Sguardi al lavoroRassegna cinematografica

Download (0)

Full text

(1)

Sguardi al lavoro

Rassegna cinematografica

Milano Spazio Oberdan 19 – 22 ottobre 2015 Ingresso libero

SETTIMANA EUROPEA PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO

IN LOMBARDIA

Inail – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Direzione Regionale Lombardia

Direttore regionale: Antonio Traficante Corso di Porta Nuova 19, 20121 Milano lombardia@inail.it

www.inail.itTel. 026258. 6607-6611-6717 Spazio Oberdan

Viale Vittorio Veneto 2, 20124 Milano

MM1 e passante ferroviario: stazione Porta Venezia.

Tel. 02.77406316

http://oberdan. cinetecamilano.it Info@cinetecamilano.it

Le proiezioni sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti

In copertina, dall’alto: immagini tratte dai film Storie sospese e Triangle

L’Inail ha oggi un ruolo nuovo nel welfare italiano: realizza la propria missione istitu- zionale attraverso un sistema di tutela globale e integrato, finalizzato a sviluppare la cultura della prevenzione per ridurre gli infortuni e sostenere le imprese; assicura i la- voratori che svolgono attività a rischio; garantisce agli infortunati sul lavoro e agli af- fetti da malattia professionale le prestazioni economiche, sanitarie, curative, riabilita- tive e protesiche, nonché l’assistenza per il reinserimento nella vita di relazione; con- tribuisce allo sviluppo della ricerca scientifica su salute, sicurezza e tecnologia appli- cata, nell’ambito delle protesi e della riabilitazione.

Durante la settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro, Inail direzione regionale Lombardia promuove la cultura della prevenzione in tutti gli ambiti, di la- voro, di studio, di vita, cercando di raggiungere la più vasta platea possibile. A Milano, da dieci anni, è proprio il cinema che ci permette di incontrare centinaia di persone che, come noi, hanno voglia di riflettere sul lavoro di oggi e di ieri, di discutere, di in- formarsi ma anche di emozionarsi e di sognare un domani migliore. Siamo tutti invi- tati a partecipare.

Torna a Spazio Oberdan la rassegna “Sguardi al lavoro”: Dodici i titoli in programma, con anteprime e momenti di incontro in sala per riflettere attraverso il cinema su un tema così importante come la salute e la sicurezza sul lavoro.

Ma la collaborazione fra Fondazione Cineteca Italiana e Inail Direzione Regionale Lom-

bardia ha prodotto nel 2015 un’altra importante iniziativa: la creazione del portale “Lo

spettacolo della sicurezza”, strumento pensato soprattutto, ma non solo, per scuole e

insegnanti, che offre l’accesso a centinaia di schede di film sul mondo del lavoro. Il pro-

getto sarà presentato alla cittadinanza in occasione dell’apertura della rassegna cine-

matografica. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.spettacolodellasicurezza.it

(2)

Il film sarà introdotto da Roberto Koch, fo- tografo e responsabile dell’Agenzia fotogra- fica Contrasto, grande esperto di Sebastiao Salgado che ha seguito tutta la genesi del film di Wenders.

h 21.00

Ho ucciso Napoleone

R.: Giorgia Farina. Sc.: G. Farina, Federica Pon- tremoli. Int.: Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini, Libero di Rienzo, Elena Sofia Ricci, Bebo Storti. Italia, 2015, 90’.

Nel giro di ventiquattrore la vita di Anita, single e brillante manager in carriera, viene spazzata via da un uragano di guai. Il lavoro, l’amore, il fu- turo: tutto in macerie nel giro di un giorno. Anita si ritrova seduta sull’altalena di un parco giochi licenziata in tronco e incinta del suo capo, suo amante clandestino, sposato e padre di famiglia.

Ma Anita è come un sofficino congelato, per con- servarsi si è fatta fredda, glaciale. Senza scendere a compromessi, pretende che tutto torni come prima. E così progetta un piano di raffinata ven- detta. Ma a volte anche il piano perfetto vacilla

di fronte all’imprevisto, soprattutto se l’imprevi- sto ha le sembianze di un timido e goffo avvocato di nome Biagio. Nel frattempo Anita cresce, la sua pancia cresce e cresce dentro di lei la capa- cità di aprirsi al mondo e scongelare il sofficino che ha messo al posto del cuore.

Presente in sala la regista Giorgia Farina.

Mercoledì 21 ottobre h 17.00

Senza sole, né luna (Anteprima)

R.: L. Ricci. Int.: Lando Buzzanca, Ivo Garrani.

Italia, 1963, 105’. Copia restaurata da Fonda- zione Cineteca Italiana.

Attraverso alcune vicende individuali il film narra la condizione umana e psicologica dei minatori che, provenienti da ogni parte d’Italia, hanno portato a termine l’eccezionale impresa del tra- foro del Monte Bianco. Tra queste storie umane ci sono quelle dell’amicizia tra Possamai e Pru- nas, che sfida continuamente se stesso e la mon- tagna; di Altomare, giovane meridionale innamo- rato di una valdostana; di Padula, minatore ca-

labrese che cerca di ricostruire la famiglia chiamando in Valle d’Aosta la moglie e i figli.

Storie reali costruite sui veri minatori che Ricci ha incontrato nel 1960 durante la realizza- zione del cortometraggio La ballata del Monte Bianco.

Il film sarà introdotto da Raffaele De Berti, professore di Storia e Critica del Ci- nema all’Università Statale di Milano.

h 19.15

The Repairman

R.: Paolo Mitton. Sc.: P. Mitton, Francesco Scarrone. Int.: Daniele Savoca, Hannah Croft, Paolo Giangrasso, Irene Ivaldi. Ita- lia/UK, 2015, 89’.

Scanio Libertetti, un trentenne tanto geniale quanto stralunato, è seduto nell'aula di un'au- toscuola di provincia. Deve solo spiegare come abbia perso la patente, ma travolge in- segnante e compagni di corso con il racconto, lungo quanto un film, del suo ultimo anno di vita. Circondato da amici sempre pronti a cri- ticarlo, Scanio si guadagna da vivere ripa- rando macchine da caffè. Derubato improv- visamente di questo suo precario equilibrio, lo ritrova con Helena, giovane inglese esperta di risorse umane, che pare essere l'unica in grado di capirlo. Almeno per un po'.

h 21.00

Il teorema della crisi (Anteprima) R. e sc.: Marcus Vetter, Karin Steinberger.

Mont.: M. Vetter Ger./USA/Austr., 2015, 95’.

La vera storia del genio della finanza Martin Armstrong, l'uomo che ha progettato un mo- dello in grado di calcolare con inquietante pre- cisione l'andamento dell'economia interna zio - nale e persino lo scoppio delle guerre. Tutto fino a quando l'FBI si presenta alla sua porta per arrestarlo e sbatterlo in carcere. Un arresto forse finalizzato a impedire di rivelare la fragi - lità del sistema economico statunitense, desti- nato secondo i calcoli di Armstrong a crollare su se stesso a partire dal 1° ottobre 2015.

Giovedì 22 ottobre h 17.00

Scusate se esisto!

R.: M. Milani. Sc.: R. Milani, Giulia Calenda, Paola Cortellesi, Furio Andreotti. Int.: Paola Cortellesi, Raoul Bova, Corrado Fortuna, Stefania Rocca, Lunetta Savino, Ennio Fan- tastichini. Italia, 2014, 106’.

Serena è un architetto di talento straordina- rio. Dopo una serie di successi professionali al- l'estero, decide di tornare a lavorare in Italia.

Nell'avventurosa ricerca di un posto di lavoro si trova di fronte a una scelta folle, farsi pas- sare per quello che tutti si aspettano che lei sia: un uomo. Nel frattempo incontra France- sco. Bello e affascinante. Il compagno ideale.

Se non fosse che a lui non piacciono le donne… O così pare.

h 19.00

È arrivata mia figlia

R.e sc.: Anna Muylaert. Int.: Regina Casé, Camila Márdila, Michel Joelsas, Karine Te- les, Lourenço Mutarelli. Brasile 2014, 106’.

Dopo aver affidato la figlia Jessica alle cure e all'educazione di alcuni parenti nel nord del Brasile, Val trova un impiego a São Paulo come governante e svolge il suo lavoro con premura e attenzione. Tredici anni dopo, Jes- sica si presenta in visita e affronta sua madre criticandone l'atteggiamento succube e spiaz- zando tutti gli inquilini della casa con il suo comportamento imprevedibile.

h 21.00 Basta poco (Anteprima)

R.: Andrea Muzzi, Riccardo Paoletti. Sc.: A.

Muzzi, Ugo Chiti, Tommaso Santi. Int.: A.

Muzzi, Max Galliani, Marco Messeri, Paolo Hendel, Daniela Poggi, Ninni Bruschetta., Italia, 2015, 85’.

Sergio, un quarantenne senza impiego, crede di aver avuto un’idea geniale per tentare il ri- scatto sociale: aprire un’agenzia che vende fe- licità. Perché “oggi come oggi la depressione è la malattia più diffusa nel mondo!”. Coin- volge l’amico Fulvio e nasce l’agenzia “Felici &

Contenti” con l’obiettivo di esaudire i desideri più disparati delle persone. Dopo un inizio un po’ stentato, ben presto una folla sempre più numerosa si accalca davanti all’agenzia, ognuno con la propria strampalata richiesta.

L’agenzia “Felici & Contenti” è come un’agen- zia pubblicitaria che dà al pubblico ciò che il pubblico vuole perché per essere felici, a volte, basta davvero poco. Ma qualcosa di inaspet- tato arriverà a turbare l’attività dei nostri pro- tagonisti.

Presenti in sala il regista Riccardo Paoletti e il coregista e attore protagonista del film Andrea Muzzi. Intervento di Inail.

Lunedì 19 ottobre h 18.00

Presentazione del progetto “Lo spettacolo della sicurezza” a cura di Inail e Cineteca.

Saluto del Direttore regionale Antonio Traficante. Dibattito con le parti sociali ed esperti del settore. A seguire, proiezioni:

Giorno di paga

R. e sc.: Charlie Chaplin. Int.: Ch. Chaplin, Ph.

Allen, H. Bergman, Edna Purviance. USA, 1922, cortomt., muto.

Charlie, muratore, ha una moglie becera e un capomastro dispotico, la cui figlia è però bel- lissima…

Accompagnamento dal vivo al pianoforte di Francesca Badalini.

Triangle

R. e sc.: Costanza Quatriglio. Mont.: Letizia Caudullo. Mus.: Theo Teardo. Italia, 2015, 63’.

A cento anni dall’incendio della Triangle, avve- nuto a New York nel 1911, oggi le operaie tessili muoiono sotto le macerie di una palazzina fa- tiscente. Sopravvissuta al crollo di Barletta del 2011, Mariella assume su di sé tutto il peso del mondo. Con lei viviamo il ritorno alla condi- zione preindustriale e la necessità di un nuovo inizio, ma anche l’irriducibile orgoglio di chi sa che far bene il proprio lavoro è il gesto più com- piuto di ogni essere umano.

h 21.00

Storie sospese

R.: Stefano Chiantini. Sc.: S. Chiantini, Luca Bendetti, Chiara A. Ridolfi, Marta Manzotti.

Int.: Marco Giallini, Maya Sansa, Giorgio Co- langeli, Alessandro Tiberi, Sandra Ceccarelli.

Italia, 2015, 95’.

In un cantiere d’alta montagna, un gruppo di rocciatori, tra cui Thomas, lavora per mettere in sicurezza le pareti dell’impervio versante di un monte. Un accadimento improvviso causa la chiusura del cantiere e il conseguente licen- ziamento dei rocciatori. Thomas, rimasto senza lavoro e con una famiglia da mantenere, deve affrontare le nuove e improvvise difficoltà economiche. Arriva in soccorso la chiamata di

Ermanno, un vecchio “collega di roccia” che adesso gestisce una piccola impresa: c’è un la- voro per lui in un paese abruzzese. Qui Thomas incontra Giovanna, un'insegnante combattiva, e Alessandro, un giovane geologo che lo af- fianca nel lavoro. A contatto con una socialità che non è più abituato a vivere, proiettato in dinamiche lavorative "poco chiare", Thomas sarà costretto presto ad una scelta...

Presente in sala il regista Stefano Chiantini, invitati gli attori Marco Giallini e Maya Sansa.

Martedì 20 ottobre h 17.00

L’ultima ruota del carro

R.: Giovanni Veronesi. Sc.: G. Veronesi, Ugo Chiti, Filippo Bologna, Ernesto Fioretti. Int.:

Elio Germano, Ricky Memphis, Alessandro Haber, Sergio Rubini, Alessandra Mastro- nardi. Italia, 2013, 113’.

Ernesto è un uomo semplice che tenta di se- guire le proprie ambizioni senza però mai per- dere i valori veri della vita. Tappezziere, cuoco d’asilo, traslocatore, autista, comparsa del ci- nema. Insieme a lui e al suo migliore amico Gia- cinto riviviamo le fasi cruciali della storia del nostro paese dagli anni ’70 ad oggi. Con uno sguardo sempre attento ed ironico sui vizi e le virtù dell’Italia e degli italiani, Giovanni Vero- nesi firma una commedia corale incentrata sulle vicissitudini normali e al contempo ecce- zionali di un eroe dei nostri tempi.

h 19.00

Il sale della terra

R.: Wim Wenders, Juliano Ribeiro Salgado.

Sc.: W. Wnders, J .R. Salgado, David Rosier.

Int.: Sebastiao Salgado. Fr./Italia/Brasile, 2014, 100’.

L'universo del fotografo brasiliano Sebastiao Salgado raccontato attraverso gli occhi di due importanti registi: Juliano Ribeiro Salgado - fi- glio dell'artista - deciso a conoscere meglio quel padre spesso distante da casa, e Wim Wenders, anche lui fotografo e grande ammiratore di Se- bastiao Salgado.

CALENDARIO DELLE PROIEZIONI INGRESSO LIBERO

Il sale della terra È arrivata mia figlia

Ho ucciso Napoleone

Basta poco

The Repairman

Figure

Updating...

References

Related subjects :