• Non ci sono risultati.

CITTA DI CAVA DE TIRRENI PROVINCIA DI SALERNO. DETERMINAZIONE Sett. 1 Amministrazione Generale

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "CITTA DI CAVA DE TIRRENI PROVINCIA DI SALERNO. DETERMINAZIONE Sett. 1 Amministrazione Generale"

Copied!
7
0
0

Testo completo

(1)

CITTA’ DI CAVA DE’ TIRRENI

PROVINCIA DI SALERNO

DETERMINAZIONE Sett. 1 Amministrazione Generale

OGGETTO: Piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento ex art. 2, commi 599 e ss. Legge n.

244/2007 di cui alla Del. di G.C. 148/2014 sezione terza, punto B "Misure di razionalizzazione telefonia fissa e mobile" Affidamento alla Società Wind Telecomunicazioni SpA la fornitura del servizio di telefonia mobile profilo" All inclusive ricaricabile unlimited". CIG:Z03186D0D2

N. 73 del 10/02/2016

N. Registro Generale 170 del 11/02/2016

(2)

DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Sett. 1 Amministrazione Generale

Oggetto: Piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento ex art. 2, commi 599 e ss. Legge n.

244/2007 di cui alla Del. di G.C. 148/2014 sezione terza, punto B "Misure di razionalizzazione telefonia fissa e mobile" Affidamento alla Società Wind Telecomunicazioni SpA la fornitura del servizio di telefonia mobile profilo" All inclusive ricaricabile unlimited". CIG:Z03186D0D2

IL DIRIGENTE DEL PRIMO SETTORE Incaricato con decreto n. 5432 del 29.01.2016

Visto l’art. 75 del Vigente Statuto Comunale;

Vista la Deliberazione di Giunta Comunale numero 148 del 08/05/2014 di “Approvazione piano di razionalizzazione delle spese di funzionamento ex art. 2, commi 594 e successivi della L. n° 244/2007, per il triennio 2014/2016“ in particolare la parte relativa alla sezione terza “ Telefonia fissa e mobile “ Punto B;

Considerato che nell’ottica di una ulteriore razionalizzazione delle spese di funzionamento al fine di ottenere un ulteriore abbattimento dei relativi costi di gestione annuali, si ritiene di trasformare l’attuale sistema di telefonia fissa e mobile, passando da una gestione dei costi a consumo ad una gestione(FLAT)tutto incluso che generi solo oneri fissi, rendendo certe le relative previsioni di Bilancio dell’Ente;

Vista la relazione, prot. n° 20160000168 del 02.02.2016 a firma del Funzionario incaricato;

Considerato che, per quanto concerne la telefonia mobile, oltre alla convenzione telefonia mobile 6 presente sul mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, sono pervenute a mezzo posta elettronica, ulteriori offerte da parte dei seguenti gestori: Telecom Italia mobile, Vodafone, TRE e Wind con traffico fonia e dati. Per la simulazione dei costi sotto riportata abbiamo utilizzato i dati statistici prelevati dall’ultima fattura bimestrale emessa dall’attuale gestore (n° 7X05133949 del 15/12/2015) che ammonta a circa € 3.806.38 iva esclusa, parametrati per un abbonamento a numero 60 SIM.

 Per gli operatori 1 e 7 tutte le chiamate sono a consumo. Gli operatori 2, 3, 4, 5 e 6 hanno formulato offerte FLAT sia verso fisso nazionale che mobile.

DETERMINAZIONE DI IMPEGNO

N. 73 del 10/02/2016 N. Reg. Gen. 170 del 11/02/2016

(3)

I costi bimestrali rilevati sono i seguenti:

1. Telecom Italia € 2.106,97 (CONSIP)

2. Vodafone € 1.800,00 (AGENZIA SCOGNAMIGLIO)

3. TRE € 1.800,00 (AGENZIA ENEGAN)

4. Wind € 1.620,00 (DIRETTA)

5. TRE € 1.800,00 (AGENZIA SDM)

6. TRE € 1.200,00 (AGENZIA SDM)

7. Telecom Italia € 2.340,00 (DIRETTA)

Considerato che questo Ente impiega ad oggi un sistema di messaggistica interna in tempo reale attraverso posta elettronica e PEC su dispositivi mobili che per il suo uso ottimale ha bisogno di una connessione che consenta l’utilizzo di traffico dati illimitato anche se a bassa velocità, di conseguenza l’offerta numero 6, che dispone di due soli GB di trasmissione dati, anche essendo economicamente la più vantaggiosa, potrebbe non essere sufficiente, a garantire il perfetto funzionamento del servizio di messaggistica dell’Ente;

Considerato che per assicurare una sinergia d’implementazione dei due sistemi, che essendo affidati ad un unico operatore possono essere interconnessi;

Considerato che logisticamente la gestione delle problematiche da parte dell’Ente sarebbe comunque semplificata interloquendo con un solo call-center dedicato sia per il fisso che per il mobile;

Considerato che dall’affidamento senza costi a consumo deriverebbero solo oneri fissi rendendo certe le previsioni di Bilancio;

Atteso che con Determinazione Dirigenziale numero 162 del 10.02.2016 si è provveduto all’affidamento alla Società Wind Telecomunicazioni SpA della fornitura del flusso primario di telefonia fissa;

Visto quanto precedentemente espresso, si ritiene opportuno affidare alla Società Wind, considerando detta offerta la più conveniente per l’Ente, l’abbonamento flat relativo alla telefonia mobile per un numero di 60 SIM;

Atteso che sono stati verificati i requisiti di carattere generale del D.Lgs. 163/2006, in particolare la sussistenza della regolarità contributiva, mediante richiesta del Durc on line, e che lo stesso risulta regolare;

Dato atto che ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari, ai sensi del D. lgs: 136/2010 e succ.

mod. ed integr. alla suddetta prestazione di servizio è stato attribuito il CIG: Z03186D0D2;

(4)

Vista la Legge 28/12/2015 n° 208(Legge di stabilità 2016) art.1, comma 494 che regolamenta gli acquisti di particolari categorie merceologiche tra cui la telefonia fissa e mobile, stabilendo che è fatta salva la possibilità di procedere agli affidamenti anche al di fuori del MEPA, a condizione che gli stessi prevedano costi inferiori almeno del 10% rispetto ai migliori corrispettivi indicati nelle convenzioni e/o accordi quadro messi a disposizione da Consip SpA;

Verificato che il costo dell’affidamento risulta inferiore del 10% del costo relativo alla convenzione telefonia mobile 6 presente su acquistiinretepa.it, precedentemente documentato;

Visti gli articoli 107, 163, 183, e 191 primo comma, concernenti le regole per l’assunzione degli impegni di spesa del D.Lgs. 267/2000;

Visto l’Articolo 125 del D.Lgs. numero 163/2006;

Visto il vigente Regolamento di Contabilità;

Visto l’Articolo 03, comma 01 lettera L e l’articolo 8 comma 1 , del vigente “Regolamento per l’acquisto di beni e servizi in economia” adottato da questo Ente, con Deliberazione Consiliare numero 40 del 27/07/2007;

D E T E R M I N A

1. Affidare, alla Società Wind Telecomunicazioni Spa P. IVA: 05410741002, la fornitura di 60 SIM secondo il profilo “All Inclusive Aziendale RICARICABILE UNLIMITED al costo unitario mensile di € 13,50 cadauna(oltre IVA al 22%) con la prima ricarica, una tantum, automatica del valore di € 5,00(IVA inclusa al 22%) da aggiungere al costo;

2. Approvare, l’allegata offerta economica per la fornitura di 60 SIM secondo il profilo “All Inclusive Aziendale RICARICABILE UNLIMITED;

3. Prenotare la spesa complessiva, ammontante ad EURO 24.016,80 (IVA inclusa al 22%) come di seguito riportato:

A) per € 12.158,40 sul capitolo 1853 codice: 01021103100107, del Bilancio di previsione esercizio finanziario 2016;

B) per € 11.858,40 sul capitolo 1853 codice: 01021103100107, del Bilancio di previsione esercizio finanziario 2017;

4. Demandare la successiva fase di impegno definitivo e di liquidazione della relativa spesa, a successivi provvedimenti Dirigenziali;

5. Provvedere come previsto dalla Legge 28/12/2015 n° 208(Legge di stabilità 2016) art.1,

(5)

comma 494, terzo periodo alla trasmissione del relativo contratto all’Autorità nazionale anticorruzione.

IL DIRIGENTE Dott. Francesco Sorrentino

Obblighi di pubblicazione L.190/2012 e D.Lgs 33/2013 – Amministrazione trasparente Tipologia : La vori , servizi o forni ture (AVCP)

Fase CIG: Prenotazione di impegno

AVCP - Da ta : 10/02/2016 Procedura : 08-AFFIDAMENTO IN ECONOMIA - COTTIMO FIDUCIARIO

(6)

VISTO DI REGOLARITA' CONTABILE ATTESTANTE LA COPERTURA FINANZIARIA DELLA SPESA:

In relazione al disposto degli articoli 147-bis, comma 1 e 183, comma 7, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, si appone il visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria della spesa.

IMPEGNARE la spesa di € 12.158,40 sul capitolo 1853 impegno n. 7/2016 del Bilancio Comunale 2016 IMPEGNARE la spesa di € 11.858,40 sul capitolo 1853 impegno n. 7/2016 del Bilancio Comunale 2017

Il Dirigente del Settore Economico Finanziario Dott. Francesco Sorrentino

(7)

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Copia della presente determinazione viene pubblicata mediante affissione all’Albo Pretorio Telematico del Comune di Cava de’ Tirreni in data odierna per rimanervi 15 giorni consecutivi (in esecuzione dell’art. 23 dello Statuto Comunale, e dell’art. 7, comma 3, del Regolamento per l’adozione delle determinazioni).

Cava de’ Tirreni, lì ____________________

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ______________________________________

N. Registro Generale 170 del 11/02/2016

Riferimenti

Documenti correlati

33/1984, concernente il nuovo testo delle "istruzioni per la fornitura di protesi, apparecchi e presidi vari agli invalidi del lavoro", va modificata come appresso:.. -

Attuazione del nuovo assetto organizzativo ed ordinamentale, con particolare riguardo al decentramento, alla responsabilizzazione della dirigenza ed alla valorizazione delle risorse

Bando pubblico per la concessione di contributi a beneficio di privati per interventi di bonifica di manufatti contenenti amianto – Anno 2014 Allegato 3.B - "Scheda

La valutazione dello scritto si trova nella penultima colona in rosso (per i criteri adottati si veda in fondo al file la legenda in rosso; ogni risposta da 0 a 3)... Attilio

Di prorogare la fornitura del servizio di telefonia fissa alla società Telecom Italia, alle stesse identiche condizioni di cui alla Convenzione CONSIP "Telefonia fissa

 di affidare la fornitura del servizio di telefonia fissa alla società Telecom Italia, alle stesse identiche condizioni di cui alla Convenzione CONSIP “Telefonia

- TUEL, il programma dei conseguenti pagamenti (dell'impegno o degli impegni di spesa) di cui al presente provvedimento è compatibile con i

La dimostrazione del teorema del momento angolare (II equazione cardinale della dinamica), del secondo teorema di Konig, della disuguaglianza di Clausius, del principio