• Non ci sono risultati.

VERBALE N. 1 Criteri di valutazione

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "VERBALE N. 1 Criteri di valutazione"

Copied!
12
0
0

Testo completo

(1)

PROCEDURA VALUTATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI PRIMA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/ A1, SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ANT /06, PRESSO IL DIPARTIMENTO DI QENI CULTURALI E AMBIENTALI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 24, COMMA 6, DELLA LEGGE 240/2010 (BANDITA CON D.R. 2141/2019 DEL 13/06/2019, PUBBLICATO SUL SITO WEB D'ATENEO IN DATA 13/06/2019 - CODICE PROCEDURA 4072)

VERBALE N. 1 Criteri di valutazione

La Commissione giudicante della procedura valutativa indicata in epigrafe, nominata con D.R. n. 2851/2019 del 29/07/2019 (pubblicato sul sito web d'Ateneo in data 29/07/2019) e composta da:

Prof. Luca CERCHIAI, Ordinario presso il Dipartimento del Patrimonio culturale, settore .

· .concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Salerno

Prof. Maurizio HARARI, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Pavia

Prof. Alessandro NASO, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II",

si riunisce al completo il giorno 13 settembre 2019 alle ore 10.10, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge 240/2010.

I componenti della Commissione prendono atto che la stessa

è

pienamente legittimata a operare, in quanto nessuna istanza di ricusazione dei commissari

è

pervenuta all'Ateneo, e che ·devono concludere i propri lavori entro due mesi dalla data di emanazione del decreto rettorale di nomina.

Prima di iniziare i lavori i componenti della Commissione procedono alla nomina del Presidente nella persona del prof. Luca CERCHIAI e del Segretario verbalizzante nella persona del prof. Maurizio HARARI. I professori Luca CERCHIAI e Alessandro NASO risultano collegati in videoconferenza, oltre che per posta elettronica, dalle rispettive sedi istituzionali; e il prof. Maurizio HARARI verbalizza dalla sua sede dell'Università di Pavia.

La Commissione prende atto che, in base a quanto cç>municato dagli uffici, alla procedura valutativa partecipa n. 1 candidato.

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 c.p.c. e dell'art. 5, comma 2, del D.lgs. 1172/1948, con gli altri membri della Commissione. Dichiara altresì, ai sensi dell'art. 35 bis del D.lgs. n.165/2001 di non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal Capo I del Titolo II del Libro secondo del Codice Penale. Dichiara altresì di non aver riportato una valutazione negativa nelle attività di cui al comma 7 dell'art. 6 della Legge n. 240/2010.

Ciascun Commissario sottoscrive apposita dichiarazione che si allega al presente verbale .

. lll(j·

1

(2)

La Commissione prende v1s1one del bando della procedura indicata in epigrafe e del Regolamento dell'Università degli Studi di Milano, che disciplina le procedure di chiamata di cui alla Legge 240/2010.

La valutazione

è

rivolta all'accertamento della piena idoneità del candidato a coprire il posto di professore ordinario per il settore concorsuale 10/Al e il settore scientifico disciplinare L- ANT/06, che costituisce il profilo richiesto dal Dipartimento.

In base a quanto stabilito dal sopra citato Regolamento, gli standard qualitativi per la valutazione del candidato devono essere definiti con riferimento alle attività di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti, alle attività di ricerca, alle attività gestionali, organizzative e di servizio svolte, con particolare riferimento a incarichi di gestione e a impegni assunti in organi collegiali e commissioni presso rilevanti enti pubblici e privati e organizzazioni scientifiche e culturali.

Valutazione della didattica

Ai fini della valutazione dell'attività didattica saranno considerati il volume, l'intensità e la continuità delle attività svolte dal candidato, con particolare riferimento a insegnamenti e seminari riconducibili al SSD L-ANT/06 e/o ad altri di cui lo stesso abbia assunto la responsabilità.

Inoltre si terrà conto, ove disponibili, degli esiti della valutazione da parte degli studenti dei moduli/corsi tenuti dal candidato, relativi all'ultimo triennio accademico valutato, con gli strumenti predisposti dall'Ateneo.

Per le attività di didattica integrativa e di servizio agli studenti, saranno considerate, in particolare, le attività di supervisione di elaborati di laurea, di tesi di laurea magistrale, di tesi di dottorato e di tesi di specializzazione; quelle di tutorato degli studenti di corsi di laurea e di laurea magistrale e dei dottorandi di ricerca.

Valutazione dell'attività di ricerca e delle pubblicazioni scientifiche

Gli standard qualitativi, ai fini della valutazione dell'attività di ricerca scientifica del candidato, considerano gli aspetti qui di seguito indicati:

a) autonomia scientifica del candidato;

b) capacità di attrarre finanziamenti competitivi in qualità di responsabile di progetto;

c) organizzazione, direzione e coordinamento di centri o gruppi di ricerca nazionali e internazionali e/o partecipazione agli stessi; e altre attività equiparabili, quali la direzione di o partecipazione a comitati editoriali di riviste scientifiche e l'appartenenza ad accademie scientifiche di riconosciuto prestigio;

.d) conseguimento di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;

e) organizzazione di congressi e convegni d'interesse nazionale e internazionale;

f) attività di valutazione nell'ambito di procedure di selezione competitive nazionali e i nternaziona I i.

Poiché il bando prevede un numero massimo di 12 pubblicazioni da presentare, la Commissione valuterà esclusivamente quelle presentate dal candidato ai fini della valutazione medesima

e

indicate nel relativo elenco.

2

(3)

Nella valutazione del candidato verrà anche considerata la consistenza complessiva della sua produzione scientifica, l'intensità e la continuità temporale della stessa, con esclusione dei periodi, adeguatamente documentati, di allontanamento non volontario dall'attività di ricerca, con particolare riferimento alle funzioni genitoriali (congedi e aspettative stabiliti dalla legge, diversi da quelli previsti per motivi di studio).

I criteri in base ai quali saranno valutate le pubblicazioni scientifiche sono i seguenti:

a) originalità, innovatività, rigore metodologico di ciascuna pubblicazione e sua diffusione e impatto all'interno della comunità scientifica;

b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il profilo da coprire indicato dal SSD L- ANT/06 (e relativo settore concorsuale) o con tematiche interdisciplinari a esso strettamente correlate;

c) determinazione analitica, anche sulla base 9i criteri riconosciuti nella comunità scientifica internazionale di riferimento, dell'apporto individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione.

La Commissione stabilisce che valuterà l'apporto del candidato nei lavori in collaborazione esclusivamente sulla base del seguente criterio:

- quando ciò risulti espressamente indicato nel testo della pubblicazione.

Ove tale apporto non risulti oggettivamente enucleabile in quanto non espressamente indicato nella pubblicazione, questa non potrà essere valutata.

La Commissione giudicante prenderà in considerazione solo pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti, nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale, con l'esclusione di note interne o rapporti dipartimentali.

La Commissione valuterà le pubblicazioni di carattere scientifico all'interno delle seguenti categorie:

- monografie (con ISBN)

- capitoli di libro e/o articoli in volumi miscellanei (con ISBN) - articoli su riviste (con ISSN)

- proceedings già pubblicati (con ISBN)

edizioni ,critiche/commentate di autori e/o edizioni di scavo pubblicate in forma monografica.

Valutazione delle attività gestionali, organizzative e di servizio

Ai fini della valutazione delle attività gestionali, organizzative e di serv1z10, saranno considerati il volume e la continuità delle attività svolte, con particolare riferimento a incarichi di gestione e a impegni assunti in organi collegiali e commissioni, presso rilevanti enti pubblici e/o privati e/o accreditate organizzazioni scientifiche e culturali.

MODALITA' DI ATTRIBUZIONE DEI PUNTEGGI

La Commissione di valutazione prende atto, in base a quanto stabilito dal bando, che nella valutazione dei titoli presentati dovrà essere attribuito a ciascuno un punteggio compreso entro i valori massimi qui di seguito indicati:

3

(4)

a) attività di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti, comprensive anche degli esiti delle valutazioni degli studenti, ove disponibili: 30 punti;

b) attività di ricerca e pubblicazioni scientifiche: 60 punti, di cui il 75% da attribuire alle sole pubblicazioni scientifiche;

c) attività istituzionali, organizzative e di servizio: 10 punti.

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività didattica: 30 punti

1) attività didattica frontale, inclusi i seminari (e comprensiva anche degli esiti delle valutazioni degli studenti, ove disponibili), svolta in corsi di laurea triennali e/o a ciclo unico

· e/o specialistico e/o in percorsi formativi post-laurea di università italiane, fino a un massimo di punti 15

2) attività didattica svolta presso università straniere, fino a un massimo di punti 10

· 3) attività di tutorato e/o supervisione di elaborati di laurea, di tesi di laurea magistrale, di dissertazioni di dottorato e di tesi di specializzazione, fino a un massimo di punti 5.

Punteggio massimo complessivo attribuibile per le pubblicazioni: 45 punti

fino a un massimo di punti 5 per volumi monografici

fino a un massimo di punti 5 per edizioni critiche/commentate di autori e/o edizioni di scavo pubblicate in forma monografica

fino a un massimo di punti 3 per articolo su riviste classificate in fascia A dall'ANVUR o comunque di riconosciuto prestigio internazionale

fino a un massimo di punti 1 per articolo su riviste classificate scientifiche dall'ANVUR

fino a un massimo di punti 1 per saggio inserito in opere collettanee e/o per capitolo di libro

fino a un massimo di punti 1 per proceeding già pubblicato.

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività di ricerca: 15 punti 1) coordinamento di progetto di ricerca internazionale, fino a un massimo di punti 3

2) responsabilità scièntifica di unità locale di progetto di ricerca internazionale, fino a un massimo di punti 1

3) coordinamento di PRIN e/o FIRB, fino a un massimo di punti 2,5

4) ·responsabilità scientifica di unità locale PRIN e/o FIRB, fino a un massimo di punti 1 5) coordinamento di altri tipi di progetto purché finanziato su bando competitivo nazionale

o internazionale, fino a un massimo di punti 1

6) presidenza di società scientifica internazionale, fino a un massimo di punti 1,5

7) editor in chief di rivista di classe A o comunque di riconosciuto prestigio internazionale, fino a un massimo di punti 2

8) partecipazione a editoria/ board di rivista di classe A o comunque di riconosciuto prestigio internazionale fino ad un massimo di punti 1

9) organizzazione di convegni internazionali, fino a un massimo di punti 1 10) organizzazione di convegni nazionali, fino a un massimo di punti 0,5

· 11) altri ruoli organizzativi e direttivi all'interno della comunità scientifica nazionale/internazionale, fino a un massimo di punti 0,5.

4

(5)

Punteggio massimo complessivo attribuibile per l'attività gestionale: 10 punti componente degli organi di governo di ateneo, fino a un massimo di punti 2 direzione di Dipartimento, fino a un massimo di punti 2

presidenza di Facoltà, fino a un massimo di punti 2

componente del Nucleo di Valutazione, fino a un massimo di punti 1

coordinamento di Classe o presidenza di Collegio didattico/Corso di studio/Dottorato, fino a un massimo di punti 1

direzione di Scuola di Dottorato o di Specializzazione, fino a un massimo di punti 1 altre attività gestionali pertinenti alle tematiche del settore concorsuale, svolte presso enti pubblici e/o privati, fino a un massimo di punti 1.

Al termine delle operazioni e confrontati gli esiti delle singole valutazioni, la Commissione esprimerà il suo giudizio complessivo, con motivata deliberazione assunta all'unanimità ovvero a maggioranza assoluta dei componenti, sulla qualificazione dell'unico candidato a svolgere le funzioni didattiche e scientifiche richieste.

La Commissione decide di riconvocarsi il giorno 23 settembre 2019, alle ore 12.00, di nuovo avvalendosi degli strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto dall'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata, ai sensi della Legge

240/10. .

La seduta

è

tolta alle ore 13.19.

Letto, approvato e sottoscritto.

Pavia, 13 settembre 2019

LA COMMISSIONE:

Prof. Luca CERCHIAI, Università di Salerno, presidente Prof. Alessandro NASO, Università di Napoli "Federico II"

Prof. Maurizio HARARI, Università di Pavia, segretario verbalizzante

5

(6)

PROCEDURA VALUTATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI PRIMA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/ Al, SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ANT /06, PRESSO IL DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI E AMBIENTALI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 24, COMMA 6, DELLA LEGGE 240/2010 (BANDITA CON D.R. 2141/2019 DEL 13/06/2019, PUBBLICATO SUL SITO WEB D'ATENEO IN DATA 13/06/2019 - CODICE PROCEDURA 4072)

VERBALE N. 2

Valutazione dei Candidati (1)

La Commissione giudicante della procedura valutativa indicata in epigrafe, nominata con D.R.

n. 2851/2019 del 29/07/2019 (pubblicato sul sito web d'ateneo in data 29/07/2019) e composta da:

Prof. LUCA CERCHIAI, Ordinario presso il Dipartimento del Patrimonio culturale, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Salerno, Presidente

Prof. ALESSANDRO NASO, Ordinario presso il . Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II"

Prof. MAURIZIO HARARI, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Pavia, Segretario verbalizzante,

si riunisce al completo il giorno 23 settembre alle ore 12.00, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale, come previsto da[J'art. 12, comma 15, del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge 240/2010. Ciascuno dei tre Commissari

è

connesso via Skype e con posta elettronica dalla sua sede istituzionale; in particolare il Segretario verbalizza dall'Università di Pavia.

In apertura di seduta il Presidente della Commissione dà lettura def·· messaggio di posta elettronica con il quale il Responsabile delle procedure, dr. Ferdinando Lacanna, comunica che in data 16 settembre 2019 si

è

provveduto alla pubblicizzazione dei criteri stabiliti dalla Commissione nella riunione del 13 settembre 2019 mediante pubblicazione sul sito web dell'Ateneo.

La Commissione prende visione dell'elenco dei Candidati, che risulta indicarne uno soltanto:

BAGNASCO GIOVANNA.

Ciascun Commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 c.p.c. e dell'art. 5, comma 2, del D.lgs. 1172/1948, con la Candidata. Dichiara inoltre di non trovarsi in alcuna situazione di conflitto di interessi, anche potenziale, con la Candidata ai sensi della Legge 190/2012. Ciascun Commissario sottoscrive apposita dichiarazione che si allega al presente verbale.

Constatato che, come previsto dal bando, sono trascorsi almeno 5 giorni dalla pubblicizzazione dei criteri, la Commissione può legittimamente proseguire i lavori con la valutazione dell'unica Candidata.

Prima di procedere alla valutazione dei titoli e delle pubblicazioni della Candidata, vengono prese in esame pubblicazioni eventualmente redatte in collaborazione con i Commissari della presente procedura di valutazione o con altri Coautori non appartenenti alla Commissione, al fine di valutare l'apporto individuale della Candidata.

Dopo attenta analisi comparata dei lavori svolti in collaborazione tra la candidata GIOVANNA BAGNASCO e altri Coautori, la Commissione rileva che i contributi scientifici della Candidata sono enucleabili e distinguibili e unanimemente delibera di ammettere alla successiva valutazione di merito i seguenti lavori:

(7)

'

pubblicazioni nn. 8, 9, 10.

La Commissione procede quindi alla valutazione analitica dei titoli della Candidata in base ai criteri stabiliti nella riunione preliminare.

La Commissione predispone per la Candidata una scheda, allegata al presente verbale (all. 1), nella quale vengono riportati i titoli valutati e i punteggi, attribuiti collegialmente a ciascuno di essi, relativamente all'attività didattica, all'attività di ricerca, alle pubblicazioni scientifiche e all'attività gestionale.

Al termine delle operazioni di valutazione, la Commissione provvede a individuare, con deliberazione assunta all'unanimità, nella candidata GIOVANNA BAGNASCO piena idoneità a svolgere le funzioni didattiche e scientifiche richieste per la posizione di Professore Ordinario, con la seguente motivazione:

la candidata GIOVANNA BAGNASCO si segnala per la continuità e intensità della sua attività . didattica universitaria, con significative esperienze anche all'estero, per la capacità progettuale e gestionale nell'ambito della ricerca archeologica sul campo e della disseminazione scientifica dei suoi risultati e per pubblicazioni etruscologiche che, specie per quanto concerne la storia insediativa e culturale della città di Tarquinia, compongono una bibliografia solidamente accreditata presso gli specialisti del settore.

La Commissione si riconvoca per il giorno medesimo 23 settembre, alle ore 13.15, per procedere alla stesura della relazione finale e per ottemperare agli ultimi adempimenti.

La seduta

è

tolta alle ore 13.00.

Letto, approvato e sottoscritto.

Pavia, 23 settembre 2019 LA COMMISSIONE:

Prof. LUCA CERCHIAI, Presidente Prof. ALESSANDRO NASO

Prof. MAURIZIO HARARI, Segretario verbalizzante

(8)

"\.

PROCEDURA VALUTATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI PRIMA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/ Al, SETTORÈ SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ANT /06, PRESSO IL DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI E AMBIENTALI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART. 24, COMMA 6, DELLA LEGGE 240/2010 (BANDITA CON D.R. 2141/2019 DEL 13/06/2019, PUBBLICATO SUL SITO WEB D'ATENEO IN DATA 13/06/2019 "" CODICE PROCEDURA 4072)

ALLEGATO 1 Al VERBALE 2

SCHEDA DI RIPARTIZIONE PUNTEGGI

Nome e Cognome GIOVANNA BAGNASCO

ATTIVITA' DIDATTICA (Punteggio massimo attribuibile 30) punti 1. attività didattica frontale, inclusi i seminari, svolta in corsi di laurea triennali e/o a 15 ciclo unico e/o specialistici e/o in percorsi formativi post-laurea di università italiane

(Milano Statale, Trento, Roma La Sapienza)

2. attività didattica presso università straniere (2011, visiting nelle università della 10 Svezia· 2012, Yerevan- 2018, Havnes Lectures, Oxford)

3. tutorato e/o supervisione di tesi anche di dottorato (soprattutto a Milano Statale e 5 Roma La Sapienza)

PUNTEGGIO COMPLESSIVO 30

ATTIVITA' DI RICERCA (Punteggio massimo attribuibile 15) punti.

1. due progetti di ricerca internazionali (TArcHNA Project, IESP) p. 3

+

3

=

6

4. unità locale PRIN "Mura tarquiniesi" 1

5. altro tipo di progetto competitivo: ricerca interdisciplinare Tarquinia, dal 2015 1

9. organizzazione di più convegni internazionali 1

10. organizzazione di più convegni nazionali 0,5

11. altri ruoli organizzativi della ricerca: direzione degli scavi di Tarquinia 0,5

'

PUNTEGGIO COMPLESSIVO 10

1

(9)

PUBBLICAZIONI (Punteggio massimo attribuibile 45)

1 I Cavalli Alati di Tarquinia. Una proposta di lettura, in M. Bonghi Jovino - F. Chiesa (a cura di), L'Ara della Regina di Tarquinia, aree sacre, santuari mediterranei. Giornata di studio (Milano, 13 giugno 2007), Milano 2009, pp. 93-139. ISBN 9788832362206

proceeding p.

1

2 Tra uomini e dei: funzione e ruolo di alcuni oggetti negli specchi etruschi (con appendici di M.

Marzullo, S .. Zanni, V. Zenti), in P, Amann (hrsgb.), Kulte - Riten - religiose Vorstellungen bei den Etruskern und ihr Verhiiltnis zu Politik und Gesellschaft, Akten der 1. Internationalen Tagung der Sektion Wien/Osterreich des Istituto Nazionale di Studi Etruschi ed Italici (Wien 2008), Wien 2012, pp. 287-314. ISBN 978-3-7001-6886-7

proceeding p.

1

3 Una nuova iscrizione dal 'complesso monumentale' della Civita di Tarquinia, in E. Benelli (a cura di), Cén zie zixuxe. Per Maristella Pandolfini, Roma 2014, pp. 21-26. ISBN 978-88-6227-638-

2

saggio in miscellanea p. 1 4 Presenza/assenza di mura: implicazioni storico-culturali. Il caso di Tarquinia, in L.M. Michetti - G. Bartoloni (a cura di), Mura di legno, mura di terra, mura di pietra: fortificazioni nel Mediterraneo antico, "ScAnt" 19.2-3 (2013), 2014, pp. 429-453. ISSN: 1123-5713

articolo in rivista di classe A p. 3 5 Lettere e immagini: esempi etruschi di parola ispirata, in D.F. Maras (a cura di), Corollari. Scritti di antichità etrusche e italiche in omaggio all'opera di Giovanni Colonna. Promossi da Gilda Bartoloni, Carmine Ampolo, Maria Paola Baglione, Francesco Roncalli, Giuseppe Sassatelli, Pisa- Roma 2011, pp. 185-192. ISBN9788862272353

saggio in miscellanea p.

1

6 Fascino Etrusco nel primo Novecento: un gioco di specchi fra arti e storia delle arti, in G.

Bagnasco Gianni (a cura di), Fascino etrusco nel primo Novecento, conversando di arti e di storia delle arti (Milano, 7 Ottobre 2015), Aristonothos 11, 2016, pp. 11-46. ISBN 978-88-6705-472-5

proceeding p.

1

7 Quale Hercle nella Roma di Tarquinio il Superbo?, in P.S. Lulof - C.J. Smith (eds), The Age of Tarquinius Superbus. Centrai Jtaly in the Late 6th Century (Proceedings ofthe Conference The Age of Tarquinius Superbus, A Paradigm Shift? Rome, 7-9 November 2013), "Babesch" Supplements 29, 2017, Leuven 2017, pp. 159-167. ISBN 9789042934696

articolo in rivista .di classe A p. 3 8 [coautrice con M. Marzullo,

A.

Garzulino ], The last ten years of research at Tarquinia, in

"Archeologia e Calcolatori" 28.2, 2017, pp. 211-221. ISSN 1120-6861

articolo in rivista di classe A p. 3

2

(10)

9 [coautrice con M. Cataldi, G.M. Facchetti], Inscribed objects associated with textile production:

newsfrom Tarquinia, in "Origini" XL, 2018, pp. 277-292 (in particolare pp. 277-283). ISSN 0474- 6805

articolo .in rivista di classe A

p.

3 10 [coautrice con S. Bruni, V. Guglielmi,

L.

Bonizzoni], La ceramica di stile geometrico a Tarquinia tra importazione e produzione locale: un aggiornamento, in "MEFRA" 130, 1, 2018.

ISSN 1724-2134

articolo in rivista di classe A

p.

3 11 G. Bagnasco Gianni, Tarquinia, principi e forme della città. Una proposta di lettura, in G.

Bagnasco Gianni (a cura di), Mura Tarquiniesi. Riflessioni in margine alla città, Aristonothos 14, 2018, pp. 17-66. ISBN9788867058945

saggio in misceHanea

p. 1

12 G. Bagnasco Gianni, Notes on Etruscan cosmology: the case of the Tumulus of the Crosses at Cerveteri, in G. Magli, A. Gonzàlez-Garcia, J. Belmonte Aviles, E. Antonello (eds), Archaeoastronomy in the Roman World. Historical

&

Cultura! Astronomy, Springer, Cham 2019, pp. 17-32. DOihttps://doi.org/10..1007/978-3-319-97007-3 _2. Print ISBN978-3-3 I 9-97006-6, Online ISBN978-3-3 I 9-97007-3

saggio in miscellanea

p. 1

PUNTEGGIO COMPLESSIVO DELLE PUBBLICAZIONI:

p.

22

ATTIVITÀ GESTIONALE, ORGANIZZATIVA E DI SERVIZIO Punti (punteggio massimo attribuibile 10)

assicuratore della qualità in corso di LM in Archeologia (Milano) p. 1

altre attività gestionali pertinenti alle tematiche del settore: allestimento della mostra

Etruscan@EXPO 2015 p. 1

PUNTEGGIO COMPLESSIVO

P· 2

I

PUNTEGGIO TOTALE 64 PUNTI

I

3

(11)

\

PROCEDURA VALUTATIVA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI PROFESSORE DI PRIMA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 10/Al, SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE L-ANT/06, PRESSO IL DIPARTIMENTO DI BENI CULTURALI E AMBIENTALI DELL'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO, AI SENSI DELL'ART.

24, COMMA 6, DELLA LEGGE 240/2010 (BANDITA CON D.R. 2141/2019 DEL 13/06/2019, PUBBLICATO SUL SITO WEB D'ATENEO IN DATA 13/06/2019 - CODICE PROCEDURA 4072)

RELAZIONE FINALE

La Commissione giudicante della procedura valutativa indicata in epigrafe, nominata con D.R.

n. 2851/2019 del 29/07/2019 (pubblicato sul sito web d'ateneo in data 29/07/2019) e composta da:

Prof. LUCA CERCHIAI, Ordinario presso il Dipartimento del Patrimonio culturale, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Salerno

Prof. MAURIZIO HARARI, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Pavia

Prof. ALESSANCRO NASO, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici, settore concorsuale 10/Al, SSD L-ANT/06, dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II",

si

è

riunita al completo nei giorni 13 e 23 settembre 2019, avvalendosi di strumenti telematici di lavoro collegiale (ciascuno dei Componenti presso la rispettiva sede), come previsto dall'art.

12, comma 15 del Regolamento di Ateneo sulle procedure di chiamata ai sensi della Legge 240/2010.

Nella riunione di apertura la Commissione ha provveduto alla nomina del Presidente nella · persona del prof. LUCA CERCHIAI e del Segretario verbalizzante nella persona del prof.

MAURIZIO HARARI.

La Commissione ha preso atto che, in base a quanto comunicato dagli uffici, alla procedura partecipava un solo Candidato.

Successivamente ciascun Commissario ha dichiarato ai sensi dell'art. 35 bis del D.lgs.

n.165/2001 di non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti dal Capo I del Titolo II d~I Libro secondo del Codice Penale, di non aver riportato una valutazione negativa nelle attività di cui al comma 7 del!' art. 6 della Legge n.

240/2010 e di non avere relazioni di parentela e affinità, entro il quarto grado incluso, con gli altri Commissari.

La Commissione ha quindi provveduto a predeterminare i criteri per la valutazione dei titoli e delle pubblicazioni, dell'attività di ricerca e dell'attività gestionale.

Nella seconda riunione, che si

è

tenuta il giorno 23 settembre 2019, ogni componente della Commissione, in base all'elenco dei Candidati, ha dichiarato la non sussistenza di situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. 51 e 52 del c.p.c, con l'unico Candidato della procedura:

BAGNASCO GIOVANNA.

La Commissione ha preso v1s1one della documentazione fornita dall'Amministrazione, della domanda, del curriculum, dei titoli e delle pubblicazioni.

La Commissione ha proceduto alla valutazione della Candidata in base ai criteri stabiliti nella riunione preliminare.

Universita

1

degli Studi di Milano

0102111119 ci~r14i1012019 ~

\

~1~m~1 l1111~ill111111111111111111111111111111111

: AOO: UDSM_MI Cod.Reg: RP_UNIMI

(12)

\

-.

La Commissione ha predisposto una scheda (ali. 1), nella quale sono stati riportati i titoli

·valutati e i punteggi attribuiti collegialmente a ciascuno di essi relativamente all'attività didattica, all'attività di ricerca, alle pubblicazioni scientifiche e all'attività gestionale.

Al termine delle operazioni di valutazione, la Commissione individua nella candidata GIOVANNA BAGNASCO, con deliberazione assunta all'unanimità, piena idoneità a svolgere le funzioni didattiche e scientifiche richieste per la posizione di Professore Ordinario, con la seguente motivazione:

la candidata GIOVANNA BAGNASCO si segnala per la continuità e intensità della sua attività didattica universitaria, con significative esperienze anche all'estero, per la capacità progettuale e gestionale nell'ambito della ricerca archeologica sul campo e della disseminazione scientifica dei suoi risultati e per pubblicazioni etruscologiche che, specie per quanto concerne la storia insediativa e culturale della città di Tarquinia, compongono una bibliografia solidamente accreditata presso gli specialisti del settore.

La Commissione dichiara conclusi i lavori.

Si conviene che il plico contenente due copie dei verbali delle singole riunioni e due copie della relazione finale, con i relativi allegati, venga consegnato dal Segretario, per incarico del Presidente, al Responsabile del Procedimento dell'Università degli Studi di Milano. Copia elettronica, in formato PDF, di ciascun verbale e della relazione finale viene inviata all'indirizzo di posta elettronica valcomp@unimi.it.

La Commissione termina i lavori alle ore.13.45 del giorno 23 settembre 2019.

Letto, approvato e sottoscritto.

Pavia, 23 settembre 2019 LA COMMISSIONE:

Prof. LUCA CERCHIAI, Presidente Prof. ALESSANDRO NASO

Prof. MAURIZIO HARARI, Segretario

Riferimenti

Documenti correlati

La Commissione prende atto che, in base a quanto comunicato dagli uffici, alla procedura partecipano 1 (un) candidato. Ciascun commissario dichiara che non

La Commissione, dopo la discussione sui titoli e sulle pubblicazioni, procederà ad assegnare ai titoli, a ciascuna pubblicazione e alla consistenza complessiva

Ciascun commissario dichiara che non sussistono situazioni di incompatibilità, ai sensi degli artt. Dichiara altresì, ai sensi dell'art. La Commissione prende

si riunisce il giorno 18 dicembre 2019 alle ore 14.00 presso il Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale, sede di via fratelli Cervi 93

Dopo la discussione sui titoli e sulle pubblicazioni, la commissione procederà ad assegnare ai titoli, a ciascuna pubblicazione e alla consistenza complessiva

- l) della partecipazione di didattica attiva a progetti Erasmus in uscita, o ad altri progetti con istituti universitari e di ricerca stranieri, del coordinamento o partecipazione

si riunisce il giorno 17 aprile 2019 alle ore 10 presso Ospedale Luigi Sacco- Aula Segreteria Oculistica - via G. Grassi 74 - Milano per procedere alla discussione

Alla consistenza complessiva della produzione scientifica dei candidati e all'intensità e alla continuità temporale della stessa (fatti salvi i periodi,