• Non ci sono risultati.

Analisi e sviluppo di un intervento migliorativo per la gestione dei rifiuti urbani nella provincia di Massa Carrara - svolto in collaborazione con CERMEC SpA

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Analisi e sviluppo di un intervento migliorativo per la gestione dei rifiuti urbani nella provincia di Massa Carrara - svolto in collaborazione con CERMEC SpA"

Copied!
7
0
0

Testo completo

(1)FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE. “Analisi e sviluppo di un intervento migliorativo per la gestione dei rifiuti urbani nella provincia di Massa Carrara – svolta in collaborazione con CERMEC SpA”. RELATORI. IL CANDIDATO. _________________________ Prof. Ing. Mirandola Roberto Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Nucleare e della Produzione. _________________________ Dott. Stefano Donati CERMEC SpA. Anno Accademico 2005-2006. ___________________ Ilaria Giannarelli.

(2) Abstract. “Analisi e sviluppo di un intervento migliorativo per la gestione dei rifiuti urbani nella provincia di Massa Carrara – svolto in collaborazione con CERMEC SpA”.. L’elaborato descrive il progetto realizzato presso CERMEC, il Consorzio Ecologia e Risorse della Provincia di Massa Carrara, ente pubblico per le attività di trattamento e trasformazione dei rifiuti urbani ad esso conferiti. Trascorso un primo, propedeutico momento di avvicinamento agli aspetti legislativi propri del settore della gestione dei rifiuti, il mio lavoro è iniziato con l’analisi qualitativa e quantitativa dei conferimenti, a cui è seguito uno studio del processo di raccolta degli RU, volto ad individuarne le criticità. Dalla definizione di queste ultime è nata l’idea portante della soluzione proposta, basata sui concetti di economicità, efficacia ed efficienza, caposaldo della normativa di riferimento. Vero cuore dello studio è stata l’individuazione e la mappatura dei processi necessari all’implementazione dell’intervento, a cui segue la definizione di un set di indicatori. Il tutto interpretando e superando i concetti e l’approccio promosso dal pacchetto UNI ISO 9000.. “Analysis and development of an intervention to improve urban waste management in the Province of Massa Carrara - conducted in cooperation with CERMEC Spa” This thesis describes a project carried out at CERMEC, the Consortium for Environment and Resources of the Massa Carrara Province, a public agency which provides treatment and transformation of the municipal waste collected. After a propaedeutic study of the legal framework for waste management, my work began with a qualitative and quantitative analysis of the collected waste, followed by a close study of the MSW collection process aimed at identifying its critical aspects. The definition of these latter lead to the key idea of the proposed solution, which is based on the cornerstones of the reference legislation: economy, efficiency, and effectiveness. At the core of this study is the identification and mapping of the processes needed for the implementation of the intervention, followed by the definition of a set of indicators. All this was done interpreting and getting past the concepts and approach of the UNI ISO 9000 package..

(3) Ai miei genitori, per l’opportunità offerta e la paziente sopportazione. A Jose, per me comunque seduto in prima fila.. 0.

(4) Indice Introduzione. Capitolo 1 1.1 Riferimenti normativi 1.2 Il compost 1.3 Il CDR Capitolo 2 Il CERMEC SpA: l’azienda e i processi. 2.1 Mission e politiche. 2.2 I processi produttivi e i soggetti coinvolti nella raccolta. 2.2.1 I processi. 2.2.2 Il territorio ed i soggetti adibiti alla raccolta e al trasporto del rifiuto. Capitolo 3 L’esperienza in azienda. 3.1 Descrizione del processo di gestione dei rifiuti. 3.2 Analisi sull’andamento della produzione dei rifiuti urbani nella provincia. 3.3 Il focus sulla problematica. 3.4 Valutazione della situazione tramite indicatori. Capitolo 4 Un sistema integrato di gestione dei rifiuti. 4.1 Obiettivi quali – quantitativi da raggiungere. 4.2 La fase di elaborazione di una soluzione: gli elementi su cui agire. 4.3 Il servizio di raccolta. 4.3.1 Le esigenze dei clienti del servizio. 4.3.2 Gli obiettivi generali del nuovo servizio di raccolta. 4.3.3 La soluzione tecnica proposta. 4.4 Il Programma di Educazione. Capitolo 5 Produzione e Raccolta: linee guida per un approccio unitario. 5.1 Il nuovo approccio. 5.2 Impostazione dei processi di “Programmazione”(a). 5.2.1 Processo di Programmazione Strategica degli Obiettivi (a1). 5.2.2 Processo di Dimensionamento degli Obiettivi (a2). 5.2.3 Processo di Programmazione Operativa (a3). 5.2.4 Processo di Pianificazione degli Aspetti Amministrativi (a4). 5.3 Processo di “Progettazione ed Erogazione degli interventi” (b). 5.3.1 Pianificazione (b1). 5.3.2 Processi incentrati sui clienti (b2). 5.3.2 Approfondimento: il questionario e le modalità di consegna. 5.3.3 Progettazione (b3). 5.3.4 Reperimento delle Risorse (b4). 5.3.5 Erogazione (b5).. 1 3 3 9 12 13 13 18 18 29 39 39 47 63 67 88 88 95 102 102 111 118 129 137 138 142 148 153 159 163 172 176 179 186 190 201 206 0.

(5) 5.4 Pianificazione degli aspetti direzionali e di sistema (c). 5.4.1 Definizione dell’impegno richiesto alle aziende (c1). 5.4.2 Procedure, Regolamenti e Responsabilità (c2). 5.4.3 Documenti e Comunicazione (c3). 5.4.4 Riesame (c4). 5.5 Gestione operativa (d). 5.5.1 Rilevazione e verifica delle risorse attuali (d1). 5.5.2 Gestione operativa (G.O) delle Risorse Umane (d2). 5.5.3 Gestione operativa (G.O) delle Risorse Materiali (d3). 5.5.4 Definizione degli accordi (d4). 5.6 Monitoraggio, Analisi e Miglioramento (e). 5.6.1 Processo di interazione con l’esterno (e1). 5.6.2 Processo di analisi aziendale dei dati (e2). 5.6.3 Processo di analisi progettuale dei dati (e3). 5.6.4 Processo di monitoraggio dei processi (e4). 5.6.5 Processo di individuazione delle azioni per il miglioramento (e5). 5.7 Il diagramma di livello 1. 5.8 Alcuni cenni sulle responsabilità. Capitolo 6. Indicatori per il monitoraggio. Capitolo 7 Conclusioni Ringraziamenti. Sitografia e Bibliografia. Allegato: Bozza del documento – questionario da consegnare e compilare.. 212 216 219 224 232 237 241 242 246 248 251 254 256 260 263 265 268 270 273 293 295 296 298. 1.

(6) Introduzione.. Le tematiche connesse alla gestione dei rifiuti sono un aspetto caratterizzante la società attuale, in particolare negli ultimi anni si è assistito alla ricerca di nuove soluzioni capaci di conciliare la sempre crescente produzione di rifiuti e l’impatto che essi hanno sull’ambiente circostante.. CERMEC SpA, il Consorzio Ecologia Risorse della provincia di Massa Carrara, svolge le attività di trattamento e trasformazione dei rifiuti urbani ad esso conferiti per mezzo delle aziende di igiene urbana che operano su aree della provincia ben definite. Presso Cermec è stata condotta l’attività di redazione di un progetto di miglioramento volto a risolvere e superare l’attuale situazione di gestione dei rifiuti e fornire le linee guida per un’omogeneizzazione del servizio. Le motivazioni alla base dell’intervento risiedono nel fatto che CERMEC non occupandosi direttamente della raccolta dei rifiuti urbani (includendo in questo termine non solo le attività di ritiro e trasporto dei conferimenti ma anche la disposizione dei manufatti e gli investimenti in tipologie differenti di raccolta) di fatto subisce gli effetti negativi conseguenti di un’inefficiente e mal pianificata realizzazione della stessa, oltre alle conseguenze della mancanza di un’educazione valida sulla produzione di rifiuti urbani. Il principio trainante del lavoro che propongo guarda con occhio critico alla direzione indicata dalla la mission aziendale:“Accettiamo i rifiuti per trasformarli in risorse”. Non è accettando in modo “largo” un quantitativo ingente di rifiuti che si conseguono risultati competitivi, ma accettando rifiuti di qualità, concreti oggetti di lavorazione, trasformazione e recupero e non di mera messa a discarica. Rifiuti conferiti in modo più coerente si traducono in incremento di risorse producibili dall’azienda, conseguendo il molteplice obiettivo di raggiungimento degli standard legislativi fissati, con successivo beneficio sull’ambiente, d’incremento dell’utile per gli azionisti e del profitto per l’azienda, alla quale non mancherebbe un complessivo ritorno d’immagine. Rifiuti conferiti in modo più coerente sono anche sinonimo di rifiuti prodotti in modo meno caotico e più accorto e raccolti con tecniche più efficaci.. L’obiettivo di questo studio è dunque l’individuazione di una soluzione capace di introdurre nell’intero processo di gestione del rifiuto urbano il concetto basilare di qualità: in quest’ottica viene avanzata la proposta di strutturazione dell’iter di gestione dei rifiuti urbani secondo un approccio per processi, assumendo e superando il riferimento normativo proposto dal pacchetto UNI ISO. Lo scopo è quello di creare un sistema di management che faccia della qualità il fine a cui tendere e che dimostri la capacità di soddisfare i requisiti delle parti interessate, formalizzando il tutto. In questo modo vengono abilitati i presupposti per implementare successivi interventi di 1.

(7) miglioramento del livello dei risultati raggiunti; infatti viene mantenuto con continuità un controllo sui legami fra i singoli processi, come pure sulle loro combinazioni e interazioni.. La soluzione proposta, oltre a rappresentare una soluzione “generale” al problema, ha carattere di immediata operatività: sono indicate, infatti, le linee guida volte ad evitare, nel minor tempo possibile, la saturazione dell’impianto e a garantire nel breve – medio periodo gli obiettivi di raccolta differenziata del 25 – 35% richiesti per gli ATO dal decreto Ronchi, il testo di riferimento per la gestione dei rifiuti in vigore durante la stesura della tesi. In altri termini, come tendere a una minimizzazione della produzione complessiva dei rifiuti urbani e di quelli indifferenziati in particolare. Questo consentirebbe, come evidenziato in fase di analisi, di sfruttare le capacità dello stabilimento nella produzione di ammendante e di minimizzare i costi totali di gestione e trattamento.. 2.

(8)

Riferimenti

Documenti correlati

1405, la Provincia di Massa ha avviato la procedura per aderire alla Convenzione Consip “Energia Elettrica 15” – Lotto 8 per la fornitura di energia elettrica a

• l’allegato "A", costituente parte integrante e sostanziale del presente atto, che contiene le variazione di bilancio derivanti da maggiori/minori entrate non

163/06: del presente atto all’Albo Pretorio dell’Ente e sul sito internet della Provincia di Massa-Carrara corredato dalla documentazione e relativa

Dato atto che si provvederà alla pubblicazione dei dati previsti dall’art.. Espresso il proprio parere favorevole di regolarità tecnica, attestante la regolarità e la

Preso atto che – ad oggi - è presente un unico gestore nella Provincia di Massa-Carrara di servizi idrici, individuato in GAIA Spa - Servizi Idrici Via Donizetti n.

593 del 6 maggio 2019, si è svolto il processo di concertazione (le cui riunioni sono state registrate e sono conservate agli atti di ufficio), al fine di pervenire ad una

Oggetto: Affidamento incarico della Posizione Organizzativa Servizio “Patrimonio Fabbricati” alla dipendente Marina Rossella Tongiani , ai sensi degli artt.. approvato

Espresso il proprio parere favorevole di regolarità tecnica, attestante la regolarità e la correttezza amministrativa esercitata con il presente atto, ai sensi degli artt. 36 comma