• Non ci sono risultati.

Funzioni Inverse

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Funzioni Inverse"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

Prof. Chirizzi Marco

www.elettrone.altervista.org

www.marcochirizzi.blogspot.com

3.3 Funzioni inverse

Sia y= f(x) una funzione continua nell’intervallo

[

a,b

]

e siano m ed M rispettivamente il più piccolo ed il più grande valore che la funzione assume in questo intervallo. Ad ogni valore x di 0

[

a,b

]

corrisponde uno ed un solo valore di y , che denotiamo con

) ( 0

0 f x

y = . In generale, non si verifica la proprietà inversa, cioè ad ogni valore y appartenete 0 all’intervallo

[

m, M

]

, corrispondono più valori per la variabile x appartenente all’intervallo

[

a,b

]

. Affinché si verifichi anche la proprietà inversa, la funzione y= f(x) deve essere sempre crescente o sempre decrescente. Supponendo che f(x) sia crescente, ad ogni valore della x in

[

a,b

]

corrisponde uno ed un solo valore della y in

[

m, M

]

, così ad ogni valore della y in

[

m, M

]

corrisponde uno ed un solo valore della x in

[

a,b

]

. In base a questa ipotesi, possiamo esprimere la variabile x in funzione della variabile y , cioè:

) ( y g x= ;

questa funzione si chiama funzione inversa della funzione y= f(x). Essa si ottiene risolvendo l’equazione y= f(x) rispetto ad x .

Esempio

La funzione y =x2+5 è crescente per x≥0. La sua funzione inversa è: 5

− +

= y

x

Si dimostra il seguente teorema:

Teorema

Una funzione y= f(x), continua in un intervallo

[

a,b

]

, nel quale è crescente ( o decrescente ), ammette funzione inversa x= g( y), anch’essa continua e crescente ( o decrescente), nell’intervallo

(2)

3.4 Funzioni inverse delle funzioni circolari

La funzione:

x sen y =

nel suo insieme di esistenza, non è né crescente né decrescente, però è pur vero che nell’intervallo     + 2 , 2 π π

, essa è crescente e assume tutti i valori che vanno da −1 a +1. Quindi, la funzione y =senx ammette funzione inversa, che si indica con la scrittura:

x arcsen x= nell’intervallo     + 2 , 2 π π . La funzione: x y =cos

è sempre decrescente nell’intervallo

[

0,π

]

e la funzione inversa la si indica con: y

x=arccos La funzione:

tgx y = ammette funzione inversa nell’intervallo

    + 2 , 2 π π , e la si indica come: y arctg x=

Per il teorema sulle funzioni continue, crescenti o decrescenti in un intervallo

[

a,b

]

, tutte queste funzioni inverse sono continue nel loro insieme di definizione.

Esempio

Per la continuità della funzione inversa:

y arcsen x= si ha: 4 2 2 lim 2 2 π =     = → arcsen y arcsen y

Riferimenti

Documenti correlati

Velocita’ media e velocita’ istantanea di un punto materiale che si muove lungo una retta..

Interpretata la x(t) come la legge del moto di un punto materiale, riconoscere che tale moto e’ un moto rettilineo uniforme.. Determinare il vettore derivata x ′ (π/3), e verificare

Teorema sul buon comportamento della continuita’ rispetto alle operazioni alge- briche sulle funzioni... Teorema sulle preimmagini di chiusi, e di aperti, mediante

Si osservi che, al pari della funzione arcocoseno, la funzione arcocotangente è decrescente in tutto il suo dominio, e inoltre che essa non è né pari né dispari, per

Scrivere una funzione find.stop.codon che, ricevuto come argomento un vettore di “triplette” del codice genetico ritorni un messaggio “codon di stop trovato” o “codon di stop

Pnorm() e’ la funzione che rimpiazza le tavole degli Z-score della distribuzione normale che si trovano nelle appendici dei libri di statistica. Riprendiamo il vettore degli

ESSE DANNO LA DIREZIONE DEGLI ASSI MA NON

L’utilizzo di questa funzione genera un output in cui vengono illustrati uno o più boxplot, utili a comprendere visivamente come siano distribuiti i dati, e alcuni dati