COMUNE DI CORNO DI ROSAZZO

Testo completo

(1)

COMUNE DI CORNO DI ROSAZZO

PROVINCIA DI UDINE

ORIGINALE Deliberazione n° 205

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Oggetto: ADESIONE AL PROGETTO "LAVORO E CARRIERA PER LE DONNE\: LABORATORI PER LA PROMOZIONE DELLE DIFFERENZE DI GENERE." AUTORIZZAZIONE AL SINDACO DI PREMARIACCO A PRESENTARE DOMANDA DI CONTRIBUTO. L.R. 23/1990

L’anno duemilasette, addì tre del mese di dicembre alle ore 18.30 nella Casa Comunale si è riunita la Giunta Comunale.

Eseguito l’appello, risultano:

Presenti Assenti

1 BASSO LORIS Presidente X

2 SALEMI ANTONINO Vice Sindaco X

3 TONETTI STEFANO Assessore Effettivo X

4 MOSCHIONI DANIELE Assessore Effettivo X

5 LONGATO GIUSEPPE Assessore Effettivo X

6 BUTUSSI ALDO Assessore Effettivo X

4 2

Assiste alla seduta il Segretario Comunale MILA MECCHIA, il quale provvede alla redazione del presente verbale.

Essendo legale il numero degli intervenuti, il Sig. BASSO LORIS, nella sua qualità di Sindaco del Comune suddetto, assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’oggetto sopraindicato.

(2)

Sulla proposta della presente deliberazione:

“ADESIONE AL PROGETTO “LAVORO E CARRIERA PER LE DONNE: LABORATORI PER LA PROMOZIONE DELLE DIFFERENZE DI GENERE”. AUTORIZZAZIONE AL SINDACO DI PREMARIACCO A PRESENTARE DOMANDA DI CONTRIBUTO L.R. 23/1990”.

LA GIUNTA COMUNALE

DATO ATTO che la Commissione Pari Opportunità del Comune di Premariacco ha comunicato, giusto prot. n. 11.183 del 29.11.2007, che intende realizzare il progetto "Lavoro e carriera per le donne: laboratori per la promozione delle differenze di genere" per rispondere alla difficoltà di accedere al mercato del lavoro e ai percorsi di carriera da parte delle donne;

VISTO che i Comuni di Moimacco e San Giovanni al Natisone hanno manifestato il proprio interesse ed hanno deciso di aderire a tale progetto conferendo la delega quale comune capofila per quanto in parola al Comune di Premariacco;

VISTO il Bando Regionale della Direzione Centrale Patrimonio e Servizi Generali - Servizio Pari Opportunità "Progetti di azioni positive degli Enti locali volti all'espansione dell'accesso al lavoro e dei percorsi di carriera, all'incremento delle opportunità di formazione, qualificazione e riqualificazione delle donne - anno 2007" che offre la possibilità di richiedere contributi alla Regione Autonoma FVG per quanto sopra;

CONSIDERATO opportuno aderire a tale iniziativa vista l'attualità e l'importanza di un tema così sentito;

RITENUTO quindi di autorizzare il Sindaco pro tempore del Comune di Premariacco quale comune capofila, ad inoltrare domanda di contributo alla Regione Autonoma FVG, ai sensi del citato bando, in relazione al progetto dal titolo "Lavoro e carriera per le donne: laboratori per la promozione delle differenze di genere" che verrà realizzato dai Comuni di Premariacco, Corno di Rosazzo, Moimacco e San Giovanni al Natisone;

NEL RISPETTO del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267 e dello Statuto comunale;

ACQUISITO i parer a norma dell'art. 49, D.Lgs. n. 267/00, UDITA la relazione sull'argomento, a voti unanimi palesi;

All’unanimità di voti espressi nelle forme di legge

DELIBERA

1. la premessa narrativa forma parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di aderire alla suddetta iniziativa (decritta dettagliatamente in allegato) vista l'attualità e l'importanza di un tema così sentito

3. di autorizzare il Sindaco pro tempore del Comune di Premariacco quale comune capofila, ad inoltrare domanda di contributo alla Regione Autonoma FVG, ai sensi del bando di cui in premessa in relazione al progetto dal titolo

"Lavoro e carriera per le donne: laboratori per la promozione delle differenze di genere" che verrà realizzato dai Comuni di Premariacco, Corno di Rosazzo, Moimacco e San Giovanni al Natisone;

4. dare atto che il progetto in parola prevede una spesa di € 8.000, finanziabili dalla Regione Autonoma FVG nella misura massima del 90%.

5. di prevedere la compartecipazione economica al progetto dell’Amministrazione comunale per una spesa di Euro 400,00;

6. di dare atto che la somma è inserita in bilancio al Titolo 1 Funzione 10 Servizio 04 Intervento 05 (cap n. 494585) 7. di incaricare e autorizzare il Responsabile del Servizio Amministrativi, Affari Generali ed Istituzionali a porre in

essere tutti gli atti gestionali conseguenti

Con separata votazione espressa all’unanimità di voti nelle forme di legge

DELIBERA

rendere la presente immediatamente eseguibile ai sensi dell'art.17 comma 12 lettera a) della L.R. n.17/2004.

====================

(3)

Allegato alla delibera di Giunta comunale n. __ del 03.12.2008

Proposta di progetto “Lavoro e carriera per le donne: laboratori per la promozione delle differenze di genere”

La proposta di progetto prende come riferimento gli obiettivi del bando “Progetti di azioni positive degli Enti locali volti all’espansione dell’accesso al lavoro e dei percorsi di carriera, all’incremento delle opportunità di formazione, qualificazione e riqualificazione delle donne – anno 2007” e in particolare quello di rispondere alla difficoltà di accedere al mercato del lavoro e ai percorsi di carriera da parte delle donne.

Attraverso questo progetto, quindi, ci si propone di attivare nel territorio coinvolto un processo di sensibilizzazione della società in generale, ma anche degli enti locali, delle associazioni di categoria e delle imprese presenti sul territorio, sul tema delle pari opportunità nel mercato del lavoro, con particolare attenzione agli strumenti normativi e finanziari esistenti per valorizzare la presenza femminile nel lavoro.

Tale percorso di (in)formazione sarà strutturato in quattro incontri-laboratorio condotti da esperti di parità di genere, normativa del lavoro e teorie e pratiche dell’organizzazione aziendale secondo una prospettiva di genere.

Struttura dei laboratori

I laboratori si articoleranno in 4 incontri di 2 ore ciascuno (per un totale di 8 ore totali), da realizzarsi alternativamente presso ciascun Comune coinvolto.

Obiettivi

Gli obiettivi specifici dei laboratori sono volti a favorire la diffusione nel contesto socioeconomico dei Comuni coinvolti la conoscenza della dimensione delle pari opportunità nel mercato del lavoro locale, con particolare attenzione ai seguenti temi: conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, confrontando la domanda e l’offerta di servizi esistenti sul territorio, il fenomeno della segregazione professionale orizzontale e verticale, le discriminazioni di genere nel mercato del lavoro, portando a conoscenza delle imprese e dei lavoratori gli strumenti normativi e finanziari a sostegno dell’occupabilità femminile e della qualificazione della stessa.

Sono quindi obiettivi specifici dei laboratori:

-- Comprendere in che modo l’approccio di genere nell’ambito delle organizzazioni aziendali rappresenti uno strumento particolarmente rilevante affinché accresca la cultura del “buon lavoro” e della responsabilità sociale d’impresa;

- Affrontare la tematica delle pari opportunità nel lavoro, nei percorsi di carriera e nella valorizzazione delle differenze di genere nel lavoro attraverso l’analisi di buone prassi e progetti già realizzati in altri contesti sia provinciali, sia regionali, sia a livello nazionale e comunitario;

-- Offrire una chiave di lettura chiara e precisa per quanto riguarda la legislazione regionale, nazionale ed europea inerente le pari opportunità nel mercato del lavoro;

-- Proporre alcune riflessioni sulle modalità e sugli strumenti utili per andare oltre il così detto “soffitto di cristallo” (ovvero quella barriera invisibile che impedisce alle donne di raggiungere i vertici delle gerarchie organizzative).

Attività previste

I laboratori tratteranno i seguenti argomenti:

(4)

-- La normativa regionale, nazionale ed europea sulle pari opportunità applicate al mercato del lavoro, le azioni positive, i soggetti istituzionali competenti;

- Cosa prevedono gli Obiettivi di Lisbona e la metodologia del gender mainstreaming1[1] e come possono essere declinati nel territorio locale,

-- Presentazione delle buone prassi realizzate in favore dell’accesso al lavoro e ai percorsi di carriera delle donne e simulazione di applicazioni di interventi declinati secondo le esigenze e le caratteristiche del micro-territorio di riferimento;

-- Le opportunità di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro come strumento per facilitare l’occupazione femminile e la crescita professionale delle donne (azione di rete tra territorio e organizzazioni aziendali, azioni di ri-organizzazione dei tempi in azienda, applicazione dei principi della responsabilità sociale, ecc.)

Destinatari

Donne e uomini, dando priorità alle persone occupate. Una scelta volta a favorire la diffusione concreta di un nuova cultura della parità attraverso la valorizzazione delle differenze di genere nelle imprese.

Metodologia utilizzata

I laboratori saranno condotti da esperti nelle tematiche trattate, da testimoni che presenteranno buone prassi già realizzate e da figure istituzionali (Consigliere di parità, Commissioni pari opportunità, Assessori al lavoro e alle pari opportunità).

Tempi e costi

Per realizzare questo progetto si stima un arco temporale di nove mesi: da gennaio a settembre 2008.

Il cronogramma sottostante riporta la tempistica richiesta per ciascuna sottofase di lavoro prevista.

Mesi 1° 2° 3° 4° 5° 6° 7° 8° 9°

Progettazione dei laboratori

Pubblicizzazione del percorso, raccolta iscrizioni

Coordinamento e realizzazione delle attività di laboratorio

Per quanto riguarda i costi previsti, l’importo è pari a 8.000,00 euro iva compresa, come definiti sinteticamente nella tabella seguente:

Totale progetto 8.000

Quota a carico del soggetto richiedente e/o dei partner progettuali (minimo 10%)

800

Contributo richiesto alla Regione (max 90%)

7.200

(5)
(6)

Letto confermato e sottoscritto

IL PRESIDENTE L'ASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO COMUNALE

BASSO LORIS TONETTI STEFANO MILA MECCHIA

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE E COMUNICAZIONE AI CAPIGRUPPO CONSILIARI

- Si attesta che la presente deliberazione viene affissa, ai sensi dell'art. 1, comma 15, della L.R. n.21/2003, all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dal 07.12.2007 e contestualmente comunicata, ai sensi dell'art.1, comma 16, della L.R. n.21/2003, ai capigruppo consiliari.

IL RESPONSABILE CLODIG PAOLA

- Si attesta che la presente deliberazione è stata affissa all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi dalla data di affissione.

IL RESPONSABILE

________________________________________________________________________________________________

CERTIFICATO DI ESECUTIVITA’

La presente deliberazione:

[ ] è divenuta esecutiva in data ……….

[X] è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 17, comma 12, della L.R. 24 maggio 2004, n. 17.

IL SEGRETARIO COMUNALE MILA MECCHIA

(7)

Proposta di Deliberazione avente per oggetto:

ADESIONE AL PROGETTO "LAVORO E CARRIERA PER LE DONNE\: LABORATORI PER LA PROMOZIONE DELLE DIFFERENZE DI GENERE." AUTORIZZAZIONE AL SINDACO DI PREMARIACCO A PRESENTARE DOMANDA DI CONTRIBUTO. L.R.

23/1990

PARERE DI REGOLARITA' TECNICA VISTO l'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267;

ESAMINATA la proposta di Deliberazione

ESPRIME parere Favorevole in ordine alla regolarità tecnica della stessa.

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PAOLO DE SABBATA

PARERE DI REGOLARITA' CONTABILE

VISTO l'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18.08.2000 n. 267;

ESAMINATA la proposta di Deliberazione

ESPRIME parere Favorevole in ordine alla regolarità contabile

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO GIANNI BON

figura

Updating...

Riferimenti

Updating...

Argomenti correlati :