L Imposta sul Reddito delle Società (IRES):

Testo completo

(1)

L’Imposta sul Reddito delle Società (IRES):

LE IMPOSTE DIFFERITE

1

1

IMPOSTE DIFFERITE

Le imposte differite rappresentano imposte di competenza economica dell’esercizio che verranno

pagate negli esercizi successivi.

Sono generate da:

variazioni temporanee in diminuzione

• per RICAVI di competenza dell’esercizio attuale la cui imponibilità è rinviata agli esercizi futuri (meno ricavi imponibili nell’anno in cui si rinvia la

componente economica positiva)

• per COSTI di competenza di esercizi futuri la cui deducibilità è anticipata nell’esercizio attuale

(più costi deducibili nell’anno in cui si anticipa la componente economica negativa)

Entrambe comportano una riduzione del reddito imponibile nell’anno in cui vengono

apportate queste variazioni temporanee

2

(2)

IMPOSTE DIFFERITE GENERATE DA VARIAZIONE TEMPORANEA RICAVI

3

3

Imposte correnti < Imposte determinate per competenza 70 x 24% = 16,80

50 x 24% = 12

Reddito imponibile < Reddito economico di competenza

50 70

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi

Costo 1 Costo 2 Costo 3 Totale costi 100

80 70 270

80 50 40

Costo 4 30

200 Utile economico di competenza 70 +

+ +

+ + + +

= =

Ricavo X 20

+

Situazione ante variazioni temporanee (anno n)

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi imponibili

Costo 1 Costo 2 Costo 3 Totale costi deducibili 100

80 70 250

80 50 40

Costo 4 30

200

Utile imponibile 50 +

+ +

+ + + +

= =

Situazione post variazioni temporanee (anno n): il Ricavo X, di competenza dell’anno n, sarà imponibile nell’anno n+1

4

4

(3)

Nel CONTO ECONOMICO deve comparire il COSTO per imposte determinato per COMPETENZA ECONOMICA = 16,80 Come procedere?

COSTO IMPOSTE CORRENTI 12,00

+ COSTO IMPOSTE DIFFERITE 4,80 (16,80 – 12) oppure (20 x 24%)

= COSTO IMPOSTE DI COMPETENZA (CE) 16,80 = imposte per competenza economica

CONTO ECONOMICO n Imposte correnti 12,00

Imposte differite 4,80 Imposte di

competenza economica

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

In questo modo, in bilancio:

5

5

COSA SUCCEDERA’ NELL’ANNO SUCCESSIVO, QUANDO IL «RICAVO X» SARA’ IMPONIBILE FISCALMENTE?

31/12/n parziale totale

Imposte differite (C.E.) a Fondo imposte differite (S.P.) 4,80

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

In contabilità:

Funziona come un debito, ma non può essere chiamato così perché non è ancora esigibile dall’Erario

31/12/n parziale totale

IRES dell’esercizio (C.E.) a Banca c/c 12,00

ØPagamento imposte correnti

ØContabilizzazione imposte differite

6

(4)

Imposte correnti > Imposte determinate per competenza 120 x 24% = 28,80

140 x 24% = 33,60

Reddito imponibile > Reddito economico di competenza

140 120

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi

Costo 1 Costo 2 Costo 3 Totale costi 120

100 90 360

100 70 40

Costo 4 30

240 Utile economico di competenza 120 +

+ +

+ + + +

= =

Ricavo 4 50 +

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3

Totale ricavi imponibili

Costo 1 Costo 2 Costo 3 Totale costi deducibili 100

80 70

380

Costo 4

240

Utile imponibile 140 +

+ +

+ + + +

=

=

Situazione ante ripresa Ricavo X (anno n+1) Situazione post ripresa Ricavo X (anno n+1): il Ricavo X (20) diventa imponibile in questo esercizio

Ricavo 4 50

+

Ricavo X 20

+

100 70 40 30

7

7

Nel CONTO ECONOMICO deve comparire il COSTO per imposte determinato per COMPETENZA ECONOMICA = 28,80 Come procedere?

