C ONDIZIONI D EFINITIVE

Nel documento NOTA INFORMATIVA "B.C.C. CASTAGNETO CARDUCCI S.C.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" (pagine 17-28)

7. INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

7.5 C ONDIZIONI D EFINITIVE

In occasione di ciascun Prestito, l'Emittente predisporrà le Condizioni Definitive del Prestito, secondo il modello di cui al successivo capitolo 9, che verranno pubblicate e messe a disposizione del pubblico presso le filiali dell’Emittente entro il giorno antecedente l’inizio del collocamento e contestualmente trasmesse alla Consob

INFORMAZIONI CONTENUTE NELLE CONDIZIONI DEFINITIVE PER LE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

Le Condizioni Definitive, pubblicate entro il giorno antecedente l’inizio dell’offerta e contestualmente trasmesse alla Consob, saranno a disposizione del pubblico presso le Filiali dell’Emittente.

Pagina

Codice Isin 1

Fattori di rischio relativi all’Emittente 2 Fattori di rischio relativi ai titoli offerti 2-3

Ammontare totale dell’Emissione 4

Durata del Periodo di offerta 4

Lotto minimo di adesione 4

Prezzo di emissione 4

Data di emissione 4

Data di godimento 4

Data di regolamento 4

Data di scadenza 4

Tasso di interesse nominale 4

Frequenza nel pagamento delle cedole 4

Commissioni e spese a carico del sottoscrittore 4

Soggetti Collocatori 4

Accordi di sottoscrizione relativi alle Obbligazioni 4

Tipologia di titoli 5

Esemplificazione dei rendimenti 5

Autorizzazioni relative all’emissione 5

MODELLO DI REGOLAMENTO DEL PROGRAMMA B.C.C. CASTAGNETO C.CCI S.C.P.A.

OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO

Il presente regolamento è parte integrante della Nota Informativa e ne ripropone le condizioni contrattuali. Il regolamento (il "Regolamento") disciplina i titoli di debito (le "Obbligazioni" e ciascuna una "Obbligazione") che la Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci S.C.P.A. (l'"Emittente") emetterà, di volta in volta, nell'ambito del programma di emissioni obbligazionarie denominato B.C.C. CASTAGNETO C.CCI S.C.P.A. Obbligazioni a Tasso Fisso (il "Programma").

Le caratteristiche specifiche di ciascuna delle emissioni di Obbligazioni (ciascuna un "Prestito Obbligazionario" o un "Prestito") saranno indicate in documenti denominati "Condizioni Definitive", ciascuno dei quali riferito ad una singola emissione. Le Condizioni Definitive relative ad un determinato Prestito Obbligazionario saranno pubblicate entro il giorno antecedente l'inizio del Periodo di Offerta (come di seguito definito) relativo a tale Prestito. Il regolamento di emissione dei singolo Prestito Obbligazionario sarà dunque costituito dal presente Regolamento unitamente a quanto contenuto nel paragrafo 2 ("Condizioni dell'Offerta") delle Condizioni Definitive di tale Prestito.

Articolo 1 - Importo e taglio delle

Obbligazioni

In occasione di ciascun Prestito, l'Emittente indicherà nelle Condizioni Definitive l'ammontare totale del Prestito (l'"Ammontare Totale"), sempre espresso in Euro, il numero totale di Obbligazioni emesse a fronte di tale Prestito e il valore nominale di ciascuna Obbligazione (il

"Valore Nominale"). Il regolamento del prestito e’ disciplinato dalla legge italiana.

Articolo 1 bis – Modalità di emissione

Le obbligazioni, rappresentate da titoli al portatore, verranno emesse secondo due possibili alternative: a) in forma dematerializzata accentrata presso la Monte Titoli S.p.A. e gestite secondo il regime di dematerializzazione di cui al D. Lgs. 24 giugno 1998 n. 213 ed alla Deliberazione CONSOB n. 11768/98, e successive modifiche.

Conseguentemente, sino a quando le Obbligazioni saranno gestite in regime di dematerializzazione presso la Monte Titoli S.p.A. il trasferimento delle Obbligazioni e l'esercizio dei relativi diritti potrà avvenire esclusivamente per il tramite degli intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata presso la Monte Titoli S.p.A. b) in forma cartolare mediante la consegna a ciascun sottoscrittore, di un certificato obbligazionario cartaceo al portatore del valore corrispondente all’importo delle obbligazioni dal medesimo sottoscritte, come indicato nelle Condizioni Definitive del Prestito.

Articolo 2 - Collocamento

Collocatore unico e’ la Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci S.C.p.A.

Gli investitori potranno aderire al Prestito compilando e sottoscrivendo l'apposita modulistica messa a disposizione presso le filiali della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci S.C.P.A. .

L'adesione al Prestito potrà essere effettuata nel corso del periodo di offerta (il "Periodo di Offerta"), la cui durata sarà indicata nelle Condizioni Definitive del singolo Prestito, e salva la facoltà dell'Emittente di procedere alla chiusura anticipata senza preavviso.

L’esercizio di tale facoltà comporterebbe la riduzione dell’ammontare complessivo dell’offerta.

Nel corso del Periodo di Offerta, gli investitori potranno pertanto sottoscrivere un numero di Obbligazioni non inferiore ad una o al maggior numero indicato nelle Condizioni Definitive (il "Lotto Minimo"). Le richieste di sottoscrizione saranno soddisfatte secondo

l'ordine cronologico di prenotazione ed entro i limiti dell'importo massimo disponibile.

Qualora, durante il Periodo di Offerta, le richieste eccedessero l'Ammontare Totale, l'Emittente procederà alla chiusura anticipata dell'offerta e sospenderà immediatamente l'accettazione di ulteriori richieste da parte delle Filiali dell’Emittente incaricate del collocamento.

In ogni caso la chiusura anticipata sarà comunicata al pubblico con apposito avviso da affiggere presso le filiali della Banca e, contestualmente, trasmesso alla CONSOB.

Articolo 3 -

Godimento e Durata

Le Obbligazioni saranno emesse con termini di durata che potranno variare, di volta in volta, in relazione al singolo Prestito.

Nelle Condizioni Definitive sarà indicata la data a far corso dalla quale le Obbligazioni incominciano a produrre interessi (la "Data di Godimento") e la data in cui le Obbligazioni cessano di essere fruttifere (la "Data di Scadenza").

L'Emittente potrà prevedere che durante il Periodo di Offerta vi siano una o più date nelle quali dovrà essere effettuato il pagamento del Prezzo di Emissione (le "Date di Regolamento" e ciascuna la "Data di Regolamento").

Nell'ipotesi in cui durante il Periodo di Offerta vi sia un'unica Data di Regolamento, questa coinciderà con la Data di Godimento.

Laddove, durante il Periodo di Offerta vi siano sottoscrizioni effettuate prima della Data di Godimento saranno regolate alla Data di Godimento. Le sottoscrizioni effettuate successivamente alla Data di Godimento saranno regolate all’atto della sottoscrizione. In tal caso, il Prezzo di Emissione (come di seguito definito) da corrispondere per la sottoscrizione delle Obbligazioni dovrà essere maggiorato del rateo interessi maturati tra la Data di Godimento e la data di sottoscrizione.

Articolo 4 - Prezzo di emissione

Il prezzo a cui verranno emesse le Obbligazioni (il "Prezzo di Emissione"), è pari al 100% del Valore Nominale.

Articolo 5 - Commissioni ed oneri

Non sono previsti aggravi di spese o commissioni a carico dei sottoscrittori.

Articolo 6 - Rimborso

Le Obbligazioni saranno rimborsate ad un prezzo pari al 100% del loro valore nominale in un'unica soluzione alla data di scadenza.

Qualora il giorno di scadenza coincida con un giorno non lavorativo, i pagamenti verranno effettuati il primo giorno lavorativo successivo, senza il riconoscimento di ulteriori interessi.

Articolo 7 - Interessi Il tassi di interesse applicato alle obbligazioni e’ un tasso di interesse Fisso.

Durante la vita del Prestito gli obbligazionisti riceveranno il pagamento di cedole (le "Cedole" e ciascuna la "Cedola"), il cui importo è determinato al momento dell’emissione e rimane costante per tutta la durata del prestito. Il tasso cedolare sarà indicato nelle Condizioni Definitive del Prestito. Nella definizione del tasso l’Emittente prende in considerazione ed effettua un’accurata analisi dell’andamento e delle prospettive dei tassi di mercato in generale ed in particolare considera il tasso Euribor del momento allo scopo di definire dei tassi in linea con il mercato.

Le Cedole saranno pagate con frequenza trimestrale, semestrale o annuale, secondo quanto indicato nelle Condizioni Definitive.

Il calcolo delle cedole annuali, semestrali e trimestrali ( si utilizza la convenzione di calcolo 30/360 con cui si fa riferimento all’anno commerciale di 360 giorni e a mesi di 30 giorni ) viene effettuato secondo la seguente formula:

• per le cedole annuali: I = C x R

• per le cedole semestrali: I = C x (R/2)

• per le cedole trimestrali: I = C x (R/4) Dove:

I = Interessi

C = Valore Nominale

R = Tasso annuo in percentuale Articolo 8 –

Rendimento effettivo

Il tasso di rendimento effettivo di ciascun Prestito Obbligazionario sarà indicato nelle Condizioni Definitive del singolo Prestito. Una esemplificazione del rendimento e’ riportata al paragrafo 2.3 della Nota Informativa.

Articolo 9 - Servizio del prestito

Il pagamento delle Cedole ed il rimborso del capitale saranno effettuati presso gli sportelli della Banca emittente o per il tramite di Monte Titoli S.p.A ( nel caso in cui il Prestito Obbligazionario sia accentrato alla Monte Titoli ).Qualora il giorno di scadenza coincida con un giorno non lavorativo, i pagamenti verranno effettuati il primo giorno lavorativo successivo, senza il riconoscimento di ulteriori interessi.

Articolo 10 - Regime Fiscale

Sono a carico degli obbligazionisti le imposte e tasse presenti e future che per legge colpiscono le obbligazioni e/o i relativi interessi, premi ed altri frutti. Attualmente si rende applicabile l'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nella misura del 12,50%, secondo le disposizioni previste dal Decreto Legislativo 1° aprile 1996 n. 239,

con le modifiche adottate dal Decreto Legislativo 21 novembre 1997 n. 461.

Articolo 11 - Termini di prescrizione

I diritti relativi agli interessi, si prescrivono decorsi 5 anni dalla data di scadenza della cedola e, per quanto concerne il capitale, decorsi 10 anni dalla data in cui il Prestito è divenuto rimborsabile.

Articolo 12 -

Rimborso anticipato

Non sono previste clausule di rimborso anticipato a favore dell’Emittente e a favore degli obbligazionisti.

Articolo 13 - Mercati e Negoziazione

L'Emittente non richiederà la quotazione nei mercati regolamentati.

Ciò costituisce rischio nel caso in cui il sottoscrittore decida di liquidare l’investimento prima della scadenza, sia per la eventuale difficoltà di trovare un terzo acquirente sia perché la vendita potrebbe avvenire ad un prezzo inferiore al valore di emissione. La Banca Emittente è eventualmente disponibile a porsi come contropartita alla vendita.

Articolo 14 - Garanzie

Il rimborso del capitale ed il pagamento degli interessi sono garantiti dal patrimonio dell’ Emittente. Le Obbligazioni non sono coperte dalla garanzia del Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo.

Articolo 15 –Ranking Gli obblighi nascenti dalle Obbligazioni a carico dell’Emittente non sono subordinati ad altre passività dello stesso.

Articolo 16 –Diritti Le Obbligazioni incorporano i diritti previsti dalla normativa vigente per i titoli della stessa categoria e dal regolamento del prestito; e quindi segnatamente il diritto alla percezione delle cedole alle date di pagamento degli interessi ed al rimborso del capitale alla data di scadenza.

Articolo 17 – Restrizioni alla trasferibilità

Non esistono restrizioni imposte dalle condizioni di emissione alla libera trasferibilità delle obbligazioni.

Articolo 18 – Delibere, autorizzazioni e approvazioni.

L’ emissione delle obbligazioni può essere disposta dal Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci nel rispetto dei parametri deliberati dal Consiglio di Amministrazione.

Per le emissioni aventi caratteristiche diverse da quanto previsto e’

necessaria la preventiva delibera da parte del Consiglio di Amministrazione.

Ciascun Prestito sarà emesso ed offerto in conformità all'articolo 129 del Decreto Legislativo n. 385 del 1° settembre 1993.

Articolo 19 - Legge applicabile e foro competente

Le Obbligazioni sono regolate dalla legge italiana. Per qualsiasi controversia connessa con il presente Prestito Obbligazionario, le Obbligazioni o il presente Regolamento, sarà competente, in via

esclusiva, il Foro di Livorno.

Articolo 20 - Varie La titolarità delle Obbligazioni comporta la piena accettazione di tutte le condizioni fissate nel presente Regolamento. Per quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento si applicano le norme di legge.

MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE

Le Condizioni Definitive racchiudono quelle che sono le caratteristiche peculiari del singolo titolo emesso, che non sono fornite nella presente Nota Informativa ma la integrano e la completano e devono essere lette unitamente alla stessa. Il Regolamento che è parte integrante della Nota Informativa contiene e riproduce i contenuti contrattuali del singolo strumento finanziario che verrà emesso e sarà a sua volta integrato dalle Condizioni Definitive.

CONDIZIONI DEFINITIVE

alla

NOTA INFORMATIVA/PROGRAMMA SUL PROGRAMMA

"B.C.C. CASTAGNETO C.CCI S.C.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO"

(Denominazione delle Obbligazioni), (ISIN __________________)

Le presenti Condizioni Definitive sono state redatte in conformità alla Direttiva 2003/71/CE (la

"Direttiva sul Prospetto Informativo") e al Regolamento 2004/809/CE e, unitamente al Documento di Registrazione sull'Emittente Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci S.C.P.A. (l'"Emittente") alla Nota Informativa e alla Nota di Sintesi, costituiscono il prospetto (il "Prospetto") relativo al programma di prestiti obbligazionari Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci S.C.P.A. Obbligazioni a Tasso Fisso (il "Programma"), nell'ambito del quale l'Emittente potrà emettere, in una o più tranche di emissione (ciascuna un

"Prestito Obbligazionario" o un "Prestito"), titoli di debito di valore nominale unitario inferiore a 50.000 Euro (le "Obbligazioni" e ciascuna una "Obbligazione").

L’adempimento di pubblicazione delle presenti Condizioni Definitive non comporta alcun giudizio della CONSOB sull’opportunità dell’investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso relativi.

Si invita l'investitore a leggere le presenti Condizioni Definitive congiuntamente alla Nota Informativa depositata presso la CONSOB in data 12/10/2006 a seguito di nulla osta comunicato con nota n. 6078589 del 03/10/2006 (la "Nota Informativa"), al Documento di Registrazione depositato presso la CONSOB in data 12/10/2006 a seguito di nulla osta della CONSOB comunicato con nota n. 6078589 del 03/10/2006 (il "Documento di Registrazione") e alla relativa Nota di Sintesi (la "Nota di Sintesi"), al fine di ottenere informazioni complete sull'Emittente e sulle Obbligazioni.

Le presenti Condizioni Definitive sono state trasmesse a CONSOB in data __/__/_____.

Le presenti Condizioni Definitive si riferiscono alla Nota Informativa relativa al programma di prestiti obbligazionari B.C.C. CASTAGNETO C.CCI S.C.P.A. Obbligazioni a Tasso Fisso depositata presso la CONSOB in data 12/10/2006 a seguito di nulla osta comunicato con nota n.

6078589 del 03/10/2006.

FATTORI DI RISCHIO

I termini in maiuscolo non definiti nella presente sezione hanno lo stesso significato ad essi attribuito in altre sezioni della presente Nota Informativa, ovvero del Documento di Registrazione.

1. Fattori di rischio relativi all'Emittente

AL FINE DI COMPRENDERE I FATTORI DI RISCHIO, GENERICI E SPECIFICI, RELATIVI ALL’EMITTENTE, CHE DEVONO ESSERE CONSIDERATI PRIMA DI QUALSIASI DECISIONE DI INVESTIMENTO, SI INVITANO GLI INVESTITORI A LEGGERE CON ATTENZIONE IL DOCUMENTO DI

REGISTRAZIONE, DEPOSITATO PRESSO LA CONSOB IN DATA 12/10/2006, A SEGUITO DI NULLA OSTA RILASCIATO CON NOTA N. 6078589 DEL 03/10/2006, COME SUCCESSIVAMENTE AGGIORNATO.

IL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE È A DISPOSIZIONE DEL PUBBLICO PRESSO LA SEDE AMMINISTRATIVA E DIREZIONE GENERALE DELL’EMITTENTE IN VIA AURELIA N.11 LOCALITÀ

DONORATICO ( COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI - LIVORNO) ED È CONSULTABILE SUL SITO INTERNET DELL'EMITTENTE HTTP://WWW.BCCCASTAGNETO.IT/.

PER IL PERIODO IN CUI IL TASSO CEDOLARE RIMANE FISSATO IL VALORE DI MERCATO DELLE

OBBLIGAZIONI TENDE A DIMINUIRE ALLAUMENTARE DEI TASSI DI INTERESSE E VICEVERSA.NE SEGUE CHE IN CASO DI NEGOZIAZIONE PRIMA DELLA SCADENZA, IL PREZZO DELLE

OBBLIGAZIONI POTRA ESSERE INFERIORE O SUPERIORE AL PREZZO DI EMISSIONE IN RELAZIONE AI TASSI CORRENTI SUL MERCATO IN QUEL MOMENTO RELATIVAMENTE A TITOLI CON PARI VITA RESIDUA.

2. Fattori di rischio relativi ai titoli offerti

LE OBBLIGAZIONI CHE VERRANNO EMESSE NELL'AMBITO DELLA PRESENTE NOTA

INFORMATIVA SONO TITOLI DI DEBITO CHE GARANTISCONO IL RIMBORSO DEL 100% DEL

VALORE NOMINALE A SCADENZA.INOLTRE, LE OBBLIGAZIONI DANNO DIRITTO AL PAGAMENTO DI CEDOLE IL CUI AMMONTARE È DETERMINATO AL MOMENTO DELLEMISSIONE E RIMANE COSTANTE PER TUTTA LA DURATA DEL PRESTITO COME INDICATO NELLE CONDIZIONI

DEFINITIVE PER CIASCUN PRESTITO. CONSEGUENTEMENTE, LINVESTIMENTO NELLE

OBBLIGAZIONI COMPORTA I RISCHI PROPRI DI UN INVESTIMENTO OBBLIGAZIONARIO A TASSO

FISSO.

LE OBBLIGAZIONI SONO STRUMENTI FINANZIARI CHE PRESENTANO PROFILI DI RISCHIO/RENDIMENTO LA CUI VALUTAZIONE RICHIEDE PARTICOLARE COMPETENZA. È

OPPORTUNO CHE GLI INVESTITORI VALUTINO ATTENTAMENTE SE LE OBBLIGAZIONI COSTITUISCONO UN INVESTIMENTO IDONEO ALLA LORO SPECIFICA SITUAZIONE

IN PARTICOLARE, IL POTENZIALE INVESTITORE DOVREBBE CONSIDERARE CHE L'INVESTIMENTO NELLE OBBLIGAZIONI È SOGGETTO AI RISCHI DI SEGUITO ELENCATI.

(a) RISCHIO DI LIQUIDITÀ

NON È PREVISTA LA PRESENTAZIONE DI UNA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE NEGOZIAZIONI PRESSO ALCUN MERCATO REGOLAMENTATO DELLE OBBLIGAZIONI DI CUI ALLA PRESENTE NOTA INFORMATIVA. PERTANTO, L'INVESTITORE POTREBBE ESSERE ESPOSTO AL RISCHIO RAPPRESENTATO DALLA DIFFICOLTÀ O IMPOSSIBILITÀ DI VENDERE LE OBBLIGAZIONI PRIMA DELLA SCADENZA, AD UN PREZZO CONGRUO.

GLI INVESTITORI POTREBBERO PERTANTO DOVER ACCETTARE UN PREZZO INFERIORE A QUELLO DI SOTTOSCRIZIONE, IN CONSIDERAZIONE DEL FATTO CHE LE RICHIESTE DI VENDITA POSSANO TROVARE TEMPESTIVA ED ADEGUATA CONTROPARTITA. LEMITTENTE È EVENTUALMENTE DISPONIBILE A PORSI COME CONTROPARTITA ALLA VENDITA.

(b) RISCHIO DI TASSO

FLUTTUAZIONI DEI TASSI DI INTERESSE SUI MERCATI FINANZIARI SI RIPERCUOTONO SUI PREZZI E QUINDI SUI RENDIMENTI DEI TITOLI IN MODO TANTO PIÙ ACCENTUATO QUANTO PIÙ LUNGA E LA LORO VITA RESIDUA.CONSEGUENTEMENTE, QUALORA GLI INVESTITORI DECIDANO DI VENDERE LE OBBLIGAZIONI PRIMA DELLA SCADENZA POTREBBERO RICEVERE UN IMPORTO INFERIORE AL VALORE NOMINALE DELLE OBBLIGAZIONI IN RELAZIONE AI TASSI CORRENTI SUL MERCATO IN QUEL MOMENTO RELATIVAMENTE A TITOLI CON PARI CARATTERISTICHE E VITA RESIDUA.

(c) RISCHI CONNESSI ALLEMITTENTE

IL SOTTOSCRITTORE , DIVENTANDO FINANZIATORE DELL’EMITTENTE, SI ASSUME IL RISCHIO CHE L’EMITTENTE NON SIA IN GRADO DI ADEMPIERE ALLOBBLIGO DEL PAGAMENTO DELLE CEDOLE MATURATE E DEL RIMBORSO DEL CAPITALE A SCADENZA.LE OBBLIGAZIONI NON SONO ASSISTITE DA GARANZIE REALI O PERSONALI DI TERZI NE

DALLA GARANZIA DEL FONDO DI GARANZIA DEI DEPOSITANTI DEL CREDITO

COOPERATIVO.

(d) RISCHIO CORRELATO ALLASSENZA DI RATING

L’EMITTENTE NON DISPONE AL MOMENTO DI RATING; NEMMENO I TITOLI DA ESSA EMESSI NE SONO PROVVISTI.

CONDIZIONI DELL'OFFERTA

Ammontare Totale dell'Emissione L'Ammontare Totale dell'emissione è pari a Euro __________, per un totale di n. ________

Obbligazioni, ciascuna del Valore Nominale pari a Euro _______________.

