ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08)

Testo completo

(1)

Committente:

COMUNE DI CREAZZO

INTERFERENTI

(Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08)

DITTA APPALTATRICE

COMMITTENTE

Appalto per

RISTORAZIONE SCOLASTICA

COMUNE DI CREAZZO

(2)

APPALTO: Ristorazione scolastica

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

I I n n d d i i c c e e G G e e n n e e r r a a l l e e Sc S ch he ed da a 0 00 0. .0 0 0 0

Scheda TITOLO SCHEDA

00.00 Indice generale

01.00 Dati generali, organigramma della sicurezza e luoghi di lavoro interessati 02.00 Linee guida generali e criteri di valutazione adottati

03.00 Individuazione, analisi e valutazione dei rischi interferenti

04.00 Misure di prevenzione e protezione adottate per ridurre o eliminare i rischi interferenti 05.00 Elenco attrezzature e prodotti chimici utilizzati dall’appaltatore e misure di coordinamento 06.00 Cronoprogramma dei lavori

07.00 Stima dei costi della sicurezza 08.00 Gestione delle emergenze

09.00 Piano di informazione e formazione

(3)

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

d d el e l la l a s si ic cu ur re ez z z z a a

01.1 Descrizione dell’Appalto

01.2 Dati generali del COMMITTENTE: COMUNE DI CREAZZO

01.2.1 Organigramma Servizio di Prevenzione e Protezione COMMITTENTE 01.3 Dati generali dell’APPALTATORE:

01.3.1 Organigramma Servizio di Prevenzione e Protezione APPALTATORE 01.3.2 Elenco del personale dell’APPALTATORE presente

01.4 Descrizione dei reparti coinvolti nelle lavorazioni interferenti 01.5 Descrizione dettagliata delle lavorazioni oggetto dell’appalto 01.1 - Descrizione dell’Appalto

Appaltatore

Oggetto Ristorazione scolastica

Contratto

Presenza presso il committente

In caso di SUB-APPALTO, l’appaltatore deve stipulare il sub-appalto per iscritto, facendo assumere al

subappaltatore gli obblighi e gli oneri previsti per l’appaltatore nel presente documento. Nonostante

l’autorizzazione al subappalto, l’appaltatore resta il solo e completo responsabile del lavoro. L’appaltatore

sarà, pertanto, tenuto a provvedere affinché le presenti norme e disposizioni contenute nel seguente

documento siano portate a conoscenza anche dei subappaltatori e dagli stessi sottoscritte e rispettate.

(4)

APPALTO: Ristorazione scolastica

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

01.2 - Dati Generali COMMITTENTE

Ragione Sociale COMUNE DI CREAZZO

Indirizzo Piazza del Comune, 6 - 36051 Creazzo (VI)

Telefono 0444.338211

Fax 0444.338299

Partita IVA 00264180241

Tipologia di azienda Ente pubblico

01.2.1 - Organigramma Servizio di Prevenzione e Protezione COMMITTENTE

Qualifica Nominativo Ruolo e responsabilità all’interno dell’Azienda

Legale Rappresentante Tornambè Francesco Datore di Lavoro

RSPP Bissaro Renato Resp. del Servizio di Prevenzione e Protezione

RLS Manzari Angela Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Medico competente D’Aniello Felice Responsabile Sorveglianza Sanitaria

SCUOLA PRIMARIA “GHIROTTI”

Addetto antincendio  

Addetto Primo Soccorso  

SCUOLA PRIMARIA “S. G. BOSCO”

Addetto antincendio  

Addetto Primo Soccorso  

SCUOLA SECONDARIA “MANZONI”

Addetto antincendio  

Addetto Primo Soccorso  

(5)

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

Indirizzo Sede legale Datore di Lavoro Telefono

Fax

Codice fiscale Partita IVA

N° Lavoratori impiegati Responsabile per i lavori

01.3.1 - Organigramma Servizio di Prevenzione e Protezione APPALTATORE

Qualifica Nominativo Ruolo e responsabilità all’interno dell’Azienda

Legale Rappresentante Datore di Lavoro

RSPP Resp. del Servizio di Prevenzione e Protezione

RLS Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Medico competente Responsabile Sorveglianza Sanitaria

Addetto antincendio  

Addetto Primo Soccorso  

01.3.2 - Elenco del personale dell’APPALTATORE presente

Cognome Nome Qualifica

01.4 - Descrizione dei reparti coinvolti nelle lavorazioni interferenti

REPARTO :

 SCUOLA PRIMARIA “GHIROTTI”

 SCUOLA PRIMARIA “S.G. BOSCO”

 SCUOLA SECONDARIA “MANZONI”

I lavoratori dipendenti della Ditta Appaltatrice si occupano esclusivamente del trasporto dei contenitori contenenti le vivande fino agli istituti scolastici e all’interno del locale mensa. Non effettuano la

somministrazione degli alimenti.