COSTO IMPOSTE CORRENTI 33,60 - REVERSAL IMPOSTE DIFFERITE 4,80

= COSTO IMPOSTE DI COMPETENZA (CE) 28,80 = imposte per competenza economica

In questo modo, in bilancio:

CONTO ECONOMICO n+1

Imposte correnti 33,60 4,80 Reversal imposte differite

Imposte di competenza economica

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

correzione indiretta del conto IMPOSTE CORRENTI

8

8

(5)

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

31/12/n+1 parziale totale

Fondo imposte differite a IRES differita 4,80

In contabilità:

31/12/n+1 parziale totale

IRES dell’esercizio a Banca c/c 33,60

ØPagamento imposte correnti

ØReversal imposte differite

9

9

IMPOSTE DIFFERITE GENERATE DA VARIAZIONE TEMPORANEA COSTI

10

(6)

Imposte correnti < Imposte determinate per competenza 70 x 24% = 16,80

45 x 24% = 10,80

Reddito imponibile < Reddito economico di competenza

45 70

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi

Costo 1 Costo 2 Costo 3 Totale costi 100

80 70 270

80 50 40

Costo 4 30

200 Utile economico di competenza 70 +

+ +

+ + + +

= =

Ricavo 4 20

+

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi imponibili

Costo 1 Costo 2 Costo 3

Totale costi deducibili 100

80 70 270

80 50 40

Costo 4 30

225

Utile imponibile 45 +

+ +

+ + + +

=

=

Situazione ante variazioni temporanee (anno n) Situazione post variazioni temporanee (anno n): la deducibilità del Costo X (25), di competenza dell’anno n+1, è anticipata all’anno n

Ricavo 4 20

+

Costo X 25

+

11

11

Nel CONTO ECONOMICO deve comparire il COSTO per imposte determinato per COMPETENZA ECONOMICA = 16,8 Come procedere?

COSTO IMPOSTE CORRENTI 10,80

+ COSTO IMPOSTE DIFFERITE 6,00 (16,80 – 10,80) oppure ( 25x 24%)

= COSTO IMPOSTE DI COMPETENZA (CE) 16,80 = imposte per competenza economica

CONTO ECONOMICO n Imposte correnti 10,80

Imposte differite 6,00 Imposte di

competenza economica

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

In questo modo, in bilancio:

12

12

(7)

COSA SUCCEDERA’ NELL’ANNO SUCCESSIVO, QUANDO IL «COSTO X» SARA’ DI COMPETENZA ECONOMICA?

31/12/n parziale totale

Imposte differite (C.E.) a Fondo imposte differite (S.P.) 6,00

IMPOSTE DIFFERITE (anno N)

In contabilità:

Funziona come un debito, ma non può essere chiamato così perché non è ancora esigibile dall’Erario

31/12/n parziale totale

IRES dell’esercizio (C.E.) a Banca c/c 10,80

ØPagamento imposte correnti

ØContabilizzazione imposte differite

13

13

Imposte correnti > Imposte determinate per competenza 95 x 24% = 22,80

120 x 24% = 28,80

Reddito imponibile > Reddito economico di competenza

120 95

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi

Costo 1 Costo 2 Costo 3

Totale costi 120

100 90 360

100 70 40

Costo 4 30

265 Utile economico di competenza 95 +

+ +

+ + + +

=

= Ricavo 4 50 +

Ricavo 1 Ricavo 2 Ricavo 3 Totale ricavi

Costo 1 Costo 2 Costo 3

Totale costi 100

80 70 360

Costo 4

240 Utile imponibile 120

+ + +

+ + + +

=

= Situazione ante variazione Costo X (anno n+1):

anno di competenza del costo X (25) Situazione post variazioni Costo X (anno n+1): il Costo X (25), di competenza dell’anno n+1, è stralciato perché già dedotto nell’anno n

Ricavo 4 50

+

100 70 40 Costo X 25 30

+

14

(8)

Nel CONTO ECONOMICO deve comparire il COSTO per imposte determinato per COMPETENZA ECONOMICA = 22,80 Come procedere?

