COPIA CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO. ZACCARIA Francesco P FANIZZA Giuseppe P SAPONARO Vittorio. P BIANCHI Vito DE CAROLIS Donato. P BAGORDO Mariateresa

Testo completo

(1)

COPIA

CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO

Il giorno 16 ottobre 2017, alle ore 16,00 con la continuazione , in Fasano, nella sala consiliare del Palazzo di Citta’, previo avviso scritto, notificato ai sensi e nei termini di legge a ciascun consigliere, si è riunito il Consiglio Comunale di Fasano in sessione ordinaria di prima convocazione.

Per la trattazione della proposta di deliberazione di cui all’oggetto sono presenti i seguenti consiglieri:

presente Assente presente Assente

ZACCARIA Francesco P FANIZZA Giuseppe P

SAPONARO Vittorio P BIANCHI Vito A

DE CAROLIS Donato P BAGORDO Mariateresa P

PACE Giuseppe P ROSATO Giacomo A

SIMONE Giuseppe P SCIANARO Antonio P

PENTASSUGLIA Nicola P ALBANESE Luigia P

MASTRO Franco P PAGNELLI Antonio A

MARZULLI Domenica P ZIZZI Tonio P

PALMARIGGI Pierfrancesco P TRISCIUZZI Raffaele P

MARINO Donato P DI BARI Pasquale A

SCHENA Antonia P DE MOLA Laura A

GALEOTA Giuseppe P OLIVE Maria Rosaria P

MILELLA Cristina P

Presiede la seduta il Presidente del Consiglio Comunale avv. Vittorio Saponaro.

Partecipa alla riunione il Segretario Generale dott. Alfredo MIGNOZZI

N. 70

Registro Deliberazioni

Revisione straordinaria delle partecipazioni detenute direttamente o indirettamente dal Comune di Fasano, ai sensi dell’art. 24, Dlgs 175/2016 e s.i.m, aggiornamento del piano operativo di razionalizzazione già adottato ai sensi del comma 612 legge 23 dicembre 2014, nr.

190.

(2)

OGGETTO: Revisione straordinaria delle partecipazioni detenute direttamente o indirettamente dal Comune di Fasano, ai sensi dell’art. 24, Dlgs 175/2016 e s.i.m, aggiornamento del piano operativo di razionalizzazione già adottato ai sensi del comma 612 legge 23 dicembre 2014, nr 190.

Il Vicesindaco, Prof. Giovanni Cisternino, relaziona:

PREMESSO:

 che la legge n. 244 del 24.12.2007 (Legge Finanziaria 2008), con lo scopo di evitare alterazioni o distorsioni della concorrenza e del mercato e di assicurare la parità degli operatori, ha dettato disposizioni riguardanti le società partecipate dalle amministrazioni pubbliche di cui all’art.1, comma 2, del D.

Lgs. 165/2000;

 che la Legge n. 190/2014 (Legge Finanziaria 2015), ai sensi dell’art. 1, c. 611 – 614, ha introdotto l’obbligo di avviare un processo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie direttamente o indirettamente possedute, in modo da conseguire la riduzione delle stesse entro il 31 dicembre 2015;

 che con il dlgs nr 175 del 19 agosto 2016, Testo Unico in materia di società partecipate, come integrato e modificato dal Decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 100, il legislatore ha voluto introdurre una nuova disciplina completa e coordinata avente ad oggetto l’acquisto, il mantenimento e la gestione di partecipazioni da parte delle amministrazioni, in società a totale o parziale partecipazione pubblica, diretta o indiretta;

VISTO

 che ai sensi del predetto T.U.S.P. (cfr. art. 4, c.1) le Pubbliche Amministrazioni, ivi compresi i Comuni, non possono, direttamente o indirettamente, mantenere partecipazioni, anche di minoranza, in società aventi per oggetto attività di produzione di beni e servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali;

ATTESO

 che il Comune di Fasano, fermo restando quanto sopra indicato, può mantenere partecipazioni in società esclusivamente per lo svolgimento delle attività indicate dall’art. 4, c. 2, del T.U.S.P. come sotto elencate e comunque nei limiti di cui al comma 1 del medesimo articolo;

a) produzione di un servizio di interesse generale, ivi inclusa la realizzazione e la gestione delle reti e degli impianti funzionali ai servizi medesimi;

b) progettazione e realizzazione di un’opera pubblica sulla base di un accordo di programma fra amministrazioni pubbliche, ai sensi dell’articolo 193 del decreto legislativo n. 50 del 2016;

c) realizzazione e gestione di un’opera pubblica ovvero organizzazione e gestione di un servizio d’interesse generale attraverso un contratto di partenariato di cui all’articolo 180 del decreto legislativo n. 50 del 2016, con un imprenditore selezionato con le modalità di cui all’articolo 17, commi 1 e 2;

d) autoproduzione di beni o servizi strumentali all’ente o agli enti pubblici partecipanti o allo svolgimento delle loro funzioni, nel rispetto delle condizioni

(3)

stabilite dalle direttive europee in materia di contratti pubblici e della relativa disciplina nazionale di recepimento;

e) servizi di committenza, ivi incluse le attività di committenza ausiliarie, apprestati a supporto di enti senza scopo di lucro e di amministrazioni aggiudicatrici di cui all’articolo 3, comma 1, lettera a), del decreto legislativo n.

50 del 2016”;

RILEVATO

 che, ai sensi dell’art. 24, comma 1, del Dlgs 175/2016, integrato e corretto dal Dlgs 100/2017, è necessario avviare un processo di ricognizione straordinaria di tutte le partecipazioni societarie, direttamente o indirettamente possedute dall’ente;

 che ciascuna amministrazione entro il 30.09.2017 adotta con provvedimento motivato, la ricognizione di tutte le partecipazioni possedute dalla stessa alla medesima data di entrata in vigore del decreto, 23 settembre 2016;

 che la Corte dei Conti – sezione autonomie, con deliberazione nr 19/SEZAUT/2017, ha emanato le “LINEE DI INDIRIZZO PER LA REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI DI CUI ALL’ART 24 DLGS NR 175/2016”; nonché, al fine di favorire il corretto adempimento di tali disposizioni da parte degli enti territoriali, ha pubblicato un modello standard dell’atto di ricognizione e relativi esiti che dovrà essere allegato alla deliberazione consiliare;

 che, per le amministrazioni di cui all’art 1, comma 611, della legge 23 dicembre 2014, nr 190, quale il comune di Fasano, tale processo di ricognizione, di cui al comma 1, art 24, costituisce aggiornamento del piano operativo di razionalizzazione già adottato ai sensi del comma 612 dello stesso articolo;

TENUTO CONTO

 che ai fini di cui sopra devono essere alienate, od oggetto delle misure di cui all’art. 20, commi 1 e 2, T.U.S.P. – ossia di un piano di riassetto per la loro razionalizzazione, fusione o soppressione, anche mediante messa in liquidazione – le partecipazioni per le quali si verifica anche una sola delle seguenti condizioni:

1. non hanno ad oggetto attività di produzione di beni e servizi strettamente necessarie per il perseguimento delle finalità istituzionali dell’ente, di cui all’art.

4, c. 1, T.U.S.P., anche sul piano della convenienza economica e della sostenibilità finanziaria e in considerazione della possibilità di gestione diretta od esternalizzata del servizio affidato, nonché della compatibilità della scelta con i principi di efficienza, di efficacia e di economicità dell’azione amministrativa, come previsto dall’art. 5, c. 2, del Testo unico;

2. non sono riconducibili ad alcuna delle categorie di cui all’art. 4, c. 2, T.U.S.P.;

3. condizioni previste dall’art. 20, c. 2, T.U.S.P., sotto elencate:

a) partecipazioni societarie che non rientrino in alcuna delle categorie delle due precedenti categorie;

b) società che risultano prive di dipendenti o abbiano un numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti;

c) partecipazioni in società che svolgono attività analoghe o similari a quelle svolte da altre società partecipate o da enti pubblici strumentali;

(4)

d) partecipazioni in società che, nel triennio 2013-2015, abbiano conseguito un fatturato medio non superiore a 500 mila euro;

e) partecipazioni in società diverse da quelle costituite per la gestione di un servizio d’interesse generale che abbiano prodotto un risultato negativo per quattro dei cinque esercizi precedenti, tenuto conto che per le società di cui all'art. 4, c. 7, D.Lgs. n. 175/2016, ai fini della prima applicazione del criterio in esame, si considerano i risultati dei cinque esercizi successivi all’entrata in vigore del Decreto correttivo;

f) necessità di contenimento dei costi di funzionamento;

g) necessità di aggregazione di società aventi ad oggetto le attività consentite all’art. 4, T.U.S.P.;

CONSIDERATO

 che con decreto sindacale nr 17 del 14 luglio 2015 è stato approvato il piano di razionalizzazione delle società partecipate del Comune di Fasano, ai sensi dell’art 1, comma 611-614 della legge nr 190/2014, autorizzando:

il mantenimento delle seguenti partecipazioni in società/ ente / organismo:

P.I/CF società/ ente / organismo

07277870726 AUTORITA' IDRICA PUGLIESE 00176630747 CONSORZIO ASI BRINDISI

01071540726 CONSORZIO TEATRO PUBBLICO PUGLIESE 01796690749 GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL 06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

07226370729 GAC GRUPPO AZIONE COSTIERA MARE DEGLI ULIVI S A RL 013599650742 CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

01680590740 CIASU SRL

90037060747 CONSORZIO DI GESTIONE PARCO NATURALE REGIONALE

"DUNE COSTIERE DA TORRE CANNE A TORRE SAN LEONARDO"

la dismissione della seguente partecipazione societaria:

P.I/CF Societa’ partecipata

06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

(5)

 che con decreto del Commissario straordinario nr 3/2016 avente ad oggetto

“Relazione sui risultati conseguiti in attuazione del piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie possedute (articolo 1 commi 612 e seguenti della legge 190/2014)” ai sensi del combinato disposto dell’art. 3, co. 27 e 28 della legge n. 244/2007 e dell’art. 14 c. 32 D.L. 78 convertito con legge 122 del 30 luglio 2010, è stato confermato:

il mantenimento delle seguenti partecipazioni in società/ ente / organismo:

P.I/CF società/ ente / organismo

07277870726 AUTORITA' IDRICA PUGLIESE 00176630747 CONSORZIO ASI BRINDISI

01071540726 CONSORZIO TEATRO PUBBLICO PUGLIESE 01796690749 GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL 06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

07226370729 GAC GRUPPO AZIONE COSTIERA MARE DEGLI ULIVI S A RL 013599650742 CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

01680590740 CIASU SRL

90037060747 CONSORZIO DI GESTIONE PARCO NATURALE REGIONALE

"DUNE COSTIERE DA TORRE CANNE A TORRE SAN LEONARDO"

La dismissione della seguente partecipazione societaria:

P.I/CF Societa’ partecipata

06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

RITENUTO che la normativa vigente, art 24 Dlgs 175/2016, integrata e corretta dal Dlgs 100/2017, obbliga ad un’ulteriore analisi straordinaria sulle ragioni del mantenimento delle partecipazioni esclusivamente societarie;

VALUTATE pertanto le modalità di svolgimento delle attività e dei servizi oggetto delle società partecipate dall’Ente, con particolare riguardo all’efficienza, al contenimento dei costi di gestione ed alla tutela e promozione della concorrenza e del mercato;

(6)

TENUTO CONTO del miglior soddisfacimento dei bisogni della comunità e del territorio amministrati a mezzo delle attività e dei servizi resi dalle società partecipate possedute dall’Ente;

DATO ATTO che il Comune di Fasano possedeva, alla data di entrata in vigore del d.lgs 175/2016 (dati al 23/09/2016) una partecipazione societaria nelle seguenti società:

P.I/CF Societa’ partecipata

01796690749 GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL 06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

07226370729 GAC GRUPPO AZIONE COSTIERA MARE DEGLI ULIVI S A RL 013599650742 CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

01680590740 CIASU SRL

TENUTO CONTO CHE

 il consiglio comunale nella seduta nr 40 del 12/09/2016, ha deliberato di uscire dalla compagine sociale del GAL Alto Salento S.r.l., attraverso la cessione della quota in esso posseduta., al fine di consentire al Gal Alto Salento di presentare, proposte di strategia di sviluppo che possano tener conto del territorio rappresentato, che non includa il territorio di Fasano;

 con deliberazione nr 41 del 12/09/2016, Il comune di Fasano ha deliberato l’adesione al GAL Valle d’Itria, attraverso l’acquisizione dal comune di Cisternino di nr. 15 quote di capitale sociale del valore nominale di € 500,00 cadauna, per complessivi € 7.500,00, quale strumento strategico per strutturare azioni di promozione e valorizzazione della filiera vitivinicola in una zona del territorio a tale fortissima vocazione ma la formalizzazione della partecipazione al capitale sociale del Comune di Fasano è avvenuta solo nei primissimi giorni dell’anno 2017, e pertanto successiva alla data del 23.09.2016;

 con deliberazione nr 11 del 24/02/2017, Il comune di Fasano di alienare la partecipazione detenuta dal CCAAF S.r.l., prevedendo che la cessione fosse effettuata previa individuazione del valore della quota da effettuarsi da parte di professionista abilitato

VISTO l’esito della ricognizione effettuata, dettagliata per ciascuna partecipazione, come risultante nell’allegato A che ne costituisce parte integrante e sostanziale alla presente deliberazione;

CONSIDERATO che ai sensi del citato art. 24, T.U.S.P., occorre individuare le partecipazioni da alienare, con alienazione che deve avvenire entro un anno dalla conclusione della ricognizione e quindi dall’approvazione della presente deliberazione;

RITENUTO che le partecipazioni da alienare devono essere individuate perseguendo, al contempo, la migliore efficienza, la più elevata razionalità, la massima riduzione della spesa pubblica e la più adeguata cura degli interessi della comunità e del territorio amministrati;

(7)

VERIFICATOche in base a quanto sopra sussistono le motivazioni per l’alienazione delle sottoindicate partecipazioni, per le motivazioni illustrate e dettagliate nell’allegato A:

P.I/CF Societa’ partecipata

01796690749 GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL 06441120729 CENTRO TRI.COM SPA IN AS

013599650742 CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

RILEVATO che in caso di mancata adozione dell’atto ricognitivo ovvero di mancata alienazione entro il predetto termine annuale, considerato quanto stabilito dall’art. 21 del Decreto correttivo, il Comune non potrà esercitare i diritti sociali nei confronti della società e - fatti salvi in ogni caso il potere di alienare la partecipazione e gli atti di esercizio dei diritti sociali dallo stesso compiuti - la stessa sarà liquidata in denaro in base ai criteri stabiliti dall’art. 2437-ter, c. 2, cod. civ., e seguendo il procedimento di cui all’art. 2437-quater, cod. civ.;

TENUTO CONTO degli atti istruttori compiuti dai servizi ed uffici comunali competenti, ed in particolare delle analisi e valutazioni di carattere economico, sociale, organizzativo, finanziario e commerciale dagli stessi svolte in ordine alle partecipazioni detenute e da alienare;

RITENUTO, alla luce di tali orientamenti e norme attuali di legge, come meglio specificato e dettagliato nell’allegato tecnico prescritto dalla Corte dei Conti, che fa parte integrante e sostanziale della presente deliberazione di dover mantenere/cedere/alienare la partecipazione nelle seguenti società:

Azione di

razionalizzazione Progressivo

Mantenimento

GAC GRUPPO AZIONE COSTIERA MARE DEGLI ULIVI S A RL

CIASU SRL

Cessione/Alienazione quote

GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL

CENTRO TRI.COM SPA

CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

(8)

TENUTO CONTO che la scelta delle modalità operative di alienazione rientra nell’alveo delle facoltà riservate all’Amministrazione, alienazione che deve comunque essere effettuata nel rispetto dei principi di pubblicità, trasparenza e non discriminazione;

RILEVATA la necessità che i servizi ed uffici comunali competenti predispongano le procedure amministrative più adeguate per alienare le partecipazioni in conformità a quanto oggetto della presente deliberazione e secondo i tempi sopra indicati;

RAVVISATA la propria competenza in materia;

Si invitano i Consiglieri tutti a deliberare in merito”.

Entrano i Consiglieri Rosato, Pagnelli, Di Bari. Consiglieri presenti n.23 Inizia la discussione sull’argomento:

interviene il Consigliere Trisciuzzi; a seguire il Consigliere Simone, che propone un emendamento, che si allega alla presente deliberazione.

Intervengono: i Consiglieri Di Bari, De Carolis, Olive; poi il Vicesindaco e la Dirigente del Settore Risorse dott.ssa Marisa Ruggiero per chiarimenti.

Infine, interviene il Consigliere Trisciuzzi e di nuovo la dott.ssa Marisa Ruggiero.

Tutti gli interventi sono riportati nel verbale della seduta, in corso di redazione.

Il Presidente sottopone la proposta di emendamento alla votazione, che, in seduta pubblica e per appello nominale, consegue il seguente risultato:

Consiglieri presenti N.23

Consiglieri assenti N. 2 (Bianchi, De Mola) Consiglieri astenuti N. /

Voti favorevoli N.23 Voti contrari N. / La proposta di emendamento è accolta.

