DOCUMENTO UNICO di PROGRAMMAZIONE (D.U.P.)

144  Download (0)

Testo completo

(1)

MUSSO (CO)

COMUNE di ...

DOCUMENTO UNICO di PROGRAMMAZIONE

(D.U.P.)

PERIODO: 2017 - 2018 - 2019.

(2)

INDICE GENERALE

Premessa Pag. 3

1 Sezione strategica Pag. 4

2 Analisi di contesto Pag. 6

2.1.1 Popolazione Pag. 8

2.1.2 Territorio Pag. 10

2.2 Organismi gestionali Pag. 11

2.3 Partecipazioni dell’Ente Pag. 12 3.1 Gli investimenti e la realizzazione delle opere pubbliche Pag. 15

3.2 Fonti di finanziamento Pag. 17

3.3 Analisi delle risorse Pag. 19

3.4 Equilibri della situazione corrente e generali del bilancio Pag. 26

3.5 Quadro riassuntivo Pag. 30

4 Linee programmatiche di mandato

Descrizione dettagliata linee programmatiche di mandato Pag. 31

Stato di attuazione delle linee programmatiche Pag. 32

5 Ripartizione delle linee programmatiche Pag. 39

Quadro generale degli impieghi per missione gestione competenza Pag. 40

Quadro generale degli impieghi per missione gestione cassa Pag. 41

Dettagli per missione Pag. 42

6 Sezione operativa Pag. 72

Dettagli per missione/programma Pag. 74

7 Spese per le risorse umane Pag. 143

(3)

PREMESSA

Il principio contabile applicato n. 12 concernente la programmazione di bilancio, statuisce che la programmazione è il processo di analisi e valutazione che, comparando e ordinando coerentemente tra loro le politiche e i piani per il governo del territorio, consente di organizzare, in una dimensione temporale predefinita, le attività e le risorse necessarie per la realizzazione di fini sociali e la promozione dello sviluppo economico e civile delle comunità di riferimento.

Il processo di programmazione, si svolge nel rispetto delle compatibilità economico-finanziarie e tenendo conto della possibile evoluzione della gestione dell’ente, richiede il coinvolgimento dei portatori di interesse nelle forme e secondo le modalità definite da ogni Ente, si conclude con la formalizzazione delle decisioni politiche e gestionali che danno contenuto a programmi e piani futuri riferibili alle missioni dell’ente.

Attraverso l’attività di programmazione, le amministrazioni concorrono al perseguimento degli obiettivi di finanza pubblica definiti in ambito nazionale, in coerenza con i principi fondamentali di coordinamento della finanza pubblica emanati in attuazione degli articoli 117, terzo comma, e 119, secondo comma, della Costituzione e ne condividono le conseguenti responsabilità.

Il Documento unico di programmazione degli enti locali (DUP)

Il DUP è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative.

Il DUP costituisce, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione.

Il DUP si compone di due sezioni: la Sezione Strategica (SeS) e la Sezione Operativa (SeO). La prima ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del mandato amministrativo, la seconda pari a quello del bilancio di previsione.

Entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta presenta al Consiglio il Documento Unico di Programmazione (DUP), che sostituisce, la relazione previsionale e

programmatica.

(4)

SEZIONE STRATEGICA

1. LA SEZIONE STRATEGICA

La sezione strategica sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato di cui all’art. 46 comma 3 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e individua, in coerenza con il quadro normativo di riferimento e con gli obiettivi generali di finanza pubblica, le principali scelte che caratterizzano il programma dell’amministrazione da realizzare nel corso del mandato amministrativo.

Nella sezione strategica vengono riportate le politiche di mandato che l’ente intende sviluppare nel corso del triennio, declinate in programmi, che costituiscono la base della successiva attività di programmazione di medio/breve termine che confluisce nel Piano triennale ed annuale della performance.

Il Comune Musso, in attuazione dell’art. 46 comma 3 del TUEL ha approvato, con deliberazione di C.C. n. 14 del 08/08/2014 il Programma di mandato per il periodo 2014– 2019 dando così avvio al ciclo di gestione della Performance. Attraverso tale atto di Pianificazione, sono state definite nr. 7 aree di intervento strategico che rappresentano le politiche essenziali da cui sono derivati i programmi, progetti e singoli interventi da realizzare nel corso del mandato.

Tali Linee Programmatiche, che attengono a vari ambiti di intervento dell’Ente, sono state così denominate:

1 - VIABILITA’

2 - TURISMO E SPORT 3 - CULTURA

4 - AMBIENTE 5 - TECNOLOGIA 6 - SOCIALE

7 - OPERE E LAVORI PUBBLICI

(5)

Nel corso del mandato amministrativo, la Giunta Comunale ha rendicontato al Consiglio Comunale, annualmente, lo stato di attuazione dei programmi di mandato, la delibera del C.C. n. 22 del 05/08/2015 costituisce l’ultimo aggiornamento. Il monitoraggio relativo allo stato di attuazione della programmazione, si è reso necessario non solo perché previsto dalla normativa, art. 42 comma 3 Tuel, ma soprattutto perché costituisce attività strumentale alla sana gestione degli Enti pubblici, e soprattutto un “dovere” nei confronti dei cittadini che hanno il diritto di conoscere le azioni poste in essere dagli amministratori comunali ed i risultati raggiunti, posti in correlazione con gli obbiettivi programmati ampiamente pubblicizzati.

I contenuti programmatici della Sezione Strategica

(6)

DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE 2017 - 20.18- 2019

ANALISI DI

CONTESTO

COMUNE DI MUSSO (CO)

(7)

2. ANALISI DI CONTESTO

L’individuazione degli obiettivi strategici consegue ad un processo conoscitivo di analisi strategica, delle condizioni esterne all’ente e di quelle interne, sia in termini attuali che prospettici e alla definizione di indirizzi generali di natura strategica.

In particolare, con riferimento alle condizioni interne, l’analisi richiede, almeno, l’approfondimento dei seguenti profili:

1. Caratteristiche della popolazione, del territorio e della struttura organizzativa dell’ente;

2. Organizzazione e modalità di gestione dei servizi pubblici locali;

3. Indirizzi generali di natura strategica relativi alle risorse e agli impieghi e sostenibilità economico finanziaria attuale e prospettica.

4. Coerenza e compatibilità presente e futura con le disposizioni del patto di stabilità interno e con i vincoli di finanza pubblica.

Ogni anno gli obiettivi strategici, contenuti nella Sezione Strategica, sono verificati nello stato di attuazione e possono essere, a seguito di variazioni rispetto a quanto previsto nell’anno precedente e dandone adeguata motivazione, opportunamente riformulati.

In considerazione delle linee programmatiche di mandato e degli indirizzi strategici, al termine del mandato, l’amministrazione rende conto del

proprio operato attraverso la relazione di fine mandato di cui all’art. 4 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 149, quale dichiarazione

certificata delle iniziative intraprese.

(8)

2.1 CARATTERISTICHE DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO E DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL’ENTE 2.1.1 POPOLAZIONE

Popolazione legale all'ultimo censimento 1.020

Popolazione residente a fine 2015 (art.156 D.Lvo 267/2000)

n. 1001

di cui: maschi n. 494

femmine n. 507

nuclei familiari n. 454

comunità/convivenze n. 0

Popolazione al 1 gennaio 2015 n. 983

Nati nell'anno n. 11

Deceduti nell'anno n. 0

saldo naturale n. 0

Immigrati nell'anno n. 21

Emigrati nell'anno n. 14

saldo migratorio n. 0

Popolazione al 31-12-2015 n. 1001

di cui In età prescolare (0/6 anni) n. 40

In età scuola dell'obbligo (7/14 anni) n. 65

In forza lavoro 1. occupazione (15/29 anni) n. 142

In età adulta (30/65 anni) n. 516

In età senile (oltre 65 anni) n. 238

(9)

Tasso di natalità ultimo quinquennio: Anno Tasso

2011 0,49 %

2012 0,59 %

2013 0,59 %

2014 2015

Tasso di mortalità ultimo quinquennio: Anno Tasso

2011 0,59 %

2012 1,37 %

2013 1,37 %

2014

2015

(10)

2.1.2 TERRITORIO

Superficie in Kmq 4,12

RISORSE IDRICHE

* Laghi 1

* Fiumi e torrenti 2

STRADE

* Statali Km. 0,00

* Provinciali Km. 0,00

* Comunali Km. 15,00

* Vicinali Km. 0,00

* Autostrade Km. 0,00

PIANI E STRUMENTI URBANISTICI VIGENTI

Se "SI" data ed estremi del provvedimento di approvazione

* Piano regolatore adottato Si X No

* Piano regolatore approvato Si X No

* Programma di fabbricazione Si No X

* Piano edilizia economica e popolare Si No X PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

* Industriali Si No X

* Artiginali Si No X

* Commerciali Si No X

* Altri strumenti (specificare) Si No X

Esistenza della coerenza delle previsioni annuali e pluriennali con gli strumenti urbanistici vigenti (art. 170, comma 7, D.L.vo 267/2000) Si No X

AREA INTERESSATA AREA DISPONIBILE

P.E.E.P. mq. 0,00 mq. 0,00

P.I.P. mq. 0,00 mq. 0,00

(11)

2.2 ORGANIZZAZIONE E MODALITÀ DI GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI - ORGANISMI GESTIONALI

ESERCIZIO IN CORSO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE

Denominazione UM Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019

Consorzi nr. 0 0 0 0

Aziende (Azienda Consortile Tre Pievi s.r.l) nr. 1 1 1 1

Istituzioni nr. 0 0 0 0

Società' di capitali (S.P.T. spa – Como acqua s.r.l – Servizi Idrici Integrati srl) nr. 3 3 3 3

Concessioni nr. 0 0 0 0

Unione di comuni nr. 0 0 0 0

Altro (Autorità di Bacino) nr. 1 1 1 1

(12)

2.3. LE PARTECIPAZIONI DELL’ENTE

1. Le partecipazioni societarie

Il comune di Musso partecipa al capitale delle seguenti società:

1. Società “Como Acqua s.r.l.” con una quota dello 0,218%;

2. Società “Acqua servizi idrici integrati srl” con una quota dell’1,96%;

3. Società “Consorzio Pubblici Trasporti Spa” con una quota dello 0,21%;

2. Altre partecipazioni e associazionismo

Per completezza, si precisa che il Comune di Musso, oltre a far parte della Comunità Montana “Valli del Lario e del Ceresio”, partecipa al Consorzio BIM del Lago di Como, Brembo e Serio e all’Azienda Speciale Consortile “Centro Lario e Valli” per la gestione dei servizi socio assistenziali.

1. Società Como Acqua Srl

La Società Como Acqua Srl è di recente costituzione, infatti l’atto costitutivo è stato firmato il 28 aprile 2014.

La Società è stata costituita in base alle normative nazionali e regionali per la gestione del servizio idrico integrato e precisamente:

 il D.Lgs. 152/06, recante “Norme in materia ambientale” e sue modificazioni e integrazioni;

 la L.R. Lombardia 26/03 recante “Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche” e sue modificazioni e integrazioni.

A seguito del referendum abrogativo dell’art. 23 della legge 133/2008 e della dichiarazione di incostituzionalità dell’art. 4 della legge 148/2011, ad opera della sentenza della Corte Costituzionale n.199 del 17.09.2012, la gestione del servizio idrico integrato, quale servizio pubblico locale di rilevanza economica – in mancanza di una norma interna regolatrice della materia - risulta interamente disciplinata dalle norme comunitarie che ne consentono l’affidamento secondo tre diverse modalità alternative:

 mediante il ricorso a procedure di evidenza pubblica nel rispetto delle regole di concorrenza previste dal Trattato UE;

 mediante la costituzione di una società in house caratterizzata dagli indicatori del cosiddetto controllo analogo;

mediante l’affidamento a società mista pubblico- privato con socio privato scelto mediante gara (cosiddetta gara a doppio oggetto);

Con deliberazione n. 36 del 2012 il Consiglio Provinciale ha individuato, quale soluzione adeguata ed opportuna alla realtà territoriale ed economica della Provincia di Como, la costituzione di una società interamente pubblica, partecipata dai Comuni e caratterizzata da tutti gli elementi del controllo analogo, cui affidare in house il servizio idrico integrato.

La suddetta società è deputata, dalle precitate normative nazionali e regionali, nonché dalle previe deliberazioni della Provincia di Como e della Conferenza dei Comuni, allo svolgimento di servizi di interesse generale, anche aventi rilevanza economica, in quanto tra queste sono da ricomprendere le società che erogano servizi pubblici locali, svolgenti un servizio di interesse generale, ai sensi della normativa comunitaria.

La Società Como Acqua srl è stata costituita per la gestione del servizio idrico integrato nel territorio dell’ATO della Provincia di Como, secondo i criteri richiesti dalla normativa e dalla giurisprudenza comunitaria e nazionale per l’integrazione dei presupposti per l’affidamento “in house”, specie quanto a totalitaria partecipazione pubblica, controllo analogo ex ante, contestuale ed ex post, nonché prevalenza dell’attività a favore degli enti pubblici affidanti. Lo Statuto della società valorizza poteri di proposta, impulso, gestione e controllo in capo agli enti locali soci, prevede competenze dell’assemblea sociale ulteriori e potenziali rispetto alla normativa codicistica, anche attraverso la riserva a tale organo dell’approvazione degli atti di pianificazione e programmazione industriali, gestionali ed economico – finanziari. Le quote sono esclusivamente possedute da enti pubblici appartenenti all’Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Como e sono incedibili a privati. All’affidamento del servizio darà corso la Provincia di Como secondo i canoni normativi dell’in house, anche in quanto partecipe della società, secondo le indicazioni regionali.

La società d’ambito si occupa pertanto della gestione del servizio idrico integrato nel territorio dei Comuni dell’ambito di Como (acquedotto, fognatura e depurazione), così come

disciplinato dal D. Lgs. 152/2006. Quindi, oltre che rispondere ad un preciso obbligo dettato dalla normativa in materia di gestione del S.I.I., con il mantenimento della società in

parola si intende conseguire la gestione, priva di fini di lucro, secondo una logica di efficienza ed efficacia, industriale e strategica di un servizio collettivo di importanza cruciale in

termini economici, politici e sociali, con messa a frutto delle sinergie derivanti dalla gestione di un’ampia base di utenti, in termini sia di costi di gestione, sia di erogazione di un

più integrato pacchetto di servizi.