COSTO IMPOSTE CORRENTI 28,80 - REVERSAL IMPOSTE DIFFERITE 6,00

= COSTO IMPOSTE DI COMPETENZA (CE) 22,80 = imposte per competenza economica

In questo modo, in bilancio:

CONTO ECONOMICO n+1

Imposte correnti 28,80 6,00 Reversal imposte differite

Imposte di competenza economica

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

correzione indiretta del conto IMPOSTE CORRENTI

15

15

IMPOSTE DIFFERITE (anno N+1)

31/12/n+1 parziale totale

Fondo imposte differite (S.P.) a IRES differita (C.E.) 6,00

In contabilità:

31/12/n+1 parziale totale

IRES dell’esercizio (C.E.) a Banca c/c 28,80

ØPagamento imposte correnti

ØReversal imposte differite

16

16

(9)

RAGIONAMENTO

17

17

1. Nell’esercizio in cui il ricavo di competenza (quindi imputato a C.E.) è stato rinviato al futuro nella dichiarazione dei redditi per la sua imponibilità fiscale o il costo non di competenza economica (non imputato dunque a C.E.) è stato anticipato nella dichiarazione dei redditi per la deducibilità fiscale il reddito imponibile è inferiore rispetto al reddito ante-imposte emergente dallo schema di C.E. redatto secondo criteri di competenza economica:

reddito imponibile < risultato di esercizio di competenza economica

2. Il carico fiscale effettivo dell’esercizio ottenuto applicando l’aliquota IRES al reddito imponibile (= imposte correnti che comportano un debito esigibile verso l’erario derivante dalla dichiarazione dei redditi) sarà quindi minore di quello che dovrebbe gravarvi per competenza (applicando cioè l’aliquota IRES all’utile/perdita ante-imposte risultante dal CE redatto secondo criteri di competenza economica)

imposte correnti < costo per imposte determinato per competenza economica

IMPOSTE DIFFERITE

Logica di funzionamento

18

(10)

IMPOSTE DIFFERITE

3. Poiché il costo per imposte in C.E. deve essere quello riferito al reddito di competenza, bisognerà aggiungere ulteriori costi per imposte (denominati “imposte differite”) a fronte di una posta patrimoniale passiva che non è un debito, perché non esigibile dall’erario, ma che rappresenta un fondo spese specifico (fondo imposte differite)

31/12/n parziale totale

Imposte differite (C.E.) a Fondo imposte differite (S.P.) XXX

CONTO ECONOMICO n

Imposte correnti YYY

Imposte differite XXX Imposte di

competenza economica

19

19

4. Il costo per imposte differite è inserito nella voce 20 del C.E. “imposte sul reddito”. Tale voce, pertanto, sarà composta da 2 elementi

imposte correnti (costo corrispondente al debito effettivo verso l’erario derivante dalla dichiarazione dei redditi)

imposte differite (imposte non ancora esigibili dall’erario)

Il totale dei costi per imposte (imposte correnti + imposte differite) in C.E. darà il totale delle imposte di competenza economica dell’esercizio, a prescindere dal reddito imponibile

IMPOSTE DIFFERITE

5. Negli esercizi successivi, quando il ricavo già imputato al C.E. sarà imponibile ai fini fiscali o il costo già fiscalmente dedotto diverrà di competenza economica, avverrà il contrario di quanto descritto nel punto 2, ossia il reddito imponibile risulterà maggiore di quello determinato per competenza economica

reddito imponibile > reddito di competenza economica

20

20

(11)

IMPOSTE DIFFERITE

6. L’azienda in questo esercizio è tenuta a versare all’erario imposte maggiori di quelle spettanti in base al risultato d’esercizio di competenza che origineranno un debito verso l’erario a fronte di un costo per imposte correnti

7. Il costo per tale maggiore versamento tuttavia sarà rettificato dalle imposte imposte differite perché in tale momento si inizierà ad usare l’apposito fondo imposte differite in precedenza costituito (detto riversamento o reversal)

31/12/n+1 parziale totale

Fondo imposte differite (S.P.) a IRES differita (C.E.) ZZZ

CONTO ECONOMICO n+1

Imposte correnti YYY ZZZ Imposte differite

Imposte di competenza economica

21

21

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :