Spettabile impresa Invio tramite piattaforma START

15  Download (0)

Testo completo

(1)

AREA DI COORDINAMENTO PER LA GOVERNANCE TERRITORIALE DI AREA VASTA, PROGRAMMAZIONE E BILANCIO, SERVIZI AMMINISTRATIVI, SERVIZIO TECNICO STAZIONE UNICA APPALTANTE (S.U.A.)

codice AUSA 0000156907

D.ssa Simona Nardi - DIRIGENTE D.ssa Roberta Broglia Funzionario P.O.

0573 374291 -225 - 227 email sua@provincia.pistoia.it P.za San Leone,1 - 51100 Pistoia

Spettabile impresa Invio tramite piattaforma START

PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DIRETTO EX ART. 1 CO..2 LETT.A) D.L.76/2020 CONV. IN L.120/2020 PER GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEL PIANO VIABILE DELLA

SP47 TANGENZIALE EST.

CUI L00236340477202000012 CUP H57H20001050001 CIG 8566438046 Numero gara 7992934

LETTERA DI INVITO

gara interamente gestita in modalità telematica

Questa stazione appaltante dovendo realizzare i lavori in oggetto procede con affidamento diretto ex art. 1 co. 2 lett. a) del Decreto Legge 76/2020 (Semplificazione per gli appalti) convertito in L. n. 120/2020 in deroga a quanto previsto ex art.

36 co. 2 Dlgs 50/2016 s.m.i.

In esecuzione della Determinazione a contrattare n. 1002 del 16/12/2020 di cui alla nota email del 16/12/2020 del Dirigente Area di coordinamento governance territoriale di Area vasta – Servizio Manutenzione strade - Viabilità della Provincia di Pistoia, Servizio Committente, e della Determinazione dirigenziale n. del /12/2020 del Dirigente della Stazione Unica Appaltante della Provincia di Pistoia.

Codesta Spett.le Impresa è invitata a partecipare alla procedura di cui in oggetto, in quanto selezionata dall’Elenco ufficiale operatori economici per LLPP della SUA – Provincia di Pistoia, espletata secondo le modalità di seguito specificate disponibile nella documentazione di gara all’indirizzo internet: https://s tart.toscana.it .

Si intende che, con l’avvenuta partecipazione, Codesta impresa riconosce e accetta pienamente tutte le modalità, indicazioni e prescrizioni previste nella presente Lettera di Invito, negli elaborati di progetto incluso il capitolato speciale d’appalto e in tutta la documentazione di gara predisposta dal Servizio committente, e/o dalla SUA della Provincia di Pistoia.

Resta inteso che il presente invito non costituisce presunzione di ammissibilità e che la SUA può procedere all’esclusione o annullamento della gara anche in ragione di cause ostative non rilevate durante lo svolgimento della procedura o intervenute successivamente alla sua conclusione.

A norma dell'art. 31 comma 1 del D.Lgs. 50/2016 nonché dell’art. 6 della Legge n.241/1990, sono stati individuati:

quale RUP relativamente all’intervento in oggetto è il Geom. Giacomo Balleri del Servizio Viabilità della Provincia di Pistoia , tel. 0573374529, email g.baller i@provincia.pistoia.it

quale Responsabile del Procedimento di gara il Funzionario P.O. D.ssa Roberta Broglia Servizio SUA della Provincia di Pistoia tel 0573 374291, email sua@provincia.pistoia.it.

NOME, INDIRIZZO, RECAPITI DELL’AMMINISTRAZIONE GIUDICATRICE

Stazione Unica Appaltante - Provincia di Pistoia P.za San Leone,1 51100 Pistoia, Cod. NUTS ITE13, Cod. AUSA 0000156907, tel.0573374291-293-227. Profilo del Committente e sito internet: www.provincia.pistoia.it, e-mail sua@provincia.pistoia.it, Posta elettronica certificata (PEC): provincia.pistoia@postacert.toscana.it

(2)

Sommario:

SEZIONE 1- INFORMAZIONI GENERALI

SEZIONE 2– SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - SUBAPPALTO

SEZIONE 3- MODALITA' DI IDENTIFICAZIONE SUL SISTEMA E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA SEZIONE 4- DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

SEZIONE 5– OFFERTA TECNICA - OFFERTA ECONOMICA – CRITERI DI VALUTAZIONE SEZIONE 6– ALTRE DISPOSIZIONI

SEZIONE 7– SVOLGIMENTO DELLA GARA – AGGIUDICAZIONE E STIPULA CONTRATTO – ACCESSO AGLI ATTI NORME FINALI

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE - RICORSI

SEZIONE 1- INFORMAZIONI GENERALI 1.1 – OGGETTO

Il progetto prevede la manutenzione straordinaria del piano viabile della SP47 Tangenziale Est nel tratto compreso tra l’incorcio con via Antonelli e la rampa di uscita con via Sestini.

Rif. Relazione tecnica e CSA

Elaborati progettuali: approvati con Determinazione dirigenziale n. 1002 del 16/12/2020.

Verifica progetto esecutivo: di cui al Verbale di validazione del 04/12/2020.

1.2 –AMMONTARE DELL'APPALTO

L’importo complessivo dei lavori ammonta ad € 95.302,85, di cui € 93.415,63 per importo lavori posto a base di gara ed

€ 1.887,22 quali oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso oltre IVA.

La stazione appaltante al fine di determinare l'importo di gara, ha inoltre individuato i costi della manodopera sulla base di quanto previsto all'articolo 23, comma 16 del d.lgs. 50/2016 e s.m.i., nell’Allegato elaborato al Progetto.

Rif. Parte I CSA TABELLA «A»

Ai sensi dell’Art. 61, comma 3, del D.P.R. n. 207/2010, e in conformità con l’allegato “A” del D.P.R. anzidetto, i lavori sono classificati nella categoria prevalente “OG3” Strade, autostrade, ponti, viadotti, ferrovie,…..”.

Lavorazione Cat. Importo

(euro) %

PREVALENTE/

scorporabile/

subappaltabile 1 Strade, autostrade, ponti, viadotti, ferrovie,... OG3 95.302,85 100% PREVALENTE/

subappaltabile MAX 40%

IMPORTO TOTALE IVA ESCLUSA compresi oneri COVID 95.302,85 100,00%

Categoria OG3 - categoria generale – classifica I – a qualificazione obbligatoria.

La verifica dei requisiti avverrà attraverso attestazione SOA in categoria OG3 ovvero possesso dei requisiti ex art. 90 dPR 207/2020.

1.3 – DETERMINAZIONE DEL CORRISPETTIVO

Il contratto è stipulato “a misura” ai sensi del combinato disposto rispettivamente degli articoli 3, lett. eeeee), e 59, comma 5 -bis, D.Lgs. 50/2016 s.m.i., nonché dall'art 43, comma 6, D.P.R. 207/2010, ancora vigente ratione temporis.

1.4 – MODALITA' DI FINANZIAMENTO Fondi ministeriali.

1.5 - LUOGO DI ESECUZIONE

SP47 Tangenziale Est nel tratto compreso tra l’incorcio con via Antonelli e la rampa di uscita con via Sestini.

1.6 – CONSEGNA DEI LAVORI

(3)

La consegna dei lavori all’Appaltatore verrà effettuata entro 45 giorni dalla stipula del contratto, in conformità a quanto previsto nel Capitolato Generale d’Appalto e secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

L’Appaltante si riserva di consegnare i lavori in via d’urgenza dopo la determinazione di aggiudicazione definitiva.

Rif.CSA.

1.7 TERMINE DI ESECUZIONE DEI LAVORI

Tutte le opere appaltate dovranno essere completamente ultimate nel termine di 30 (trenta) giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna dei lavori.

La ditta appaltatrice redigerà il piano per l’esecuzione dei lavori nel rispetto dei tempi contrattuali di ultimazione dei lavori stessi. La tempistica degli interventi sarà modulata in modo tale che, ancorché la consegna dei lavori venga effettuata contestualmente per l’intera opera, consenta le lavorazioni nei periodi che la D.L. riterrà più consoni per la tipologia degli interventi da realizzare.

Rif. CSA.

18 – CORRISPETTIVO - ANTICIPAZIONE - PAGAMENTI

L’Impresa avrà diritto ad un unico stato di avanzamento lavori raggiunta la concorrenza dell’importo contrattuale al netto delle ritenute.

In base alle risultanze della contabilità finale dei lavori sarà compilato l’ultimo stato di avanzamento qualunque sia il suo importo entro 90 (novanta) giorni dalla data del certificato di ultimazione dei lavori.

Rif. CSA.

1.9 - PROCEDURA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

Procedura di affidamento diretto ex art.1 co.2 lett. a) del D.L. 76/2020 “Decreto Semplificazioni” come modificato in sede di conversione in L. 120 del 11 settembre 2020.

L'aggiudicazione avverrà con il criterio del minor prezzo ai sensi dell'articolo 36 co. 9-bis e 95 co. 4 Dlgs 50/2016 s.m.i.

come modificato dall’art. 1 co.3 D.L. n. 76 del 16 luglio 2020 detto "Decreto Semplificazioni" come convertito in L. 120 del 11 settembre 2020 e con esclusione automatica delle offerte in riferimento all’art. 97 co.2 e co.8 del richiamato Codice così come modificato in caso di offerte ammesse pari o superiore a cinque.

1.10 - TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

Per partecipare alla presente procedura, codesto operatore economico, entro e non oltre le ore 11:00 del giorno / /2020, dovrà accedere alla procedura in oggetto identificandosi all’indirizzo: https://start.toscana.it/ ed inserire la documentazione di cui alle successive sezioni.

Oltre detto termine non sarà più possibile presentare offerta alla presente gara.

1.11 - CHIARIMENTI

E' possibile ottenere CHIARIMENTI sulla presente procedura mediante la proposizione di quesiti scritti che dovranno pervenire esclusivamente per via elettronica, attraverso l’apposita sezione “Richiesta chiarimenti”, nell’area riservata alla presente gara all’indirizzo https://start.toscana.it

Attraverso lo stesso mezzo la SUA provvederà a fornire le risposte e sono pubblicate sul sito nella sezione

“Comunicazioni dell'Amministrazione”.

Le richieste di chiarimenti devono essere formulate esclusivamente in lingua italiana.

L’Amministrazione garantisce una risposta ai chiarimenti relativi alle modalità di funzionamento della piattaforma START e alla documentazione di gara, ma non a quesiti relativi al possesso di qualificazione necessari per partecipare alla gara, in quanto detta verifica spetterà al Responsabile del procedimento di gara, in seduta pubblica, ai fini dell'abilitazione alla presente gara.

L'Amministrazione garantisce una risposta ai chiarimenti che perverranno entro tre giorni prima del termine stabilito per la ricezione delle offerte (cfr. art. 74, comma 4, D.Lgs. 50/2016), mediante pubblicazione sulla piattaforma Start nell’area riservata alla gara.

Per informazioni di natura tecnica inerenti le modalità di presentazione dell’offerta sul sistema telematico di acquisto del Comune di Pistoia rivolgersi direttamente a START tel. 0810084010 oppure inviando una mail a Start.OE@PA.i-faber.com, dalle 08.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì.

Per la consultazione delle comunicazioni ogni concorrente deve:

Accedere all'area riservata del sistema tramite le proprie credenziali (userid e password)

(4)

Selezionare la gara di interesse

Selezionare "comunicazioni ricevute" tra le voci di menu previste dal sistema Non sono ammessi chiarimenti telefonici.

Attenzione: Il Sistema Telematico di Acquisti Regionale della Toscana START utilizza la casella denominata noreply@start.toscana.it per inviare tutti i messaggi di posta elettronica. I concorrenti sono tenuti a controllare che le e- mail inviate dal sistema, non vengano respinte né trattate come SPAM dal proprio sistema di posta elettronica.

1.12- COMUNICAZIONI DELL’AMMINISTRAZIONE

Ai sensi dell’art. 76, comma 6 del Codice, i concorrenti sono tenuti ad indicare, in sede di DGUE, l’indirizzo PEC o, solo per i concorrenti aventi sede in altri Stati membri, l’indirizzo di posta elettronica, da utilizzare ai fini delle comunicazioni di cui all’art. 76, comma 5, del Codice.

Tutte le comunicazioni tra stazione appaltante e operatori economici si intendono validamente ed efficacemente effettuate qualora rese all’indirizzo PEC e all’indirizzo indicato dai concorrenti nella documentazione di gara.

Eventuali modifiche dell’indirizzo PEC/posta elettronica o problemi temporanei nell’utilizzo di tali forme di comunicazione, dovranno essere tempestivamente segnalate alla stazione appaltante; diversamente la medesima declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni. In caso di raggruppamenti temporanei, GEIE, aggregazioni di imprese di rete o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario si intende validamente resa a tutti gli operatori economici raggruppati, aggregati o consorziati.

In caso di consorzi di cui all’art. 45, comma 2, lett. b e c del Codice, la comunicazione recapitata al consorzio si intende validamente resa a tutte le consorziate.

In caso di subappalto, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti i subappaltatori indicati.

Per la consultazione delle comunicazioni ogni concorrente deve:

1) Accedere all'area riservata del sistema tramite le proprie credenziali (userid e password), 2) Selezionare la gara di interesse,

3) Selezionare “comunicazioni ricevute” tra le voci di menu previste dal sistema.

SEZIONE 2 – SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE - SUBAPPALTO 2.1 - SOGGETTI AMMESSI A PARTECIPARE

Possono partecipare alla gara gli operatori economici ai sensi dell'art. 45, D.Lgs. 50/2016, in possesso dei requisiti meglio sotto specificati.

2.1.1 - OPERATORE SINGOLO

Il concorrente singolo può partecipare alla presente procedura qualora in possesso della capacità tecnico-professionale stabilita nei documenti di gara.

2.1.2 - RTI/CONSORZI ORDINARI DI CONCORRENTI EX ART. 45 COMMA 2 LETT.D) ED E) DEL D.LGS. 50/2016 Le imprese invitate singolarmente possono decidere di rimettere l’offerta, e quindi partecipare alla presente gara, in forma di raggruppamento anche con operatori economici non invitati, purché il ruolo di capogruppo sia assunto dall’impresa che abbia manifestato interesse e che pertanto sia stata invitata alla gara.

In caso di partecipazione alla presente procedura dei soggetti sopra indicati, si precisa che i requisiti generali dovranno essere posseduti singolarmente da tutte le imprese costituenti il raggruppamento/consorzio e dal consorzio in sé considerato; pertanto ogni impresa dovrà compilare e presentare il proprio modello DGUE.

Le imprese che partecipano in rete devono attenersi, per quanto compatibile ed in base alla tipologia di rete prescelta, alle disposizioni di cui all’art. 48, comma 14, del D.Lgs. . 50/2016.

2.1.2.1 - RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO di TIPO ORIZZONTALE

In caso di raggruppamento temporaneo di tipo orizzontale i requisiti di qualificazione richiesti nel presente bando devono essere posseduti dalla mandataria nella misura minima del quaranta per cento dell'importo dei lavori; la restante percentuale è posseduta cumulativamente dalle mandanti ciascuna nella misura minima del dieci per cento dell'importo dei lavori. Le quote di partecipazione al raggruppamento o consorzio, indicate in sede di offerta, possono essere liberamente stabilite entro i limiti consentiti dai requisiti di qualificazione posseduti dall’associato o dal consorziato.

Nell’ambito dei propri requisiti posseduti, la mandataria in ogni caso assume, in sede di offerta, i requisiti in misura percentuale superiore rispetto a ciascuna delle mandanti. I lavori sono eseguiti dai concorrenti riuniti secondo le quote indicate in sede di offerta, fatta salva la facoltà di modifica delle stesse, previa autorizzazione della stazione appaltante che ne verifica la compatibilità con i requisiti di qualificazione posseduti dalle imprese interessate (cfr. art. 92, commi 2 , D.P.R. 207/2010, per la parte ancora vigente).

Nei lavori permane la necessità che ciascuna impresa sia qualificata per la parte di prestazioni che si impegna ad eseguire (Cons. Stato, V, n. 3623/2018).

(5)

2.1.2.2 - RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO di TIPO VERTICALE:

In caso di raggruppamento temporaneo di tipo verticale i requisiti di qualificazione economico-finanziari e tecnico- organizzativi sono posseduti dalla mandataria nella categoria prevalente; nelle categorie scorporate ciascuna mandante possiede i requisiti previsti per l’importo dei lavori della categoria che intende assumere e

nella misura indicata per l’impresa singola.

Nel caso invece in cui i requisiti relativi alle lavorazioni scorporabili non siano assunti dalle mandanti sono posseduti dalla mandataria con riferimento alla categoria prevalente (cfr. art. 92, comma 3, D.P.R. 207/2010), ossia resta l’obbligo di possedere in categoria prevalente una classifica che copra l’importo della prevalente stessa e, cumulativamente, l’importo della/e scorporabile/i comunque non posseduta/e.

2.1.2.3 – RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO DI TIPO MISTO (sub-raggruppamento orizzontale e sub- raggruppamento verticale)

In caso di sub-raggruppamento temporaneo di tipo misto, il suddetto limite del 40% di cui all'art. 92, comma 2, D.P.R.

207/10, ancora vigente ratione temporis, che presuppone comunque la partecipazione maggioritaria della capogruppo, è verificato rispetto al sub- raggruppamento orizzontale per la prestazione principale al quale la mandataria partecipa (CDS, V, 2063/2015) e non con riguardo all'intero appalto.

