Spett.le. SETTORE AMBIENTE E GEORISORSE SERVIZIO AMBIENTE - RIFIUTI - BONIFICHE Via dell Industria, VERBANIA VB COMUNE DI

Download (0)

Testo completo

(1)

Spett.le P

ROVINCIA DEL

V

ERBANO

C

USIO

O

SSOLA

S

ETTORE

A

MBIENTE E

G

EORISORSE

S

ERVIZIO

A

MBIENTE

- R

IFIUTI

- B

ONIFICHE

Via dell’Industria, 25 28924 VERBANIA VB C

OMUNE DI

ARPA PIEMONTE

D

IPARTIMENTO PROVINCIALE DEL

VCO Via IV Novembre, 294 - Loc. Brughiere 28887 OMEGNA (VB)

OGGETTO: Domanda di autorizzazione in via ordinaria ex art. 269 (commi 2 e 8) del D.Lgs.

152/06 in materia di inquinamento atmosferico.

Il sottoscritto

nato a il

residente a in via

nella sua qualità di legale rappresentante dell’impresa

con sede legale a in via

e sede operativa a in via

Tel. Fax

Indirizzo PEC

Codice fiscale Part. IVA

Iscrizione alla C.C.I.A.A. di n.

CHIEDE



RILASCIO



PUNTUALI

IL



RINNOVO

DELL

AUTORIZZAZIONE IN VIA ORDINARIA AI SENSI

DELL

ART

. 269

DEL

D. L

GS

. 152/06

PER LE EMISSIONI

: 

DIFFUSE

ORIGINATE DALL

ATTIVITÀ

:

(2)

NELLO STABILIMENTO UBICATO O DA UBICARSI IN

:

(Comune, Località, indirizzo)

DICHIARA

 che lo stabilimento in questione non è soggetto ad Autorizzazione Integrata Ambientale (D.Lgs. 152/06, Parte seconda, Titolo III-bis);

 che nel medesimo stabilimento non si svolgono attività di trattamento di rifiuti soggette ad autorizzazione in via ordinaria ai sensi dell’art. 208 del D.Lgs. 152/06;

 che il rilascio delle emissioni per cui si chiede l’autorizzazione non implica la realizzazione di interventi che ricadano nei progetti sottoposti a procedura di Valutazione d’Impatto Ambiente ai sensi della normativa vigente;

ed allega allo scopo la seguente documentazione in n. ____ copie:

1) scheda informativa generale

2) relazione tecnica di n. ____ pagine 3) disegni e planimetrie

4) quadro riassuntivo dei punti di emissione 5) Altro:

6) Altro:

PER LE NUOVE AUTORIZZAZIONI SI INVITA A FARE RIFERIMENTO AGLI ELABORATI TECNICI RIPORTATI IN ALLEGATO AL MODELLO DI DOMANDA. PER I RINNOVI SENZA MODIFICHE SONO SUFFICIENTI LA SCHEDA INFORMATIVA E IL QUADRO RIASSUNTIVO DEI PUNTI DI EMISSIONE.

Il sottoscritto, consapevole della responsabilità prevista per le dichiarazioni false dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, dalle disposizioni del Codice Penale e dalle leggi speciali in materia,

DICHIARA

che i dati riportati nella domanda e nei suoi allegati sono veritieri.

Il sottoscritto

DICHIARA

altresì di aver preso visione, ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 13 del D.Lgs. 196/03, dell’allegata nota informativa in materia di trattamento dei dati personali.

Data: _____________________

Firma

_______________________

N.B. In caso di sottoscrizione della domanda dinanzi al dipendente incaricato presentare un documento di identità.

In caso di sottoscrizione non contestuale alla presentazione – quindi anche in caso di invio tramite servizio postale – allegare copia fotostatica di un documento di identità ai sensi dell’ art. 38, comma 3 del D.P.R. 445/2000.

PARTE RISERVATA ALL’UFFICIO

La firma è stata apposta in mia presenza dal richiedente identificato mediante:

n. rilasciato da il

L’Addetto all’Ufficio:

(3)

Informativa ai sensi dell’art.13 del D.lgs 30 giugno 2003 n.196

“Codice in materia di protezione dei dati personali”

Gentile Signore/a

Desideriamo informarLa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi dell’art.13 del Codice in materia di protezione dei dati personali si informa che:

I dati personali da Lei forniti saranno oggetto di trattamento nei modi e nelle forme prescritte dal D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003, soltanto nell’ambito dello svolgimento delle funzioni istituzionali demandate alla Provincia.

Il trattamento sarà effettuato per le seguenti finalità: procedimento per il rilascio ai sensi dell’art. 269 del D. Lgs. 152/06 dell’autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Il trattamento dei dati personali sarà effettuato presso la Provincia del Verbano Cusio Ossola con l’utilizzo di procedure anche informatizzate, con modalità tali da garantirne la riservatezza e la sicurezza, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le finalità sopraindicate, anche in caso di eventuale comunicazione a terzi.

Il conferimento dei dati è obbligatorio e la loro mancata indicazione potrebbe comportare l’impossibilità di procedere con il procedimento sopra descritto.

I dati potranno essere comunicati ad altri soggetti nei casi previsti da una norma di legge o di regolamento ovvero quando ciò è comunque necessario per lo svolgimento di funzioni istituzionali, e saranno oggetto di diffusione solo nei limiti delle forme di pubblicità previste per gli atti della Pubblica Amministrazione.

In particolare i dati conferiti potranno essere oggetto di diritto di accesso ai sensi:

−−−− del Capo V “Accesso ai documenti amministrativi” della Legge 241/90 e s.m.i.

−−−− del D.Lgs. 195/05 sull’accesso al pubblico all’informazione ambientale.

Informazioni relative alle autorizzazioni rilasciate al termine del procedimento, inclusa la localizzazione dell’impianto e la denominazione del soggetto autorizzato, potranno inoltre essere diffuse a scopi di informazione sullo stato del sistema di gestione dei rifiuti.

Dei dati potrà venire a conoscenza, secondo le rispettive competenze, il personale adibito a funzioni istruttorie, di protocollo e di segreteria in servizio presso la Provincia del Verbano Cusio Ossola.

Il Titolare del Trattamento è la Provincia del Verbano Cusio Ossola – Via dell’Industria 25, 28924 Verbania

Il Responsabile del trattamento è: Dirigente VII Settore Ing. Mauro Proverbio.

Agli interessati sono riconosciuti i diritti di cui all’articolo sette del citato Codice (che si allegano) e in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, rivolgendo le richieste al Titolare del trattamento.

Decreto Legislativo n.196/2003,

Art. 7 - Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

(4)

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente

sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

(5)

SCHEDA INFORMATIVA GENERALE

RAGIONE SOCIALE INDIRIZZO

COMUNE PROVINCIA

C.A.P TELEFONO

COORDINATE UTM

CLASSIFICAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE CLASSE 1 A  B  C 

CLASSE 2 A  B  C 

NON CLASSIFICATA 

NUMERO ADDETTI

CODICI ATTIVITA' ISTAT ANNO DI RIFERIMENTO EVENTUALE ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA DI APPARTENENZA

A.S.L. DI APPARTENENZA LEGALE RAPPRESENTANTE

COGNOME E NOME

NATO A IL

DOMICILIATO A PROVINCIA

VIA N°

IMPRESA  ENTE 

PARTITA IVA CODICE FISCALE

ISCRIZIONE CAMERA DI COMMERCIO N°

SEDE LEGALE INDIRIZZO

COMUNE PROVINCIA

C.A.P TELEFONO

Data: _____________________

IL LEGALE RAPPRESENTANTE (timbro e firma)

_______________________

(6)

ELABORATI TECNICI

1. Mappa catastale con indicazione del foglio e delle particelle interessate ed estensione dell'area destinata all'impianto.

2. Planimetria in scala non inferiore a 1:1000 in cui siano evidenziate, oltre all'impianto, le costruzioni limitrofe e la loro altezza.

3. Planimetria generale dell'impianto in scala adeguata, nella quale siano individuate le aree occupate da ciascuna installazione produttiva o di servizio (ad es. forni, reattori, stoccaggi, cabine di verniciatura, generatori di calore, impianti di abbattimento, ecc.) e tutti i punti di emissione in atmosfera (camini, sfiati, torce, aspirazioni da ambiente di lavoro, ecc.) contrassegnati da un numero progressivo.

4. Relazione tecnica o progetto dell'impianto contenente i seguenti dati:

4.1. indicazione per ogni prodotto: della tipologia, dell'eventuale nome commerciale e dei quantitativi annui;

4.2. descrizione del ciclo lavorativo svolto complessivamente nell'impianto;

4.3. schema di flusso del ciclo lavorativo, suddiviso in fasi, con individuazione di ogni singola fase anche se presente più volte nella stessa configurazione o temporaneamente inattiva, in cui le materie prime e/o gli intermedi e/o gli ausiliari di lavorazione vengono, in modo continuo o discontinuo, estratti, trasformati, combusti, movimentati, miscelati, utilizzati, stoccati, ecc. e completo di indicazione dei punti di emissione contrassegnati con numero progressivo (vedi punto 3);

4.4. elenco delle fasi individuate (la centrale termica o comunque i generatori di calore indiretto presenti nell'impianto devono essere descritti come fase a se stante);

PER OGNI FASE INDIVIDUATA INDICARE:

4.4.1. tipo, caratteristiche e quantitativo di ogni materiale (ivi compresi i combustibili) avviato, nell'ora e nel giorno, alla fase;

4.4.2. descrizione della fase;

4.4.3. durata e modalità di svolgimento della fase, specificando ore/giorno, giorni/settimane, settimane/anno, e se continuo o discontinuo;

4.4.4. descrizione dell'impianto (dimensionamento, potenzialità e condizioni d'esercizio, sistemi di regolazione e controllo, ecc.);

4.4.5. tempi necessari per il raggiungimento del regime di funzionamento e per l'interruzione dell'esercizio dell'impianto;

4.4.6. tempi necessari perché cessino le emissioni in atmosfera dopo l'interruzione dell'esercizio dell'impianto;

4.4.7. tipo, caratteristiche e quantitativo di ogni materiale derivante nell'ora e nel giorno dalla fase, indicando per ognuno la destinazione, escludendo gli effluenti (fumi, gas, polveri, ecc.) in quanto specificatamente richiesti al punto 4.4.8;

4.4.8. caratteristiche degli effluenti (fumi, gas, polveri, ecc.) derivanti dalla fase nelle più gravose condizioni d'esercizio indicando:

portata in volume in m³ a 0°C e 0,101 MPa

temperatura in gradi °C

concentrazione in mg/m³ a 0°C e 0,101 MPa di ogni s ostanza contenuta negli effluenti;

per i dati sopra richiesti occorre indicare se sono stati ricavati da misure (e in questo caso allegare copia dei certificati analitici) ovvero ricavati mediante calcolo teorico (e in questo caso indicare il procedimento di calcolo);

4.4.9. indicare se gli effluenti dalla fase sono:

(7)

utilizzati o avviati in altre fasi (in questo caso precisare quali fasi e passare alla descrizione della successiva fase individuata);

avviati ad impianto o sistema di abbattimento (in questo caso passare al punto 4.4.10 e successivi;

avviati direttamente in atmosfera (in questo caso passare al punto 4.4.13 e successivi);

altro: specificare (ad es. avviati in ambiente di lavoro);

4.4.10. (il presente punto va compilato solo se i dati richiesti sono diversi da quelli forniti al punto 4.4.8).

Caratteristiche degli effluenti entranti nell'impianto o sistema di abbattimento nelle più gravose condizioni d'esercizio indicando:

altre fasi i cui affluenti sono inviati all'impianto o sistema di abbattimento in esame o comunque motivazione della diversità dei dati seguenti rispetto a quelli forniti al punto 4.4.8 (ad esempio miscelazione dell'aria falsa);

portata in volume in m³/h a 0°C e 0,101 MPa;

temperatura in gradi C;

concentrazione in mg/m³ a 0°C e 0,101 MPa di ogni s ostanza contenuta negli effluenti.

Per i dati sopra richiesti occorre indicare se sono stati ricavati da misure (e in questo caso allegare copia dei certificati analitici) ovvero ricavati mediante calcolo teorico (e in questo caso indicare il procedimento di calcolo);

4.4.11. descrizione e dimensionamento dell'impianto o sistema di abbattimento adottato per il trattamento degli effluenti con indicazioni in merito a condizioni operative, rendimento, sistemi di regolazione e controllo, materiali in ingresso (ivi compresi eventuali combustibili) e in uscita con destinazione, escludendo le emissioni in quanto specificatamente richieste al punto 4.4.14; disegno o schema dell'impianto o sistema di abbattimento descritto;

4.4.12. modalità, tempi e frequenza della manutenzione ordinaria dell'impianto o sistema di abbattimento;

4.4.13. numero dei punti di emissione utilizzati per emettere in atmosfera gli effluenti (vedi punto 3);

4.4.14. caratteristiche di ogni punto di emissione in atmosfera e dei relativi effluenti; per ogni punto di emissione dovrà essere indicato:

altezza rispetto al piano campagna in m.;

diametro interno allo sbocco in m. o sezione interna allo sbocco in m. x m.;

la direzione allo sbocco deve essere verticale, viceversa occorre motivare la scelta costruttiva;

eventuali altre fasi i cui effluenti siano smaltiti attraverso il punto di emissione descritto, precisando la denominazione delle fasi e loro riferimento numerico;

durata e frequenza delle emissioni;

caratteristiche delle emissioni nelle più gravose condizioni d'esercizio, indicando:

portata in volume in m³/h a 0 °C e 0,101 MPa

temperatura allo sbocco in gradi °C

velocità allo sbocco in m/sec.

concentrazione in mg/m³ a 0°C e 0,101 MPa di ognuna delle sostanze emesse in atmosfera;

4.4.15. quadro riassuntivo dei punti di emissione (comprendente anche quelli già autorizzati o derivanti da attività ad emissioni scarsamente rilevanti ai sensi del D.Lgs. 152/06, con indicazione dei riferimenti dell’atto autorizzatorio stesso) da compilare direttamente sul modello allegato in ogni sua voce, in accordo con il particolare numero progressivo (vedi punto 3).

(8)

NOTE

Anche se l’istanza è unica e va presentata esclusivamente allo Sportello Unico, si ritiene comunque di far compilare come da modello allegato in quanto contiene dati utili per l’istruttoria della Provincia

SU RICHIESTA DELL’ARPA

Allegare alla pratica: Planimetrie in scala adeguata con indicata la distanza che intercorre tra i più vicini insediamenti produttivi e/o abitativi ed i punti di emissione per i quali si richiede l’autorizzazione.

Tutta la documentazione deve essere presentata in 4 copie così suddivise:

1 copia PROVINCIA DEL V.C.O.

1 copia A.R.P.A. DIPARTIMENTO DEL V.C.O.

1 copia COMUNE – PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO

1 copia SPORTELLO UNICO

Per i comuni associati la documentazione deve essere presentata in 5 copie così suddivise:

1 copia PROVINCIA DEL V.C.O.

1 copia A.R.P.A. DIPARTIMENTO DEL V.C.O.

1 copia COMUNE SETTORE AMBIENTE 1 copia SPORTELLO UNICO

1 copia DIRIGENTE UFFICIO URBANISTICA

(per la compatibilità Urbanistica se non presentata in sede di preistruttoria)

Le schede informative, i progetti e gli elaborati tecnici devono essere datati

e firmati da professionisti abilitati nelle specifiche materie in originali su

tutte le copie.

(9)

Rev. 00 29/02/2012 Pagina 9 di 9 7-0199/01

DENOMINAZIONE IMPRESA: _____________________________________________________ CODICE IMPRESA: __________________

Limiti emissione Punto di

emissione numero

Provenienza

Portata [m3/h a 0°C e

0,101MPa]

Durata emissioni [h/giorno]

Frequenza nelle 24 ore

Temp.

[°C]

Tipo di sostanza inquinante

[mg/m3 a 0°C e 0,101

MPa]

[kg/h]

Altezza punto di emissione

dal suolo[m]

Diametro o lati sezione [m o mxm]

Tipo di impianto di abbattimento

figura

Updating...

Riferimenti

Argomenti correlati :