Esce il Consigliere Simone. Consiglieri presenti n.22

Si passa alla votazione della proposta di deliberazione, così come emendata, che in seduta pubblica e per appello nominale, consegue il seguente risultato:

Consiglieri presenti N.22

Consiglieri assenti N. 3 (Simone, Bianchi, De Mola) Consiglieri astenuti N. /

Voti favorevoli N.21

Voti contrari N. 1 (Trisciuzzi)

Si pone in votazione anche la proposta di conferire al presente provvedimento l’immediata eseguibilità, che consegue il medesimo risultato della precedente.

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI:

- il Testo Unico degli enti locali, D.Lgs. 267/2000;

(9)

- il vigente Statuto comunale;

TENUTOCONTO del parere espresso dall’Organo di revisione ai sensi dell’art. 239, c. 1, lett. b), n. 3), D.Lgs. n. 267/2000;

VISTI i pareri di regolarità tecnica espressi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs n. 267/2000 dai responsabili dei servizi competenti, così come individuati dal Piano esecutivo di gestione, in ordine al mantenimento /alienazione delle partecipazioni societarie:

VISTO IL parere favorevole ex art. 49, D.Lgs. n. 267/2000, espresso dal Dirigente/Responsabile del Servizio Finanziario in ordine alla regolarità contabile;

DELIBERA

1. DI RICHIAMARE le premesse sopra riportate che costituiscono parte integrante della presente deliberazione;

2. DI MANTENERE la partecipazione comunale nelle seguenti società:

Azione di

razionalizzazione Progressivo

Mantenimento

GAC GRUPPO AZIONE COSTIERA MARE DEGLI ULIVI S A RL

CIASU SRL

3. DI ALIENARE la partecipazione comunale nelle seguenti società:

Azione di

razionalizzazione Progressivo

Cessione/Alienazione quote

GAL ALTO SALENTO SOC COOP A RL

CENTRO TRI.COM SPA

CAF CENTRO AGROALIMENTARE FASANO SC A RL

4. DI APPROVARE l’allegato A “PIANO DI REVISIONE STRAORDINARIA DELLE SOCIETÀ PUBBLICHE”, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

5. DI APPROVARE l’allegato B “LINEE DI INDIRIZZO PER LE RICOGNIZIONI E I PIANI DI RAZIONALIZZAZIONE DEGLI ORGANISMI PARTECIPATI DAGLI ENTI TERITORIALI”, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

6. DI PUBBLICARE, ai sensi dell’art. 1, comma 612 della legge 190/2014, il presente atto sul sito internet istituzionale del Comune di Fasano;

(10)

7. DI TRASMETTERE il presente atto alla sezione competente della Corte dei conti, ai sensi dell’art. 24, del dlgs 175/2016 e s.i.m;

8. DI TRASMETTERE il presente atto alla struttura competente per il controllo e il monitoraggio del Ministero dell’Economia e delle finanze, ai sensi dell’art. 15, comma 1, del dlgs 175/2016;

9. DI CONFERIRE alla presente deliberazione l’immediata eseguibilità, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. lgs. n. 267/2000.

(11)
(12)

La presente deliberazione viene sottoscritta come segue:

IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO GENERALE f.to avv. Vittorio Saponaro f.to avv. Alfredo Mignozzi

CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE

Il sottoscritto Segretario Generale, su conforme relazione del messo comunale , certifica che la presente deliberazione è pubblicata all’Albo on line del Comune per 15 giorni consecutivi dal 27 ottobre 2017

IL SEGRETARIO GENERALE avv. Alfredo Mignozzi

Fasano, 27 ottobre 2017

Il sottoscritto Segretario generale attesta che la presente deliberazione:

Fasano, IL SEGRETARIO GENERALE Avv. Alfredo Mignozzi

Per copia conforme all’originale, ad uso amministrativo.

Fasano

IL SEGRETARIO GENERALE

avv. Alfredo Mignozzi

X E’ stata dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art.134, comma 4° del decreto Legislativo 18/08/2000, n.267.

E’ divenuta esecutiva il , ai sensi dell’art.134, comma 3° del decreto Legislativo 18/08/2000, n.267, essendo trascorsi 10 giorni dalla sua pubblicazione.

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :