Provincia di Torino. VERBALE DI DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE

Testo completo

(1)

--- Provincia di Torino

VERBALE DI DELIBERAZIONE della

GIUNTA COMUNALE

N. 8 / 2019

SETTORE LLPP – ADOZIONE DELLA PROPOSTA DEL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE DI VALIDITÀ DECENNALE 2018 - 2028 (PUMS) COMPRENSIVA DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) DEL COMUNE DI COLLEGNO – D.I.E

L’anno duemiladiciannove addì sedici del mese di Gennaio alle ore 09:00 nella solita sala delle adunanze, regolarmente convocata, si è riunita la Giunta Comunale, della quale sono membri i Signori:

CASCIANO FRANCESCO Sindaco Presente GARRUTO ANTONIO Vice Sindaco Presente ROMAGNOLO VALENTINO Assessore Assente MARTINA BARBARA Assessore Presente DE NICOLA MARIA GRAZIA Assessore Assente CAVALLONE MATTEO Assessore Assente MANFREDI ENRICO Assessore Presente ROSSI MONICA Assessore Presente

Partecipa alla seduta il Segretario Generale Dott. Angelo Tomarchio.

Assume la presidenza Francesco Casciano

Il Presidente, riconosciuta legale l’adunanza, dichiara aperta la seduta.

(2)

SETTORE LLPP – ADOZIONE DELLA PROPOSTA DEL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE DI VALIDITÀ DECENNALE 2018 - 2028 (PUMS) COMPRENSIVA DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) DEL COMUNE DI COLLEGNO – D.I.E

LA GIUNTA COMUNALE

Su proposta dell’Assessore alla Qualità della Città e Mobilità Sostenibile, Valentino Romagnolo, proponente;

Premesso che:

- il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) è un documento strategico di durata pari almeno a dieci anni, obbligatorio per i Comuni o le aggregazioni di Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti (da approvare entro 24 mesi dal 05/10/2017), previsto dall’art. 22 della legge n. 340 del 24/11/2000 che individua la visione della città in termini di mobilità e ne delinea i progetti di sistema come insieme organico di interventi, azioni e misure finalizzate ad assicurare il fabbisogno di mobilità della popolazione e al tempo stesso a ridurre i livelli di inquinamento e aumentare la sicurezza nella circolazione;

- La Commissione Europea ha pubblicato nel gennaio 2014 “Le Linee Guida - Sviluppare e attuare un piano urbano della mobilità sostenibile” che tracciano analiticamente le caratteristiche, le modalità, i criteri e le fasi del processo di formazione e approvazione del PUMS;

- Secondo quanto enunciato nelle Linee Guida europee “Un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile è un piano strategico che si propone di soddisfare la variegata domanda di mobilità delle persone e delle imprese nelle aree urbane e peri-urbane per migliorare la qualità della vita nelle città. Il PUMS integra gli altri strumenti di piano esistenti e segue principi di integrazione, partecipazione, monitoraggio e valutazione”;

- Il Ministero delle Infrastrutture ha approvato le Linee guida nazionali per la redazione dei PUMS, con Decreto del 4 agosto 2017 “Individuazione delle linee guida per i piani urbani di mobilità sostenibile, ai sensi dell’articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 16 dicembre 2016, n. 257.(GU Serie Generale n.233 del 05-10-2017)”;

- Questo Decreto tra l’altro, all'art. 1 dispone che i Comuni e "le città metropolitane procedono, avvalendosi delle linee guida adottate con il presente decreto, o/lo definizione dei PUMS al fine di accedere ai finanziamenti statali di infrastrutture per nuovi interventi per il trasporto rapido di massa (sistemi ferroviari metropolitani, metro e tram)", pertanto esso diventa condizione necessaria per accedere ai finanziamenti europei, nazionali e regionali;

Dato atto che:

- la Città di Collegno, in ragione della sua dimensione (circa 50 mila abitanti), non sarebbe formalmente tenuta alla redazione del PUMS e che, in ogni caso, l’ente ha maturato la decisione di dotarsi comunque di tale strumento stante l’importanza dei temi della mobilità e della sostenibilità ambientale, in uno scenario caratterizzato, nel

(3)

prossimo decennio, dal prolungamento della linea 1 della metropolitana di Torino, che determinerà una vera e propria “rivoluzione” del sistema di trasporto pubblico locale;

- è stato redatto in forza di quanto sopra una proposta di piano in piena coerenza con le norme vigenti a livello europeo e nazionale in tema di redazione dei piani urbani della mobilità sostenibile e, per quanto rilevante, dei piani urbani del traffico;

- il carattere volontario della proposta predetta ha consentito, in certa misura, di articolarne la redazione secondo modalità più aderenti alle necessità di programmazione del traffico a scala locale, anticipando alcuni contenuti propri del livello di pianificazione successivo, dato dal Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), quali segnatamente la classificazione funzionale della rete stradale ed alcune politiche di riorganizzazione della rete TPL di superficie. La Città di Collegno è infatti tenuta a dotarsi di PGTU dal momento che ha una popolazione superiore a 30.000 abitanti e anche ai sensi del D.M. 26 settembre 1996, n. 4296, che la inserisce nei Comuni cui corre l’obbligo di adottare un Piano Urbano del Traffico;

- le anticipazioni dei contenuti del PGTU all’interno della proposta di PUMS consentono, in particolare, di raccordare direttamente il PUMS a necessari strumenti di pianificazione di dettaglio (quali ad esempio i Piani Particolareggiati del Traffico, relativi a singoli quartieri, o lo stesso biciplan, PEBA), conferendo immediata attuabilità ad alcuni degli interventi propri della strategia di governo del sistema della mobilità locale, selezionato dall’Amministrazione;

Rilevato che:

- E’ opportuno ricordare che la redazione del Piano si affianca anche ai processi volti a definire altri strumenti programmatici di rilievo per il sistema della mobilità collegnese, quali in particolare:

o il Piano Strategico della Mobilità Ciclistica, o “biciplan”;

o la variante al Piano Regolatore Generale Comunale;

- Tali strumenti forniscono, insieme al PUMS, la cornice generale di riferimento per la definizione dell’assetto del sistema di trasporto locale, e più in generale dell’insieme degli spazi pubblici urbani;

- E’ inoltre appropriato evidenziare che le modalità di redazione del piano consentiranno di configurarlo, per quanto di competenza, come anticipazione dei contenuti del PUMS che verrà prossimamente sviluppato, a scala più ampia, dalla Città Metropolitana di Torino ai sensi delle nuove linee guida ministeriali. Pertanto, nel corso delle diverse attività di analisi e definizione degli obiettivi e strategie di intervento, si ricercherà la massima condivisione con gli organi amministrativi sovralocali, nonché con le Agenzie tecniche, quale in particolare l’Agenzia per la Mobilità Metropolitana, competenti per elementi strategici nelle politiche del traffico a livello locale;

Dato atto che con Deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 2015 sono state approvate le “Linee Guida per la Redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) del comune di Collegno e la determinazione degli indicatori di prestazione e monitoraggio della Mobilità Sostenibile”;

Considerato che occorre sottoporre il PUMS anche ad opportuna Valutazione Ambientale Strategica (VAS) in quanto ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i viene stabilito che deve essere applicata la VAS a piani e programmi elaborati per la valutazione/gestione di tematiche relative al settore trasporti, quindi anche riguardo la costruzione di un PUMS;

Preso atto che con Deliberazione della Giunta Comunale n. 216 del 2018 sono stati approvati il Documento di Scoping presentato dall’Arch. Sorbo (Cfr. prot. n 45170/2018) ed il Rapporto Preliminare del PUMS (Cfr. 44487/2018) presentato dallo Studio META Srl;

(4)

Rilevato che il Comune di Collegno con nota. Prot. N. 58519 del 22.08.2018 ha convocato per il 18.09.2018 la prima conferenza di VAS del PUMS trasmettendo il Documento di Scoping ed il Rapporto preliminare a tutti gli Enti e soggetti competenti per materia;

Visti i pareri pervenuti in fase di conferenza:

- Osservazioni alla documentazione “VAS Documento di scoping” e “Rapporto Preliminare” (INFRA.TO) (ns. prot. n. 64957/2018 del 19.09.2018);

- Parere in merito alla documentazione allegata alla lettera di convocazione “prima Conferenza VAS del PUMS” (Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Torino) (ns. prot. n. 63667/2018 del 14.09.2018);

Richiamato il verbale della suddetta Conferenza trasmesso con nota prot. 71565 del 15.10.2018;

Visti i successivi pareri pervenuti:

- con nota Prot. 83787 del 29.11.2018 dalla Direzione Opere Pubbliche difesa del Suolo con oggetto: ELABORAZIONE DEL PIANO URBANO DI MOBILITA' SOSTENIBILE (PUMS) DEL COMUNE DI COLLEGNO (TO). PARTECIPAZIONE DELLA REGIONE IN QUALITA' DI SOGGETTO CON COMPETENZA AMBIENTALE ALLA FASE DI SPECIFICAZIONE DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA DI COMPETENZA COMUNALE (D.LGS 152/2006, L.R. 40/1998, D.G.R. 12-8931/20089. TRASMISSIONE RELAZIONE ISTRUTTORIA DELL'ORGANO TECNICO REGIONALE.

- con nota Prot. 76461 del 31.10.2018 dall’Arpa con oggetto: PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE DEL COMUNE DI COLLEGNO. PROCEDURA DI VAS.

FASE DI SPECIFICAZIONE DEI CONTENUTI DEL RAPPORTO AMBIENTALE;

Richiamato il combinato disposto tra l’art. 14 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i e l’art. 2 lettera g) dell’allegato 1 del D.M. 4 agosto 2017 secondo cui la procedura di adozione, consultazione e approvazione dei documenti di VAS e PUMS può avvenire mediante un iter unificato scandito dalle seguenti fasi:

- Adozione della proposta di piano PUMS comprensiva dei documenti di VAS con Deliberazione di Giunta;

- Pubblicazione e libera consultazione di tutta la documentazione adottata per successivi 60 gg, durante i quali chiunque può prendere visione della proposta di piano o programma e del relativo rapporto ambientale e presentare proprie osservazioni in forma scritta, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi;

- L'autorità competente, in collaborazione con l'autorità procedente, svolge le attività tecnico-istruttorie, acquisisce e valuta tutta la documentazione presentata, nonché le osservazioni, obiezioni e suggerimenti inoltrati ed esprime il proprio parere motivato entro il successivo termine di novanta giorni;

- Approvazione del PUMS con Deliberazione di Consiglio Comunale;

Vista la proposta di Piano Urbano della Mobilità Sostenibile composto dai seguenti elaborati:

- Rapporto finale

o Allegato A – indagine ascolto o Allegato B – regolamento viario

redatti e a firma dello Studio META srl (su incarico DD 628/2018) giusto prot. n. 282/2019

(5)

- Rapporto Ambientale comprensivo del sistema di monitoraggio - Sintesi non tecnica

redatti e a firma dell’Arch. Sorbo (su incarico DD 1097/2016) giusto prot. n. 2061/2019;

Visti il D.M. 4 agosto 2017 ed il D.lgs. 3/04/2006, n. 152 e s.m.i;

Visti i pareri favorevoli espressi ai sensi dell’art. 49 del D.lgs. 18.08.2000 n. 267 in ordine alla regolarità tecnica del Responsabile del Servizio interessato e alla non rilevanza contabile del responsabile dei Servizi Finanziari;

Visto l'art. 51 dello Statuto Comunale;

Con voti unanimi, espressi in forma palese

DELIBERA

1) Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2) Adottare la proposta di Piano Urbano della Mobilità Sostenibile comprensivo degli elaborati di VAS del Comune di Collegno composto dai seguenti elaborati:

- Rapporto finale

a. Allegato A – indagine ascolto b. Allegato B – regolamento viario

redatti e a firma dello Studio META srl (su incarico DD 628/2018) giusto prot. n. 282/2019

- Rapporto Ambientale comprensivo del sistema di monitoraggio - Sintesi non tecnica

redatti e a firma dell’Arch. Sorbo (su incarico DD 1097/2016) giusto prot. n. 2061/2019

documenti tutti allegati al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale;

3) procedere alla pubblicazione per sessanta giorni (60 gg.) della presente Deliberazione all’Albo Pretorio on-line del Comune;

4) informare che, avverso al presente provvedimento, è possibile, per chiunque vi abbia interesse, esperire ricorso al T.A.R. Piemonte entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’Atto;

5) Dichiarare immediatamente eseguibile la presente Deliberazione ai sensi dell’art. 134 comma 4 del D.lgs. 18 Agosto 2000, n. 267.

Letto, confermato e sottoscritto.

IL SEGRETARIO GENERALE IL SINDACO ANGELO TOMARCHIO FRANCESCO CASCIANO

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :