specifiche con i risultati obiettivo e le formule per ottenerli tramite i dati (con gli eventuali premi o penali). Utilizzando queste formule si creavano tabelle e grafici che riproducevano i risultati richiesti. La creazione di query SQL aveva lo scopo di creare, in un secondo momento, un software che facesse automaticamente il lavoro di analisi fatto manualmente nei documenti excel.

42 Leggi di più

Esperienza di stage in Sidi S.P.A : Data Warehouse BW e Sap  R/3

Esperienza di stage in Sidi S.P.A : Data Warehouse BW e Sap R/3

Una tabella delle dimensioni conterrà, invece, una o più chiavi primarie e delle informazioni descrittive sulla dimensione. In queste tabelle sia le informazioni descrittive sia la chiave primaria contenente i dati testuali relativi alla dimensione saranno utilizzati per individuare i criteri di estrazione da applicare alla tabella dei fatti e per fornire informazioni descrittive nei report. Lo schema a stella implica solitamente una relazione uno-a-molti tra le tabelle delle dimensioni e la tabella dei fatti; quindi le tabelle delle dimensioni implementano una memorizzazione denormalizzata degli attributi relativi alla dimensione, mentre la tabella dei fatti rappresenta una vista normalizzata dell’entità dell’oggetto preso in analisi.
Mostra di più

64 Leggi di più

La gestione commerciale e il processo di vendita. Un'esperienza di stage.

La gestione commerciale e il processo di vendita. Un'esperienza di stage.

Tra i principali compiti del venditore si identificano la localizzazione dei clienti attuali e potenziali, analisi delle influenze d’acquisto e delle necessità e preferenze, identificazione degli itinerari e le frequenze con cui visitare i clienti, presentazione di proposte di vendita, elaborazione di ordini scritti o di contratti o predisposizione di commissioni da sottoporre all’impresa, la previsione delle vendite o l’osservazione delle azioni della concorrenza locale, la classificazione dei clienti per potenziale, raccolta dei reclami, analisi della prestazione e delle condizioni di mercato.
Mostra di più

55 Leggi di più

Bottega veneta: l'esperienza di stage presso l'ufficio inventory control europe

Bottega veneta: l'esperienza di stage presso l'ufficio inventory control europe

L’Income Statement pone l’attenzione sul primo margine di contribuzione, dato dalle vendite meno il costo del venduto. Calcola in successione il risultato operativo prima delle royalties e degli interessi e prima delle tasse per ottenere il risultato netto. Il prospetto mostra solo il valore finale, il dettaglio per ogni voce è contenuto in schede excel che pescano informazioni dalla contabilità e dallo Stock Ledger. Così la voce “SPESE DEL NEGOZIO” riassume i costi per il personale addetto alle vendite, per l’affitto, le spese legali, le uniformi, gli omaggi, la manutenzione e così via. Il Balance Sheet riclassifica lo stato patrimoniale contrapponendo alle attività, suddivise tra correnti (a breve termine) e non correnti (a lungo termine), le passività, che seguono la stessa classificazione, e il patrimonio netto apportato dai soci.
Mostra di più

62 Leggi di più

Analisi ed ottimizzazione del database "vision sql": stage presso l'azienda "vision software gestionale"

Analisi ed ottimizzazione del database "vision sql": stage presso l'azienda "vision software gestionale"

Questa tesi nasce da un’esperienza di stage effettuata presso un’azienda produttrice di software gestionale per piccole e medie imprese. La scelta di includere un’ esperienza di stage nel percorso di studi è derivata da una voglia di avere un contatto diretto con il mondo del lavoro e vedere come ciò che ho studiato finora si integra nella realtà aziendale. Durante il percorso di studi, infatti, si apprendono moltissimi concetti nuovi ma talvolta può essere molto difficile riuscire ad inquadrarli in un contesto lavorativo e quindi un’esperienza di lavoro può risultare davvero utile a tale scopo. Ritengo quindi che la possibilità di compiere un’esperienza di stage durante la carriera universitaria di uno studente sia un modo per avere una conferma che quanto fatto finora sia servito per il proprio futuro e la futura carriera lavorativa.
Mostra di più

54 Leggi di più

Una esperienza di stage: studio e comparazione di RDBMS in Easy Soft S.r.l.

Una esperienza di stage: studio e comparazione di RDBMS in Easy Soft S.r.l.

