INFORMAZIONI SUL CURRICOLO

Nel documento DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (pagine 8-12)

2.1. Finalità dell’Istituto

Compito fondamentale della scuola è garantire a chi la frequenta l’acquisizione di:

La realizzazione di tali finalità fondamentali si concretizza in scelte o proposte sul piano dell’impianto curricolare generale del nostro Istituto e dell’offerta formativa.

La scelta che caratterizza la proposta culturale dell’Istituto, nelle competenze specifiche delle varie discipline, prevede di:

CAPACITÀ DI BASE CHE POSSANO COSTITUIRE UN PATRIMONIO DI CONOSCENZE UTILI AL PROSEGUIMENTO DEGLI STUDI

CAPACITÀ DI ORIENTAMENTO NELLE SCELTE FUTURE PERSONALI E PROFESSIONALI

ABILITÀ CONNESSE CON LE FUNZIONI PREVISTE DAL PROFILO PROFESSIONALE DEL DIPLOMATO NELL’INDIRIZZO TURISMO

ABILITÀ RELAZIONALI E COMUNICATIVE

CAPACITÀ ORIENTATIVE E CRITICHE CHE CONSENTANO DI COLLEGARE IL MOMENTO DELL’APPRENDIMENTO AL CONTESTO SOCIO-ECONOMICO E DI SVILUPPARE RISPOSTE ADEGUATE

UNA FORMAZIONE DI BASE SOLIDA, AMPIA ED ARTICOLATA CHE CONSENTA L’APPRENDIMENTO DI CONOSCENZE E COMPETENZE E L’ADATTAMENTO AD UNA MOLTEPLICITÀ DI SITUAZIONI

attuare un percorso formativo

 aperto agli sviluppi del progresso tecnico scientifico

 orientato alla formazione di figure professionali polivalenti e

flessibili nel settore specifico

rimuovere o almeno ridurre le cause della dispersione scolastica motivando gli studenti che, a causa della inadeguatezza delle loro competenze iniziali, sentono la scuola lontana dai loro interessi

dare agli alunni la percezione che la scuola sia, insieme alla famiglia, l’agenzia educativa primaria e che pertanto dia risposte concrete ad esigenze oggettive

far maturare comportamenti consapevoli

superare l’ambito prevalentemente ristretto delle relazioni sociali verso una comunità più ampia ed eterogenea

promuovere stili di vita sani anche per far migliorare le capacità relazionali dei discenti

promuovere la piena integrazione tra tutti gli alunni

2.2. Finalità dell’Istituto Competenze comuni a tutti i percorsi di istruzione tecnica

A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato proveniente dall’istruzione tecnica consegue i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

 utilizzare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti: sociali, culturali, scientifici, economici, tecnologici.

 stabilire collegamenti tra le tradizioni culturali locali, nazionali e internazionali, sia in prospettiva interculturale, sia ai fini della mobilità di studio e di lavoro.

 utilizzare gli strumenti culturali e metodologici per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni, ai suoi problemi, anche ai fini dell’apprendimento permanente.

 utilizzare e produrre strumenti di comunicazione visiva e multimediale, anche con riferimento alle strategie espressive e agli strumenti tecnici della comunicazione in rete.

 padroneggiare la lingua inglese e, ove previsto, altre lingue comunitarie per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER).

 utilizzare il linguaggio e i metodi propri della matematica per organizzare e valutare adeguatamente informazioni qualitative e quantitative.

 identificare e applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.

 redigere relazioni tecniche e documentare le attività individuali e di gruppo relative a situazioni professionali.

 individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento.

2.3. Profilo e competenze in uscita dell’indirizzo (PECUP)

Il diplomato dell’Istituto Tecnico Economico – Indirizzo “Turismo” ha competenze specifiche nel campo delle imprese del settore turistico e competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali e internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali.

Interviene nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico e ambientale. Integra le competenze dell’ambito professionale con quelle linguistiche ed informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita nel contesto internazionale.

Il diplomato nell’indirizzo “Turismo” è in grado di:

 gestire servizi e/o prodotti turistici con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico, artistico, culturale, artigianale, enogastronomico del territorio;

 collaborare e definire con i soggetti pubblici e privati l’immagine turistica del territorio e i piani di qualificazione per lo sviluppo dell’offerta integrata;

 utilizzare i sistemi informativi, disponibili a livello nazionale ed internazionale, per proporre servizi turistici anche innovativi;

 promuovere il turismo integrato avvalendosi delle tecniche di comunicazione multimediale;

 intervenire nella gestione aziendale per gli aspetti organizzativi, amministrativi, contabili e commerciale.

A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato nell’indirizzo “Turismo” mira a conseguire i risultati di apprendimento di seguito specificati in termine di competenze:

 riconoscere ed interpretare:

o le tendenze dei mercati locali, nazionali e globali anche per coglierne le ripercussioni nel contesto turistico;

o i macrofenomeni socioeconomici globali in termini generali e specifici dell’impresa turistica;

o i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali diverse;

 individuare ed accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e fiscale con particolare riferimento a quella del settore turistico;

 interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e flussi informativi;

 riconoscere le peculiarità organizzative delle imprese turistiche e contribuire a cercare soluzioni funzionali alle diverse tipologie;

 gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l’ausilio di programmi di contabilità integrata, specifici per le aziende del settore turistico;

 analizzare l’immagine del territorio sia per riconoscere le specificità del suo patrimonio culturale sia per individuare strategie di sviluppo dl turismo integrato e sostenibile;

 contribuire a realizzare piani di marketing con riferimento a specifiche tipologie di imprese e prodotti turistici;

 progettare, documentare e presentare servizi o prodotti turistici;

 individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione del personale dell’impresa turistica;

 utilizzare il sistema delle comunicazioni e delle relazioni delle imprese turistiche.

Le varie discipline hanno contribuito a:

 fornire una formazione culturale organica;

 fornire un’adeguata competenza linguistica e comunicativa;

 fornire competenze relative a procedure e strumenti specifici, con possibili applicazioni nel settore di riferimento;

 rafforzare l’attitudine a relazionarsi in modo idoneo e proficuo in vari contesti, capacità indispensabile per la peculiarità dei possibili sbocchi lavorativi del percorso di studi, che presuppongono il rapporto con altre persone e il soddisfacimento delle loro aspettative.

Nel documento DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (pagine 8-12)