Questa stazione appaltante, richiama altresì l'art. 61, co. 2, D.P.R. 207/10, ultimo cpv, ossia “...nel caso di imprese raggruppate o consorziate la medesima disposizione si applica con riferimento a ciascuna impresa raggruppata o consorziata, a condizione che essa sia qualificata per una classifica pari ad almeno un quinto

dell'importo dei lavori a base di gara; nel caso di imprese raggruppate o consorziate la disposizione non si applica alla mandataria ai fini del conseguimento del requisito minimo di cui all'articolo 92, co. 2.”,

precisando che in caso si ATI orizzontali costituite da solo due operatori economici, per un principio di favor partecipationis, la mandataria potrà godere del beneficio del quinto con un minimo di qualificazione pari al 40%

dell'importo dei lavori e non pari al 50,01%, requisito invece necessario ai fini della maggioritarietà.

Si ricorda infine che, nel caso in cui i requisiti relativi alle lavorazioni scorporabili non siano assunti dalle mandanti, sono posseduti dalla capogruppo/mandataria con riferimento alla categoria prevalente (cfr. art. 92, co. 3, D.P.R.

207/2010); ossia resta l'obbligo di possedere in categoria prevalente una classifica che copra l'importo della prevalente stessa e cumulativamente, l'importo della/e scorporabile/i non posseduta/e.

2.1.3 - CONSORZIO ORDINARIO DI CONCORRENTI:

Il consorzio ordinario di concorrenti, anche se di tipo orizzontale, ha l’onere di indicare le consorziate esecutrici. Nel caso in cui manchi tale designazione, ne consegue che tutte le consorziate facenti parte del consorzio, eseguono la prestazione oggetto della presente procedura.

Il consorzio di cui alla lettera f) dell'art. 46, D.Lgs. 50/2016 (consorzio ordinario di concorrenti) costituendo o già costituito, anche se di tipo orizzontale è tenuto ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre;

a quest'ultimi è fatto divieto di partecipare in qualsiasi forma alla gara.

Il consorzio ordinario di concorrenti, di tipo orizzontale e/o verticale, deve indicare, in sede di offerta, la consorziata capogruppo (cfr. art. 93, comma 1, D.P.R. 207/2010).

NOTA BENE Le imprese ammesse alla procedura di concordato preventivo con continuità aziendale ex art. 186 bis del RD 267/1942 possono concorrere alla predetta gara anche in raggruppamento purché non rivestano la qualità di mandataria/capogruppo e purché le altre imprese non siano a loro volta assoggettate a nessuna procedura concorsuale (art. 186 bis del RD 267/1942 modificato dal DL 83/2012 convertito in legge 134/2012).

2.1.4 - CONSORZI STABILI [EX ART. 45 COMMA 2 lettera c-bis) E 47, D.LGS. 50/2016]

Il consorzio stabile avuto riguardo alla sua particolare natura, esegue l’appalto:

- o solo con la propria struttura (in proprio direttamente);

- o solo “tramite i consorziati indicati in sede di gara”;

- o in parte “con la propria struttura”, e in parte “tramite i consorziati indicati in sede di gara”

(cfr. art. 94, comma 1, D.P.R. 207/2010, ancora vigente ratione temporis).

Ne consegue che nell’ipotesi in cui il consorzio stabile esegua direttamente la prestazione oggetto della presente procedura, non ha l’obbligo di indicare la consorziata esecutrice; in questo caso le singole imprese consorziate potranno partecipare alla medesima gara.

Nel caso, invece, in cui il consorzio stabile decida di eseguire i lavori tramite una o più consorziata ha l’onere di indicarla in sede di offerta, non potendo più designare in una fase successiva della procedura.

Ne consegue inoltre che alla designata esecutrice è fatto divieto di partecipare sotto qualsiasi forma alla medesima gara;

al contrario la consorziata non designata può invece partecipare anche se alla medesima gara concorra il consorzio stesso.

La qualificazione -attestazione SOA – dei singoli consorziati deve riportare la segnalazione di partecipazione ad un consorzio stabile (cfr. art. 94, comma 3, D.P.R. 207/2010).

2.1.5 - CONSORZI FRA SOCIETÀ COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO (L. 422/1909), CONSORZI EX LEGE 1577/1947 E CONSORZI TRA IMPRESE ARTIGIANE (EX ART. 45 COMMA 2 LETT.B)

(6)

I suddetti consorzi, ai sensi dell'art. 48, comma 7, secondo capoverso, D. Lgs. 50/2016, hanno l’obbligo di indicare, in sede di offerta, per quale consorziati il consorzio concorra; a quest'ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara; in caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l'articolo 353 del codice penale.

L'indicazione delle consorziate esecutrici è obbligatoria, in quanto l'esecuzione dell'appalto può avvenire solo tramite soggetti consorziati designati, non essendo il consorzio stesso legittimato ad eseguire in proprio l'appalto; ne consegue che in mancanza della suddetta individuazione il consorzio sarà escluso.

L'attestazione SOA, per i soggetti sopra indicati è anzitutto riferita al consorzio e non al <<consorziato esecutore>>

NOTA BENE: Ai sensi dell’art. 48, comma 7, del D. Lgs. 50/2016, l’impresa indicata quale esecutrice dei lavori NON potrà partecipare alla medesima procedura autonomamente né in raggruppamento con altro soggetto o in qualsiasi altra forma. La violazione di tale norma comporterà l’esclusione sia del consorzio che del/i singolo/i consorziato/i e l’applicazione dell’art. 353 del codice penale.

2.1.5.1 - AFFIDAMENTO DELL’ESECUZIONE DEL LAVORO A PROPRIO CONSORZIATA

N.B. In forza della sentenza del Consiglio di Stato, Adunanza Plenaria n. 14/2013 è vietato il sub affidamento a cascata delle prestazioni a proprie consorziate da parte di soggetti già indicati dal consorzio concorrente quali esecutrici delle prestazioni oggetto della gara. Ne consegue che un’eventuale designazione a catena (di terzo grado) in difformità da quanto previsto dal presente avviso di selezione, non inficerà la partecipazione del consorzio ma comporterà la inutilità della designazione stessa che sarà considerata non conforme alla legge e quindi come non apposta.

2.2 - REQUISITI DI PARTECIPAZIONE REQUISITI GENERALI

- iscrizione presso la CCIAA nel settore di attività coincidente con quella dell’oggetto del contratto;

- assenza di cause di esclusione ex art. 80 D.Lgs. n. 50/2016;

- non aver concluso contratti di lavoro subordinato o conferito incarichi professionali in violazione del divieto di cui all’articolo 53, comma 16-ter del D.Lgs. n. 165/2001 con dipendenti della Provincia di Pistoia che, negli ultimi tre anni di servizio, hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali o ha concluso contratti di lavoro subordinato o conferito incarichi professionali a detti dipendenti successivamente ad un triennio dalla loro cessazione dal servizio presso il citato Ente;

- essere a conoscenza che gli obblighi di condotta previsti dal D.P.R. 62/2013 “Regolamento recante il Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’art. 54 del Decreto Legislativo 30 marzo n. 165” e dal Codice di comportamento comunale trovano applicazione nei propri confronti e nei riguardi dei propri collaboratori;

- aver preso integrale e accurata visione della presente lettera di invito, del Capitolato speciale di appalto e dei suoi allegati e di accettare tutte le clausole e prescrizioni ivi contenute.

REQUISITI SPECIALI (CAPACITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA, CAPACITÀ TECNICO ORGANIZZATIVA) Ai fini della partecipazione alla presente procedura, i concorrenti devono essere in possesso delle categorie e classifiche di lavori indicate al precedente punto 1.2 e di cui alla Tabella A.

N.B.: Si precisa che, ai sensi dell’art. 48, comma 4 del Codice, devono essere specificate nella domanda di partecipazione le categorie di lavori che saranno eseguite dai singoli soggetti riuniti o consorziati.

Si precisa che fino all'adozione del regolamento di cui all’ articolo 216, comma 27 octies, D. Lgs. 50/2016, (cfr. art. 83, comma 2, D.Lgs. 50/2016), in relazione al sistema unico di qualificazione, continuano ad applicarsi, per la parte che qui ci occupa ed in quanto compatibili, le disposizioni sopra richiamate dall'art. 216, D. Lgs. 50/2016, tra cui meritano particolare attenzione, quelle di cui alla Parte II, Titolo II, Capo I (articoli da 14 a 43), utili ai fini dell'individuazione della categoria prevalente e delle scorporabili (diverse dalle SIOS) superiori al 10% dell'importo dell'appalto o a 150.000 euro (cfr art. 32, comma 7, D.P.R. 207/2010), alla Parte II, Titolo III (articoli da 60 a 96), nonché gli allegati e parti di allegati richiamati nel D.P.R. 207/2010.

N.B. Da quanto sopra discende come ulteriore corollario che, fermo restando il sistema unico di qualificazione (cfr. art.