In generale, non si notano particolari miglioramenti utilizzando un RDBMS diverso da FB 1.5. Ciò è evidenziato dagli ultimi tre grafici del paragrafo precedente (Figg. 5.22 – 5.24): si può notare che FB 2.0 e SS hanno performance molto simili al primo per quanto riguarda le operazioni di frequenti utilizzo, mentre per i task di utilizzo più sporadico, solo FB 2.0 fa osservare un leggero miglioramento rispetto a FB 1.5. Quest’ultima situazione è rilevabile anche nei tempi medi totali per l’utilizzo di EASY, mentre SS mostra di avere prestazioni paragonabili a FB 1.0. Per quanto riguarda OR, in termini di tempi medi totali, fa sempre registrare prestazioni di gran lunga peggiori di FB 1.5 e degli altri candidati: in generale, i tempi di utilizzo sono rallentati di circa tre volte rispetto all’RDBMS attualmente in uso. Infine, per quanto riguarda SS e OR, bisogna tener conto dei costi delle licenze delle versioni più evolute rispetto a quella base Express.
Mostra di più

138 Leggi di più

Valutazione dell'efficacia diagnostica di un esame clinico: costi e benefici

Valutazione dell'efficacia diagnostica di un esame clinico: costi e benefici

Il campione considerato, persone che si sono rivolte ad un laboratorio analisi possibilmente per sintomi legati alla gastrite per effettuare il Gastropanel, non presenta caratteristiche tali da rappresentare la popolazione. In più il fatto che abbiano ripetuto un altro esame sempre legato alla diagnostica di problemi relativi all’apparato gastroenterico aggiunge un ulteriore criterio di diversificazione rispetto alla popolazione.

37 Leggi di più

Compravendita costi in 5a - Materiale per scuola elementare materia matematica.

Compravendita costi in 5a - Materiale per scuola elementare materia matematica.

Il negoziante compera all’ingrosso la merce per rifornire il proprio negozio ( ……….……….[r]

4 Leggi di più

Io Cody, Tu Roby in attesa di DOC:
esperienza di coding alla Scuola
dell’Infanzia

Io Cody, Tu Roby in attesa di DOC: esperienza di coding alla Scuola dell’Infanzia

Particolare attenzione è stata rivolta, nella prima parte del secondo capitolo, all’analisi del contesto scolastico italiano a fronte del processo, sempre più in crescita, [r]

206 Leggi di più

Il Trading di strumenti derivati. relazione di stage presso la T4T.

Il Trading di strumenti derivati. relazione di stage presso la T4T.

L’uso di strumenti derivati nasce dall’esigenza di proteggersi dai rischi legati alla volatilità dei mercati. I derivati con variabili sottostanti esistono da molto tempo, anche se sono diventati oggetto di grande interesse solo dopo la comparsa dei derivati finanziari con variabili sottostanti rappresentati da azioni, indici azionari, tassi di cambio e tassi d’interesse. Furono le merci, ed in particolare il grano ed il frumento ad essere le prime attività sottostanti: la necessità degli agricoltori di eliminare l’incertezza dei costi e dei ricavi, li portò a fissare a priori il prezzo e la data di consegna del bene. Più tardi si aggiunsero le azioni, gli indici azionari, i titoli a reddito fisso e valute.
Mostra di più

52 Leggi di più

Rapporto per lo stage svolto presso l'agenzia delle entrate in Bulgaria

Rapporto per lo stage svolto presso l'agenzia delle entrate in Bulgaria

Nel 2007 sono state svolte delle visite per lo scambio di esperienza a livello alto riguardo alla presentazione dell’unificazione della riscossione dei crediti e le assicurazioni sociali in Bulgaria, nonché per mostrare la modernizzazione e le riforme dei sistemi IT dell’Agenzia, l’integrazione dell’ufficio che gestisce i sistemi VIES e il processo di valutazione e di riscossione delle tassazioni. Nel 2009 è stata una riunione a Skopje per stabilire i punti della futura collaborazione tra gli uffici gestionali delle due amministrazioni. In particolare, si è stabilito uno scambio di informazioni in modo da garantire un’immediata segnalazione di eventuali errori correlati con l’economia ‘grigia’ e la loro eliminazione.
Mostra di più

66 Leggi di più

Esperienza e ritualità massoniche nella letteratura della goethezeit

Esperienza e ritualità massoniche nella letteratura della goethezeit

certamente considerato un outsider del mondo massonico – in cui l’autore articolò la concezione di una Massoneria quale categoria eterna dello spirito, divennero, ad esempio, un importante modello per diverse esperienze latomistiche, fino ai primi del Novecento 19 . In particolare, le riflessioni del drammaturgo circa il potenziale utopico e politico della proposta massonica settecentesca costituirono di certo un riferimento per Adam Weishaupt nel momento della fondazione dell’Ordine degli Illuminati di Baviera 20 . A ben vedere, questa esperienza risulta estremamente interessante in base alla prospettiva della nostra analisi proprio per l’importanza accordata alla letteratura all’interno del percorso sapienziale proposto dal sistema latomistico bavarese. Soprattutto nei gradi preparatori di “novizio” e di “minervale” si prescriveva ai giovani iniziandi la lettura – edificante, critica, ragionata, riflessiva – di saggi, romanzi, autobiografie: un posto di riguardo nella lista delle pubblicazioni consigliate era significativamente destinato a Die Geschichte des Agathon di Wieland 21 , il primo compiuto esempio di Bildungsroman. Se consideriamo la frequentazione di Goethe dell’Ordine degli Illuminati – che dalla metà degli anni Ottanta, a seguito del bando in Baviera e sulla scia di una riforma interna, si trasferì in Turingia, proprio tra Gotha e Weimar, con il beneplacito e l’interessamento di Carl August e dello stesso “Geheimrat” Goethe 22 – non possiamo non considerare le origini “illuminate” dell’altro romanzo di formazione tedesco, ben più letto e conosciuto di quello scritto da Wieland: i Wilhelm Meisters Lehrjahre, che, sin dalla loro pubblicazione nel 1796, – come ha giustamente osservato Giovanni Sampaolo – hanno agito quale icona e «simbolo della memoria culturale e dell’identità tedesche» 23 . E ancora: l’esperimento latomistico più vicino a quello degli Illuminati di Baviera per finalità e scopi ideologici, la “Deutsche Union” fondata dal teologo Carl Friedrich Bahrdt, attiva in Germania tra il 1788 e il 1796, in base alle coeve acquisizioni intellettuali della Popularphilosophie, si proponeva di propagare la luce
Mostra di più

550 Leggi di più

Il cinema "intensificato" contemporaneo : teorie, strategie stilistiche e narrative, esperienza

Il cinema "intensificato" contemporaneo : teorie, strategie stilistiche e narrative, esperienza

In apparenza, può sembrare paradossale il confronto tra il cinema muto dei primissimi anni e il cinema intensificato, che fonda buona parte della propria esperienza immersiva sulle potenzialità avvolgenti del Dolby Surround. Eppure, sul piano dell’auto-coscienza della forma e della possibilità di incidere sulla percezione sensoriale, è utile, oltre che affascinante, riflettere in modo non banale su alcuni d’avanguardia e diviene anche una componente del film narrativo, in modo più evidente in alcuni generi (come ad esempio il musical) che in altri» (p. 57, traduzione mia). Come nota ancora la Pravadelli ne La grande Hollywood, qui è ravvisabile «una convergenza importante con la proposta di Rick Altman di vedere il classico come una forma duale, in cui sono compresenti spettacolo, ovvero attrazione, e racconto» (p. 46). Tutto ciò, naturalmente, non può che rimandarci alla questione della sinergia tra narrazione e spettacolo nel cinema americano contemporaneo, ma non solo (vedi cap. I, paragrafo 1). Sulla presenza, in misura variabile, delle componenti dell’attrazione e della narrazione lungo il corso dell’intera storia del cinema narrativo, riflette anche Sandro Bernardi nell’introduzione al suo L’avventura del cinematografo. Storia di un’arte e di un linguaggio (cfr. pp.7-9).
Mostra di più

188 Leggi di più

"Entbox, la scatola del sapere": esperienza di lavoro con piattaforma interattiva offline

"Entbox, la scatola del sapere": esperienza di lavoro con piattaforma interattiva offline

