• Non ci sono risultati.

LETTERATURA ITALIANA OBIETTIVI FORMATIVI MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL'INSEGNAMENTO PREREQUISITI RICHIESTI FREQUENZA LEZIONI CONTENUTI DEL CORSO

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2022

Condividi "LETTERATURA ITALIANA OBIETTIVI FORMATIVI MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL'INSEGNAMENTO PREREQUISITI RICHIESTI FREQUENZA LEZIONI CONTENUTI DEL CORSO"

Copied!
6
0
0

Testo completo

(1)

DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANISTICHE Corso di laurea in Beni culturali

Anno accademico 2020/2021 - 1° anno - Curriculum Storico- artistico e Curriculum Archeologico

LETTERATURA ITALIANA

L-FIL-LET/10 - 9 CFU - 2° semestre Docente titolare dell'insegnamento AGNESE ROSA AMADURI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire agli studenti una adeguata conoscenza complessiva dei principali autori e delle opere più significative della letteratura italiana dalle origini fino alle prime decadi del Novecento. Fornire gli strumenti metodologici per acquisire una autonoma capacità critico-interpretativa dei testi attraverso una lettura che tenga conto degli aspetti storici, filologici e stilistici.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL'INSEGNAMENTO

Lezioni frontali e attività seminariali.

Qualora l'insegnamento venisse impartito in modalità mista o a distanza potranno essere introdotte le necessarie variazioni rispetto a quanto dichiarato in precedenza, al fine di rispettare il programma previsto e riportato nel syllabus.

PREREQUISITI RICHIESTI

Competenza linguistica (correttezza morfosintattica e ortografica; padronanza lessicale); nozioni fondamentali di metrica e retorica; capacità espositiva nell’italiano scritto e orale, capacità di sintesi e argomentativa. Competenze storiche di base inerenti ai secoli affrontati.

FREQUENZA LEZIONI

Facoltativa.

CONTENUTI DEL CORSO

Attraverso un percorso diacronico incentrato sui testi saranno analizzati i principali autori e le opere più significative collocandole adeguatamente nel periodo storico e nel contesto letterario e geografico di appartenenza. I percorsi proposti sono di carattere cronologico e così suddivisi: dalle origini a Dante; da Petrarca all’Umanesimo; dal Rinascimento all’Età dei Lumi; l’Ottocento.

(2)

TESTI DI RIFERIMENTO

Modulo A (2 CFU)

È richiesta la conoscenza del profilo storico-critico della letteratura italiana dalle origini a Dante con particolare riguardo per i seguenti autori e testi:

- Francesco d'Assisi, Laudes creaturarum

- Iacopone da Todi: O iubelo del core; O Segnor, per cortesia - Iacopo da Lentini: Io m’ag[g]io posto in core a Dio servire - Cecco Angiolieri: La mia malinconia è tanta e tale

- Guido Guinizelli: Al cor gentil rempaira sempre amore - Guido Cavalcanti: Perch’i’ non spero di tornar giammai

- Dante Alighieri: Vita nuova: (cap. II; cap. III; cap. XIX: Donne ch'avete intelletto d'amore; Tanto gentile e tanto onesta pare); Convivio II,1; Divina Commedia (Inferno: canti I,V, X, XXVI; Purgatorio: canto XXIV;

Paradiso: canti I e XXXIII)

Modulo B (2 CFU)

È richiesta la conoscenza del profilo storico-critico della letteratura italiana da Petrarca all’Umanesimo con particolare riguardo per i seguenti autori e testi:

- Francesco Petrarca, Canzoniere (I, III, XVI, XXXV, LXI, XC, CXXVI, CXXVIII, CXXXIV, CCCLXV, CCCLXVI).

- Giovanni Boccaccio, Decameron (Proemio; Introduzione; II,5 Andreuccio da Perugia; III, 2 Il re e lo stalliere; Introduzione alla IV giornata; IV, 1: Ghismunda; IV, 5 Elisabetta da Messina; V, 9 Federigo degli Alberighi, VI, 2: Cisti; VIII, 3: Calandrino; X, 10: Griselda.