60, D.P.R. 207/2010 e art. 84, D.Lgs. 50/2016), in un appalto complessivamente superiore a 150.000 euro, la qualificazione per gli esecutori a qualsiasi titolo di lavori pubblici è data dal possesso di attestazione di qualificazione SOA.

2.3 - SUBAPPALTO (ART. 105 D. LGS. n. 50/2016)

E' ammessa la facoltà di affidare in subappalto le prestazioni oggetto dell'appalto secondo la disciplina dettata dall'articolo 105, facendo particolare attenzione ai commi 2 e 4 del D.Lgs 50/2016 s.m.i..

L'eventuale subappalto non può superare il 40% dell'importo complessivo del contratto.

Rif. precedente punto 1.2 e di cui alla Tabella A.

Il concorrente, in conformità all'articolo 105 del D. Lgs. 50/2016 deve:

a) indicare, in sede di DGUE (Parte IV: Criteri di selezione, sezione C: capacità tecniche e professionali), le prestazioni o le parti di esse che intende subappaltare o concedere in cottimo, pena la perdita della possibilità di subappaltare;

In mancanza delle suddette indicazioni il subappalto è vietato.

(7)

Il subappaltatore non deve aver partecipato alla procedura per l'affidamento dell'appalto in oggetto; in caso di partecipazione alla presente gara dell'appaltatore e del subappaltatore, saranno esclusi entrambi per ipotesi di collegamento.

Il subappaltatore dovrà possedere i requisiti generali di cui all'art. 80 del D. Lgs. 50/2016, solo ai fini dell'esecuzione del contratto.

SEZIONE 3 – MODALITA’ DI IDENTIFICAZIONE SUL SISTEMA TELEMATICO E MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

3.1 – MODALITÀ DI IDENTIFICAZIONE SUL SISTEMA TELEMATICO

Per partecipare alla procedura di gara, entro e non oltre il termine indicato, gli operatori economici interessati dovranno identificarsi sul Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana, accessibile all’indirizzo https://start.toscana.it/, utilizzando username e password scelti al momento della presentazioni della manifestazione di interesse o dell'iscrizione all'indirizzario.

Dopo l'identificazione i concorrenti dovranno inserire la documentazione di cui al successivo punto 3.2) della presente lettera d'invito “MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL'OFFERTA”.

Per identificarsi, gli operatori economici dovranno completare la procedura di registrazione on line presente sul portale.

La registrazione, completamente gratuita, avviene preferibilmente utilizzando un certificato digitale di autenticazione, in subordine tramite userid e password. Il certificato digitale e/o la userid e password utilizzati in sede di registrazione sono necessari per partecipare alla presente procedura.

L’utente è tenuto a non diffondere a terzi la chiave di accesso (User ID) per mezzo della quale verrà identificato dalla stazione appaltante e la password. Istruzioni dettagliate su come completare la procedura di

registrazione sono disponibili sul sito stesso nella sezione dedicata alla procedura di registrazione o possono essere richieste al Call Center ai numeri a START tel. 0810084010 oppure inviando una mail a Start.OE@PA.i-faber.com, dalle 08.30 alle 18.30, dal lunedì al venerdì.

3.2 - MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA

Le imprese invitate dovranno inserire nel sistema telematico, nello spazio relativo alla procedura in oggetto, entro e non oltre la scadenza sopra detta, la seguente documentazione:

A) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA come elencata alla successiva Sezione 4 - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA, da sub 4.1) a sub 4.9).

B) OFFERTA ECONOMICA di cui alla successiva Sezione 5 – OFFERTA ECONOMICA.

SEZIONE 4 - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

4.1 - DOMANDA DI PARTECIPAZIONE GENERATA IN AUTOMATICO DAL SISTEMA START.

La Domanda di partecipazione recante le dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto notorio da rendere ai sensi del D.P.R. 445/2000 viene generata automaticamente dal sistema telematico START in seguito all’imputazione dei dati richiesti nei form online.

In questo passo, il concorrente dovrà indicare tutti i soggetti che ricoprono, o i soggetti cessati che hanno ricoperto nell'anno antecedente la data di pubblicazione della gara, le cariche di:

- titolare e direttore tecnico per le imprese individuali;

- socio e direttore tecnico per le s.n.c.;

- socio accomandatario e direttore tecnico per le s.a.s.;

- per gli altri tipi di società: legale rappresentante, membri del CdA muniti del potere di rappresentanza, ivi compresi institori e procuratori generali, dei membri degli organi con poteri di direzione o di vigilanza e dei soggetti comunque muniti di rappresentanza, membri del collegio sindacale, direttori tecnici, soci se:

a) in presenza di socio unico persona fisica, occorrerà indicare il riferimento del socio con indicazione che trattasi appunto di socio unico; b) se società con meno di 4 soci occorrerà indicare il socio di maggioranza; c) se vi sono 2 soci al 50% occorrerà indicare i due nominativi.

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione generata in automatico da START dovrà essere firmata digitalmente dal titolare o legale rappresentante o procuratore dell’impresa concorrente. In caso di procuratore, dovrà essere inserita una copia scannerizzata della procura stessa.

Il concorrente, dopo aver effettuato l’accesso al sistema START nei termini e con le modalità sopra precisate dovrà:

- Accedere allo spazio dedicato alla gara sul sistema telematico;

- Compilare il form on line;

- Scaricare sul proprio pc il documento “domanda di partecipazione”, generato dal sistema;

- Firmare digitalmente il documento “domanda di partecipazione”generato dal sistema da parte del titolare o legale rappresentante o procuratore del soggetto concorrente che rende le dichiarazioni ivi contenute;

(8)

- Inserire nel sistema il documento “domanda di partecipazione”, firmato digitalmente.

In caso di RTI costituendo, ciascuna impresa componente il raggruppamento dovrà presentare la domanda di cui al presente paragrafo.

4.2 - DOCUMENTO DI GARA UNICO EUROPEO “DGUE”

Le dichiarazioni sull’assenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 D.Lgs. 50/2016, sul possesso dei criteri di selezione di cui all’art 83 del Dlgs n. 50/2016 previsti nella presente lettera di invito, dovranno essere rese dall’operatore economico concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, attraverso il DGUE, disponibile nella documentazione di gara, approvato in allegato alla Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 3 del 18 luglio 2016 “Linee guida per la compilazione del modello di formulario di Documento di gara unico europeo (DGUE) approvato dal Regolamento di esecuzione (UE) 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016. (16A05530)” - Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 174 del 27-7-2016.

Si evidenzia che il concorrente o altro soggetto tenuto alla presentazione del DGUE, è responsabile di tutte le dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000, pertanto ogni eventuale errore nel contenuto delle dichiarazioni ricade sulla sua responsabilità. L’Amministrazione assume il contenuto delle dichiarazioni così come rese nel DGUE e sulla base di queste verifica la conformità di tutta la documentazione richiesta per la partecipazione alla gara.

L’Amministrazione, nella successiva fase di controllo, verificherà la veridicità del contenuto di tali dichiarazioni.

Il DGUE, dovrà essere compilato relativamente:

- alla parte II: Informazioni sull’operatore economico – tutte le sezioni, - alla parte III: Motivi di esclusione – tutte le sezioni,

- alla parte IV (per i soli operatori economici stranieri): Criteri di selezione: Sezione B – Capacità economica e finanziaria, Sezione C – Capacità tecniche e professionali – punto 1a)

- alla parte VI: Dichiarazioni finali – tutte le dichiarazioni ivi contenute ed essere sottoscritto con firma digitale dal titolare o legale rappresentante o procuratore del soggetto concorrente ed inserito sul sistema telematico nell’apposito spazio previsto.

Nel caso di Raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti, il DGUE dovrà essere compilato e firmato digitalmente (dal titolare o legale rappresentante o procuratore) da ciascun membro facente parte del Raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti. L’inserimento di tale documento nel sistema avviene a cura del soggetto indicato quale mandatario.

Nel caso di Consorzio di cui alle lett. b) e c) del comma 2 dell’art. 45 del D.Lgs. 50/2016 il DGUE dovrà essere compilato e firmato digitalmente dal titolare o legale rappresentante o procuratore del Consorzio e da ciascuna delle consorziate esecutrici per le quali il medesimo Consorzio concorre. Inoltre ciascuna consorziata esecutrice dovrà rendere utilizzando l’apposito modello A.2.1, “DATI GENERALI E ULTERIORI DICHIARAZIONI DELL’IMPRESA CONSORZIATA PER LA QUALE IL CONSORZIO CONCORRE”, disponibile nella documentazione di gara, i dati generali della consorziata e le ulteriori dichiarazioni che non sono contenute nel Documento di Gara Unico Europeo (DGUE); tale modello dovrà, analogamente a quanto previsto per il DGUE, essere compilato e firmato digitalmente dal relativo titolare o legale rappresentante o procuratore. Non potrà essere indicata quale consorziata esecutrice l’impresa che si trovi nella condizioni di cui all’art. 110, comma 5, D.Lgs. n. 50/2016. L’inserimento nel sistema dei DGUE e del modello A.2.1 “DATI GENERALI E ULTERIORI DICHIARAZIONI DELL’IMPRESA CONSORZIATA PER LA QUALE IL CONSORZIO CONCORRE” avviene a cura del Consorzio che provvederà ad inserire gli stessi negli appositi spazi presenti sul sistema, in particolare quello del Consorzio nell’apposito spazio riservato al concorrente, quelli delle consorziate esecutrici negli appositi spazi a queste dedicati.