(13)

In tale Società inoltre è stato pertanto previsto che confluiranno con operazioni di fusione/incorporazione ovvero procedure o forme ritenute opportune le varie gestioni attualmente in essere. In particolare il Comune di Musso ha aderito con deliberazione di consiglio comunale n. 24 del 31.08.2009 alla società “Acqua servizi idrici integrati Srl”

per la gestione del servizio idrico integrato che di fatto però viene ancora gestito in economia dal Comune non avendo mai quest’ultimo conferito il servizio alla società. La Società verrà incorporata dalla Como Acqua s.r.l. nei modi e forme ancora allo studio.

Per quanto concerne i bilanci e dati contabili ad oggi non esistono dati essendo la società di nuova costituzione.

Al 31.12.2015, a seguito dell’aumento di capitale effettuato per l’adesione di altri Comuni della Provincia di Como alla suddetta Società, gli enti partecipanti sono i seguenti:

Provincia di Como, Albavilla, Albese con Cassano, Albiolo, Alserio, Alzate Brianza, Anzano del Parco, Appiano Gentile, Argegno, Arosio, Asso, Barni, Bellagio, Bene Lario, Beregazzo con Figliaro, Binago, Bizzarone, Blessagno, Blevio, Bregnano, Brenna, Brienno, Brunate, Bulgarograsso, Cabiate, Cadorago, Caglio, Cagno, Cantù, Canzo, Capiago Intimiano, Carate Urio, Carimate, Carugo, Casasco Intelvi, Caslino d’Erba, Casnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Castelmarte, Castelnuovo Bozzente, Castiglione d’Intelvi, Cavallasca, Cavargna, Cerano d'Intelvi, Cermenate, Cernobbio, Claino con Osteno, Colonno, Colverde, Como, Cremia, Cucciago, Dizzasco, Domaso, Dongo, Dosso del Liro, Erba, Eupilio, Faggeto Lario, Faloppio, Fenegrò, Fino Mornasco, Figino Serenza, Fino Mornasco, Gera Lario, Grandate, Grandola ed Uniti, Gravedona ed Uniti, Guanzate, Inverigo, Laglio, Laino, Lambrugo, Lanzo d’Intelvi, Lasniago, Lezzeno, Limido Comasco, Lipomo, Lomazzo, Longone al Segrino, Luisago, Lurago d'Erba, Lurate Caccivio, Magreglio, Mariano Comense, Maslianico, Menaggio, Merone, Monguzzo, Montano Lucino, Montorfano, Musso, Novedrate, Olgiate Comasco, Oltrona di San Mamete, Orsenigo, Pianello Lario, Pigra, Pognana Lario, Ponte Lambro, Porlezza, Proserpio, Ramponio Verna, Rezzago, Rodero, Ronago, Rovellasca, Rovello Porro, Sala Comacina, San Fedele Intelvi, , San Siro, Sormano, Senna Comasco, Solbiate, Sormano, Stazzona, Tavernerio, Torno, Tremezzina, Uggiate Trevano, Valbrona, Valmorea, Valsolda Veleso, Veniano, Vertemate con Minoprio, Villaguardia, Zelbio.

La Società Como Acqua srl ha un capitale sociale deliberato, sottoscritto e versato che ammonta ad Euro 33.470,66.

La quota di capitale sottoscritta da questo Comune è pari a euro € 63,49, corrispondente allo 0,218%. Il Comune ha aderito alla società con deliberazione del consiglio comunale n. 2 in data 27.02.2014.

Il Comune intende pertanto mantenere la partecipazione nella società.

Nel corso del 2015 non sono state avviate procedure di liquidazione, cessione o fusione della società.

2. Società Acqua servizi idrici integrati Srl

La Società Acqua servizi idrici integrati Srl è una società partecipata interamente da enti locali in cui il Comune di Musso detiene una quota pari all’1,96%.

Il Comune di Musso ha aderito con deliberazione di consiglio comunale n. 24 del 31.08.2009 La Società Acqua servizi idrici integrati Srl è società strumentale degli enti territoriali proprietari.

Ha per oggetto sociale la gestione del servizio idrico integrato, inteso come l’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad usi domestici, di fognatura e di depurazione delle acque reflue. La gestione del servizio idrico integrato è soggetto al rispetto delle linee di indirizzo e delle prescrizioni dell’Autorità d’Ambito. La società potrà inoltre intraprendere ogni altra operazione, servizio e attività, comunque rivolti alla collettività, nel rispetto degli indirizzi espressi dagli enti soci anche di commercializzazione, attinenti o connesse a quelle sopra specificate, ivi compreso lo studio, la progettazione e la realizzazione di impianti specifici.

E’ stata costituita con lo scopo di attendere alle disposizioni normative e regolamentari impartite dallo Stato, dalla regione e dell’Ato.

La Società in esame, di fatto, è lo strumento operativo dei comuni associati per assicurare l’esercizio sovracomunale di funzioni strumentali nel campo del servizio idrico integrato: oggi rappresenta un patrimonio sociale ed economico con collaudate capacità e competenze tecnico–gestionali configurandosi come soggetto gestore della risorsa idrica nel suo complesso dal punto di vista tecnico, industriale ed amministrativo.

Il Comune di fatto gestisce ancora in economia il servizio idrico integrato non avendo mai conferito il servizio alla società in oggetto.

E’ intenzione dell’amministrazione mantenere al momento la partecipazione nella società. In ogni caso in base a quanto sopra riportato, la partecipazione alla società in parola

verrà coordinata con la partecipazione alla società di gestione d’ambito con le procedure e le forme ritenute più opportune; sono in corso di definizione le modalità per far

confluire tale Società nell’ambito di Como Acqua Srl in base alle normative di settore.

(14)

Nel corso del 2015 non sono state avviate procedure di liquidazione, cessione o fusione della società.

3. Consorzio Trasporti Pubblici S.p.A.

Il Consorzio Pubblici Trasporti, ente pubblico economico è stato trasformato ai sensi della L. 8.6.1990 n. 142. e poi dall’1.1.2001 in Società per Azioni ai sensi del decreto legislativo 18.8.2000 n. 267.

La Società Consorzio Trasporti Pubblici SpA è di proprietà del Comune di Musso per lo 0,21%.

La Società Consorzio Trasporti Pubblici SpA Srl è società multipartecipata alla quale partecipano i 115 comuni seguenti: Albavilla, Albese con Cassano, Alzate Brianza, Anzano del Parco, Appiano Gentile, Argegno, Arosio, Bellagio, Bene Lario, Bizzarone, Blessagno, Blevio, Bregnano, Brenna, Brienno, Brunate, Bulgarograsso, Cantù, Capiago Intimiano, Carate Urio, Carimate, Carlazzo, Carugo, Casasco d'Intelvi, Casnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Castiglione d'Intelvi, Cavallasca, Cavargna, Cerano d'Intelvi, Cermenate, Cernobbio, Cirimido, Clanio con Osteno, Colonno, Corrido, Cremia, Cucciago, Cusino, Dizzasco, Domaso, Dongo, Dosso del Lario, Drezzo, Erba, Faggeto Lario, Faloppio, Fenegrò, Figino Serenza, Fino Mornasco, Gera Lario, Gironico, Grandola ed Uniti, Griante, Guanzate, Inverigo, Laglio, Lambrugo, Lanzo Intelvi, Lenno, Lezzeno, Limido Comasco, Livio, Luisago, Lurago d'Erba, Lurago Marinone, Lurate Caccivio, Mariano Comense, Menaggio, Mezzegra, Moltrasio, Montano Lucino, Montorfano, Mozzate, Musso, Nesso, Novedrate, Oltrona San Mamette, Orsenigo, Ossuccio, Parè, Peglio, Pellio Intelvi, Pianello Lario,Pigra, Plesio, Pognana, Ponna, Porlezza, Pusiano, Ramponio Verna, Rodero, Ronago, Sala Comacina, San Bartolomeo, San Fedele Intelvi, San Fermo della Battaglia, San Nazzaro, S. Siro, Schignano, Senna Comasco, Sorico, Stazzona, Tavernerio, Torno, Tremezzo, Uggiate Trevano, Valmorea, Val Rezzo, Valsolda, Veleso, Veniano, Vertemate con Minoprio, Villaguardia, Zelbio.

La Società ha per oggetto sociale la realizzazione e la gestione di servizi pubblici di trasporto, di qualunque specie, al fine di promuovere lo sviluppo economico e civile delle comunità locali interessate.

La Società Consorzio Trasporti Pubblici SpA, di fatto, è lo strumento operativo dei comuni associati per assicurare l’esercizio sovracomunale di un servizio pubblico locale.

La Società Consorzio Trasporti Pubblici SpA partecipa per una quota del 28,56 alla SPT Holding Spa che pertanto risulta una partecipazione indiretta del Comune di Musso per una quota dello 0,06%.

In data 13.3.2015 il Consiglio di Amministrazione della Società ha deliberato all’unanimità la definizione di un percorso finalizzato alla messa in liquidazione della Società

attraverso l’attuazione di operazioni straordinarie societarie. Il C.d.A. stà ancora valutando l’iter per la liquidazione/incorporazione nella S.P.T. Holding S.p.A.

(15)

3. INDIRIZZI GENERALI DI NATURA STRATEGICA RELATIVI ALLE RISORSE E AGLI IMPIEGHI E SOSTENIBILITÀ ECONOMICO FINANZIARIA ATTUALE E PROSPETTICA

3.1 GLI INVESTIMENTI E LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE PUBBLICHE

SCHEDA1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017 / 2019 DELL'AMMINISTRAZIONE

QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

La sottostante tabella evidenzia la suddivisione delle risorse nell’arco del triennio destinate al finanziamento degli interventi previsti dall'ente.

ARCO TEMPORALE DI VALIDITA` DEL PROGRAMMA TIPOLOGIA DI RISORSA DISPONIBILITA` FINANZIARIA

Primo anno 2017

Secondo anno 2018

Terzo anno 2019

Importo totale

Importo (in euro) Accantonamento di cui all'art.12,comma 1 del DPR 207/2012 riferito al primo

anno 0,00

(16)

SCHEDA2: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2017 / 2019 DELL'AMMINISTRAZIONE

ARTICOLAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA

La sottostante tabella evidenzia la stima dei costi previsti e l’apporto eventuale di capitale privato per la realizzazione di ciascun intervento nell’arco del triennio.

N.progr. CODICE CODICE ISTAT Codice NUTS TIPOLOGIA CATEGORIA DESCRIZIONE Priorita' STIMA DEI COSTI DEL PROGRAMMA Cessione

APPORTO DI CAPITALE PRIVATO

(1) AMM.NE

(2) Regione Provincia Comune (3) (4) (4) DELL'INTERVENTO (5) Primo anno

(2017)

Secondo anno (2018))

Terzo anno (2019)

Totale Immobili Importo Tipologia

(7)

0,00

0,00 0,00 0,00

Legenda

(1) Numero progressivo da 1 a N a partire dalle opere del primo anno.

(2) Eventuale codice identificativo dell'intervento attribuito dall’Amministrazione (può essere vuoto).

(3) In alternativa al codice ISTAT si puo' inserire il codice NUTS.

(4) Vedi Tabella 1 e Tabella 2.

(5) Vedi art.128 comma 3 del d.lgs 163/06 e s.m. secondo le priorita' indicate dall'amministrazione cun una scala espressa in tre livelli (1=massima priorita' 3=minima priorita').

(6) Da compilarsi solo nell'ipotesi di cui all'art. 53 commi 6-7 del dlgs.163/2006 e s.m.i. quando si tratta dell'intervento che si realizza a seguito di specifica alienazione a favore dell'appaltatore. In caso affermativo compilare la scheda 2B.

(7) Vedi Tabella 3.

(17)

3.2 FONTI DI FINANZIAMENTO Quadro riassuntivo di competenza

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE

% scostamento

ENTRATE

(accertamenti) 2014

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5 6 7

Tributarie 652.436,12 669.813,70 635.919,07 632.439,00 654.841,00 655.222,00 - 0,547 Contributi e trasferimenti correnti 12.923,74 24.676,65 18.776,00 18.776,00 18.776,00 18.776,00 0,000 Extratributarie 184.993,69 183.797,90 226.705,00 183.941,00 183.941,00 184.981,00 - 18,863 TOTALE ENTRATE CORRENTI 850.353,55

878.288,25

881.400,07

835.156,00

857.558,00

858.979,00 - 5,246

Proventi oneri di urbanizzazione destinati a manutenzione ordinaria del patrimonio

0,00 0,00 38.622,00 25.000,00 0,00 0,00 -35,270

Avanzo di amministrazione applicato per spese correnti

0,00 0,00 0,00 0,00

Fondo pluriennale vincolato per spese correnti 0,00 10.899,12 4.832,81 0,00 0,00 0,00 -100,000 TOTALE ENTRATE UTILIZZATE PER

SPESE CORRENTI E RIMBORSO PRESTITI (A)

850.353,55 889.187,37 924.854,88 860.156,00 857.558,00 858.979,00 - 7,000

Alienazione di beni e trasferimenti capitale 108.016,28 499.122,68 393.863,00 45.000,00 45.000,00 45.000,00 - 88,570 Proventi oneri di urbanizzazione destinati a

investimenti

0,00 0,00 51.378,00 5.000,00 30.000,00 30.000,00 -90,270

Accensione mutui passivi 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Altre accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Avanzo di amministrazione applicato per:

- fondo ammortamento 0,00 0,00 0,00 0,00

- finanziamento investimenti 0,00 0,00 49.963,00 0,00 -100,00

Fondo pluriennale vincolato per spese conto capitale

0,00 96.393,51 53.147,12 0,00 0,00 0,00 -100,000

TOTALE ENTRATE C/CAPITALE DESTINATI A INVESTIMENTI (B)

108.016,28 595.516,19 548.351,12 50.000,00 75.000,00 75.000,00 - 90,880

Riscossione crediti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Anticipazioni di cassa 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 219.572,00 219.572,00 3,284 TOTALE MOVIMENTO FONDI (C) 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 219.572,00 219.572,00 3,284 TOTALE GENERALE (A+B+C) 958.369,83 1.484.703,56 1.685.795,00 1.129.728,00 1.152.130,00 1.153.551,00 - 32,990

(18)

Quadro riassuntivo di cassa

% scostamento

ENTRATE

2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5

Tributarie 706.244,75 619.071,06 782.735,44 788.478,75 0,733

Contributi e trasferimenti correnti 18.507,66 24.676,65 18.776,00 18.776,00 0,000

Extratributarie 187.596,99 210.991,89 313.116,49 302.381,62 - 3,428

TOTALE ENTRATE CORRENTI 912.349,40 854.739,60 1.114.627,93 1.109.636,37 - 0,447 Proventi oneri di urbanizzazione destinati a

manutenzione ordinaria del patrimonio

0,00 0,00 38.622,00 25.000,00 -35,270

Fondo di cassa utilizzato per spese correnti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 TOTALE ENTRATE UTILIZZATE PER

SPESE CORRENTI E RIMBORSO PRESTITI (A)

912.349,40 854.739,60 1.153.249,93 1.134.636,37 - 1,610

Alienazione di beni e trasferimenti capitale 156.610,16 344.414,08 630.999,57 506.796,69 - 19,680 Proventi oneri di urbanizzazione destinati a

investimenti

0,00 0,00 51.378,00 5.000,00 -90,270

Accensione mutui passivi 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Altre accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Fondo di cassa utilizzato per spese conto

capitale

0,00 0,00 0,00 0,00 0,000

TOTALE ENTRATE C/CAPITALE DESTINATI A INVESTIMENTI (B)

156.610,16 344.414,08 682.377,57 511.796,69 - 25,000

Riscossione crediti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000

Anticipazioni di cassa 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 3,284

TOTALE MOVIMENTO FONDI (C) 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 3,284 TOTALE GENERALE (A+B+C) 1.068.959,56 1.199.153,68 2.048.216,50 1.866.005,06 - 8,896

(19)

3.3 ANALISI DELLE RISORSE 3.3.1 ENTRATE TRIBUTARIE

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento

ENTRATE COMPETENZA 2014

(accertamenti)

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5 6 7

TOTALE ENTRATE TRIBUTARIE 652.436,12 669.813,70 635.919,07 632.439,00 654.841,00 655.222,00 - 0,547

TREND STORICO % scostamento

ENTRATE CASSA 2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5

TOTALE ENTRATE TRIBUTARIE 706.244,75 619.071,06 782.735,44 788.478,75 0,733

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ALIQUOTE IMU

2016 2017

Prima casa 4,0000 4,0000

Altri fabbricati residenziali 8,8000 8,8000

Altri fabbricati non residenziali 8,8000 8,8000

Terreni 0,0000 0,0000

Aree fabbricabili 8,8000 8,8000

(20)

3.3.2 CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI CORRENTI

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento

ENTRATE COMPETENZA 2014

(accertamenti)

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5 6 7

TOTALE CONTRIBUTI E

TRASFERIMENTI CORRENTI 12.923,74 24.676,65 18.776,00 18.776,00 18.776,00 18.776,00 0,000

TREND STORICO % scostamento

ENTRATE CASSA 2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5

TOTALE CONTRIBUTI E

TRASFERIMENTI CORRENTI 18.507,66 24.676,65 18.776,00 18.776,00 0,000

(21)

3.3.3 PROVENTI EXTRATRIBUTARI

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento

ENTRATE COMPETENZA 2014

(accertamenti)

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col.4 rispetto alla col.3

1 2 3 4 5 6 7

TOTALE PROVENTI EXTRATRIBUTARI 184.993,69

183.797,90

226.705,00

183.941,00

183.941,00

184.981,00

- 18,863

TREND STORICO % scostamento

ENTRATE CASSA 2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col. 4 rispetto alla col. 3

1 2 3 4 5

TOTALE PROVENTI EXTRATRIBUTARI 187.596,99 210.991,89 313.116,49 302.381,62 - 3,428

(22)

3.3.4 ANALISI DELLE RISORSE FINANZIARIE IN CONTO CAPITALE

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento

ENTRATE COMPETENZA 2014

(accertamenti)

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col.4 rispetto alla col.3

1 2 3 4 5 6 7

Oneri di urbanizzazione per spese correnti 0,00 0,00 38.622,00 25.000,00 0,00 0,00 -35,270 Alienazione beni e trasferimenti capitale 108.016,28 499.122,68 393.863,00 45.000,00 45.000,00 45.000,00 - 88,570 Oneri di urbanizzazione per spese capitale 0,00 0,00 51.378,00 5.000,00 30.000,00 30.000,00 -90,270 Accensione di mutui passivi 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 TOTALE 108.016,28 499.122,68 483.863,00 75.000,00 75.000,00 75.000,00 - 84,499

TREND STORICO % scostamento

ENTRATE CASSA 2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col.4 rispetto alla col.3

1 2 3 4 5

Oneri di urbanizzazione per spese correnti 0,00 0,00 38.622,00 25.000,00 -35,270

Alienazione beni e trasferimenti capitale 156.610,16 344.414,08 630.999,57 506.796,69 - 19,680

Oneri di urbanizzazione per spese capitale 0,00 0,00 51.378,00 5.000,00 -90,27

Accensione di mutui passivi 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000

Accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000

TOTALE 156.610,16 344.414,08 720.999,57 536.796,69 - 25,548

(23)

3.3.5 FUTURI MUTUI PER FINANZIAMENTO INVESTIMENTI

Descrizione Importo del mutuo Inzio ammortamento Anni ammortamento Importo totale investimento

Totale 0,00

0,00

(24)

3.3.6 VERIFICA LIMITI DI INDEBITAMENTO

Previsioni 2017 2018 2019

(+) Spese interessi passivi 28.908,00 26.174,00 23.30200 (+) Quote interessi relative a delegazioni 0,00 0,00 0,00 (-) Contributi in conto interessi 0,00 0,00 0,00 (=) Spese interessi nette (Art.204 TUEL) 28.908,00 26.174,00 23.302,00

Accertamenti 2015 Previsioni 2016 Previsioni 2017

Entrate correnti 878.288,25 881.400,07 835.156,00

% anno 2017 % anno 2018 % anno 2019

% incidenza interessi passivi su entrate correnti 3,29 2,97 2,79

(25)

3.3.7 RISCOSSIONE DI CREDITI ED ANTICIPAZIONI DI CASSA

TREND STORICO PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE % scostamento

ENTRATE COMPETENZA 2014

(accertamenti)

2015 (accertamenti)

2016 (previsioni)

2017 (previsioni)

2018 (previsioni)

2019 (previsioni)

della col.4 rispetto alla col.3

1 2 3 4 5 6 7

Riscossione di crediti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000 Anticipazioni di cassa 0,00 0,00

212.589,00

219.572,00

219.572,00

219.572,00

3,284 TOTALE 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 219.572,00 219.572,00 3,284

TREND STORICO % scostamento

ENTRATE CASSA 2014

(riscossioni)

2015 (riscossioni)

2016 (previsioni cassa)

2017 (previsioni cassa)

della col.4 rispetto alla col.3

1 2 3 4 5

Riscossione di crediti 0,00 0,00 0,00 0,00 0,000

Anticipazioni di cassa 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 3,284

TOTALE 0,00 0,00 212.589,00 219.572,00 3,284

(26)

3.4 GLI EQUILIBRI DELLA SITUAZIONE CORRENTE E GENERALI DEL BILANCIO

EQUILIBRI ECONOMICO-FINANZIARIO COMPETENZA

ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2018

COMPETENZA ANNO 2019

Fondo di cassa all'inizio dell'esercizio

0,00

A) Fondo pluriennale vincolato per spese correnti (+)

0,00

0,00

0,00

AA) Recupero disavanzo di amministrazione esercizio precedente

(-) 0,00

0,00

0,00

B) Entrate titoli 1.00 - 2.00 - 3.00 (+)

835.156,00

857.558,00

858.979,00

di cui per estinzione anticipata di prestiti 0,00

0,00

0,00

C) Entrate Titolo 4.02.06 - Contributi agli investimenti direttamente destinati al rimborso dei prestiti da amministrazioni pubbliche

(+) 0,00

0,00

0,00

D) Spese Titolo 1.00 - Spese correnti (-)

791.620,00

788.164,00

786.713,00 di cui

- fondo pluriennale vincolato 0,00

0,00

0,00

- fondo crediti di dubbia esigibilità 0,00

0,00

0,00

E) Spese Titolo 2.04 - Trasferimenti in conto capitale (-) 0,00

0,00

0,00

F) Spese Titolo 4.00 - Quote di capitale amm.to mutui e prestiti obbligazionari

(-)

68.536,00

69.394,00

72.266,00

di cui per estinzione anticipata di prestiti 0,00

0,00

0,00

G) Somma finale (G=A-AA+B+C-D-E-F)

-25.000,00

0,00

0,00

ALTRE POSTE DIFFERENZIALI, PER ECCEZIONI PREVISTE DA NORME DI LEGGE, CHE HANNO EFFETTO SULL'EQUILIBRIO EX ARTICOLO 162, COMMA 6, DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI SULL'ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI

H) Utilizzo avanzo di amministrazione per spese correnti (**) (+) 0,00

di cui per estinzione anticipata di prestiti 0,00

I) Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di legge

(+)

25.000,00

0,00

0,00

di cui per estinzione anticipata di prestiti 0,00

0,00

0,00

(27)

L) Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento in base a specifiche disposizioni di legge

(-) 0,00

0,00

0,00

M) Entrate da accensione di prestiti destinate a estinzione anticipata dei prestiti

(+) 0,00

0,00

0,00

EQUILIBRIO DI PARTE CORRENTE (***)

O=G+H+I-L+M 0,00

0,00

0,00

(28)

EQUILIBRI ECONOMICO-FINANZIARIO COMPETENZA

ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2018

COMPETENZA ANNO 2019

P) Utilizzo avanzo di amministrazione per spese di investimento (**)

(+) 0,00

Q) Fondo pluriennale vincolato per spese in conto capitale (+) 0,00

0,00

0,00

R) Entrate Titoli 4.00 - 5.00 - 6.00 (+)

75.000,00

75.000,00

75.000,00

C) Entrate Titolo 4.02.06 - Contributi agli investimenti direttamente destinati al rimborso dei prestiti da amministrazioni pubbliche

(-) 0,00

0,00

0,00

I) Entrate di parte capitale destinate a spese correnti in base a specifiche disposizioni di legge

(-)

25.000,00

0,00

0,00

S1) Entrate Titolo 5.02 per Riscossioni crediti di breve termine (-) 0,00

0,00

0,00

S2) Entrate Titolo 5.03 per Riscossioni crediti di medio-lungo termine

(-) 0,00

0,00

0,00

T) Entrate Titolo 5.04 relative a Altre entrate per riduzioni di attività finanziaria

(-) 0,00

0,00

0,00

L) Entrate di parte corrente destinate a spese di investimento in base a specifiche disposizioni di legge

(+) 0,00

0,00

0,00

M) Entrate da accensione di prestiti destinate a estinzione anticipata dei prestiti

(-) 0,00

0,00

0,00

U) Spese Titolo 2.00 - Spese in conto capitale (-)

50.000,00

75.000,00

75.000,00

di cui fondo pluriennale vincolato di spesa 0,00

0,00

0,00

V) Spese Titolo 3.01 per Acquisizioni di attività finanziarie (-) 0,00

0,00

0,00

E) Spese Titolo 2.04 - Trasferimenti in conto capitale (+) 0,00

0,00

0,00

EQUILIBRIO DI PARTE CAPITALE

Z=P+Q+R-C-I-S1-S2-T+L-M-U-V+E 0,00 0,00 0,00

(29)

EQUILIBRI ECONOMICO-FINANZIARIO COMPETENZA

ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2018

COMPETENZA ANNO 2019

S1) Entrate Titolo 5.02 per Riscossioni crediti di breve termine (+) 0,00

0,00

0,00

S2) Entrate Titolo 5.03 per Riscossioni crediti di medio-lungo termine

(+) 0,00

0,00

0,00

T) Entrate Titolo 5.04 relative a Altre entrate per riduzioni di attività finanziaria

(+) 0,00

0,00

0,00

X1) Spese Titolo 3.02 per Concessioni crediti di breve termine (-) 0,00

0,00

0,00

X2) Spese Titolo 3.03 per Concessioni crediti di medio-lungo termine

(-) 0,00

0,00

0,00

Y) Spese Titolo 3.04 per Altre spese per acquisizioni di attività finanziarie

(-) 0,00

0,00

0,00

EQUILIBRIO FINALE

W=O+Z+S1+S2+T-X1-X2-Y

0,00

0,00

0,00

C) Si tratta delle entrate in conto capitale relative ai soli contributi agli investimenti destinati al rimborso prestiti corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica E.4.02.06.00.000.

E) Si tratta delle spese del titolo 2 per trasferimenti in conto capitale corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica U.2.04.00.00.000.

S1) Si tratta delle entrate del titolo 5 limitatamente alle riscossione crediti di breve termine corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica E.5.02.00.00.000.

S2) Si tratta delle entrate del titolo 5 limitatamente alle riscossione crediti di medio-lungo termine corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica E.5.03.00.00.000.

T) Si tratta delle entrate del titolo 5 limitatamente alle altre entrate per riduzione di attività finanziarie corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica E.5.04.00.00.000.

X1) Si tratta delle spese del titolo 3 limitatamente alle concessione crediti di breve termine corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica U.3.02.00.00.000.

X2) Si tratta delle spese del titolo 3 limitatamente alle concessione crediti di medio-lungo termine corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica U.3.03.00.00.000.

Y) Si tratta delle spese del titolo 3 limitatamente alle altre spese per incremento di attività finanziarie corrispondenti alla voce del piano dei conti finanziario con codifica U.3.04.00.00.000.

(*) Indicare gli anni di riferimento N, N+1 e N+2.

(**) E' consentito l'utilizzo della sola quota vincolata del risultato di amministrazione presunto. E' consentito l'utilizzo anche della quota accantonata se il bilancio è deliberato a seguito dell'approvazione del prospetto concernente il risultato di amministrazione presunto dell'anno precedente aggiornato sulla base di un pre-consuntivo dell'esercizio precedente. E' consentito l'utilizzo anche della quota destinata agli investimenti e della quota libera del risultato di amministrazione dell'anno precedente se il bilancio è deliberato a seguito dell'approvazione del rendiconto dell'anno precedente.

(***) La somma algebrica finale non può essere inferiore a zero per il rispetto della disposizione di cui all’articolo 162 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali.

(30)

3 .5 QUADRO GENERALE RIASSUNTIVO 2017 - 2018 - 2019

ENTRATE CASSA

ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2018

COMPETENZA

ANNO 2019 SPESE CASSA

ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2017

COMPETENZA ANNO 2018

COMPETENZA ANNO 2019

Fondo di cassa all'inizio dell'esercizio 0,00

Utilizzo avanzo di amministrazione 0,00 0,00 0,00 Disavanzo di amministrazione 0,00 0,00 0,00

Fondo pluriennale vincolato 0,00 0,00 0,00

Titolo 1 - Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e

perequativa

788.478,75

632.439,00

654.841,00

655.222,00 Titolo 1 - Spese correnti

1.014.629,10 791.620,00

788.164,00

786.713,00 - di cui fondo pluriennale vincolato 0,00 0,00 0,00 Titolo 2 - Trasferimenti correnti 18.776,00 18.776,00 18.776,00 18.776,00

Titolo 3 - Entrate extratributarie

302.381,62

183.941,00

183.941,00

184.981,00

Titolo 4 - Entrate in conto capitale

536.796,69

75.000,00 75.000,00 75.000,00

Titolo 2 - Spese in conto capitale

374.618,41 50.000,00 75.000,00 75.000,00 - di cui fondo pluriennale vincolato 0,00 0,00 0,00 Titolo 5 - Entrate da riduzione di attività finanziarie 0,00 0,00 0,00 0,00 Titolo 3 - Spese per incremento di attività finanziarie 0,00 0,00 0,00 0,00

Totale entrate finali...

1.646.433,06

910.156,00

932.558,00

933.979,00

Totale spese finali...

1.389.247,51

841.620,00

863.164,00

861.713,00 Titolo 6 - Accensione di prestiti 0,00 0,00 0,00 0,00 Titolo 4 - Rimborso di prestiti 68.536,00 68.536,00 69.394,00 72.266,00

Titolo 7 - Anticipazioni da istituto tesoriere/cassiere 219.572,00

219.572,00

219.572,00

219.572,00

Titolo 5 - Chiusura Anticipazioni da istituto tesoriere/cassiere 219.572,00

219.572,00

219.572,00

219.572,00 Titolo 9 - Entrate per conto di terzi e partite di giro

269.254,75

269.200,00

269.200,00

269.200,00

Titolo 7 - Spese per conto terzi e partite di giro 281.489,29

269.200,00

269.200,00

269.200,00

Totale titoli

2.135.259,81

1.398.928,00

1.421.330,00

1.422.751,00

Totale titoli

1.958.844,80

1.398.928,00

1.421.330,00

1.422.751,00

TOTALE COMPLESSIVO ENTRATE 2.135.259,81 1.398.928,00 1.421.330,00 1.422.751,00 TOTALE COMPLESSIVO SPESE 1.958.844,80 1.398.928,00 1.421.330,00 1.422.751,00

Fondo di cassa finale presunto

176.415,01

(31)

4. LINEE PROGRAMMATICHE DI MANDATO

In ottemperanza a quanto prescritto dall’art. 46 comma 3 TUEL, con l’atto di Consiglio n. 14 del 08/08/2014. sono state approvate le linee programmatiche del Programma di mandato per il periodo 2014 - 2019. Tali linee sono monitorate, nel corso del mandato amministrativo, al fine di garantirne la realizzazione.

Le Linee Programmatiche, che attengono a vari ambiti di intervento dell’Ente, sono state così denominate:

Codice Descrizione

1 Servizi istituzionali, generali e di gestione 2 Ordine pubblico e sicurezza

3 Istruzione e diritto allo studio

4 Tutela e valorizzazione dei beni e attività culturali 5 Politiche giovanili, sport e tempo libero

6 Turismo

7 Assetto del territorio ed edilizia abitativa

8 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente 9 Trasporti e diritto alla mobilità

10 Soccorso civile

11 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia 12 Fondi e accantonamenti

13 Debito pubblico 14 Anticipazioni finanziarie 15 Servizi per conto terzi

La Sezione strategica sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato disciplinate dall’art. 46 comma 3 del Tuel, nel caso di specie

del Comune di Musso. Come già evidenziato è necessario sottolineare che, il documento unico di programmazione viene a concretizzarsi al

termine del mandato amministrativo di questa amministrazione. Nella sezione strategica dunque, viene riportato il dettaglio dei programmi, ripartiti

per missioni, che nel corso dell’anno ultimo anno amministrativo, dovrebbero trovare completa attuazione.

(32)

STATO DI ATTUAZIONE DELLE LINEE

PROGRAMMATICHE DI MANDATO

2016 - 2018

(33)

Linea programmatica: 1 Servizi istituzionali, generali e di gestione

AMBITO OPERATIVO:

GESTIONE DEI BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI AMBULATORIO

Manutenzione ordinaria e straordinaria locali ad uso ambulatorio medico.

STATO DI ATTUAZIONE: REALIZZATO

UFFICIO TECNICO

OPERE E LAVORI PUBBLICI

Dare l’opportunità a Ditte, Imprese e Professionisti del Paese di partecipare alla progettazione e realizzazione di opere pubbliche nonché affidamento e fornitura di materiale vario ad uso comunale.

Maggior controllo sui lavori pubblici in modo da risparmiare qualche “soldo”.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE RISORSE UMANE

Ottimizzazione del personale, definizione delle rispettive competenze e semplificazioni dell’apparato burocratico.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

Linea programmatica: 2 Ordine pubblico e sicurezza

AMBITO OPERATIVO ORDINE PUBBLICO

Maggior attenzione all’ordine pubblico vigilando in collaborazione con le Forze dell’ordine, per dare più tranquillità sul territorio.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

(34)

Linea programmatica: 3 Istruzione e diritto allo studio

AMBITO OPERATIVO SCUOLA

Manutenzione dell’edificio scolastico.

STATO DI ATTUAZIONE: REALIZZATO

Linea programmatica: 4 Tutela e valorizzazione dei beni e attività culturali

AMBITO OPERATIVO

MUSEO

Ultimazione lavori ovvero completamento dell’impostazione storica del Museo abbracciando anche la testimonianza di Storia Romana con l’Antica Via Regina, dei resti del Castello del

“Medeghino”, delle attività lavorative delle Cave, e delle Filande.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI PREDISPOSIZIONE

GIARDINO DEL MERLO, CAVE e CASTELLO

Valorizzazione delle aree storiche, perno del possibile sviluppo turistico di Musso (unica nella zona del Lago), assicurando il nostro appoggio alle iniziative già in corso con la Comunità Montana e la Onlus del Giardino del Merlo ed individuando un sistema funzionale per favorire l’afflusso di visitatori.

Valorizzare della strada in direzione S. Eufemia, con rifacimento di alcuni tratti di percorso e con installazione di adeguata segnaletica.

Iniziative per la valorizzazione dei Crotti, e delle antiche tradizioni, con il coinvolgimento delle Associazioni Locali.

STATO DI ATTUAZIONE: IN PARTE E IN CORSO DI REALIZZAZIONE

BIBLIOTECA

Ripristino ed incremento della Biblioteca comunale.

Collaborazione con Istituti scolastici locali per la promozione della storia del Paese e del territorio, nonché per la salvaguardia del dialetto.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI PREDISPOSIZIONE

GEMELLAGGIO

Gemellaggio con una località europea, soprattutto in funzione dello scambio tra giovani per la promozione e perfezionamento delle lingue straniere, anche in collaborazione con Istituti scolastici locali.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

(35)

Linea programmatica: 5 Politiche giovanili, sport e tempo libero

AMBITO OPERATIVO

CAMPO SPORTIVO

Studio di una convenzione con la Parrocchia per la sistemazione del campo sportivo e degli spogliatoi, per adeguarli in modo da garantire il loro ottimale funzionamento.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

PALESTRA

Continuo slancio della struttura a servizio delle scuole e delle Associazioni locali.

Realizzazione parcheggio comunale in prossimità della palestra.

Completamento piano interrato.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

MANIFESTAZIONI

Volontà sentita è quella di recuperare e sostenere alcuni tradizioni tra le quali il “Torneo delle Frazioni” che nel passato è stato momento di sana competizione ed aggregazione tra i cittadini.

Organizzazione di nuovi eventi (esempio gara di MBK) e manifestazioni, in collaborazione con Associazioni operanti in Musso, al fine di favorire una maggiore coesione sociale che si rifletterà positivamente per il paese.

STATO DI ATTUAZIONE: REALIZZATO

Linea programmatica: 6 Turismo

AMBITO OPERATIVO

SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DEL TURISMO

Pubblicizzazione tramite i media locali, multimediali, bacheche tradizionali/ elettroniche e siti internet della storia del Comune di Musso, nonché revisione di pubblicazioni già fatte in passato.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

Linea programmatica: 7 Assetto del territorio ed edilizia abitativa

AMBITO OPERATIVO

PARCO GIOCHI BAMBINI

Realizzazione di un’area attrezzata a parco giochi per bambini in prossimità della passeggiata a lago.

(36)

Ripristino parco giochi abbandonato in località Palestra.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE MANUTENZIONE AMBIENTE

Pulizia delle strade carrozzabili, pedonali, dei sentieri e delle zone a verde.

Manutenzione delle vallette e delle mulattiere che attraversano il paese.

STATO DI ATTUAZIONE: REALIZZATO

TECNOLOGIA

Copertura del territorio con sistema wireless per collegamento ad Internet gratuito . STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

Linea programmatica: 8 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente

AMBITO OPERATIVO

GESTIONE DEI RIFIUTI

Sostituzione dei vecchi cassonetti con quelli interrati (di minore impatto ambientale) individuando un loro adeguato posizionamento che eviti di eliminare parcheggi, sempre più necessari nel nostro paese.

Potenziamento raccolta differenziata all’interno del paese mediante l’aggiunta di cassonetti per la raccolta di Plastica e Alluminio.

Occorre procedere ad un aumento della differenziazione dei rifiuti, tramite l’attuale piazzola di raccolta gestita in forma associata con il Comune di Pianello del Lario, unico modo per ridurre la Tassa Rifiuti.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI PREDISPOSIZIONE CASETTA DELL’ACQUA

Realizzazione “casetta dell’acqua” per la distribuzione di acqua naturale e frizzante, all'interno di spazi verdi, in armonia con l'ambiente e con un risparmio quotidiano di moltissime bottiglie di plastica.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATA

DEPURATORE

Nuova dislocazione del depuratore in gestione associata con i comuni limitrofi e conseguente nuova destinazione d’uso dell’attuale struttura.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI PREDISPOSIZIONE

ACQUEDOTTO E FOGNATURA

Rifacimento e potenziamento acquedotto e fognatura comunale.

Aggiunta di idranti antincendio nel paese.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

(37)

Linea programmatica: 9 Trasporti e diritto alla mobilità

AMBITO OPERATIVO

MANUTENZIONI

Interventi di manutenzione e rifacimento del manto stradale ovunque sia necessario.

Intervento di ripristino tratto di strada dopo la cava (Località Rovedo) in quanto si trova in situazione di pericolo da molti anni.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

PARCHEGGI

Individuazione nuovi parcheggi in tutte le frazioni, partendo da quelle con più necessità ossia i vecchi centri storici (Croda, Campagnano, Genico, Terza e Musso centro).

Realizzazione parcheggio in prossimità della Palestra, Comune e Asilo, nel terreno già di proprietà comunale adiacente alla valle della chiesa.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

STRADA AI MONTI

Revisione completa del Regolamento per il transito sulla Strada Agro Silvo Pastorale “Ai Monti” (con riduzione o eventuale eliminazione del Pass per i cittadini di Musso).

Installazione di idoneo erogatore automatico dei pass 24/24 H di facile accesso anche per i visitatori occasionali.

Migliorare la carrozzabile andando ad eseguire lavori al manto di copertura e alla regimazione dei valletti in modo durevole nel tempo.

Studio di possibili nuovi tratti carrozzabili a servizio delle baite montane (Ca d’Archen, Pozzuolo, Contegia, ecc.).

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

PASSEGGIATA A LAGO

Valorizzazione e realizzazione collegamento passeggiata a lago verso Dongo in modo tale da evitare a pedoni e ciclisti il transito sulla carrozzabile nelle gallerie, vista l’assenza anche di marciapiedi in zona.

STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI STUDIO ILLUMINAZIONE PUBBLICA

Risparmio energetico con il potenziamento dell’illuminazione pubblica in tutto il Paese utilizzando lampade a risparmio energetico e utilizzo, ove possibile, di fotovoltaici.

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO BARRIERE ARCHITETTONICHE

Realizzazione di opere per l’abbattimento delle barriere architettoniche

STATO DI ATTUAZIONE: NON ANCORA REALIZZATO

(38)

Linea programmatica: 10 Soccorso civile

Linea programmatica:11 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia

AMBITO OPERATIVO

ISTITUZIONI ED ASSOCIAZIONI

Sostegno e collaborazione con tutte le istituzioni ed associazioni locali, da quelle che operano nel settore giovanile sino alla terza età, per aumentare la loro attività a favore dei cittadini.

Consolidamento dei rapporti con tutte le Istituzioni e Associazioni, comunali e non.

STATO DI ATTUAZIONE: REALIZZATO

SERVIZIO NECROSCOPICO E CIMITERIALE

Incremento della capienza con la realizzazione di loculi cimiteriali e nicchie per ossari e/o urne cinerarie STATO DI ATTUAZIONE: IN FASE DI REALIZZAZIONE

Linea programmatica: 12 Fondi e accantonamenti Linea programmatica: 13 Debito pubblico

Linea programmatica: 14 Anticipazioni finanziarie

Linea programmatica: 15 Servizi per conto terzi

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :