• Non ci sono risultati.

Il settore dei dispositivi medici in Italia

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Il settore dei dispositivi medici in Italia"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Il settore dei dispositivi medici in Italia

4.368 imprese di dispositivi medici in Italia

Oltre 70.000 dipendenti, di cui l’8% impiegato in ricerca e innovazione

Le imprese di dispositivi medici sono fortemente orientate all’innovazione: investono in ricerca e innovazione (R&I) in media il 6,3% del valore del settore

Le esportazioni sono aumentate del +6,4% per un valore di 9,4 miliardi di euro

Il mercato interno nel 2014 è cresciuto solo dello 0,5% (10 miliardi di euro) e negli ultimi 3 anni è stato registrato un calo della domanda pubblica nel settore del -12,2%

Il 72% delle imprese e oltre l’82% del fatturato si concentrano in cinque regioni: Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Lazio e Toscana

Il 13% delle imprese sono multinazionali e il loro fatturato rappresenta il 56% del totale

2.265 imprese di produzione con un valore della produzione di 9,8 miliardi di euro (+3,1%)

Sono 26.000 i brevetti depositati nel settore

Le imprese del settore operano per il 45% nel comparto biomedicale, per il 20% nel biomedicale strumentale, per il 9% nelle attrezzature tecniche, per l’8% nel comparto borderline, per il 6% nell’IVD e altrettanto nei servizi e software, per il 5%

nell’elettromedicale diagnostico

393 imprese a capitale estero in Italia che occupano circa 22.000 addetti (32% del totale) e si concentrano in Lombardia, Lazio, Veneto ed Emilia-Romagna, dove si trova il distretto biomedicale di Mirandola, il più grande d’Europa

Le imprese a capitale estero tra il 2010 e il 2014 hanno ridotto gli investimenti in ricerca e innovazione del 51% per un valore di 271 milioni di euro

291 start-up, di cui il 48% ha origine come spin- off della ricerca pubblica e il 29% ha meno di 48 mesi

Il 13% delle start-up operano in più comparti.

Le aree specialistiche più sviluppate sono la diagnostica avanzata (29%) e la medicina rigenerativa e ingegneria tissutale (6%). Le tecnologie realizzate sono principalmente nel campo dell’ICT (26%), delle biotecnologie (24%) e delle nanotecnologie (7%)

Riferimenti

Documenti correlati

Se il cittadino italiano risiede all’estero e l’altro, italiano o straniero, risiede in Italia, le pubblicazioni possono essere richieste all’ufficiale dello stato civile

Possono essere strumenti utili nella consultazione tra medici, ma non possono sostituire la prestazione medica anche per esami diagnostici come quelli radiologici, o altri citati,

Attenzione alle centralizzazioni estreme e alla massificazione della domanda: la combinazione di questi due elementi otterrebbe il risultato di creare monopoli

• Tour Operator & Agenzia di Viaggi accreditato a livello nazionale da INPS e dalla Regione Lazio per l’erogazione di viaggi studio in Italia e all’estero.. • In possesso

6 marzo 2020 Lazio Ordinanza del presidente della Regione «Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019».. Ø

celermente alla definizione di un protocollo d'intesa di gestione del SIC marino, quanto più condiviso e allargato, sulle misure di mitigazione degli impatti delle attività di pesca

A seguito della mancata approvazione della legge qua- dro sui servizi sociali, negli anni immediatamente suc- cessivi la maggior parte delle regioni a statuto ordina- rio

• il prodotto deve rispondere ai requisiti di fabbricazione, progettazione e prestazione e ai metodi di prova per le maschere facciali a uso medico destinate a limitare