VALUTAZIONE VALORE DI RIFERIMENTO

Nel documento COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO (pagine 38-44)

PARTE IV: il concorrente in possesso dei requisiti di partecipazione prescritti dal presente del presente disciplinare di gara, può compilare soltanto la sezione α, senza compilare nessun’altra sezione della

VALUTAZIONE VALORE DI RIFERIMENTO

Non valutabile 0,00

Scarso 0,01 – 0,25

Insufficiente 0,26 – 0,50

Sufficiente 0,51 – 0,70

Buono 0,71 – 0,80

Distinto 0,81 – 0,90

Ottimo 0,91 – 1,00

Si precisa che la Commissione terrà conto anche della chiarezza e precisione della descrizione di quanto offerto:

in presenza di descrizioni vaghe, carenti, che possano prestarsi ad interpretazioni ambigue o che comunque dal punto di vista contrattuale non diano certezze riguardo all’adempimento degli obblighi assunti, la Commissione applicherà opportune riduzioni dei coefficienti.

 (una volta terminata la procedura di attribuzione discrezionale dei coefficienti) trasformazione della media dei coefficienti attribuiti ad ogni elemento da parte di tutti i commissari in coefficienti definitivi, riportando ad uno la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima calcolate.

2. Una volta calcolati i vari coefficienti si procederà alla sommatoria dei punteggi parziali ottenuti derivanti dalla moltiplicazione dei pesi associati ai vari requisiti con i coefficienti - V(a)i - prima calcolati.

Ai fini del calcolo i vari coefficienti saranno approssimati a due decimali.

b) per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura quantitativa (prezzo) attraverso la seguente formula:

P=Pmax * (Voff/Vmax) dove:

Pmax : corrisponde al Punteggio massimo Voff : corrisponde al valore offerto

Vmax corrisponde al valore massimo offerto

L’offerta tecnica dovrà risultare comprensibile e seguire l’ordine sopra indicato, tenendo separati i vari punti.

I dati forniti, eventualmente supportati da idonea documentazione, dovranno essere caratterizzati dalla chiarezza in ordine agli impegni che si intendono assumere e che dovranno essere concretamente garantiti e verificabili.

L'appalto verrà aggiudicato al concorrente che avrà ottenuto il maggior punteggio determinato dalla somma dei punti relativi ai vari elementi di valutazione. La Commissione valuterà l’”offerta tecnica” secondo i punteggi sopra indicati.

Saranno escluse quelle integrazioni tecniche migliorative che prevedono una modifica sostanziale del progetto, tale da snaturare, a giudizio insindacabile della commissione giudicatrice, il progetto posto a base di gara, nonché le proposte integrative che non siano documentate adeguatamente. A queste sarà attribuito un punteggio pari a “zero” e dovranno essere realizzate, in caso di aggiudicazione del concorrente, le soluzioni indicate negli elaborati progettuali posti a base di gara.

In caso di mancata proposta su uno o più elementi concernenti il valore tecnico non saranno attribuiti i corrispondenti punteggi relativi agli elementi.

Nel caso in cui alcune delle proposte integrative e/o migliorative presentate dall’offerente siano state valutate dalla commissione, peggiorative o comunque non migliorative e quindi non accettabili, non si procedura all’esclusione dell’offerente, ma ne verrà tenuto debitamente conto nell’assegnazione dei vari coefficienti e, in caso di aggiudicazione a tale offerente, lo stesso dovrà eseguire l’opera, per quanto riguarda le proposte ritenute non ammissibili, secondo quanto previsto negli elaborati progettuali posti a base di gara (il ribasso offerto rimane fisso e invariabile).

La Commissione giudicatrice, in seduta pubblica, relativamente all’ “offerta economica” assegnerà il punteggio secondo la formula sopra indicata.

I risultati saranno arrotondati al centesimo di punto.

Dalla sommatoria dei punteggi tecnici e di quelli economici sarà definita, conseguentemente, la graduatoria ai fini della valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa. In caso di offerte valutate con punteggio complessivo identico, si aggiudicherà l’appalto in favore dell’offerta che abbia ottenuto il maggior punteggio relativamente all’offerta tecnica. Qualora anche i punteggi attribuiti al “valore tecnico” dovessero essere uguali, si procederà all’aggiudicazione ai sensi dell’art. 77 del R.D. 827/24.

A corredo dell’offerta tecnica, il concorrente, ai sensi dell’art. 53, comma 5, del D.Lgs. 50/2016 dovrà allegare eventuale motivata e comprovata dichiarazione che indichi quali informazioni fornite con l’offerta tecnica stessa costituiscano segreti tecnici o commerciali. In caso di presentazione di tale dichiarazione, l’Amministrazione consentirà l’accesso nella forma della sola visione delle informazioni che costituiscono segreti tecnici e commerciali ai concorrenti che lo richiedono, in presenza dei presupposti indicati dall’art. 53, comma 6, del D.Lgs. 50/2016 e previa comunicazione ai controinteressati della comunicazione della richiesta di accesso agli atti. In mancanza di presentazione della suddetta dichiarazione l’Amministrazione consentirà ai concorrenti che lo richiedono, l’accesso nella forma dell’estrazione di copia dell’offerta tecnica, in base a quanto previsto dalla normativa e dal regolamento comunale in materia.

In ogni caso l’accesso sarà consentito solo dopo l’aggiudicazione definitiva.

19. MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLE OPERAZIONI DI GARA

La procedura di gara verrà interamente gestita attraverso la piattaforma IntercentER- SATER.

Le sedute pubbliche saranno effettuate attraverso il SATER e ad esse potrà partecipare ogni ditta concorrente, collegandosi da remoto al sistema, tramite la propria infrastruttura informatica, secondo le

modalità esplicitate nelle guide per l’utilizzo della piattaforma SATER, accessibili dal sito http://intercenter.regione.emiliaromagna.it/agenzia/utilizzo-del-sistema/guide/

Si precisa che non saranno ammesse persone in sala in quanto la tracciabilità di tutte le fasi della procedura di gara, l'inviolabilità delle buste telematiche e l'incorruttibilità di ciascun documento presentato (anche in virtù del contemporaneo utilizzo del sistema di firma digitale), sono garantite dal portale SATER.

La prima seduta pubblica virtuale avrà luogo il giorno ______________ alle ore ______.

La presente vale quindi anche come convocazione a detta seduta che avverrà esclusivamente in modalità telematica e alla quale le ditte interessate potranno partecipare collegandosi alla piattaforma nelle modalità di cui sopra.

Tale seduta pubblica virtuale, se necessario, sarà aggiornata ad altra ora o a giorni successivi, nella data e negli orari che saranno comunicati ai concorrenti che hanno presentato offerta tramite la piattaforma SATER nella sezione dedicata alla presente procedura.

Parimenti le successive sedute pubbliche saranno comunicate tempestivamente ai concorrenti che hanno presentato offerta tramite la piattaforma SATER, nella sezione dedicata alla presente procedura.

Le comunicazioni relative a data e orario di svolgimento delle sedute verranno inviate esclusivamente attraverso la piattaforma SATER.

Il Seggio di Gara procederà, nella prima seduta pubblica virtuale, a verificare la ricezione delle offerte collocate sul SATER.

Successivamente si procederà a:

 Sbloccare la documentazione amministrativa allegata in fase di sottomissione dell’offerta;

 Verificare la conformità della documentazione amministrativa a quanto richiesto nel presente disciplinare di gara;

 Attivare la procedura di soccorso istruttorio qualora necessario;

 Redigere apposito verbale relativo alle attività svolte;

 Adottare il provvedimento che determina le esclusioni e ammissioni dalla procedura di gara, provvedendo altresì agli adempimenti dell’art. 29 comma 1 del Codice. Di tale informazione sarà contestua lmente dato avviso ai concorrenti a mezzo PEC all’indirizzo comunicato nel modello allegato A.

Ai sensi dell’art. 85, comma 5, primo periodo del Codice, ci si riserva di chiedere agli offerenti, in qualsiasi momento nel corso della procedura, di presentare tutti i documenti complementari o parte di essi, qualora questo sia necessario per assicurare il corretto svolgimento della procedura.

Tale verifica avverrà, ai sensi degli artt. 81 e 216, comma 13, del Codice, attraverso l’utilizzo del sistema AVCpass, reso disponibile dall’ANAC, con le modalità di cui alla delibera n. 157/2016.

La commissione giudicatrice, in seduta pubblica, procederà all’apertura della busta concernente l’offerta tecnica ed alla verifica della presenza dei documenti richiesti dal presente disciplinare di gara.

In una o più sedute riservate, la commissione procederà all’esame ed alla valutazione delle offerte tecniche e all’assegnazione dei relativi punteggi applicando i criteri e le formule indicati nel presente disciplinare di gara .

La commissione procederà alla riparametrazione dei punteggi secondo quanto indicato nel paragrafo

“Modalità di valutazione delle offerte tecniche ed economiche”.

Successivamente in seduta pubblica, la Commissione giudicatrice darà lettura dei punteggi già riparametrati, attribuiti alle singole offerte tecniche e procederà allo sblocco delle offerte economiche e quindi alla relativa valutazione, formando la graduatoria ed individuando così l’offerta economicamente più vantaggiosa.

Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo, ma punteggi differenti per il prezzo e per tutti gli altri elementi di valutazione, sarà collocato primo in graduatoria il concorrente che ha ottenuto il miglior punteggio sull’offerta tecnica.

Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo e gli stessi punteggi parziali per il prezzo e per l’offerta tecnica, si procederà mediante sorteggio in seduta pubblica.

Ai sensi dell’art. 32 comma 7 del D.Lgs 50/2016, l’aggiudicazione diverrà efficace solo dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti sull’aggiudicatario.

Si procederà in ottemperanza a quanto disposto dall’art. 76 del d.lgs. 50/2016, in merito al provvedimento che determina le esclusioni dalla procedura di affidamento e le ammissioni all’esito delle valutazioni dei requisiti soggettivi, economico-finanziari e tecnico-professionali.

L’esito della procedura sarà reso noto ai concorrenti anche nei termini e con le modalità prescritte dall’art. 76 del D.Lgs. 50/2016 e altresì pubblicato sul sito web del Comune di San Giovanni in Persiceto nella sezione

“amministrazione trasparente”.

In qualsiasi fase delle operazioni di valutazione delle offerte economiche, si procederà, sempre, ai sensi dell’art. 76, comma 5, lett. b) del Codice - ai casi di esclusione da disporre per:

- inserimento di elementi concernenti il prezzo in documenti contenuti nella busta virtuale amministrativa e/o busta virtuale tecnica;

- presentazione di offerte parziali, plurime, condizionate, alternative nonché irregolari, ai sensi dell’art.

59, comma 3, lett. a) del Codice, in quanto non rispettano i documenti di gara, ivi comprese le specifiche tecniche;

- presentazione di offerte inammissibili, ai sensi dell’art. 59, comma 4 lett. a) e c) del Codice, in quanto il Seggio di Gara ha ritenuto sussistenti gli estremi per informativa alla Procura della Repubblica per reati di corruzione o fenomeni collusivi o ha verificato essere in aumento rispetto all’importo a base di gara.

20. COMMISSIONE GIUDICATRICE

La Commissione giudicatrice è nominata, ai sensi dell’art. 216 comma 12 del Codice, dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte ed è composta da esperti nello specifico settore cui si riferisce l’oggetto del contratto. In capo ai commissari non devono sussistere cause ostative alla nomina ai sensi dell’art. 77 comma 9 del Codice. A tal fine i medesimi rilasciano apposita dichiarazione alla stazione appaltante.

La stazione appaltante pubblica, sul profilo del committente, nella sezione “amministrazione trasparente” la composizione della commissione giudicatrice e i curricula dei componenti ai sensi dell’art. 29 comma 1 del Codice.

21. VERIFICA DI ANOMALIA DELLE OFFERTE

Ai sensi dell’art. 97, comma 3, D.Lgs. 50/2016, qualora il numero delle offerte ammesse sia pari o superiore a 3, la congruità delle offerte è valutata sulle offerte che presentano sia i punti relativi al prezzo, sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione, entrambi pari o superiori ai quattro quinti dei corrispondenti punti massimi previsti dal presente disciplinare di gara, la Commissione giudicatrice procederà a chiudere la seduta pubblica di gara e si procederà alla verifica delle offerte anormalmente basse.

In ogni caso, ai sensi dell’art. 97, comma 6, d.lgs.50/2016, la stazione appaltante potrà procedere a valutare la congruità dell’offerta che in base ad elementi specifici appaia normalmente bassa.

22. ULTERIORI DISPOSIZIONI

All’esito delle operazioni di cui sopra la Commissione- o il RUP, qualora vi sia stata verifica di congruità delle offerte anomale – formulerà la proposta di aggiudicazione in favore del concorrente che ha presentato la migliore offerta, chiudendo le operazioni di gara ai fini dei successivi adempimenti.

La stazione appaltante può decidere di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta risulta conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto, ai sensi dell’art. 95, comma 12, D.lgs. 50/2016.

La stazione appaltante si riserva altresì la facoltà di aggiudicare anche in presenza di una sola offerta, purché valida.

La verifica dei requisiti generali e speciali avverrà, ai sensi dell’art. 85, comma 5 Codice, sull’offerente cui la stazione appaltante ha deciso di aggiudicare l’appalto.

Prima dell’aggiudicazione, la stazione appaltante, ai sensi dell’art. 85 comma 5 del Codice, richiede al concorrente cui ha deciso di aggiudicare l’appalto di presentare i documenti di cui all’art. 86 del Codice, ai fini della prova dell’assenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 (ad eccezione, con riferimento ai subappaltatori del comma 4) e del rispetto dei criteri di selezione di cui all’art. 83 del medesimo Codice.

Ai sensi dell’art. 95 comma 10, la stazione appaltante prima dell’aggiudicazione procede, laddove non effettuata in sede di verifica di congruità dell’offerta, alla valutazione di merito circa il rispetto di quanto previsto dall’art. 97, comma 5 lett. d) del Codice.

La stazione appaltante, previa verifica ed approvazione della proposta di aggiudicazione ai sensi degli artt.

32 comma 5 e 33 comma 1 del Codice, aggiudica l’appalto.

L’aggiudicazione diventa efficace, ai sensi dell’art. 32 comma 7 del Codice, all’esito positivo della verifica del possesso dei requisiti prescritti.

La stipulazione del contratto è subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia, fatto salvo quanto previsto dall’art. 88 comma 4-bis e 89 e dall’art. 92 comma 3 del d.lgs. 159/2011.

All’atto della stipulazione del contratto, l’aggiudicatario deve presentare la garanzia definitiva da calcolare sull’importo contrattuale, secondo le misure e le modalità previste dall’art. 103 del Codice.

Trascorsi i termini previsti dall’art. 92, commi 2 e 3 d.lgs. 159/2011 dalla consultazione della Banca dati, la stazione appaltante procede alla stipula del contratto anche in assenza dell’informativa antimafia, salvo il successivo recesso dal contratto laddove siano successivamente accertati elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa di cui all’art. 92, comma 4 del d.lgs. 159/2011.

L’Amministrazione Committente inoltre si riserva la facoltà insindacabile di non dar luogo alla gara stessa o di prorogare la data del procedimento, dandone comunque comunicazione ai concorrenti, inoltre si riserva la facoltà di non procedere all’aggiudicazione della gara qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto o, se aggiudicata, di non stipulare il contratto d’appalto senza che gli stessi concorrenti possano avanzare alcuna protesta, diritto o titolo al riguardo.

Il contratto, ai sensi dell’art. 32, comma 9 del Codice, non potrà essere stipulato prima di 35 giorni (stand still) dall’invio dell’ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione intervenute ai sensi dell’art. 76, comma 5 lettera a, del Codice.

La stipula avrà luogo entro 60 giorni dall’intervenuta efficacia dell’aggiudicazione, ai sensi dell’art. 32, comma 8, del Codice, salvo il differimento espressamente concordato con l’aggiudicatario.

Il contratto sarà stipulato secondo le modalità indicate dall’art. 32, comma 14, del D.lgs. 50/2016.

Fatto salvo l’esercizio dei poteri di autotutela, nei casi consentiti dalle norme vigenti e l’ipotesi di differimento espressamente concordata con l’aggiudicatario, il contratto di appalto verrà stipulato nel termine di 60 giorni che decorre dalla data in cui l’aggiudicazione definitiva è divenuta efficace. Le spese relative alla stipulazione del contratto sono a carico dell’aggiudicatario.

Ai sensi dell’art. 110 del Codice, in caso di fallimento, di liquidazione coatta e concordato preventivo, ovvero procedura di insolvenza concorsuale o di liquidazione dell'appaltatore, o di risoluzione del contratto, ovvero di recesso dal contratto, ovvero in caso di dichiarazione giudiziale di inefficacia del contratto, il Comune di

San Giovanni in Persiceto si riserva di avvalersi della procedura prevista dal medesimo art. 110.

ll concorrente dovrà prendere piena cognizione ed accettare il codice di comportamento dei dipendenti del

Comune di San Giovanni in Persiceto (consultabile all’indirizzo:

http://www.comunepersiceto.it/amministrazione-trasparente/disposizioni-generali/codice-di-comportamento-dei-dipendenti-del-comune-di-san-giovanni-in-persiceto ).

Il contratto è soggetto agli obblighi in tema di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla l. 13 agosto 2010, n.

136.

Le spese di contratto, di registro ed accessorie sono a carico dell'affidatario del contratto.

Tutte le controversie derivanti da contratto sono deferite alla competenza dell’Autorità giudiziaria del Foro di Bologna (T.A.R. dell'Emilia-Romagna, Sezione di Bologna, Strada Maggiore n. 3, 40125 Bologna) rimanendo esclusa la competenza arbitrale.

L’affidatario deposita, prima o contestualmente alla sottoscrizione del contratto di appalto, i contratti continuativi di cooperazione, servizio e/o fornitura di cui all’art. 105, comma 3, lett. c bis) del Codice.

Ai sensi dell’art. 8 comma 1 lett. a della L 120/2020 la stazione appaltante si riserva sin da ora la facoltà di ricorrere all’esecuzione del contratto in via d’urgenza ai sensi dell’art. 32 comma 8 del D.Lgs. 50/2016.

23. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi e per gli effetti del Regolamento Generale sulla protezione dei Dati UE n. 2016/679 (“GDPR”

General Date Protection Regulation) entrato in vigore il 25 maggio 2018, i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito della presente gara.

San Giovanni in Persiceto_____________.

Il Responsabile Unico del Procedimento Dott. Massimo Venneri

(documento firmato digitalmente)

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI

Nel documento COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO (pagine 38-44)