• Non ci sono risultati.

Nell'attesa di GARR-B

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Nell'attesa di GARR-B"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

RETI TRASMISSIONE DATI

22 BOLLETTINO CILEA N. 63 GIUGNO 1998

Nell’attesa di GARR-B

Paola Tentoni

CILEA, Segrate

Abstract

Alla vigilia della realizzazione della prima fase di GARR-B sul Polo di Milano, esaminiamo preliminarmente alcune delle caratteristiche salienti del progetto, dal punto di vista del modello di routing che esso implementerà.

L’infrastruttura della nuova rete, con la quale tutti i gestori o utilizzatori avranno presto a che fare, prevederà i seguenti elementi:

un insieme di router di trasporto (RT), connessi tra loro ad alta velocità (PVC ATM), costituenti il backbone della rete;

• un insieme di Punti di Presenza (POP) ove saranno collocati uno o più router di concentrazione (RC), così denominati perché ospitanti le connessioni d’utente;

• i link degli utenti ai cui estremi saranno connessi da un lato un RC e dall’altro i router d’utente (RU).

Le regole base per la nuova architettura sono:

◊ i link d’accesso degli utenti hanno il solo scopo di annunciare la default network agli utenti ad essi collegati, di accettarne il traffico indotto, ma non di consentire transito verso altre destinazioni (ISP privati o altri utenti GARR);

i router d’utente (RU) non sono gestiti dalla rete GARR-B, sono invece sotto la piena responsabilità dei singoli utenti, che li configurano;

◊ i router di trasporto (RT) hanno connessioni solo verso tutti gli altri RT (magliatura completa), e verso i router di concentrazione dei POP vicini. Su di essi sono collegati i link Internazionali ed eventuali ISP privati aventi peer con GARR;

◊ il dominio di routing di GARR-B (AS137) sarà unico.

Il protocollo di routing utilizzato per far comunicare gli RT è il BGP (Border Gateway Protocol), che sarà anche implementato per far comunicare l’AS-GARRB con i domini di routing esterni (link internazionali, ISP

nazionali).Ogni router di trasporto avrà pertanto una tabella di instradamento completa (Full routing), e connessioni in IBGP con tutti gli altri RT. Inoltre gli RC adotteranno il BGP per annunciare le reti dei RU ad essi collegati , ma avranno una sola sessione di Internal BGP con il router di trasporto a cui si connettono. Infine ad essi il router di trasporto annuncerà solo la default network e le altre reti appartenenti ad AS-GARRB.

Il protocollo di routing interno, necessario solo a calcolare correttamente l’indirizzo di next-hop per il BGP, sarà OSPF. Esso verrà definito solo sui router di trasporto e di concentrazione, farà annunci delle sole network del backbone. Non vi sarà alcuna redistribuzione da BGP ad OSPF.

Veniamo a come deve essere configurato un router di utente, a seconda che si tratti di un utente “foglia” (ovvero che non connette altro che se stesso), o un utente “aggregato”, ovvero che su un unico link di accesso annuncia più di due prefissi di rete.

Utente foglia:

• RC configura delle statiche per le reti di RU, ed annuncia tali reti via BGP agli altri router del dominio GARR-B.

RU configura una default statica verso il router di concentrazione a cui è connesso ed avrà cura di annunciare la default-network in un protocollo di routing interno agli altri router della propria rete. Utente aggregato:

RC configura un External BGP verso RU, cui è assegnato un numero di AS privato, annunciando ad RU la sola default route.

RU configura EBGP verso RC con numero di AS privato, annunciando ad RC le

(2)

CILEA RETI

BOLLETTINO CILEA N. 54 SETTEMBRE 1996 23

proprie reti ed accettando da esso la default route.

Riferimenti

Documenti correlati

La costituzione del polo culturale è stata pensata come sopra citato, integrando le future previsioni certe del piano Teramo 2020, in particolar modo l’arretramento

A clear case of this is Putnam who, in his book Bowling Alone, compares the average level of social capital in the different states of America by compiling for each state a

In order to investigate the performance of GMCAO in the characterization of galactic properties, like size and morphology, we built a simulated image of an extragalactic field with

4 show the result of the decontamination: left-hand panel show the m F606W versus m F438W − m F606W CMD of cluster field stars after the decontamination, while right-hand panel

1 also shows that for the model having braking efficiency deter- mined by the GWR emission, the luminosity of the accretor drops rapidly during the last part of the mass transfer

The perfect foresight relative cost of the capital variable replaces t sc with the perfect foresight MTR in equations (5) and (6). This variable is computed, and the corresponding

When a separable log utility function is assumed (in consumption and real money balances), the real term structure is dependent only upon the process leading the ‘real side’ of