Davide è perdonato dalla grazia di Dio. La grazia di Dio fa nascere da lui e da Bat-Sceba un altro bambino, un figlio speciale che diventerà il fu-turo re. Davide accetta il perdono di Dio e gli rinnova il suo amore e il suo servizio.

Uno sguardo alla lezione

Davide e Bat-Sceba aspettano un figlio, concepi-to da una relazione adultera. Davide, nella spe-ranza di liberarsi da solo delle conseguenze peri-colose che il suo peccato comportava, fa assassi-nare il marito di Bat-Sceba, Uria: un soldato fe-dele e coraggioso. Passato il tempo del lutto per la donna rimasta vedova, Davide la sposa.

Pro-babilmente il popolo d’Israele comprende che Davide è il padre del bimbo e sospetta che sia stato lui a far uccidere Uria. Dio invia Natan ad affrontare Davide per comunicargli il rimprove-ro divino e far capire al re il suo peccato. Il primprove-ro- pro-feta gli dice inoltre che il bambino morirà. Davi-de si pente e implora Dio di perdonarlo e di sal-vare la vita del bambino. Il bambino muore. Da-vide conforta Bat-Sceba. Essi hanno un altro fi-glio, che chiamano Salomone, il re più saggio che si sia mai avuto.

Approfondimento

«Davide non era solo il governatore del suo po-polo ma anche l’unto del Signore; il capo teocra-tico, la guida del popolo scelto da Dio, era colui che doveva far rispettare e rafforzare la legge del Signore. Davide con il suo peccato aveva macchiato e disonorato il nome del Signore. Dio

mandò quindi Natan per consegnargli il messag-gio del rimprovero divino, nel tentativo di por-tare il re colpevole a capire l’enormità del suo crimine e a pentirsi» (The SDA Bible commen-tary, vol. 2, p. 651).

«Le parole di Natan, forti e inaspettate, sono per Davide un duro colpo che lo sveglia dal sonno malvagio in cui lo avevano fatto piombare i suoi crimini. Davide essenzialmente era un

brav’uomo, uno che cercava veramente di ubbi-dire a Dio. Ma aveva ceduto alla tentazione e, nel tentativo di coprire la sua colpa, era sempre di più caduto in una rete inestricabile. Per un

Nel Salmo 51 Davide chiede a Dio di purificarlo con l’issopo. «Il cespuglio di issopo… produce rami dai fiori bianchi – utilizzati come pennelli naturali… In Esodo 12 gli israeliti usano la pian-ta per spruzzare con il sangue dell’agnello pa-squale le soglie delle loro case. Il Vangelo di Gio-vanni puntualizza che un ramo di issopo… è uti-lizzato per spruzzare di vino le labbra di Gesù.

Qui Giovanni richiama alla mente la scena dell’Esodo; e può voler indicare che Gesù, l’agnello di Dio (Giovanni 1:29), è il nuovo sacri-ficio pasquale. L’issopo era anche utilizzato per spargere il liquido nei rituali di purificazione, come per esempio nel caso dei lebbrosi (Levitico

Programma d’insieme

tappe della lezione durata attività occorrente Dare il benvenuto! variabile Accoglienza e

ascolto dei bambini Nessuno.

Attività introduttive 10-15 A. Perdonare e dimenti-care

B. Coprire

Nastro adesivo, stoffa, tap-petino o pezzo di moquet-te, forbici, scopa e paletta. Tre cartoncini per ogni stu-dente, monete.

Preghiera e lode* 15-20 Socializzazione Inni

Missioni Preghiera

Nessuno.

Innario.

Contenitore per le offerte utilizzato per la Lezione 1.

Nessuno.

Applicare 10-15 Il picco del peccatore Copie del testo a p. 127.

Condividere 10-15 Note di

incoraggiamen-to Bibbie, carta, penne o

mati-te.

La lezione 15-20 Introduzione – Acqua

limpida

* La preghiera e la lode possono essere utilizzate in qualsiasi momento durante la lezione.

1

dren know God – Loveland, Colorado, Group Publishing, 1995, pp. 94,95).

B. Coprire

Allineate i ragazzi su di una riga immaginaria, spalla unita a spalla. Davanti a ognuno di lo-ro mettete una moneta posan-dola sul pavimento. Date a o-gnuno almeno tre cartoncini.

Dite: Vediamo chi sarà capace di coprire que-ste monete con i cartoncini. Tenendo in ma-no il cartoncima-no all’altezza della spalla, lascia-telo cadere sul pavimento sopra la moneta.

Date a tutti la possibilità di lasciar cadere il car-toncino più volte per coprire la moneta. Se qual-cuno ci riesce, esce dalla riga e incita gli altri.

Dopo alcune prove, continuate facendo giocare tutti, questa volta con gli occhi chiusi.

Dite: Chi sarà capace di coprire la moneta te-nendo gli occhi chiusi? Attenzione: niente imbrogli!

Per riflettere

Dopo diversi altri tentativi dite: Non sempre siete riusciti a coprire le monetine ma la Bib-bia dice che Dio può coprire sempre i nostri peccati con il perdono.

Leggete a voce alta Salmo 28:6,7 e poi domanda-te: Che cosa dice questo versetto sulle perso-ne che ricevono il perdono?

Dite: Proprio come qualcuno di voi è riuscito a coprire completamente le monetine con il cartoncino, così Gesù copre completamente i nostri peccati. Ecco perché dobbiamo cercare il suo perdono e accettarlo. (Adattato da Help-ing children know God – Loveland, Colorado, Group Publishing, 1995, pp. 93,94).

