• Non ci sono risultati.

Così fan tutti?Prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e dei comportamenti a rischio negli adolescenti

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "Così fan tutti?Prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e dei comportamenti a rischio negli adolescenti"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

Tematica

Prevenzione dei comportamenti a rischio

Progetto

Così fan tutti?

Prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e dei comportamenti a rischio negli adolescenti

Referente

Ass. Sanitaria Matilde Tomasi Dipartimento di Prevenzione Tel. 0445/388052

Fax 0445/388050

matilde.tomasi@aulss7.veneto.it Destinatari

Studenti ed insegnanti delle classi seconde e terze delle Scuole Secondarie di 2° grado e CFP Finalità

Favorire negli adolescenti l’acquisizione delle abilità necessarie per riconoscere e fronteggiare le situazioni a rischio.

Obiettivi

- Aumentare le informazioni sulle principali malattie a Trasmissione Sessuale (MTS), con particolare riferimento all’HIV. Favorire negli adolescenti l’acquisizione delle abilità necessarie per riconoscere le situazioni a rischio e fronteggiarle,

- Aumentare la consapevolezza e il livello di percezione del rischio da parte degli adolescenti, - Promuovere una riflessione sulle problematiche sociali legate alla sieropositività.

Descrizione del progetto

“Così fan tutti?” propone le tematiche della prevenzione a trasmissione sessuale allargando la riflessione sui comportamenti a rischio attraverso una metodologia che prevede due possibili percorsi:

Percorso 1 condotto da operatori sanitari (totale 2 ore scolastiche):

- Sessione informativa e sessione sulle cosiddette “abilità preventive” condotte da operatori esperti (sanitari e/o psicologa)

-

Percorso 2 condotto dai Peer Educator (percorso formativo di 4/6 ore):

- Intervento dei peer educator nelle terze con l’obiettivo di attivare le classi e affrontare le abilità preventive (2 ore)

- Intervento degli operatori sanitari (2 ore) Costi

La partecipazione è gratuita Adesione

Per aderire al progetto si rinvia al modulo-adesione per le Scuole Superiori pubblicato sul sito web.

Riferimenti

Documenti correlati

Le due scale sono state valutate positivamente poiché, mentre la prima (MAST) valuta e differenzia gli adolescenti con rischio di suicidio maggiore e minore in

Particolarmente traumatico può essere il momento del primo abbandono, quando il padre (o la madre) migra da solo, nella consapevolezza che la famiglia rimarrà spezzata per alcuni

SCHEDA RILEVAMENTO ESIGENZE - STUDENTI PRIMO BIENNIO Da consegnare entro il 27 settembre 2014 in Vicepresidenza. CLASSE

Scopo della tesi

Desideriamo verificare se gli alunni esposti ad interventi di promozione alla salute ripetuti e diversificati migliorano le abitudini ed aumentano le loro conoscenze in

Le manifestazioni sono meno acute che nell’herpes primario anche se più accentuate che nella malattia recidivante; in ogni caso la distinzione tra epi- sodio primario e non-primario

Considerando che la ridotta compliance del paziente (e, ancor più, dei partners asintomatici) alla terapia rappresenta un fattore probabilmente responsabile della maggior parte

La cannabis resta la sostanza illegale più utilizzata dagli studenti: sono 580 mila quelli che nel 2013 l’hanno assunta almeno una volta, tra i quali oltre 75 mila la consumano