Se devo pensare a un consiglio da dare a un compagno di corso, gli direi di vivere a pieno questa esperienza, di non lasciarsi abbattere dal numero di esami che deve ancora superare, dal dover “incastrare” tirocinio e lezioni, dalla parte burocratica per l’attivazione del tirocinio, a volte interminabile e noiosa. Di vivere al meglio questa opportunità, nel poter osservare insegnanti a lavoro, poter fare riferimento su figure che possono aiutare a migliorarsi e a chiarire dubbi. Direi sicuramente di osservare il più possibile, anche le cose che sembrano banali, come il momento della ricreazione, il momento in cui si devono mettere in fila i bambini, come la maestra si rapporta alla classe e come media i conflitti. Fare tesoro di queste ore, sia nel tirocinio diretto che indiretto, di tutte le modalità e strategie didattiche che vengono osservate e crearsi il proprio stile educativo. Gli direi di dedicare un primo momento all’osservazione, in modo comprendere le dinamiche di classe e ogni singolo bambino. Successivamente di provare a inserirsi gradualmente con piccole attività, come può essere l’appello, la lettura di un testo, il ripasso o l’aiutare bambini che hanno qualche difficoltà affiancando la maestra. Tutto questo per prepararsi al meglio in vista dell’attività che dovrà svolgere (MARC).
Mostra di più

191 Leggi di più

"Un robot in classe": esperienza di robotica educativa nella scuola primaria Villette B

"Un robot in classe": esperienza di robotica educativa nella scuola primaria Villette B

21 Roger Cousinet (1882-1973) si contraddistinse per gli aspetti di scientificità fondanti la sua proposta. Il lavoro libero per gruppi, metodo didattico teorizzato dal pedagogista, stimola fruttuosi ed utili rapporti di collaborazione dei soggetti e può essere finalizzato sia alla conoscenza (lavoro scientifico, storico, geografico, matematico, linguistico) sia nell’attività creativa che implica manualità (giardinaggio, allevamento, lavorazione di materiali, ecc.), riflettentesi sul piano dell’apprendimento. In tale concezione educativa i luoghi e le caratteristiche delle attività scolastiche assumono l’aspetto di veri e propri laboratori. Tale esperienza fu attuata da R. Cousinet, nell’immediato dopoguerra, a Vence, dove il lavoro manuale degli allievi rivestiva un compito di rilevante importanza come esercizio di collaborazione con gli altri, come motivazione all’impegno, come superamento della subordinazione e della dicotomia tra lavoro intellettuale e lavoro manuale.
Mostra di più

130 Leggi di più

Gestione del rischio di cambio: relazione su uno stage presso la r.a.m. consulting

Gestione del rischio di cambio: relazione su uno stage presso la r.a.m. consulting

Quindi una variazione fin da oggi del cambio a sfavore può determinare un effetto consistente per un periodo di tempo molto lungo, andando ad incidere sui crediti, sugli ordini, sulle vendite future e anche sul prossimo listino prezzi. Stesso discorso vale per un acquisto in divisa dal fornitore estero: un apprezzamento della valuta estera si tradurrà in un aggravio di costi maggiore per una serie di anni, visto che in genere l’azienda per contratto, o vincoli economici, mantiene il fornitore prescelto per la sua qualità di prodotto. Oltre a queste operazioni commerciali vanno tenute in considerazione anche le possibili operazioni finanziarie con l’estero ad esempio le richieste di finanziamento in divisa estera o nel normale investimento nei mercati esteri. Ma vediamo un esempio che meglio assembla questi concetti, considerando il caso delle esportazioni. Supponiamo che un’impresa italiana, per esempio la Luxottica Group 109 , stipula un contratto di vendita di occhiali in America per il valore complessivo di 2.000.000 $. Al momento della stipula del contratto il cambio EUR/USD quota 0,89; dopo un periodo stabilito tale ordine viene fatturato, ed il cambio nel frattempo è passato a 0,84. Infine al momento dell’incasso del credito il cambio quota 0,87. L’azienda Luxottica Group nota che ha avuto una differenza su cambi effettiva positiva di 51.659,40 €; però da un punto di vista contabile essa in realtà ha avuto una perdita su cambi, in quanto dal momento della fatturazione al momento dell’incasso la moneta estera si è deprezzata di ben 3 centesimi. Per cui, generalizzando, il rischio di cambio economico è il confronto tra il movimento finanziario, o incasso, ed il momento negoziabile, quando ha ricevuto l’ordine.
Mostra di più

151 Leggi di più

Show all 551 documents...