• Non ci sono risultati.

Testo letto dall’insegnante

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Testo letto dall’insegnante"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

lindacafasso.blogspot.com

Testo letto dall’insegnante

LA LEGGENDA DEI SEMPREVERDI

Nei tempi passati, al termine dell'estate, un uccellino si ferì ad un'ala, restando cosi da solo nel bel mezzo del bosco. Non potendo più volare, resto' praticamente in balìa dell'inverno, che già faceva sentire i suoi primi geli.

Cosi, domando' ad una enorme betulla di potersi rifugiare tra i suoi grandi rami, sperando di poter passare l'inverno al riparo dal cattivo tempo. Ma la betulla, altezzosamente, rifiuto' all'uccellino un piccolo riparo tra le sue fronde.

Intristito, l'esserino continuo' a girovagare nel bosco, trovando di li a poco una grossa quercia e, speranzoso, ripete' la stessa domanda.

Ma anche quest'albero rifiuto' all'uccellino la sua protezione.

Cosi, nuovamente s'incammino nell'oscurità della foresta, alla ricerca di un riparo.

Di li a poco si senti' chiamare:

- Uccellino vieni tra i miei rami, affinché tu possa ripararti dal freddo.

Stupito, l'uccellino si volto' e vedendo che a parlare era stato un piccolo abete, salto' lestamente su uno dei suoi rami.

Subito dopo anche una pianta di ginepro offrì le sue bacche come sostentamento per il lungo inverno. L'uccellino ringrazio' più volte per tale generosità, che gli permise cosi di superare la cattiva stagione.

La Natura, avendo osservato tutto, volle ricompensare la generosità del pino e del ginepro, ordinando al vento di non far cadere loro le foglie, e quindi da quel giorno furono "sempreverdi"

(2)

lindacafasso.blogspot.com

Associa le didascalie alle vignette, poi ricopiale in ordine:

La Natura, avendo osservato tutto, punì la betulla lasciandola senza foglie.

Triste, l'uccellino ripete' la stessa domanda ad una quercia.

Ma anche quest'albero rifiutò all'uccellino la sua protezione.

Punì la quercia facendole cadere le foglie.

Al termine dell'estate, un uccellino si ferì ad un'ala; non potendo più volare, restò solo, in balìa dell'inverno che già faceva sentire i suoi primi geli.

Ricompensò la generosità del pino e del ginepro, ordinando al vento di non far cadere loro le foglie, e quindi da quel giorno furono "sempreverdi".

Domandò ad una enorme betulla di potersi rifugiare tra i suoi rami,

sperando di poter passare l'inverno al riparo dal cattivo tempo. Ma la betulla, altezzosamente, rifiutò.

Di li a poco si sentì chiamare:

- Uccellino vieni tra i miei rami,

affinché tu possa ripararti dal freddo.

Riferimenti

Documenti correlati

Da quando il video del riccio morto do- po essere stato usato come palla da calcio e poi abbandonato sui binari della fer- rovia della Torino- Ceres, in via Biaune a Cirié, ha fatto

Così, pagina dopo pagina, Massimo non ci racconta solo la straziante e tragica storia del soldato scomparso Ce- sare Squartini, ma anche tante altre che ad essa si sono intrecciate,

tosi alla ricerca del drago, sempre dopo aver in- terpellato gli abitanti sul luogo in cui avrebbe trovato il drago, una volta trovata la zucca non si prese gioco di un intero

Non solo perché c’è la crisi dell’Ama e tonnellate di spazza- tura marciscono agli angoli di tutte le strade romane, ma anche perché i ger- mi metaforici della malattia sono

• Principali mansioni e responsabilità Coordinamento nell’ambito dell’intervento realizzato a valere su Misura 3.9 –Scheda A“Assessorato al Turismo un’opportunità

– Prima dell’incollaggio con Tenso P-14, Bisco P-14 è ideale per le giunzioni a secco – Per allineare le fresature P-System, funzione di allineamento senza colla. – La

I lavori quotidiani sono eseguiti in ore tali da non disturbare la quiete degli ospiti e da non interferire con le attività svolte dagli operatori addetti agli altri servizi

Per quanto riguarda i costi di manutenzione, benché i potenziali conducenti e operatori dei veicoli commerciali leggeri elettrici comprendano generalmente che i costi di