01.5 – Descrizione dettagliata delle lavorazioni oggetto dell’appalto

COMUNE DI CREAZZO APPALTATORE SCUOLA ELEMENTARIE “G. GHIROTTI” SCUOLA ELEMENTARE “S.G.BOSCO” SCUOLA MEDIA “MANZONI”

Servizio di ristorazione scolastica     

[omissis]

(6)

APPALTO: Ristorazione scolastica

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

Sc S ch he ed da a i i n n di d iv vi id d u u az a z io i on n e, e , a an na al li i si s i e e

va v al l u u ta t az zi io o n n e e de d ei i r ri is sc ch hi i i i nt n te er rf fe er re en nt ti i Sc S ch he ed da a 03 0 3. .0 00 0

03.1 Introduzione e criteri di valutazione adottati

03.2 Analisi dei rischi introdotti dall’azienda esecutrice dei lavori 03.1 - Introduzione e criteri di valutazione adottati

Per INTERFERENZA si è intesa ogni sovrapposizione di attività lavorativa tra diversi lavoratori che rispondono a datori di lavoro diversi, ovvero laddove si configuri una continuità fisica e di spazio e/o una contiguità produttiva fra tali soggetti in quanto in tali casi i lavoratori ai fini della loro sicurezza, devono essere opportunamente coordinati.

Tali misure devono altresì garantire la sicurezza di soggetti terzi (es. utenti, visitatori)

La valutazione dei rischi interferenti è stata fatta nel suo complesso, identificando i principali fattori di rischio presenti e propri del luogo di lavoro (insiti nel luogo di lavoro, per le caratteristiche proprie), nonché tutti i rischi apportati da tutte le attività svolte o che si svolgeranno durante l’appalto, determinando quali, tra questi, possiedono la caratteristica di essere interferenti.

Sono stati considerati sia i rischi DIRETTI da interferenza, sia i rischi INDIRETTI, ovvero quei rischi che permangono nell’ambiente di lavoro anche dopo la fine delle lavorazioni.

SI RIPORTANO DI SEGUITO I POSSIBILI RISCHI DA INTERFERENZA, CONSIDERATA LA NATURA DELL’ATTIVITÀ E LA CONFORMAZIONE DELLE STRUTTURE OGGETTO DELL’INTERVENTO. IL COMMITTENTE SI RISERVA LA FACOLTÀ DI APPORTARE MODIFICHE ALLA SEGUENTE VALUTAZIONE IN SEGUITO ALLA VERIFICA DELLE PROCEDURE E DELLE ATTREZZATURE DELLA DITTA APPALTATRICE.

03.2 - Analisi dei rischi interferenti

Attività svolta: Ristorazione scolastica

COMUNE

CREAZZO APPALTATORE SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE

Ambiente di lavoro Lavoratori Attrezzature Ambiente di lavoro Lavoratori Alunni

Fattore di Rischio Stima del

rischio F E G R

Investimento e collisione da veicoli durante le manovre 1 2 4 8

 

Investimento durante l’accesso ai locali con autoveicoli

o carrelli 1 2 4 8

 

 Urti, cadute e inciampamenti contro arredi, persone e

materiali stoccati 1 2 3 6

     

 Inciampamenti e cadute a causa di carenze strutturali 1 2 3 6

    

 Contatto con agenti biologici 1 2 3 6

     

 Elettrocuzione per la presenza di parti elettriche

scoperte o non correttamente installate 1 2 3 6

    

Tagli per la presenza di vetri rotti a causa di confezioni

danneggiate 1 2 3 6

 

Incendio 1 2 4 8

    

 Scivolamento e caduta a causa di superfici bagnate 1 2 3 6

  

Ustioni a causa di superfici calde 1 2 3 6

     

(7)

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

04.1 Misure di prevenzione e protezione 04.2 DPI da adottare

04.1 - Misure di prevenzione, protezione e obblighi di legge

Per eliminare o quantomeno ridurre i rischi derivanti dalle interferenze si richiede alla ditte esecutrice dei lavori di rispettare le seguenti misure di prevenzione e protezione.

SI RIPORTANO DI SEGUITO I POSSIBILI RISCHI DA INTERFERENZA, CONSIDERATA LA NATURA DELL’ATTIVITÀ E LA CONFORMAZIONE DELLE STRUTTURE OGGETTO DELL’INTERVENTO. IL COMMITTENTE SI RISERVA LA FACOLTÀ DI APPORTARE MODIFICHE ALLA SEGUENTE VALUTAZIONE IN SEGUITO ALLA VERIFICA DELLE PROCEDURE E DELLE ATTREZZATURE DELLA DITTA APPALTATRICE.

LAVORAZIONE REPARTO MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Ristorazione scolastica Tutti quelli di cui alla scheda 01.00 punto 01.4

■ Sopralluogo preventivo delle zone o aree in cui si svolgerà l’appalto;

■ Uso dei dispositivi di protezione collettiva e dei dispositivi di protezione individuale in dotazione;

■ Utilizzare cartellino identificativo, così come previsto dall’art. 26 del D.Lgs. 81/08;

■ Non depositare materiale lungo le vie di transito;

■ Le attrezzature di lavoro devono essere riposti una volta terminato il lavoro e mai abbandonati;

■ Individuazione del referente dell’appaltatore con cui rapportarsi;

■ Durante gli interventi lavorativi evitare di entrare in contatto con luoghi, attività, persone non previste al fine di non costituire pericolo o intralcio;

■ Allontanare dall’area di lavoro le persone non addette;

■ Programmazione degli interventi in tempi distinti per evitare, quando possibile, il lavoro in contemporanea;

■ Trattandosi di bambini, massima vigilanza e

contenimento degli stessi negli appositi locali prestabiliti;

■ Attività svolte al di fuori delle aree identificate, ne

consegue la responsabilità degli addetti al servizio come

“Rischio Elettivo”;

■ Impiego di automezzi ed attrezzature adeguati alla normativa vigente,

■ Formazione del personale sui rischi particolari e specifici delle varie attività.

■ Utilizzare appositi cartelli di pericolo se presenti superfici bagnate o calde;

■ Assegnazione all’appaltatore di un luogo definito per il deposito delle attrezzature di lavoro;

■ Assicurare sempre una adeguata illuminazione degli ambienti al fine di prevenire eventuali cadute e inciampamenti.

04.2 - Dispositivi di Protezione Individuale da adottare Il personale addetto alle attività di cui sopra deve essere dotato di:

APPALTATORE

Calzature antiscivolo

Cuffia

Guanti

Mascherina

Indumenti

[omissis]

(8)

APPALTO: Ristorazione scolastica

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

S S c c h h e e d d a a c c r r o o n n o o p p r r o o g g r r a a m m m m a a Sc S ch he ed da a 0 06 6. .0 00 0

06.00 - Cronoprogramma

Presenza Lav. in appalto Reparto Ditta

Ora

06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 01 02 03 04 05

Ristorazione scolastica

Mensa scolastica COMUNE DI

CREAZZO

APPALTATORE x x

SCUOLE x x

S S ch c h ed e d a a st s ti i ma m a d d ei e i c co os st ti i p p er e r l l a a

s s i i c c u u r r e e z z z z a a Sc S ch he ed da a 07 0 7. .0 0 0 0

07.1 Stima dei costi per la sicurezza 07.1 - Stima dei costi per la sicurezza

Apprestamenti previsti nel DUVRI

Descrizione Costo in €

-

Misure preventive e protettive e DPI previsti

Descrizione Costo in €

-

Procedure contenute nel DUVRI e previste per specifici motivi di sicurezza

Descrizione Costo in €

-

Eventuali interventi finalizzati alla sicurezza e richiesti per lo sfasamento spaziale o temporale delle lavorazioni interferenti

Descrizione Costo in €

-

SI RIPORTANO DI SEGUITO I POSSIBILI RISCHI DA INTERFERENZA, CONSIDERATA LA NATURA DELL’ATTIVITÀ E LA CONFORMAZIONE DELLE STRUTTURE OGGETTO DELL’INTERVENTO. IL COMMITTENTE SI RISERVA LA FACOLTÀ DI APPORTARE MODIFICHE ALLA SEGUENTE VALUTAZIONE IN SEGUITO ALLA VERIFICA DELLE PROCEDURE E DELLE ATTREZZATURE DELLA DITTA APPALTATRICE.

(9)

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

S S ch c h ed e d a a ge g es st ti i o o ne n e d d el e l le l e e em me er rg ge en nz ze e Sc S ch he ed da a 0 08 8 . . 00 0 0

08.1 Gestione delle emergenze 08.2 Misure preventive

08.1 - Gestione delle emergenze

- Emergenza sanitaria ( Pronto Soccorso 118 )

Nel caso di infortunio o di situazioni che richiedono interventi di primo soccorso rivolgersi ai seguenti addetti:

Addetto Primo Soccorso

 

 

N.B. Tenere a disposizione un pacchetto di medicamento al seguito, secondo il DM 388/03

- Emergenza incendio ( VVFF 115 )

Se si vengono a creare situazioni in cui è richiesto l’utilizzo di mezzi di estinzione incendi rivolgersi al responsabile della gestione delle emergenze, se necessario, provvederà a chiamare i soccorsi:

Addetto antincendio

 

 

N.B. In caso di sviluppo di incendio nei locali di competenza del committente, contattare il Responsabile della Gestione delle Emergenze e richiedere l’autorizzazione ad attuare le procedure di emergenza tramite i propri addetti, adeguatamente formati, ed eventualmente seguire le indicazioni fornite dal Responsabile.

08.2 - Misure preventive

Tutti gli addetti della ditta esecutrice dei lavori sono tenuti a rispettare le seguenti misure per ridurre le probabilità di incidente e non ostacolare eventuali operazioni di gestione delle emergenze.

 Utilizzare tutti i dispositivi di sicurezza idonei

 Lo stoccaggio di qualsiasi sostanza infiammabile o facilmente combustibile deve essere autorizzato dal committente e tali sostanze devono essere tenute in luoghi idonei.

 Rispettare le misure di prevenzione e protezione elencate nella scheda 04.00.

 Portare sempre al seguito un pacchetto di medicamento

 In caso di emergenza/evacuazione il responsabile della ditta appaltatrice dovrà controllare

che tutto il suo personale sia presente nella zona di raduno.

(10)

APPALTO: Ristorazione scolastica

Documento redatto in collaborazione con GESIAV Consulting Srl – Vietata la riproduzione totale o parziale senza espressa autorizzazione escluse le situazioni previste per obblighi di legge. Contro i trasgressori si farà ricorso alle norme vigenti in materia per la tutela di propri diritti.

Sc S ch he ed da a p p i i an a n o o d d i i f fo o rm r ma az zi io on n e e e e

i i n n f f o o r r m m a a z z i i o o n n e e S S c c h h e e d d a a 0 0 9 9 . . 0 0 0 0

09.1 Piano di informazione e formazione dei lavoratori della Ditta esecutrice dei lavori 09.1 - Informazione e formazione dei lavoratori della Ditta esecutrice dei lavori

APPALTATORE

I lavoratori della ditta esecutrice dei lavori sono stati adeguatamente informati e formati sui rischi derivanti dalle interferenze generate dalle lavorazioni stesse. Prendendo visione del documento, i lavoratori ed i loro responsabili, si impegnano a rispettare le misure di prevenzione e protezione individuate per garantire la sicurezza del personale addetto ai lavori. Inoltre dichiara di utilizzare i DPI previsti alla scheda 04.00 del presente documento, nonché di rispettare tutte le istruzioni e disposizioni di sicurezza contenute nella stessa e nella scheda 03.00, O05.00, 06.00, 08.00.

DICHIARAZIONE DEL PERSONALE OPERANTE DITTA APPALTATRICE

I sottoscritti lavoratori della Ditta ________________________________________, appaltatrice del servizio, con l’apposizione della propria firma dichiarano di essere stati informati e formati sui rischi presenti nel luogo di lavoro, nonché dei luoghi e delle disposizioni contenute nel presente documento ai fini di tutelare la propria salute. In particolare, con riferimento ai contenuti dell’art.20 del D.Lgs. 81/08 ciascun lavoratore della Ditta ________________________________________ deve segnalare immediatamente al proprio datore di lavoro, dirigente o preposto, qualsiasi eventuale condizione di pericolo di cui venga a conoscenza, adoperandosi direttamente, in caso di urgenza, nell’ambito delle proprie competenze e possibilità o ridurre le situazioni di pericolo grave e incombente, dandone notizia al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Ciascun lavoratore dovrà operare all’interno delle aree assegnate e dovrà utilizzare solo le attrezzature ed i materiali oggetto del contratto di appalto. In base a quanto sopradescritto gli operatori della Ditta ________________________________________

SOLLEVANO

Il Datore di Lavoro del COMUNE DI CREAZZO ed il RSPP da qualsiasi responsabilità di evento nell’ambito operativo del sito di pertinenza, risultando essi pienamente responsabili per le proprie fasi ed azioni lavorative, informati e formati e avendo preso atto di tutte le indicazioni di sicurezza e prevenzione presenti nel presente documento. Qualsiasi evento, conseguentemente, si dovesse verificare, va ad identificarsi nella definizione puntuale di “rischio elettivo”.

Cognome Nome Firma

[omissis]

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :