Allegato A CRITERI VALUTAZIONE O.E.P.V.

Testo completo

(1)

Allegato A

“CRITERI VALUTAZIONE O.E.P.V.”

OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA (art. 95 c. 2 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i.)

I. CRITERIO APPALTO

L’aggiudicazione dell'appalto avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (abbreviato in “O.E.P.V.”) sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell’art. 95, comma 2, del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i..

Di seguito sono indicati le specifiche relative al contenuto, alla forma di presentazione, ai criteri di valutazione di tipo qualitativo, ambientale, sociale e quantitativo, nonché ai criteri premiali di cui al comma 13 dell’art. 95 del D.Lgs. n. 50/2016 e delle eventuali varianti migliorative ai sensi del comma 14 del medesimo articolo e dei pesi da attribuire ad ogni criterio.

II.METODO CALCOLO E CRITERI OFFERTA A. METODO CALCOLO OFFERTA

La valutazione verrà effettuata con riferimento all'offerta complessivamente proposta per i lavori oggetto di gara, determinata dalla somma del punteggio attribuito all'offerta tecnica di carattere qualitativo e quantitativa con quel- lo, in successiva fase, relativo all’Offerta Economica.

Il punteggio dell’Offerta Tecnica di ciascun candidato viene assegnato utilizzando il Metodo Aggregativo-Com- pensatore successivamente all’attribuzione dei coefficienti definitivi (riparametrati) da parte della Commissione di Gara, procedimento meglio indicato nel punto dedicato del presente documento. Il Metodo Aggregativo-Compen- satore, di cui al Punto 1 della Sezione VI delle Linee Guida dell’A.N.A.C. n. 2, è stato scelto perché riconosciuto a livello normativo (indicato appunto nelle Linee Guida dell'A.N.A.C. n. 2), nonché ampiamente sperimentato e di largo utilizzo; inoltre è un metodo con basi scientifiche, proporzionale per il tipo di appalto in oggetto, che non di- storce i pesi assegnati ma, a seguito di un approfondito studio, rende il punteggio più proporzionale, semplice non- chè chiaro, quindi trasparente e non discriminatorio, facendo sì che se un’offerta presenta valori migliori per cia- scun coefficiente rispetto ad un’altra anche il punteggio finale rifletterà queste preferenze. La formula per detto Metodo è la seguente:

Pi = Σ[ Wi * Vai ]n

dove:

- Pi = Punteggio dell’offerta i-esima;

- n = numero totale dei requisiti;

- Wi = peso o punteggio attribuito al requisito (i);

- Vai = coefficiente della prestazione dell’offerta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero ed uno.

(2)

Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo, ma punteggi differenti per il prezzo e per tutti gli altri elementi di valutazione, saranno collocati, tra gli stessi, in graduatoria in ordine discendente (migliore posizione chi ha un punteggio maggiore) che ha ottenuto il miglior punteggio sull’Offerta Tecnica.

Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo e gli stessi punteggi parziali sia per il prezzo che per l’offerta tecnica, detti Operatori Economici saranno collocati in graduatoria, tra essi, in ordine discendente (migliore posizione chi ha un punteggio maggiore) rispetto al miglior punteggio del sub-criterio di maggior peso dell’Offerta Tecnica, se tuttavia ci fossero casi di parità si procederà nella medesima modalità con il sub-criterio di peso maggiore successivo. Per esemplificare si prenderà in esame prioritamente il sub-criterio B3, poi il B5, successivamente il B1, ecc..

B. PUNTEGGI OFFERTA

I punteggi massimi per ogni elemento sono i seguenti:

OFFERTA TECNICA Elementi di carattere Qualitativo

n. Criterio di Valutazione Sub-Criterio

n. Sub-Criterio di Valutazione Punteggio Max Wi

A Esecuzione dell’appalto

A1 Gestione del cantiere W1 = 3

A2 Qualità estetica ed ambientale del cantiere W2 = 5 A3 Documentazione dell’andamento dei lavori W3 = 2

B Miglioramenti della Qualità dell’opera

B1 Prestazione degli infissi W4 = 12

B2 Miglioramento delle Opere Edili W5 = 10

B3 Miglioramento del Comfort W6 = 15

B4 Miglioramento degli Impianti W7 = 10

B5 Miglioramento degli Spazi Esterni W8 = 13 Elementi di carattere Quantitativo

n. Criterio di Valutazione Sub-Criterio

n. Sub-Criterio di Valutazione Punteggio Max Wi

C Offerta Temporale C1 Riduzione dei tempi di realizzazione delle

opere W9 = 10

OFFERTA ECONOMICA Elementi di carattere Economico

n. Criterio di Valutazione Sub-Criterio

n. Sub-Criterio di Valutazione Punteggio Max Wi

D Offerta economica D1 Ribasso percentuale W10 = 20

TOTALE 100

III.CRITERI TECNICI

L'Offerta Tecnica dovrà essere presentata mediante l'apposita sezione del portale S.T.A.R.T., nei termini, modalità e composizione come di seguito descritto.

(3)

A. ELEMENTI DI CARATTERE TECNICO-QUALITATIVO: Punteggio Max = 70

1. Descrizione Criteri:

Ai fini dell’attribuzione del punteggio per l’offerta tecnica saranno valutati i seguenti aspetti migliorativi rispetto al progetto posto a base di gara:

Criterio A: Esecuzione dell’appalto PUNTEGGIO max. 10 punti A1) Gestione del cantiere: PUNTEGGIO W1 = max 3 punti

Organizzazione del cantiere, le professionalità che si intende impiegare, le tecnologie, strumenti, attrezzature e mezzi d’opera che si metteranno a disposizione per rendere il luogo di lavoro più sicuro ed efficiente.

A2) Qualità estetica ed ambientale del cantiere: PUNTEGGIO W2 = max 5 punti

Soluzioni (tipologie con descrizione dimensionali, dei materiali, ecc.) che si intende adottare per migliorare l’inserimento del cantiere nello specifico contesto architettonico (situato in Centro Storico e soprattutto alla base di Torre Guinigi, struttura visitabile di elevata frequenza) con particolare riferimento all’impatto visivo e all’interazione con le funzioni presenti nelle aree adiacenti (residenziali, attività ricettive, commerciali, ecc.).

A3) Documentazione dell’andamento dei lavori: PUNTEGGIO W3 = max 2 punti

Strumenti, anche elettronici, di rilevazione e documentazione del processo lavorativo, di monitoraggio e controllo, anche da remoto, che verranno attivati per l’intera durata dell’appalto che saranno resi disponibili alla Stazione Appaltante.

Criterio B: Miglioramenti della Qualità dell’opera PUNTEGGIO max. 60 punti

Utilizzo di tecniche, materiali, apparecchiature e/o elementi con prestazioni, qualità e/o estetica migliorativi. Le soluzioni devono essere studiate in modo comparativo rispetto alla soluzione del progetto a base d'appalto.

B1) Prestazione degli infissi: PUNTEGGIO W4 = max 12 punti

• Infissi trasparenti/finestre: prodotti e/o componenti in grado di garantire maggiori performance in termini di prestazioni termiche, acustiche e di sicurezza (a rottura, antintrusione, ecc.) nonché di qualità e trasparenza e cromatura neutra del vetro rispetto a quelle di progetto (ad esempio: infissi con maggiore isolamento termico, vetri a maggior comfort luminoso, a controllo solare, trattamenti specifici, ecc.). I serramenti verranno valutati con particolare riguardo ai telai, ai vetri, ai componenti ed agli accessori;

definiti attraverso: specifiche tecniche, tipologia dei materiali, resistenza e durabilità con garanzia di inalterabilità nel tempo;

• Infissi opachi/porte: prodotti e/o componenti in grado di garantire maggiori performance in termini di prestazioni termiche, acustiche e di sicurezza (a rottura, antintrusione, antincendio, ecc.) nonché di qualità rispetto a quelle di progetto. I serramenti verranno valutati con particolare riguardo ai telai, ai vetri, ai componenti, agli accessori e alla masterizzazione delle serrature; definiti attraverso: specifiche tecniche, tipologia dei materiali, resistenza e durabilità con garanzia di inalterabilità nel tempo;

B2) Miglioramento delle Opere Edili: PUNTEGGIO W5 = max 10 punti

• Materiali edili: utilizzo di materiali e/o componenti impiegati inerenti la loro efficacia, qualità ed estetica nonchè durabilità superiori e/o con proprietà aggiuntive adeguate comunque al fabbricato di valore storico-architettonico e degli spazi esterni. Saranno valutati con particolar favore i materiali che comportano:

(4)

◦ minimizzazione dei successivi costi di manutenzione;

◦ miglioramento delle prestazioni tecniche;

◦ incremento di prestazioni in termini di sicurezza in fase di esercizio delle opere;

◦ miglioramento dell'aspetto dei manufatti nell'inserimento ambientale;

◦ utilizzo di materiali e/o componenti ecocompatibili;

• Servizi igienici: elementi che possano garantire una migliore prestazione sul piano igienico-sanitario- antimicotico oltre che di gestione quantitativa dei consumi idrici.

B3) Miglioramento del Comfort: PUNTEGGIO W6 = max 15 punti

• Comfort acustico: impiego di materiali che migliorino la qualità acustica degli spazi;

• Comfort ambientale: macchinari e/o sistemi di condizionamento degli ambienti più efficienti ed efficaci di quello di progetto o implementali ad esso.

B4) Miglioramento degli Impianti: PUNTEGGIO W7 = max 10 punti

• Impianto Domotico: sistemi per la gestione centralizzata e da remoto degli impianti elettrici ed elettronici (illuminazione, antincendio, antintrusione, sorveglianza, ecc.), per un maggior controllo delle utenze e una razionalizzazione delle spese di gestione; Nel caso dell’Installazione di strumenti di controllo in loco e/o da remoto, sia hardware che software, dovranno essere ceduti senza costi di funzionamento (canoni) e specificatamente per il software dovrà avere durata illimitata della licenza d’uso e dei relativi e necessari servizi per il suo funzionamento.

• Illuminazione interna: apparecchiature a maggiore efficienza, risparmio energetico e durabilità nonché di migliore illuminazione (resa cromatica, ecc.), di minor impatto visivo e minori costi di manutenzione programmata;

• Impianto di sollevamento: apparecchiatura con maggiore capienza, a parità di ingombro, velocità di funzionamento, qualità tecnico-funzionale, estetica nonché dotata di maggiori sistemi di sicurezza;

• Impianto Antincendio: Soluzioni finalizzate al contenimento delle dimensioni e della maggiore estetica o mitigazione visiva degli elementi (nel rispetto della normativa di riferimento) quali: cassette per naspo, idranti, pannelli ottici, pulsanti e rilevatori;

• Impianto di Sicurezza: sistemi da remoto di gestione degli accessi, quali ad es. rilevazione delle presenze, monitoraggio e avviso di allarmi antincendio, sistemi di videosorveglianza, postazioni di controllo, ecc..

B5) Miglioramento degli Spazi Esterni: PUNTEGGIO W8 = max 13 punti

• Illuminazione: apparecchiature a maggiore efficienza, risparmio energetico e durabilità; di migliore illuminazione (resa e variazione cromatica, ecc.) dell’immobile e delle aree esterne, sotto il profilo dell’attrattività e risalto e della sicurezza nonché dell’idonea alla valorizzazione dell’immobile e delle sue caratteristiche storico-architettoniche e del contesto ambientale di riferimento, di minor impatto visivo e minori costi di manutenzione programmata;

• Arredi: attrezzature e/o arredi ulteriori e/o con caratteristiche di maggiore durabilità e resistenza all’uso ed agli agenti atmosferici;

• Irrigazione: miglioramento dell’impianto di progetto con realizzazione di un impianto più efficiente, efficace e/o mitigato;

• Verde: maggiore o diversa distribuzione di piante ed alberi nonché di maggiore o differente tipologia delle specie.

2. Criteri motivazionali:

Ai fini dell’attribuzione, alla singola offerta tecnica, dei punteggi sopra indicati per ciascun elemento, la commis- sione valuterà le proposte e attribuirà un giudizio, in ragione dell’esercizio della discrezionalità spettante alla stes-

(5)

sa, cui corrisponderà un coefficiente, in base ai diversi livelli di valutazione, attribuendo punteggi espressi in valo- ri decimali, secondo la seguente griglia di valori:

GIUDIZIO COEFFICIENTE

OTTIMO 1

BUONO 0,75

DISCRETO 0,60

PIU' CHE SUFFICIENTE 0,50

SUFFICIENTE 0,30

NON GIUDICABILE 0,00

Con riferimento alla valutazione degli elementi tecnico-qualitativi, i coefficienti per l’attribuzione dei punteggi saranno determinati attraverso la media dei coefficienti stessi, variabili tra zero e uno, attribuiti dai singoli commissari a seguito di valutazione individuale di ogni elemento di valutazione.

3. Formula per le Offerte Tecniche Qualitative

Per il calcolo dei Requisiti verrà utilizzato il Criterio di Aggiudicazione con Attribuzione Discrezionale (di cui all'Articolo V delle Linee Guida n. 2 dell'A.N.A.C.)

Ciascun Commissario di Gara, per ogni sub-criterio delle singole offerte, attribuisce discrezionalmente un coefficiente variabile tra zero e uno, dopodiche viene calcolata la media dei coefficienti attribuiti dai Commissari per il determinato sub-criterio.

4. Condizioni:

• Le Varianti (Offerte) Migliorative saranno accettate esclusivamente quelle che non comportino la necessità di richiedere nuovi pareri agli Enti competenti, diversi dalla presente Amministrazione (tra cui Sovrintendenza ai Beni Culturali di Lucca, Ufficio Regionale del Genio Civile, ecc.). In ogni caso non possono essere presentate varianti che modifichino l'aspetto estetico delle opere, intese come geometria, forme e prospetti dei principali elementi architettonici caratterizzanti l'appalto.

• I costi per l'esecuzione delle migliorie offerte devono essere a totale carico dell'impresa e, la fattibilità di quest’ultime, non può essere subordinata alla realizzazione di ulteriori categorie di lavoro da definire in sede esecutiva, tranne quelle riguardanti aspetti di dettaglio relative a lavorazioni che, sebbene non descritte nella loro interezza, debbano essere ricomprese per prassi costruttiva ed i cui ulteriori oneri saranno comunque ad intero carico dell’impresa, senza che possa richiedere maggiori compensi.

• Il giudizio sarà attribuito da ciascun Commissario sulla base delle caratteristiche del progetto offerto connesse agli aspetti oggetto di valutazione esplicitati negli elementi sopra descritti. Pertanto, per ogni elemento di valutazione sarà attribuito il coefficiente 1,00 all'offerta che presenti caratteristiche di qualità nettamente elevata; sarà, invece, attribuito il coefficiente 0,75 all'offerta che presenti caratteristiche di buona qualità, il coefficiente 0,60 all'offerta giudicata di soddisfacente qualità, il coefficiente 0,50 all'offerta di qualità più che sufficiente, il coefficiente 0,30 all'offerta di minima qualità rispetto al progetto posto a base di gara ed il coefficiente 0,00 all’offerta non sufficientemente adeguata o non migliorativa del progetto posto a base di gara.

• Qualora, nella valutazione delle offerte, emergessero caratteristiche qualitative inserite in più elementi di valutazione, la Commissione di gara le valuterà comunque una sola volta, scegliendo a suo insindacabile giudizio l'elemento cui attribuirle, secondo un criterio di maggiore congruità.

(6)

B. ELEMENTI DI CARATTERE TECNICO-QUANTITATIVO: Punteggio Max = 10

ELEMENTI DI CARATTERE QUANTITATIVO: Punteggio Max = 10

Criterio C: Offerta Temporale PUNTEGGIO max. 10 punti

C1) Riduzione dei tempi di realizzazione delle opere Punteggio W9 = 10

La riduzione dei tempi massima, per poter eseguire correttamente, adeguatamente, in sicurezza e senza possibili pratiche scorrette; è stata fissata a giorni 45 (quarantacinque), quindi il Concorrente potrà offrire da 0 a 45 giorni di riduzione dei tempi di esecuzione delle opere in appalto (di progetto e di tutte le migliorie proposte), una riduzione maggiore comporterà l’attribuzione automatica di un punteggio pari a 0 (zero), non ritenendola appropriata. A prova ed adeguatezza della riduzione pur garantendo la buona riuscita delle lavorazioni, dovrà dimostrare la propria efficienza, a pena della non attribuzione del punteggio del presente criterio, una Relazione Metodologica con un Cronoprogramma. La Relazione metodologica, debitamente commentata per dimostrare l’affidabilità delle soluzioni proposte per ridurre i tempi del cantiere, dovrà riportare l’indicazione dei mezzi e del personale impiegato nelle varie attività e la relativa produttività. Comprensivo di detta Relazione sarà un Diagramma di Gantt sovrapposto a quello del progetto posto a gara, con evidenziate le riduzioni proposte.

1. Formula per le Offerte Tecniche Quantitative

Il Punteggio dell’Offerta Tecnica Quantitativa verrà ottenuto dal prodotto tra il punteggio massimo di tale criterio con un coefficiente, variabile da zero ad uno, calcolato tramite la Formula con interpolazione lineare, così espressa:

Ci = Ra/Rmax

dove:

Ci = coefficiente attribuito al concorrente i-esimo;

Ra = numero giorni ridotti offerti dal concorrente i-esimo (massimo 45 giorni);

Rmax = numero maggiore di giorni ridotti tra tutte le offerte

C. CONDIZIONI ULTERIORI DELL’OFFERTA TECNICA

ARROTONDAMENTI:

Verrà preso in considerazione fino al 3° decimale di ciascun calcolo aritmetico, e di conseguenza a tale decimale si definirà l’arrotondamento del numero, in eccesso se il 4° decimale è uguale o superiore a “5” o in difetto se quest’ultimo decimale è inferiore a “5”.

RIPARAMETRAZIONI:

Al fine di rendere omogenee le valutazioni relative agli elementi di carattere qualitativo e quelle di carattere quantitativo, prima di calcolare il valore dell’Offerta Tecnica col Metodo Aggregativo-Compensatore, si eseguiranno le seguenti riparametrazioni:

a. RIPARAMETRAZIONE DEL SINGOLO CRITERIO:

Per ogni elemento di valutazione qualitativa, nel caso in cui a nessun offerente sia stato attribuito il coefficiente 1, tutti i coefficienti relativi a tale elemento saranno incrementati applicando la seguente formula:

(7)

V(A)i = V(A)i/Vi-max

dove:

- V(A)i = rappresenta il coefficiente da attribuire all’offerta della ditta “A” per l'elemento “i”;

- V(A)i = rappresenta la valutazione dell'offerta della ditta “A” per l'elemento “i”;

- Vi-max = rappresenta la più alta valutazione attribuita per l'elemento “i”.

b. RIPARAMETRAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA:

Nel caso in cui, a seguito dell'omogenizzazione rispetto ai singoli elementi qualitativi (riparametrazione di cui al precedente Punto a.), nessun offerente abbia raggiunto il massimo della valutazione per gli elementi tecnici (qualitativi e quantitativi) pari a 80 (ottanta), si procederà con una seconda riparametrazione incrementando il valore complessivo della valutazione qualitativa di ogni ditta applicando la seguente formula:

PAT = 80 * PAT / PTmax

dove:

- PAT = punteggio complessivo riparametrato da attribuire all’offerta della ditta “A” per la sommatoria degli elementi qualitativi;

- PAT = sommatoria da riparametrare dei punteggi assegnati all’offerta della ditta “A” per gli elementi qualitativi;

- PTmax = il più alto punteggio assegnato nella valutazione degli elementi qualitativi;

SOGLIA DI SBARRAMENTO:

Saranno esclusi i concorrenti che non avranno conseguito nella valutazione dell'offerta tecnica (qualitativa e quantitativa) il punteggio complessivo minimo di 55 (cinquantacinque) a riparametrazione avvenuta.

D. COMPOSIZIONE DELL’OFFERTA TECNICA

La DOCUMENTAZIONE TECNICA concernente l’Offerta Tecnica è composta come segue:

1) Articolazione Offerta:

a) Criterio “A1” - Offerta relativa alla “Gestione del cantiere” (peso 3) non dovrà superare il numero di: n. 2 pagine in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 1 Tavola Grafica monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

b) Criterio “A2” - Offerta relativa alla “Qualità estetica ed ambientale del cantiere” (peso 5) non dovrà superare il numero di: n. 1 pagina in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 1 Tavola Grafica monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

c) Criterio “A3” - Offerta relativa alla “Documentazione dell’andamento dei lavori” (peso 2) non dovrà superare il numero di: n. 1 pagina in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 1 Tavola Grafica monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

d) Criterio “B1” - Offerta relativa alla “Prestazione degli infissi” (peso 12) non dovrà superare il numero di: n. 2 pagine in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 2 Tavole Grafiche monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

(8)

e) Criterio “B2” - Offerta relativa al “Miglioramento delle Opere Edili” (peso 10) non dovrà superare il numero di: n. 2 pagine in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 1 Tavole Grafiche monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

f) Criterio “B3” - Offerta relativa al “Miglioramento del Comfort” (peso 15) non dovrà superare il numero di: n. 1 pagina in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 1 Tavola Grafica monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

g) Criterio “B4” - Offerta relativa al “Miglioramento degli Impianti” (peso 10) non dovrà superare il numero di: n. 2 pagine in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 2 Tavole Grafiche monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

h) Criterio “B5” - Offerta relativa al “Miglioramento degli Spazi Esterni” (peso 13) non dovrà superare il numero di: n. 1 pagina in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 2 Tavole Grafiche monofaccia in formato “A2” contenenti immagini/disegni;

i) Criterio “C1” - Offerta relativa alla “Riduzione dei tempi di realizzazione delle opere” (peso 10) non dovrà superare il numero di: n. 1 pagina in formato “A4” per la descrizione dattiloscritta (relazione) e n. 5 pagine in formato “A3” per il Diagramma di Gantt.

---- Le offerte dovranno essere redatte:

•••• nel massimo numero di pagine (facciate), dell’esatta dimensione/formato U.N.I., indicate per ciascun criterio;

•••• con margini minimi di “1” (uno) cm;

•••• carattere “Garamond” di dimensione minima “12” (dodici);

•••• interlinea minima “singola” e distanza tra paragrafi (sopra e sotto) minima pari a “0” (zero);

---- Ogni relazione dovrà essere articolata e suddivisa in base agli aspetti migliorativi indicati.

---- Qualora il concorrente presenti un’offerta con un numero maggiore di pagine, a differenza di quanto sopra riportato per ciascun specifico sub-criterio, la commissione valuterà solo le pagine sino al massimo consentito dalla lettera d'invito.

---- Qualora il concorrente presenti una relazione con pagine di diversa dimensione/formato, rispetto a quanto indicato per lo specifico sub-criterio, la commissione valuterà solo le parti di ogni singola pagina ricomprensibili nel determinato formato, fissato il vertice iniziale quello in alto a sinistra e posto che per le relazioni l’orientamento sarà verticale e per le tavole grafiche quello orizzontale;

---- Si intendono esclusi dal conteggio delle pagine relative all’Offerta: le copertine, gli indici, le firme; se nelle stesse pagine non ci sono descrizioni (testuali e/o grafiche) dell’Offerta.

2) Lista delle Categorie e Forniture:

I concorrenti dovranno inserire nell'apposito spazio riservato all'offerta tecnica una Lista delle Categorie e Forniture e/o delle Opere Compiute, in formato massimo “A3” orizzontale, finalizzato comprendere con esattezza tutti gli aspetti tecnici (quantità, materiali, operazioni e quant’altro ricompreso) dell’offerta.

Detta Lista non è un ulteriore documento dove aggiungere parti e/o proseguire a redigere l’offerta (contravvenendo ai limiti di pagina riportati al precedente Punto 1)) ma deve essere un documento tecnico, redatto con lo stesso livello di definizione degli elaborati di progetto posti a base di gara (Progetto Esecutivo), quindi:

- Le tariffe/offerte dovranno essere descritte come normativamente richiesto per formare un Elenco Prezzi;

- Le quantità dovranno essere precise e puntuali come normativamente richiesto per formare un Computo Metrico.

Nella lista l'Impresa dovrà indicare le eventuali nuove categorie di lavoro con le relative quantità necessarie a realizzare le migliorie offerte. Nel caso in cui alcune categorie vengano introdotte sostituzione di categorie di lavoro presenti nel progetto posto a base di gara, il concorrente dovrà riportare nella Lista delle Categorie anche, ogni tariffa di progetto sostituita, riportandone il nuovo valore (0 -zero-).

(9)

Ogni miglioria offerta dovrà evolvere quanto indicato nel progetto e in nessun caso potrà essere intesa come una riduzione di opere e/o lavorazioni e/o che modifichino lo scopo o l’uso di quanto inizialmente progettato.

Le quantità delle voci offerte si intendono indicative (minime) per la corretta e completa esecuzione di quanto indicato e di cui si compone il progetto, quindi sono a totale ed esclusivo carico dell’appaltatore ulteriori quantità che dovessero necessitare.

In caso di modifiche nell’esecuzione dei lavori, in cui si debbano realizzare operazioni (forniture, opere, ecc.) relative a tariffe sostituite e/o integrate con voci offerte, tali operazioni dovranno essere compiute applicando le voci sostitutive e/o integrative con il prezzo definito nella relativa tariffa di progetto, ribassato della percentuale relativa all’Offerta Economica.

La Lista delle Categoria dovrà quindi essere redatta assegnando, per ogni voce di miglioria, un codice “MI/”

consecutivo (esempio: MI/01, MI/02, …, ecc.) corredato dalla descrizione tecnica della lavorazione proposta, in forma estesa e completa. In una specifica colonna, se la miglioria sostituisce una tariffa dell’Elenco Prezzi di progetto, dovrà essere inserito il numero della tariffa sostituita. La voce migliorativa sarà seguita da una colonna con l’unità di misura e da un’altra con la quantità che il concorrente ritiene necessaria (indicativa, vale quanto sopra e meglio indicato).

Nella Lista, a pena di esclusione, NON DOVRANNO ESSERE RIPORTATE indicazioni di prezzi unitari e/

o prezzi complessivi che quantifichino gli oneri che l’Appaltatore dovrà sopportare per l’esecuzione di tali migliorie. La mancata presentazione della Lista e/o l'inserimento nella stessa dei prezzi unitari sarà considerato motivo di esclusione.

Si riporta di seguito una tabella di esempio al fine di facilitare il Concorrente:

Voce n. Descrizione dei lavori

Voce Elenco Prezzi in Sostituzione

n.

Unità di Misura Quantità

MI/01 Fornitura e posa in opera di …. TOS/1 mc. 1.000,00

TOS/1 Fornitura e posa in opera di … --- mc. 0

MI/02 Aggiunta alla Voce TOS/2 -

Fornitura e posa in opera di …. --- n. 10,00

MI/03 Realizzazione di … --- mq. 100,00

Secondo la tabella di esempio quindi:

• La Voce offerta “MI/01” sostituisce totalmente la Tariffa dell’Elenco Prezzi “TOS/1”;

• La Voce offerta “MI/02” integra la Tariffa dell’Elenco Prezzi “TOS/2”;

• La Voce offerta “MI/03” è una miglioria comportante una operazione (fornitura, opera, intervento, ecc.) ulteriore a quanto definito nel Progetto.

IV. CRITERI ECONOMICI

L'offerta economica dovrà essere presentata mediante l'apposita sezione del portale S.T.A.R.T., su cui indicare la percentuale unica di ribasso offerta, formulata con non più di 3 decimali (come meglio descritto di seguito) sull’importo soggetto a ribasso d’asta, quindi l’importo di gara con esclusi gli oneri di sicurezza.

(10)

Nell'offerta economica gli operatori devono altresì indicare, nell'apposito spazio, l'ammontare degli oneri della sicurezza afferenti l'impresa ed il dettaglio dei costi della manodopera, ai sensi dell'art. 95, c. 10, del D.Lgs. n.

50/2016, che costituiscono spese ricomprese nell’importo dell'offerta economica.

a) ELEMENTI DI CARATTERE ECONOMICO: Max Punteggio = 20

ELEMENTI DI CARATTERE QUANTITATIVO: Punteggio Max = 20

Criterio D: Offerta Economica PUNTEGGIO max. 20 punti D1) Ribasso percentuale PUNTEGGIO W10 = max 20 punti 1. Formula per le Offerte Economiche

L’Offerta Economica di ciascun Operatore Economico verrà ottenuta dal prodotto tra il punteggio massimo di tale criterio con un coefficiente, variabile da zero ad uno, calcolato tramite la Formula con interpolazione lineare, così espressa:

Ci = Ra/RMax

dove:

Ci = coefficiente attribuito al concorrente i-esimo;

Ra = ribasso percentuale dell’offerta del concorrente i-esimo;

RMax = ribasso percentuale dell’offerta più conveniente.

ARROTONDAMENTI:

Verrà preso in considerazione fino al 3° decimale di ciascun calcolo aritmetico, e di conseguenza a tale decimale si definirà l’arrotondamento del numero, in eccesso se il 4° decimale è uguale o superiore a “5” o in difetto se quest’ultimo decimale è inferiore a 5.

V.VINCOLI ED AVVERTENZE

- I contenuti dell’offerta tecnica sono contrattualmente impegnativi e vincolanti per il concorrente nell’eventualità di aggiudicazione a suo favore.

- Tutte le migliorie devono essere comprese nell’offerta economica proposta, senza alcun costo aggiuntivo per l’Amministrazione comunale.

- Non saranno accettate offerte peggiorative o incompatibili con il progetto esecutivo, pena l'esclusione dalla gara del concorrente.

- L’offerta tecnica non deve presentare elementi tali da fornire indicazioni circa l’offerta economica proposta dal medesimo concorrente; la proposta dovrà comunque contenere tutte le informazioni necessarie e/o utili ai fini della valutazione tecnico/qualitativa e della conseguente assegnazione dei punteggi.

Ai sensi dell'art. 83 c. 9 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. qualunque irregolarità riferita all'offerta tecnica ed all'offerta economica non possono essere sanate e comportano quindi l'immediata esclusione dalla procedura.

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :