• Non ci sono risultati.

Cervia: un laboratorio per la sicurezza

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Cervia: un laboratorio per la sicurezza"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Rivista di Criminologia, Vittimologia e Sicurezza Vol. IV - N. 2 - Maggio-Agosto 2010 3

Cervia: un laboratorio per la

sicurezza

Augusto Balloni

Saper ben rappresentare la realtà può produrre effetti positivi su coloro che debbono prendere decisioni.

Questo aspetto è stato tenuto ben presente nel caso della ricerca riguardante il progetto per la sicurezza “Una città per tutti”, dedicato a Cervia. Per fornire dati da utilizzare in tema di sicurezza urbana e sulla prevenzione della vittimizzazione, il metodo migliore è apparso quello di prendere in considerazione le vive voci di alcuni attori di riferimento della vita cittadina.

Infatti, ci si è rivolti alle associazioni maggiormente rappresentative delle categorie degli artigiani e dei commercianti, proseguendo poi con gli attori del mondo della scuola, mediante la tecnica del focus group e attraverso l’analisi del contenuto del materiale raccolto. Roberta Bisi e Raffaella Sette, con la collaborazione di Elena Bianchini1, Giorgia Macilotti2 e Sandra Sicurella3, hanno svolto con creatività, con metodologia corretta e con tecniche innovative ma collaudate, la ricerca dedicata al

Professore ordinario di criminologia all’Università di

Bologna e Presidente della Società Italiana di Vittimologia.

1

Dottoranda di ricerca in sociologia, Università di Bologna e socio S.I.V.

2 Dottoranda di ricerca in criminologia, Università di

Bologna e socio S.I.V.

3

Dottore di ricerca in criminologia, titolare di assegno di ricerca post dottorale, Dipartimento di Sociologia e Centro Interdipartimentale di Ricerca sulla Vittimologia e sulla Sicurezza - Università di Bologna, socio S.I.V.

tema “Sicurezza e legalità” e orientata a fornire spunti di riflessione e penetranti osservazioni che potranno essere assai utili per coloro che dovranno prendere importanti decisioni sul tema della sicurezza e della qualità della vita a Cervia. Verificare il senso di appartenenza a una comunità e l’educazione civica si collega strettamente a quell’insieme di regole a cui i cittadini devono e vogliono aderire. La ricerca, curata da Roberta Bisi e Raffaella Sette, presenta principi metodologici, prassi particolari e risultati significativi e importanti che devono essere portati alla conoscenza di amministratori attenti al bene comune e alla qualità della vita.

Auspico che questa strada intrapresa sia foriera di frutti per quanti hanno a cuore i temi della sicurezza dei cittadini di Cervia.

Riferimenti

Documenti correlati

I candidati in possesso di titolo di studio conseguito all’estero che non sia già stato dichiarato equipollente alla laurea dovranno, unicamente ai fini dell'attribuzione della

Laureatosi a Torino in Ingegneria e in Scienze Strategiche, ha conseguito un master in giornalismo all’Università di Ferrara e uno in Post-war recovery studies a York

Al fine di favorire la mobilità dei ricercatori, i vincitori e le vincitrici dell’assegno di ricerca tecnologica che abbiano conseguito la laurea di secondo livello in una Provincia

- di osservare, tra le altre, le norme interne dell’Ente emanate in attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle

- 70 points to grade the quality of the interview. The minimum grade required to pass the interview is 49/70 while, to achieve a valuable ranking, the final evaluation, as sum of

Al fine di favorire la mobilità dei ricercatori, i vincitori e le vincitrici dell’assegno di ricerca scientifica che abbiano conseguito il Dottorato di Ricerca in una Provincia o

2007-2009: progetto “Censimento dei geositi del set-tore regionale Collina di Torino e Monferrato” in collaborazione tra il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università

La ricerca, svolta nell’ambito dell’Istituto di Economia Aziendale e Industriale dell’Università degli Studi di Ancona ha come obiettivo principale lo studio dei processi