Dare il benvenuto!

Accogliete i ragazzi al loro arrivo, dando il benvenuto agli ospiti. Chiedete come è andata la settimana e se è successo qualcosa di bello o di brutto che desiderano condividere con gli altri. Chiedete se qualcuno di loro ha parlato con un adulto sul «denunciare qualcuno» (attività settimanali, Lezione 12, attività di mercoledì). A che conclusioni sono arrivati?

A. Perdonare e dimenticare

Date a ogni ragazzo, arrotolato dalla parte adesiva, un pezzo di nastro adesivo che dovran-no passare sul tappeto, o sulla stoffa o per terra in modo da raccogliere la polvere che vi è.

Riunite poi i ragazzi e fate os-servare tutto quello che il na-stro adesivo ha raccolto.

Per riflettere

Domande: Che cosa c’è nei vostri pezzetti di nastro? Siete stupiti nel vedere quanta polve-re ci sia intorno a noi?

Dite: A volte anche noi, nella nostra vita, na-scondiamo la polvere. Quando pecchiamo o facciamo qualcosa di sbagliato e non lo con-fessiamo chiedendo a Dio di perdonarci, è co-me se accumulassimo polvere e sporcizia den-tro di noi. Il re Davide ha cercato di spiegare questo stato d’animo nel Salmo 32:3,4. Legge-te a voce alta i versetti.

Dite: Poi Davide decise di ricorrere a Dio per avere il suo perdono. Leggete a voce alta il ver-setto 5.

Chiedete ai ragazzi di fare a pezzi il nastro adesi-vo, di farne tanti piccoli mucchi accumulati sul pavimento a dimostrazione dei tanti peccati.

Dite: Anche se i nostri peccati sono numerosi, il nostro Dio d’amore può perdonarli.

Chiedete alla classe di raccogliere con l’aiuto della scopa e della paletta i mucchietti di nastro adesivo.

Dite: Leggiamo insieme quello che il re Davi-de dice di una persona i cui peccati sono stati perdonati. I ragazzi cercano e leggono a voce alta il Salmo 32:1,2. (Adattato da Helping

chil-1

Scegliete l’attività che ritenete più appropriata alla situazione locale.

Occorrente

con un contagocce.

Mostrate come l’acqua si sia sporcata, come non sia più limpida.

Dite: Nella storia di oggi, Davide è affrontato da un profeta che gli rimprovera il peccato commesso, allora egli riconosce sinceramente i suoi errori e chiede perdono a Dio.

Versate un certo numero di bicchierini di vare-china nell’acqua e dite: Quando Davide lo ha chiesto, Dio ha versato nella sua vita amore e perdono.

Mescolando l’acqua, dite: Il peccato è scompar-so! Davide è stato perdonato. Se i ragazzi fanno osservare che l’acqua non è completamente tra-sparente, cogliete l’occasione per sottolineare che, anche se Davide fu perdonato, le conse-guenze dei suoi peccati rimasero. Al termine, gettate via al più presto l’acqua prima che a qualcuno venga in mente di berla. (Adattato da Helping children know God – Loveland, Colo-rado: Group Publishing, 1995, pp. 97,98).

Dite: Questa settimana studieremo il resto del-la storia e cioè come fece Davide ad accettare il perdono di Dio.

La lezione

Introduzione

Acqua limpida

(Prima di svolgere questa attivi-tà, occorre essere sicuri sulle quantità sia dell’inchiostro sia della varechina).

Procuratevi una caraffa di ve-tro trasparente riempita d’acqua a metà, un cucchiaio, diversi bicchierini di varechi-na, e infine qualche goccia d’inchiostro blu. Attenzione alla varechina! Conservatela lontano dai ragazzi e, una volta utilizzata, mette-tela via.

Dite: Questa caraffa d’acqua limpida rappre-senta la vita senza il peccato. Nessuno al di fuori di Gesù ha vissuto una simile vita ma la nostra vita può diventare così se chiediamo a Gesù di coprire i nostri peccati e di perdonar-ci. Diciamo che quest’acqua potrebbe

rappre-2

Se, durante il benvenuto, qualche ragazzo vi ha autorizzato a condividere una sua esperienza con gli altri, ripetetela davanti a tutti. (Chiedete il consenso, prima di riferire qualcosa che vi è stato raccontato. Lasciate anche qualche minuto di tempo a disposizione per ascoltare le esperienze rica-vate dalla lezione della settimana scorsa. Ricordatevi dei compleanni, di altri eventi speciali, ecc.

Date un benvenuto caloroso ai visitatori.

Inni suggeriti

Inni sul tema della lezione.

Missioni

Utilizzare il rapporto missionario, collegando la storia al tema della lezione di questa settimana.

Offerta

Ricordate ai ragazzi che le nostre offerte sono una dimostrazione di amore e di gratitudine per il dono della grazia che Dio ci dà. Utilizzare il contenitore usato nella Lezione 1.

Preghiera

Scegliete parti dei Salmi 32 e 51 come preghiera.

Preghiera e lode

Quandvuoi o

Applicare

«Il picco del

Nel documento Fo r t em e n t e. Con la grazia di DIO sono un gigante. Manuale dell animatore Primo Trimestre. Scuola del Sabato adolescenti (pagine 123-127)