• Non ci sono risultati.

Prove in pieno campo condotte nel 2019 per il controllo di peronospora e oidio

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Prove in pieno campo condotte nel 2019 per il controllo di peronospora e oidio"

Copied!
3
0
0

Testo completo

(1)

PRESENTAZIONE PROVE

SPERIMENTALI

IN VITICOLTURA BIOLOGICA 2019

San Michele all’Adige, 7 agosto 2019

a cura di Roberto Zanzotti

ATTI DELLE GIORNATE TECNICHE

(2)

___________________________________________________________________________ © 2019 Fondazione Edmund Mach, Centro Trasferimento Tecnologico,

Via E. Mach, 1 - 38010 San Michele all’Adige (TN)

Pubblicazione prodotta in occasione della giornata di “Presentazione prove sperimentali in viticoltura biologica” tenutasi a San Michele all’Adige il 7 agosto 2019.

A cura di

Roberto Zanzotti

Coordinamento editoriale

(3)

Presentazione prove sperimentali in viticoltura biologica - 7 agosto 2019 8

Prove in pieno campo condotte nel 2019 per il controllo di

peronospora e oidio

Luisa Mattedi, Flavia Forno e Romano Maines - Centro Trasferimento Tecnologico, Fondazione Edmund Mach

I due patogeni più importanti della vite hanno evidenziato nel 2019 dei comportamenti particolarmente condizionati dall’andamento climatico.

La stagione, per quanto riguarda la peronospora, è stata caratterizzata da poche infezioni primarie, influenzate dalle basse temperature verificatesi nel periodo di infezione. Nella zona e sulla varietà di riferimento (San Donà di San Michele all’Adige - TN, cv Pinot Grigio), la prima infezione primaria, conseguente alle piogge del 23-27 aprile, ha avuto scarsa diffusione presentandosi con una singola macchia sui 4 testimoni presenti, mentre la seconda (piogge del 8-11 maggio) ha manifestato, da controlli a tempo, una media di 22 macchie.

L’ infezione secondaria più importante (25-27 maggio) ha evidenziato un attacco più diffuso sulle foglie e sui grappoli: su questi ultimi è stato osservato un 63,5% di frequenza ed un 32,4% di grado di attacco. L’ultima infezione per il fondovalle si è verificata il 3-7 luglio in forma larvata, interessando principalmente varietà e zone tardive. L’andamento climatico, ha concesso periodi di sporulazione con condizioni difficili, limitando lo sviluppo di un forte inoculo in pianta.

La prova prevedeva il confronto fra tesi trattate con prodotti rameici a 100, 200 g/ha da solo o in miscela con le rispettive sostanze ausiliarie e 400 g/ha di rame metallo. I risultati hanno evidenziato aumenti di efficacia rispetto al testimone, anche se fra le strategie confrontate non sono state emerse differenze significative. L’utilizzo costante del dosaggio massimo di 400 g/ha di rame metallo, non ha garantito nel corso della stagione 2019 il rispetto della soglia media di consumo annuo di 4 kg/ha. Per l’oidio la stagione è stata caratterizzata da infezioni dall’elevata intensità, da alcuni anni non più consueta.

Dopo un avvio precoce, limitato successivamente dalle basse temperature, nelle parcelle non trattate del campo sperimentale (Sorni - TN, cv Lagrein) l’oidio ha iniziato a presentarsi sulle foglie a inizio giugno e sui grappoli al 20 dello stesso mese. Le condizioni ideali di temperatura hanno portato al suo costante incremento fino al 26 giungo. All’ultimo controllo, il testimone evidenzia una diffusione che interessa il 100% dei grappoli con grado di attacco del 99,4%.

Sulle parcelle trattate lo zolfo in formulazione liquida ha dato i migliori risultati rimanendo attualmente il prodotto più interessante, mentre le alternative sono ancora in fase di verifica.

Riferimenti

Documenti correlati

Istituto d’Istruzione Superiore “Vincenzo Capirola”..

B Sabato 26 maggio | ore 10,00 - 20,00 Domenica 27 maggio | ore 10,00 - 20,00 Euro 3,00. Belvedere di

 Elevata attività preventiva nella fase iniziale della stagione, quando le tempertaure possono scendere sotto i 10° C e curativa;.  Molecola adatta per la messa in atto di

l’Azienda agricola FRISONI ROBERTO Via Selve, 1383 - San Mauro Pascoli (FC). Lunedì 15 ottobre 2012

Per la prima volta, un saggio sulla paternità, scientificamente solido e basato sulle più recenti scoperte delle neuroscienze e sulle evidenze della teoria

Sono 30 anni che faccio questo lavoro e per quel che mi riguarda non posso perdere tutto questo tempo dietro a un caso trasparente, a mio avviso, solo perché una delle

Cognome/Nome: Società: Cat... Cognome/Nome:

Un terzo al massimo delle poste singole o delle poste disponibili per scrofe in asciutta può tuttavia presentare dimensioni ridotte a 60 cm×180 cm (55 cm×170 cm). Le poste fisse