Durata del Periodo di Offerta Le Obbligazioni saranno offerte dal __/__/_____al __/__/_____, salvo chiusura anticipata del Periodo di Offerta che verrà comunicata al pubblico con apposito avviso da affiggere nei locali delle filiali dell’Emittente e, contestualmente, trasmesso alla CONSOB.

Lotto Minimo di adesione Le domande di adesione all'offerta dovranno essere presentate per quantitativi non inferiori al Lotto Minimo pari a n. ______________ Obbligazioni/e.

Prezzo di Emissione Il Prezzo di Emissione delle Obbligazioni è pari al 100% del Valore Nominale, e cioè Euro _________.

Data di Emissione La data di emissione e’ il __/__/_____

Data di Godimento La Data di Godimento del Prestito è il __/__/_____.

Date di Regolamento [Clausola eventuale, da applicarsi solamente nell'ipotesi in cui nel Periodo di Offerta vi siano più Date di Regolamento]

Le Date di Regolamento del Prestito sono:

__/__/_____, __/__/_____, __/__/_____, __/__/_____, __/__/_____, __/__/_____, __/__/_____.

Data di Scadenza La Data di Scadenza del Prestito è il __/__/_____.

Tasso di interesse nominale Le obbligazioni fruttano, sul valore nominale,l’interesse annuo lordo del ___% .

Frequenza nel pagamento delle Cedole

Le Cedole saranno pagate con frequenza [trimestrale/

semestrale/annuale].

Commissioni e spese a carico del sottoscrittore

Non vi sarà alcun aggravio di commissioni o spese a carico dell'aderente.

Soggetti Collocatori I soggetti incaricati del collocamento delle Obbligazioni sono le filiali della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci.

Accordi di sottoscrizione relativi alle Obbligazioni

Non vi sono accordi di sottoscrizione relativamente alle Obbligazioni

Tipologia di Titoli

[Clausola che varia nel caso in cui i titoli non siano/siano in gestione

Gli strumenti finanziari sottoscritti sono rappresentati da certificati muniti di n. ____ cedole di interesse numerate dal n. ____ al n. _____. I titoli sono emessi al portatore e potranno essere resi nominativi e

Accentrata presso la Monte Titoli] viceversa. Le cedole saranno pagabili al portatore Gli strumenti finanziari sottoscritti saranno emesse in sistema di gestione accentrata in regime di dematerializzazione, ai sensi di quanto previsto del D.Lgs. 24.02.98 n. 58 e dal D.Lgs. 24.06.98 n. 213 e relative disposizioni di attuazione.

ESEMPLIFICAZIONI DEI RENDIMENTI

Si fornisce di seguito una comparazione dei rendimenti, al lordo e al netto dell’effetto fiscale, dell’obbligazione a Tasso Fisso BCC CASTAGNETO CARDUCCI __/__/__ - __/__/__ con il BTP __/__/__ Isin __________________con durata residua simile :

Obbligazione BCC Castagneto Tasso Fisso

__/__/____ – __/__/____

BTP

Scadenza __/__/____ __/__/____

Prezzo 100 100

Rendimento effettivo lordo Rendimento effettivo netto

AUTORIZZAZIONI RELATIVE ALL'EMISSIONE

L’emissione delle Obbligazioni oggetto delle presenti Condizioni Definitive è stata approvata con delibera dell’Organo competente in data __/__/______.

Le Obbligazioni sono emesse in conformità alle disposizioni di cui all'articolo 129 del decreto legislativo n. 385 del 1 settembre 1993.

_________________________________________

Dott. Silvano Badalassi

Presidente del Consiglio di Amministrazione Banca di Credito Cooperativo

Di Castagneto Carducci S.C.p.A.

Nel documento NOTA INFORMATIVA "B.C.C. CASTAGNETO CARDUCCI S.C.P.A. OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO" (pagine 17-28)

Documenti correlati