Tutta la documentazione richiesta per la partecipazione di un consorzio di cui alle lettere b) o c) del comma 2 dell’art. 45 del D.Lgs. 50/2016 dovrà essere presentata anche nel caso in cui il Consorzio stesso partecipi alla procedura come membro di un raggruppamento temporaneo di concorrenti o di consorzio ordinario, con la differenza che l’inserimento della documentazione nel sistema avviene a cura del soggetto indicato quale mandatario.

AVVALIMENTO (ART. 89 D. LGS. n. 50/2016)

L’operatore economico partecipante alla gara, nel caso in cui si avvalga, in relazione al presente appalto, dei requisiti di altro soggetto (impresa ausiliaria (avvalimento) deve indicare nel DGUE:

- la denominazione degli operatori economici di cui intende avvalersi (impresa ausiliaria);

- i requisiti oggetto di avvalimento.

L’operatore economico deve inserire nell’apposito spazio del sistema telematico il CONTRATTO DI AVVALIMENTO, ai sensi dell’art. 89, comma 1, del D.Lgs. n. 50/2016, in originale in formato elettronico firmato digitalmente dai contraenti, oppure mediante scansione della copia autentica dell’originale cartaceo rilasciata dal notaio, oppure mediante copia digitale dell’originale analogico certificata conforme dal notaio e firmata digitalmente dallo stesso, oppure mediante scansione della copia autentica dell’originale cartaceo rilasciata dal notaio, in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell’appalto. Detto contratto deve riportare a pena di nullità:

- oggetto;

(9)

- risorse e mezzi, (personale, attrezzature, etc.) messi a disposizione per l’esecuzione dell’appalto, in modo determinato e specifico;

- durata;

- ogni altro elemento utile ai fini dell’avvalimento.

L’impresa ausiliaria, indicata dall’operatore economico, deve:

- produrre un proprio DGUE;

- rendere, utilizzando l’apposito modello A.2.2, “SCHEDA AVVALIMENTO art. 89”, disponibile nella documentazione di gara, i dati generali dell’operatore economico, le ulteriori dichiarazioni che non sono contenute del Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) e la dichiarazione di obbligarsi verso il concorrente e verso l’amministrazione a mettere a disposizione per tutta la durata dell'appalto le risorse necessarie (personale, attrezzature, etc.) di cui è carente il concorrente.

Il DGUE e la “SCHEDA AVVALIMENTO art. 89”, compilate e sottoscritte ciascuna dal titolare o legale rappresentante o procuratore dell’impresa ausiliaria con firma digitale devono essere inserite nei rispettivi appositi spazi previsti sul sistema telematico da parte dell’operatore economico partecipante alla gara ovvero, in caso di Raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti, da parte della mandataria.

L’impresa ausiliaria, individuata dal concorrente ai sensi dell’art. 89 D.Lgs. n. 50/2016, non deve trovarsi nella situazione di cui all’art. 110, comma 5, D.Lgs. n. 50/2016.

CURATELA FALLIMENTARE E CONCORDATO PREVENTIVO CON CONTINUITÀ AZIENDALE

Nel caso in cui l’operatore economico sia stato ammesso a concordato preventivo con continuità aziendale, nel DGUE, nella sezione C – parte III. dovrà indicare anche gli estremi dell’autorizzazione del giudice delegato, ai sensi dell’art. 110, comma 3, lettera a), del Codice e dovrà inserire nell'apposito spazio previsto sul sistema telematico:

- la relazione di un professionista, ai sensi del comma 4 dell’art. 186-bis R.D. 267/1942, recante i dati identificativi dello stesso, in possesso dei requisiti di cui all’articolo 67, terzo comma, lettera d), del medesimo Regio Decreto, che attesta la conformità al piano di concordato di cui all’art. 161 del R.D. 267/1942 e la ragionevole capacità di adempimento del contratto, in originale in formato elettronico firmato digitalmente dal professionista medesimo. Qualora non sia disponibile l’originale in formato elettronico e firmato digitalmente, il concorrente dovrà inserire nel sistema la scansione della relazione originale cartacea sottoscritta dal professionista.

Saranno tenuti a produrre la relazione di cui sopra, con le medesime modalità ivi riportate, le consorziate esecutrici ammesse a concordato preventivo con continuità aziendale e l’impresa ausiliaria art. 89 D.Lgs. 50/2016 che si trovino nella situazione di cui all’art. 110, comma 3, lett. a), D.Lgs. 50/2016.

Nei casi in cui la partecipazione alle procedure di affidamento dell’impresa ammessa a concordato preventivo con continuità aziendale o del curatore di impresa in fallimento autorizzati, ai sensi dell’art. 110, comma 3, lettera a), del D.Lgs. 50/2016, a partecipare alle procedure di affidamento, sia stata subordinata da ANAC, ai sensi dell’art. 110, comma 5, D.Lgs. 50/2016 e così come dichiarato nel relativo DGUE, ad avvalimento di altro operatore economico in possesso dei requisiti di carattere generale, e degli altri requisiti di selezione richiesti nella lettera invito, l’impresa ausiliaria, ivi indicata, deve:

1. produrre un proprio DGUE;

2. rendere, utilizzando l’apposito modello A.2.3, modello ausiliaria art. 110 co. 5 Dlgs 50/2016 s.m.i., disponibile nella documentazione di gara, i dati generali dell’operatore economico, le ulteriori dichiarazioni che non sono contenute del Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) e la dichiarazione di obbligarsi verso il concorrente e verso l’amministrazione a mettere a disposizione per tutta la durata dell'appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente nonché a subentrare al concorrente nel caso in cui questo nel corso della gara, ovvero dopo la stipulazione del contratto, non sia per qualsiasi ragione più in grado di dare regolare esecuzione all’appalto.

Il DGUE e la “SCHEDA DI AVVALIMENTO – art. 110 comma 5” compilate e sottoscritte ciascuna dal titolare o legale rappresentante o procuratore dell’impresa ausiliaria con firma digitale devono essere inserite nei rispettivi appositi spazi previsti sul sistema telematico da parte dell’operatore economico partecipante alla gara ovvero, in caso di Raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti, da parte della mandataria.

L’impresa ausiliaria indicata ai sensi dell’art. 110, comma 5, D.Lgs. n. 50/2016 non deve trovarsi nelle ipotesi di cui all’art.

186 bis R.D. 267/1942 o sottoposta a curatela fallimentare.

IMPORTANTE: Si veda il Comunicato del Presidente ANAC del 08.11.2017 che sostituisce il Comunicato del 26 ottobre 2016; ne consegue che l'obbligo di rendere le dichiarazioni di cui all'art. 80, D.Lgs. 50/2016, può essere assolto dal legale rappresentante anche avuto riguardo a soggetti terzi muniti di rappresentanza, ivi compresi i cessati, con l'obbligo di indicare i dati identificativi dei medesimi soggetti per i quali le dichiarazioni vengono rese.

SUBAPPALTO

Nel caso di subappalto l’operatore economico dovrà indicare nella sezione D della parte II del DGUE le prestazioni che intende subappaltare e la relativa quota percentuale. Nel caso di Raggruppamento temporaneo di concorrenti o Consorzio ordinario di concorrenti, ognuno dei membri dell’operatore riunito deve indicare le medesime prestazioni e la medesima quota percentuale che l’operatore riunito intende subappaltare. In caso di richiesta di subappalto, l’Amministrazione procede, relativamente alle lavorazioni per le quali è stato richiesto il subappalto, alla verifica del

(10)

rispetto dei limiti del 30% di cui all’art 105 comma 2. Non è prevista l’indicazione obbligatoria della terna di subappaltatori.

4.3 -DICHIARAZIONI INTEGRATIVE AL DGUE

Rese su modello reso disponibile dall’Amministrazione tra la documentazione di gara dovrà essere compilato ove richiesto in conformità con quanto indicato successivamente in base alla forma di partecipazione.

Tale modello contiene ulteriori dichiarazioni ai sensi della normativa vigente sulla partecipazione alle gare d’appalto non ricomprese nei documenti di cui ai punti 4.1) e 4.2), tra cui le dichiarazioni sul possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 co. 5 così come modificato dal D.lgs. 56 del 2017.

Si evidenzia che il sottoscrittore del documento è responsabile di tutte le dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000, pertanto ogni eventuale errore nel contenuto delle dichiarazioni ricade sulla sua responsabilità.

L’Amministrazione assume il contenuto delle dichiarazioni così come rese dal concorrente e sulla base di queste verifica la conformità di tutta la documentazione richiesta per la partecipazione alla gara.

L’Amministrazione, nella successiva fase di controllo, verificherà la veridicità del contenuto di tali dichiarazioni.

4.4 - GARANZIA PROVVISORIA adempimento sospeso fino al 31/12/2021 Rif. art. 1 co. 4 del D.L. n. 76 del 16 luglio 2020 detto "DL Semplificazioni" come modificato in sede di conversione in L.120/2020.

4.5 - PassOE - Pass dell’operatore economico: da generare sulla piattaforma AVCPass.

E’ necessario alla Stazione Appaltante per consentire la verifica in ordine al possesso dei requisiti richiesti in gara mediante la Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici gestita da A.N.AC (nelle more della Banca Dati centralizzata che sarà gestita dal Ministero).

Ciascun concorrente (ed in caso di partecipazione plurisoggettiva, da ciascun operatore economico facente parte dello stesso) dovrà registrarsi al sistema AVCpass seguendo le istruzioni in questo presenti, dopodiché dovrà individuare la procedura alla quale desidera partecipare mediante l’indicazione del relativo CIG che gli consenta di ottenere il PassOE.

4.6 -Attestazione di pagamento del CONTRIBUTO per il funzionamento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) adempimento sospeso fino al 31/12/2020 Rif. Comunicato Presidente ANAC del 20/05/2020 in applicazione dell'art. 65 del DECRETO-LEGGE 19 maggio 2020, n. 34."Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19".

4.7 - IMPOSTA DI BOLLO dovrà essere caricata nell’apposito spazio sul sistema la scansione del modello F23 debitamente compilato e quietanzato per l’assolvimento dell’imposta di bollo. L’imposta ammonta ad € 16,00.

Nella compilazione del modello F23 dovranno essere riportati:

- nel campo 4 le generalità del concorrente

- nel campo 5 le generalità della Stazione appaltante: SUA Provincia di Pistoia P.IVA 00236340477 - nel campo 10 l’anno 2020 ed il numero completo del CIG

- nel campo 11 il codice tributo 456T

- nel campo 12 la descrizione “imposta di bollo”

- cod. Agenzia delle Entrate TZ2.

4.8 – PATTO DI INTEGRITÀ in materia di contratti pubblici approvato con Decreto del Presidente della Provincia di Pistoia n. 146 del 10/06/2016.

– CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI (DPR 62/2013);

– CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLA PROVINCIA DI PISTOIA adottato con Decreto Presidenziale n. 117/2020.

4.9- <eventuale> dichiarazione estremi di iscrizione nella WHITE LIST prevista dalla L.190/2012 articolo 1 commi 52 e segg. presso la Prefettura di competenza.

SEZIONE 5 -OFFERTA ECONOMICA 5.1 – OFFERTA ECONOMICA

L'OFFERTA ECONOMICA è determinata inserendo nell’apposito form online sul sistema START il ribasso percentuale unico, espresso con due cifre decimali, applicato sull'importo posto a base di gara.

Detta offerta dovrà essere firmata digitalmente dal legale rappresentante dell'operatore economico.

Si precisa che nell'offerta economica il concorrente dovrà obbligatoriamente indicare i propri COSTI DELLA MANODOPERA e gli ONERI AZIENDALI concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

(11)

Si precisa inoltre che, ai sensi dell'art. 30, comma 4, D.Lgs. 50/2016, al personale impiegato per l'esecuzione del presente appalto deve essere applicato il contratto collettivo nazionale e territoriale in vigore per il settore e per la zona nella quale si eseguono le prestazioni di lavoro, stipulato dalle associazioni dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e quelli il cui ambito di applicazione sia strettamente connesso con attività oggetto dell'appalto.

Si ricorda che detti costi relativi alla sicurezza connessi con l'attività d'impresa dovranno risultare congrui rispetto all'entità e le caratteristiche delle prestazioni oggetto d'appalto. Questa stazione appaltante procede alla valutazione di merito circa l'adeguatezza dell'importo in sede dell'eventuale verifica di congruità dell'offerta.

Oneri per la sicurezza afferenti l'impresa e costo della manodopera

ONERI PER LA SICUREZZA: All'interno del form online dell'offerta economica è previsto un campo per l’indicazione degli oneri per la sicurezza afferenti l'impresa. Tale campo è impostato automaticamente dal sistema.

I costi della sicurezza qui richiesti non sono i costi interferenziali, ma sono i costi propri dell’impresa che in via autonoma sostiene per l’esecuzione dell’appalto (a titolo esemplificativo: i costi che eventualmente la ditta deve sostenere per i corsi di formazione; per l’acquisto di DPI etc.) Il concorrente dovrà quindi specificare i costi della sicurezza da sostenere per l’esecuzione del presente appalto. Il dato verrà valutato dalla stazione appaltante in caso di anomalia dell’offerta.

COSTO DELLA MANODOPERA: ai sensi dell’art. 95 comma 10 del Codice dei Contratti, il concorrente dovrà indicare i costi della manodopera. Il campo è impostato automaticamente dal sistema del form-online dell’offerta economica.

La stazione appaltante procederà, attraverso il RUP dell’Ente committente, prima dell’aggiudicazione definitiva a verificare la congruità degli stessi.

Non sono ammesse: offerte parziali, offerte condizionate, offerte indeterminate, offerte incomplete, offerte in aumento.

Ai sensi dell'art.95, comma 12, D. Lgs. 50/2016, questa stazione appaltante può decidere di non procedere all'aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all'oggetto del contratto.

Nel caso di unica offerta valida che però risulti idonea o conveniente, si procederà ad aggiudicazione.

Nel caso di offerte uguali si procederà ad individuare l’aggiudicatario ai sensi dell’art.77 del R.D. 827/1924 tramite sorteggio off line.

Il Dirigente Responsabile del Servizio provvederà, con successivo provvedimento, all'aggiudicazione che diverrà efficace soltanto dopo la verifica del possesso dei requisiti prescritti.

5.2 – OFFERTE ANORMALMENTE BASSE

Si precisa che al di fuori delle ipotesi di cui all'art. 97, commi 2, 2-bis e 3-bis, D. Lgs. 50/2016, quando, in base a elementi specifici (cfr art. 97, comma 6, ultimo capoverso, D.Lgs. 50/2016), l’offerta appaia anormalmente bassa, il RUP verifica, in seduta riservata, la congruità della prima migliore offerta anormalmente bassa, effettuando la relativa istruttoria o personalmente o avvalendosi di una Commissione appositamente nominata. L'operatore economico, dal canto suo, dovrà fornire, spiegazioni sulle singole voci di costo presentate; qualora tale offerta risulti anomala e dunque debba essere esclusa, il RUP procederà con le stesse modalità nei confronti delle successive offerte, fino ad individuare la migliore offerta ritenuta non anomala.

La valutazione sulla non anomalia postula da parte del RUP un apprezzamento globale sull'affidabilità dell'offerta nel suo complesso, ivi compresi gli oneri di sicurezza aziendali che, quale elemento costitutivo dell'offerta, esigono una separata identificabilità ed una rigida inalterabilità. Ne consegue che “...il subprocedimento di verifica delle offerte anomale ha natura globale e sintetica sulla serietà o meno dell'offerta nel suo insieme e la relativa motivazione è rigorosa in caso di esito negativo; al contrario la positiva valutazione di congruità della presunta offerta anomala è sufficientemente espressa anche con eventuale motivazione per relationem alla giustificazioni rese all'impresa offerente” (TAR Reggio Calabria, n. 8/2017; Cons. Stato, V, 27 luglio 2017, n. 3702).

5.3 – MODALITA' DI PRESENTAZIONE OFFERTA ECONOMICA Per presentare l’offerta economica l'operatore economico dovrà:

·Accedere allo spazio dedicato alla gara sul sistema telematico;

·Compilare il form online, indicando il ribasso percentuale offerto, gli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, gli oneri aziendali ed il costo della manodopera;

·Scaricare sul proprio pc il documento “offerta economica” generato dal sistema;

·Firmare digitalmente il documento “offerta economica” generato dal sistema, senza apporre ulteriori modifiche;

·Inserire nel sistema il documento “offerta economica” firmato digitalmente nell’apposito spazio previsto.

·Ciascun concorrente potrà presentare una sola offerta economica.

Nel caso di offerta presentata da un raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti, GEIE non ancora costituiti, l’offerta economica deve essere sottoscritta con firma digitale da tutti i soggetti che

(12)

costituiranno il raggruppamento temporaneo di concorrenti, consorzio ordinario di concorrenti o GEIE e deve contenere l'impegno che, nel caso di aggiudicazione della gara, le stesse imprese conferiranno, con unico atto, mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una di esse, designata quale mandataria.

Nel caso di offerta presentata da un raggruppamento temporaneo di concorrenti, Consorzio ordinario di concorrenti, GEIE già costituiti, per i quali sussiste l’obbligo di produrre l’atto costitutivo di RTI/CONSORZIO ORDINARIO DI CONCORRENTI/GEIE, l’offerta economica può essere sottoscritta con firma digitale dal solo soggetto indicato quale mandatario.

L’offerta dell’aggiudicatario è irrevocabile fino al termine stabilito nel comma 8, dell'art. 32, D. Lgs.50/2016.

ATTENZIONE: a garanzia della serietà dell'offerta e della sua paternità, la mancanza della sottoscrizione digitale dell’offerta economica comporterà l'esclusione dalla gara, senza possibilità di integrazione.

Sono escluse altresì le offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o incompleto, ovvero riferita ad altra gara, o offerte al rialzo.

Le offerte pervenute non possono essere ritirate e non è consentita in sede di gara la presentazione di altra offerta.

E’ ammesso l’invio entro i termini di scadenza di una seconda offerta sostitutiva della prima.

N.B. Si specifica che la dimensione massima di ciascun file inserito nel sistema è pari a 150 Mb.

Nel caso occorra apportare modifiche a documenti prodotti in automatico dal sistema sulla base di form on-line è necessario ripetere la procedura di compilazione del form on-line e ottenere un nuovo documento. Questa procedura si applica ad esempio all'offerta economica, alla domanda di partecipazione e scheda di rilevazione relativa ai requisiti di ordine generale

N.B. La presentazione delle offerte tramite il sistema è compiuta quando il concorrente visualizza un messaggio del sistema che indica la conferma della corretta ricezione dell’offerta e l’orario della registrazione.

N.B. Tutta la documentazione di gara, l’offerta tecnica e l’offerta economica dovranno essere formulate dagli operatori economici e ricevute dalla stazione appaltante esclusivamente per mezzo del Sistema Telematico di Acquisto del Comune di Pistoia accessibile all’indirizzo: https://start.toscana.it/

Non saranno accettate offerte e documentazioni presentate con modalità difformi da quelle previste nel presente disciplinare.

SEZIONE 6 -ALTRE DISPOSIZIONI 6.1 - SOCCORSO ISTRUTTORIO (art. 83, comma 9, D. Lgs. 50/2016)

Le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda possono essere sanate attraverso la procedura di soccorso istruttorio.

Questa stazione appaltante, in caso di mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del documento di gara unico europeo di cui all'articolo 85, D.Lgs. 50/2016, con esclusione di quelle afferenti all'offerta tecnica ed economica, assegna al concorrente incorso nella irregolarità un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie, indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere.

In tal caso, il RUP assegnerà al concorrente un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie, indicandone il contenuto e i soggetti che le devono rendere. In caso di inutile decorso del termine di regolarizzazione il concorrente è escluso dalla gara.

Trascorso il termine di dieci giorni, il RUP convocherà una seduta pubblica per proclamare l'ammissione o l'esclusione del concorrente.

La stazione appaltante valuta, caso per caso, a seconda dell'ipotesi concretamente verificatasi, di chiedere altre regolarizzazioni oltre a quelle tipizzate negli atti di gara.

6.2 - MOTIVI DI NON ABILITAZIONE/ESCLUSIONE ALLA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

N.B.: In forza dell'art. 83, comma 9, che disciplina il soccorso istruttorio, degli orientamenti della dottrina e della giurisprudenza e dell' ANAC (cfr. anche deliberazione ANAC 1 gennaio 2015, in quanto compatibile) si detta la seguente disciplina:

Determina la non abilitazione alla presentazione dell’offerta il fatto che:

I – il soggetto concorrente non abbia firmato digitalmente la domanda di partecipazione o il DGUE;

II- il soggetto concorrente anticipi nella documentazione amministrativa elementi di costo riconducibili all’offerta economica.

II-Determina l’ ESCLUSIONE dalla gara,

(13)

-tutti i casi previsti espressamente dal codice dei contratti e dalle leggi ad esso collegate, ogni carenza, incompletezza e irregolarità essenziale dell'offerta tecnica ed economica (fatta salva l'evoluzione giurisprudenziale in materia, laddove ammissibile), ivi compresa ogni carenza della documentazione che non consenta l'individuazione del contenuto o del soggetto responsabile o nel caso in cui il concorrente decida di non regolarizzare;

III- Determina l’esclusione dalla gara il fatto che L'OFFERTA ECONOMICA:

- manchi;

- non sia firmata digitalmente dal titolare, dal rappresentante legale o procuratore del soggetto concorrente;

- sia stata inserita all'interno degli spazi presenti nella procedura telematica per l'invio delle offerte destinati a contenere documenti di natura amministrativa e/o tecnica o all'interno della “Documentazione amministrativa aggiuntiva”, e quindi sia immediatamente visibile in fase di ammissione alla gara;

-non contenga, a seconda dei casi, l'indicazione del prezzo offerto/ribasso percentuale/aggio/aumento minimo garantito e le dichiarazioni presenti nel modello generato dal sistema;

-sia pari o in aumento rispetto all'importo stimato a base di gara oppure contenga un ribasso percentuale pari a 0 (zero).

IV- Determina l’esclusione dalla gara il fatto che:

- siano presentate offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o incompleto, ovvero riferite ad offerta relativa ad altra gara;

- l'offerta, a seguito dell'applicazione estensiva della nuova disciplina del soccorso istruttorio, dopo valutazione in concreto delle singole fattispecie, non sia comunque sanabile, oppure pur essendo sanabile, il concorrente decida di non procedere a regolarizzare.

- l'anomalia dell'offerta accertata dalla stazione appaltante a seguito del procedimento di cui all’art. 97 del D.Lgs. 50/2016.

SEZIONE 7 – SVOLGIMENTO DELLA GARA -AGGIUDICAZIONE - STIPULA CONTRATTO 7.1 – SVOLGIMENTO DELLA GARA

La prima seduta pubblica avrà luogo il giorno e nell’ora che saranno comunicati ai partecipanti attraverso la piattaforma telematica START e con avviso sul profilo di committente al link della gara, e secondo le modalità specificate nella comunicazione.

Vi potranno presenziare i legali rappresentanti/procuratori delle imprese interessate oppure persone munite di specifica delega.

In assenza di delega, la partecipazione è ammessa come semplici uditori.

Tale seduta pubblica, se necessario, sarà aggiornata ad altra ora o a giorni successivi, nel luogo, nella data e negli orari che saranno comunicati ai concorrenti tramite la piattaforma START.

Parimenti le successive sedute pubbliche saranno comunicate ai concorrenti tramite la piattaforma START.

L’Autorità che presiede la gara, in seduta pubblica:

- accede alla piattaforma telematica START

- esamina la documentazione amministrativa al fine di verificare i requisiti di partecipazione, attivando l'eventuale soccorso istruttorio e, in tal caso, sospende la seduta pubblica;

- all'esito del sub-procedimento inerente il soccorso istruttorio, procede all'ammissione o all esclusione dei concorrenti come risulta da verbale appositamente redatto e nei successivi cinque giorni dall'adozione del provvedimento di ammissione o esclusione, lo stesso sarà notificato tramite PEC ai soggetti interessati.

Dopo di ché, l’Autorità che presiede la gara, in seduta pubblica:

- procede all’apertura delle buste elettroniche contenenti le offerte economiche.

- procede con l'eventuale esclusione delle offerte economiche irregolari.

- dà lettura dei ribassi percentuali ivi contenuti.

- procede ex lege, in caso di offerte ammesse pari a cinque in Rif. art. 1 co. 4 del D.L. n. 76 del 16 luglio 2020 detto "DL Semplificazioni" come convertito in L.120/2020, all'esclusione automatica ai sensi dell'art. 97, comma 2-bis Dlgs 50/2016 s.m.i.

In presenza dei presupposti di cui all'art. 97, comma 2 e 2-bis, D.Lgs. 50/2016 o in caso di offerta che appaia anormalmente bassa ai sensi del comma 6 dell'art. 97, il RUP procederà alla verifica dell'anomalia e del costo della manodopera all'interno del sub-procedimento di verifica dell'anomalia dell'offerta.

IMPORTANTE: Si precisa che, il RUP, procederà, sempre e comunque, anche nel caso in cui non scatti anomalia, alla verifica del costo della manodopera di cui agli articoli. 95, comma 10 e 97, comma 5, lett. d), D. Lgs. 50/2016, in capo al miglior offerente.

Infine, il Dirigente responsabile del Servizio provvederà all'aggiudicazione definitiva che diverrà efficace dopo la verifica del possesso dei predetti requisiti (cfr. art. 32, comma 7, D. Lgs. 50/2016).

(14)

La validità minima dell'offerta è stabilita in mesi 6 (sei) dalla data di scadenza stabilita per la presentazione dell'offerta stessa.

Ai sensi dell’art. 32, comma 8, ultimo capoverso, D. Lgs 50/2016, il RUP potrà autorizzare, l'esecuzione in via d'urgenza della prestazione oggetto del contratto.

7.1.1 -MODALITA' OPERATIVE SU START

Il D.L. n. 32/2019 c.d. “sblocca cantieri”, entrato in vigore il 19/04/2019 e convertito in Legge n.55/2019, ha introdotto modifiche ai criteri di calcolo della soglia di anomalia nelle gare da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso.

Il Sistema START è stato aggiornato alla nuova modalità di calcolo della soglia di anomalia prevista dal novellato articolo 97, del D.Lgs. 50/2016, ma non è aggiornato al dettato dell’art.1 co. 4 del D.L. n. 76 del 16 luglio 2020 detto "DL Semplificazioni" come convertito in L.120/2020.

7.2 – AGGIUDICAZIONE E STIPULA CONTRATTO

Qualora dai controlli effettuati sui requisiti di ordine generale, le dichiarazioni rese non risultino corrispondenti al vero e non sia comprovato il possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico professionali, il Responsabile del Procedimento di gara provvederà all'esclusione del soggetto dalla procedura, revocandone la proposta di aggiudicazione e procedendo, contestualmente, all’escussione della cauzione provvisoria, alla segnalazione del fatto all’A.N.A.C, ai fini dell’adozione da parte della stessa dei provvedimenti di competenza, nonché all’Autorità giudiziaria per l’applicazione delle norme vigenti in materia di false dichiarazioni. Di poi, si procederà a determinare la nuova soglia di anomalia dell’offerta e alla conseguente eventuale individuazione del nuovo aggiudicatario provvisorio (solo nel caso di applicazione dell'esclusione automatica, cfr. Cons. Stato, V, 13, febbraio 2017, n. 590 e T.A.R. Sicilia, Palermo, I, 1° agosto 2016, n. 1989,

“ ...Finché si è in sub-fase endo-procedimentale, cioè prima che si formi la definitiva aggiudicazione efficace, non si cristallizza alcuna graduatoria e il ricalcolo della media è atto dovuto a seguito di riammissione di soggetto precedentemente escluso. Pertanto, l’autotutela esercitata dalla stazione appaltante nella fase procedimentale anteriore all’aggiudicazione definitiva non cristallizza affatto la soglia di esclusione automatica).

A seguito dell’aggiudicazione definitiva, l’Ente committente per quanto di sua competenza inviterà l’aggiudicatario a:

- stipulare il contratto entro il termine di 60 (sessanta) gg. dall’aggiudicazione definitiva;

- produrre, nel caso in cui l’aggiudicatario sia un raggruppamento temporaneo di concorrenti, consorzio ordinario di concorrenti o GEIE non ancora costituiti, il relativo atto costitutivo, redatto nella forma minima della scrittura privata autenticata con le prescrizioni di cui all’art. 48, commi 13, D.Lgs. 50/2016;

- prestare le polizza assicurativa come da Capitolato speciale d'appalto;

- costituire la garanzia fideiussoria di cui all’art.103, D.Lgs. 50/2016 (cauzione definitiva).

7.3 – ACCESSO AGLI ATTI

Ai sensi dell'art. 53 del D.Lgs. 50/2016, è consentito l’accesso agli atti della procedura. Considerando che la partecipazione ad una procedura di affidamento di contratti pubblici implica necessariamente accettazione a che le informazioni riguardanti l’impresa e i soggetti dell’impresa siano visibili anche ad altri, sarà onere del concorrente indicare quali dati, e/o informazioni, e/o documenti, e/o giustificazioni e/o elementi tecnici se presenti, costituiscano segreto industriale o aziendale (tecnico e/o commerciale) per i quali non sia possibile consentire l’accesso. Ai sensi dell’art. 53 comma 5 lett. a) del Codice dei Contratti, occorre che il concorrente indichi con dichiarazione motivata e comprovata i dati sottratti dall’accesso. Quindi:

- è onere del concorrente indicare espressamente e puntualmente i documenti e/o i dati che si vuole sottrarre dall’accesso;

- è onere del concorrente motivare il perché si nega il consenso all’accesso (motivazione che non potrà essere generica, né superficiale);

- è onere del concorrente comprovare con adeguata documentazione quanto sostenuto sopra;

Resta inteso che la mancata indicazione di alcunché, così come una motivazione generica o l’assenza di documentazione comprovante il rifiuto all’accesso, mancanze tali da non consentire alla Stazione Appaltante una valutazione seria degli interessi contrapposti in gioco, considerando che, in linea generale, il diritto di accesso prevale sul diritto alla riservatezza, tutto ciò legittimerà la PA a fornire al richiedente l’accesso ai dati.

7.4 – NORME FINALI

- Non è possibile presentare offerte modificative o integrative di offerta già presentata.

- La presentazione dell’offerta costituisce accettazione incondizionata delle clausole contenute nella documentazione di gara con rinuncia ad ogni eccezione.

- L’Amministrazione si riserva la facoltà di non dare luogo alla gara o di prorogarne la data ove lo richiedano motivate esigenze, senza che i concorrenti possano avanzare alcuna pretesa al riguardo.

- L’Amministrazione si riserva la facoltà di non dar luogo all’aggiudicazione definitiva ove lo richiedano motivate esigenze di interesse pubblico.

(15)

7.5. – TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Tutela dei dati personali: i dati personali forniti dai concorrenti saranno trattati dall’ente conformemente alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003, come modificato dal D.Lgs. 101/2018. Le imprese concorrenti e gli interessati hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall’art. 7 della legge stessa**.

Chiarimenti in ordine alla procedura di gara potranno essere richiesti alla S.U.A. (tel. 0573 374 291- 225 - 227) email sua@provincia.pistoia.it.

Chiarimenti di ordine tecnico possono essere chiesti al Servizio Tecnico Viabilità Geom. Giacomo Balleri tel. 0573374552 email g.balleri@provin c ia.pistoia.it .

IL Funzionario P.O.

Servizio SUA D.ssa Roberta Broglia

con firma digitale*

*Documento informatico firmato digitalmente ai sensi del T.U. 445/2000 e del D.Lgs 82/2005 e rispettive norme collegate, il quale sostituisce il documento cartaceo e la firma autografa

**Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 RGPD)

Facendo riferimento all’art. 13 REGOLAMENTO (UE) 2016/679 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, si precisa che:

a) titolare del trattamento è la SUA ed i relativi dati di contatto sono i seguenti: provincia.p istoia@postacert. toscana it tel. 0573/3741 email: sua@provincia.pistoia.it

b) il Responsabile interno del trattamento dei dati è il Dirigente responsabile servizio SUA.

Il Responsabile esterno del trattamento dei dati è il Gestore del Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana.

Incaricati del trattamento dei dati sono i dipendenti del Gestore del Sistema e della Regione Toscana – Giunta Regionale assegnati alle strutture interessate dal presente appalto.

c) il conferimento dei dati costituisce un obbligo legale necessario per la partecipazione alla gara e l’eventuale rifiuto a rispondere comporta l’esclusione dal procedimento in oggetto;

d) le finalità e le modalità di trattamento (prevalentemente informatiche e telematiche) cui sono destinati i dati raccolti ineriscono al procedimento in oggetto;

e) l'interessato al trattamento ha i diritti di cui all’art. 13, co. 2 lett. b) tra i quali di chiedere al titolare del trattamento (sopra citato) l'accesso ai dati personali e la relativa rettifica;

f) i dati saranno trattati esclusivamente dal personale e da collaboratori della Provincia di Pistoia implicati nel procedimento, o dai soggetti espressamente nominati come responsabili del trattamento. Inoltre, potranno essere comunicati ai concorrenti che partecipano alla gara, ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi del Decreto Legislativo n. 50/2016 e della Legge n. 241/90, i soggetti destinatari delle comunicazioni previste dalla Legge in materia di contratti pubblici, gli organi dell’autorità giudiziaria. Al di fuori delle ipotesi summenzionate, i dati non saranno comunicati a terzi, né diffusi, eccetto i casi previsti dal diritto nazionale o dell’Unione europea;

g) il periodo di conservazione dei dati è direttamente correlato alla durata della procedura d’appalto e all’espletamento di tutti gli obblighi di legge anche successivi alla procedura medesima. Successivamente alla cessazione del procedimento, i dati saranno conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa;

h) contro il trattamento dei dati è possibile proporre reclamo al Garante della Privacy, avente sede in Roma – Italia, in conformità alle procedure stabilite dall’art. 57, paragrafo 1, lettera f) del REGOLAMENTO (UE) 2016/679

figura

Updating...

Riferimenti

Argomenti correlati :