• Non ci sono risultati.

Adapt lancia l'Osservatorio lavoro e malattiecroniche

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Adapt lancia l'Osservatorio lavoro e malattiecroniche"

Copied!
1
0
0

Testo completo

(1)

30 gennaio 2015

 

Occupazione

Iniziativa

Adapt lancia l'Osservatorio lavoro e malattie

croniche

Negli ultimi anni, l’evoluzione demografica ha determinato un aumento progressivo di persone in età lavorativa inabili o, comunque, solo parzialmente abili al lavoro a causa dell’insorgere e del decorso di una malattia cronica che richiede un lungo periodo di cure.   Le ricadute di queste malattie sui livelli di reddito e sulle opportunità di occupazione, carriera e inclusione sociale per le singole persone interessate hanno un impatto non solo nelle loro vite ma, anche, per la società in generale.   Fra questi il rapporto tra lavoro e malattie croniche si impone come tema tra i più innovativi e fertili nell’ambito del rinnovamento del diritto del lavoro, dei sistemi di welfare e dei sistemi nazionali di relazioni industriali, chiamati a gestire una drastica trasformazione nella ricerca di un nuovo punto di equilibrio tra logiche di produttività e istanze di equità, inclusione, sostenibilità del lavoro e giustizia sociale. Il tema delle malattie croniche si presenta così come terreno privilegiato per la sperimentazione e lo studio di nuovi modelli organizzativi e regolatori del lavoro che consentano una migliore misurazione della produttività del lavoro.   Sulla base di questa esigenza, Adap ha voluto costituire in modalità open access l’Osservatorio lavoro e malattie croniche diretto dal professor Michele Tiraboschi, al fine di monitorare l’aumento di questo fenomeno. Al suo interno, si possono consultare fonti, documenti internazionali, europei e nazionali, Literature Review, studi e ricerche, giurisprudenza, documenti dottrinali e i maggior siti di interesse sul tema. Tutti questi documenti sono suddivisi per aree tematiche e per tipologia di malattia con l’obiettivo di rendere più facile la consultazione.   © riproduzione riservata TROVA LAVORO: Lavoro nei negozi Idea Bellezza ILa catena di profumerie assume commessi e promoter e inserisce laureati e laureandi in stage... Ministero Giustizia: bando per 1.031 posti Possono fare domanda per lavorare negli uffici giudiziari tutti i dipendenti delle amministrazioni pubbliche, compreso... ​ ​ Avvenire Home Page > Lavoro > Occupazione > Adapt lancia l'Osservatorio lavoro e malattie croniche

Copyright 2015 © Avvenire | P.Iva 00743840159 | Credits | Privacy | Per la pubblicità

Cerca | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | 0 Condividi Share 30 gennaio 2015 Santa Martina

Commenti Lettere al direttore Chiesa Vita Famiglia Rubriche Dossier Mondo Chi Siamo Abbonamenti Contatti

Riferimenti

Documenti correlati

L’esposizione rappresenta un momento culminante di un periodo florido per quanto riguarda la stagione dell’arte e del collezionismo a Napoli in età barocca e del

 Secondo la nostra ricostruzione (graf. 5a), basata sulle date di inizio del trattamento Cigs ricavate dai decreti ministeriali, il calo delle ore autorizzate emerso a partire

Il numero degli avviamenti non indica il numero delle persone che hanno trovato lavoro, né rileva il numero di nuovi posti di lavoro: lo stesso soggetto, infatti, nel corso

- comunicazioni pervenute alla Regione Veneto in merito ad aperture di crisi aziendali e ad accordi per la gestione di Cigs e procedure di licenziamento collettivo;.. -

Nel 2018, insieme all’incremento delle assunzioni a tempo indeterminato, sono aumentate anche (pur nella modestia dei valori assoluti) le trasformazioni contrattuali di

In Veneto l’effetto della pandemia nei primi nove mesi dell’anno ha comportato (per l’insieme degli organici aziendali individuati sulla base dei tre contratti sopra indicati)

- Tempo indeterminato : nel corso del primo trimestre 2021 il tempo indeterminato ha continuato a registrare un saldo positivo, seppure con un evidente rallentamento della

Come si è visto, solo il 36,6% degli italia- ni si esprime a favore di incentivi per il car pooling; tra questi i più propensi verso questo servizio sono i giovani (fino a 45