• Non ci sono risultati.

Il ruolo dello stress nell'abuso di alcol

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Il ruolo dello stress nell'abuso di alcol"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

L'alcol è spesso consumato per alleviare lo stress, ma la determinanti individuali e il corso temporale dell'uso di alcol indotto da stress non sono ben compresi. Gli studi preclinici possono aiutare a far luce su questi fattori. Sintetizziamo qui i risultati di numerosi studi su roditori dell’interazione di stress e alcol. L’induzione da stress del consumo di alcol è età-dipendente, ha carico genetico elevato, e è risultato di un interazione tra lo stress e il centro del piacere. In particolare, glucocorticoidi, che agiscono nel nucleus accumbens (NAc), sono importanti mediatori di questa assunzione di alcol indotta da stress. Inoltre una maggior attivazione dell’ormone di rilascio della corticotropina insieme l’amigdala estesa sembra mediare una ricaduta indotta da stress. Infine, questi studi preclinici hanno contribuito ad identificare diversi nuoni bersagli per nuovi trattamenti contro l’abuso e la dipendenza dall’alcol

Il ruolo dello stress nella ricerca sull'alcool e il suo uso negli umani.

L'uso di alcol rappresenta il 3,2 % di tutti i decessi in tutto il mondo , 5,5 milioni di decessi all'anno , classifica terzo solo dopo ipertensione e il fumo di tabacco [ 1 ] . Nonostante l'esteso carico di malattie con cui è associato , l'uso di alcol continua ad essere diffuso . Le azioni dell'alcol sul sistema nervosa è complesso [ 2 ] , e le ragioni per l'assunzione di alcool può differire tra individui e situazioni . Fattori analitici indicano che le assunzioni di alcol rientrano principalmente in due categorie [ 3 ] , probabilmente associati rispettivamente a fattori positivi e negativi che rinforzano l’uso d’alcol. Assunzioni di alcol stimolanti dominano quando le concentrazioni di alcol nel sangue ( BAC ) aumentano, e sono associati con un benessere soggettivo che è gratificante in sé. Per contro , assunzioni di alcol ansiolitico - sedativi hanno un più lento esordio , e persistono al di là del BAC di punta . Gli effetti ansiolitici dell’alcol sono comunemente cercati per allentare le inibizioni e facilitare le interazioni sociali nella vita quotidiana . Essi possono, tuttavia , anche essere ricercati per la loro capacità di alleviare la tensione che deriva dall'esposizione a fattori di stress , come postulato più di mezzo secolo fa dal ' La teoria della riduzione della tensione ' [ 4 ] .

Tuttavia, dai dati empirici sistematicamente accumulati , divenne chiaro che l'ipotesi di riduzione della tensione come descritto originariamente non era più adeguata [ 5 ]. Invece , è stato riconosciuto che il consumo di alcol può essere differenzialmente influenzato dallo stress in diverse popolazioni e in condizioni diverse . Ad esempio , in un sondaggio su più di 1000 individui , lo stress ha rappresentato una grande proporzione della varianza sull’uso di alcol auto-riferito tra gli uomini con un avoidant coping style , tipicamente associato con l'internalizzazione dei tratti depressivi e ansiosi [ 6 ] . Questo era particolarmente vero quando sono stati combinati questi tratti con aspettative positive per quanto riguarda gli effetti dell'alcool , presumibilmente come risultato dell'apprendimento precedente . Per contro , lo stress è considerato poco nella varianza sull’uso di alcol in uomini senza quelle caratteristiche.

A causa della natura correlativa di studi osservazionali e resoconti clinici , esperimenti sull’autoamministrazione dell’alcol sono necessari per valutare la relazione causale tra stress e alcol , e di individuare singoli determinanti di assunzione indotta da stress. A tal fine , vari fattori di stress di laboratorio sono stati esaminati per i loro effetti sull’auto-somministrazione di alcolici. I risultati variano a seconda delle condizioni di stress sperimentale prescelto e da molti altri fattori , e può sembrare che una parte consistente è difficile da discernere [ 7,8 ] . Tuttavia, gli stress sociali hanno gli effetti più consistenti nella promozione della voglia di alcol e il suo consumo negli esseri umani . Così, utilizzando come fattore di stress interazioni sociali antagoniste , si è constatato che l’autosomministrazione di alcol aumenta sensibilmente in soggetti alcol dipendenti, ma non ha effetti sul bevitore sociale. Studi separati hanno successivamente riferito che uno stress sociale non è riuscito ad aumentare specificatamente l’assunzione di alcol nel bevitore sociale, ma ha aumentato l’assunzione nei soggetti alcol-dipendenti.

(2)

Nei soggetti alcol-dipendenti in cerca di trattamento , L'esposizione a fattori di stress sociali, come la famiglia o sul posto di lavoro conflitto sono tra i fattori scatenanti più comunemente riportati di desiderio e la ricaduta [ 12,13 ] . In questi individui , lo stress L'esposizione è stata proposta per innescare un processo di ricaduta caratterizzato da una sequenza di craving alcol e ricerca , che , a seguito di un ritardo , porta alla ripresa o escalation di l'assunzione di alcol . Di conseguenza, voglie di alcol in risposta alle un fattore di stress sperimentale predire recidiva [ 14 ] .

Riferimenti

Documenti correlati

❑ A questo punto lei può smettere di fumare da solo oppure ricordi che può contattare il Telefono Verde contro il Fumo 800 554088 per avere un sostegno e delle indicazioni su

ore 20.00 - 06.00 OGNI SABATO nelle vie e piazze. DIVIETO

consumo abituale elevato: per gli uomini, più di 2 UA medie giornaliere, corrispondenti a più di 60 unità alcoliche negli ultimi 30 giorni, e per le donne, più di 1 unità

Consumo fuori pasto di alcol: il consumo di almeno un tipo di bevanda alcolica (vino, birra, altri alcolici) almeno una volta nell’anno al di fuori del pasto. Unità alcoliche:

Fonte: Elaborazioni Osservatorio Nazionale Alcol Cnesps e Centro Collaboratore OMS per la ricerca e la promozione della salute su alcol e problematiche alcolcorrelate su

Le misure di riduzione del danno, quali ad esempio la creazione di luoghi sicuri per recuperare la sobrietà o le ronde di sorveglianza organizzate dalla comunità possono ridurre

 Nel complesso i comportamenti a rischio nel consumo di alcol (consumo giornaliero non moderato), binge drinking (sei o più bicchieri di bevande alcoliche in un’unica occasione)

BAMBINI, ADOLESCENTI E L’ALCOL: IL MONDO DEGLI ADULTI È IL LORO ESEMPIO L’alcol occupa un posto privilegiato nella nostra società, nella gastronomia e nella nostra cultura.. Quasi