- Matteo Maria Boiardo, Orlando innamorato, I, 1, ottave 1-3; II, 1, ottave 1-3; II, 18, ottave 1-3; II, 19, ottave 1-3.

- Luigi Pulci, Morgante, XVIII, ottave 112-120; XXVII, ottave 50-57.

Modulo C (3 CFU):

È richiesta la conoscenza del profilo storico-critico della letteratura italiana dal Rinascimento all’Età dei Lumi con particolare riguardo per i seguenti autori e testi:

- Niccolò Machiavelli, Il Principe: capp. I; V; VII; XII; XVII; XVIII; XXVI.

- Francesco Guicciardini: Ricordi: 1, 5, 16, 24, 30, 33, 107, 109, 118, 160, 173, 189.

- Ludovico Ariosto, Orlando furioso: I, XII, XXIII

(3)

- Gaspara Stampa, Rime VII, VIII, XCI

- Torquato Tasso, Gerusalemme liberata: I, XII.

- Carlo Goldoni, La Locandiera: Atto I scene I-V, IX-X, XVII-XXI - Vittorio Alfieri, Saul, II atto

- Giuseppe Parini, Il Giorno: Mattino, vv. 33-157 - Ugo Foscolo, Dei Sepolcri

Modulo D (2 CFU):

È richiesta la conoscenza del profilo storico-critico della letteratura italiana dell’Ottocento con particolare riguardo per i seguenti autori e testi:

- Alessandro Manzoni, I Promessi sposi: capp. I, XXI, XXXVIII; Storia della Colonna infame (Introduzione, capp. I, III).

- Giacomo Leopardi, I Canti: Ultimo canto di Saffo, L’infinito, La sera del dì di festa, Il sabato del villaggio, A se stesso; Operette morali: Dialogo della Natura e di un’anima; Dialogo della Natura e di un Islandese, Dialogo di Plotino e Porfirio.

- Giovanni Verga, Rosso malpelo, La lupa; Libertà; I Malavoglia: capp. I, II, XV.

- Federico De Roberto, La paura

Per il profilo storico-critico della letteratura italiana si consiglia:

A. Casadei-M. Santagata, Manuale di letteratura italiana medievale e moderna, Laterza (pp. 5-22; 27-33;

34-41; 49-51; 52-92; 99-112; 126-129; 134-137; 147-159-166; 180-218; 281-298; 308-309; 318-348;

355-382; 395-425; 433-442; 474-488).

Per la scelta antologica si consiglia un manuale tra i seguenti:

G. Baldi, S. Giusso e M. Razett, Testi e storia della letteratura, Paravia.

C. Segre, C. Martignoni, Leggere il mondo, Bruno Mondadori.

Per le nozioni di metrica e retorica, si consiglia:

B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Laterza.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 171 della legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive disposizioni, fotocopiare libri in commercio, in misura superiore al 15% del volume o del fascicolo di rivista, è reato penale.

(4)

Per ulteriori informazioni sui vincoli e sulle sanzioni all’uso illecito di fotocopie, è possibile consultare le Linee guida sulla gestione dei diritti d’autore nelle università (a cura della Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle opere dell’ingegno - AIDRO).

I testi di riferimento possono essere consultati in Biblioteca.

ALTRO MATERIALE DIDATTICO

Altri materiali per lo studio e l'approfondimento dei contenuti trattati durante il corso potranno essere forniti attraverso la piattaforma Studium.

PROGRAMMAZIONE DEL CORSO

Argomenti Riferimenti testi

1 Lezione 1 Presentazione del corso 2 Lezione 2 Nozioni basilari di metrica e

retorica

B. Mortara Garavelli, Il parlar figurato. Manualetto di figure retoriche, Laterza.

3 Lezione 3 Poesia religiosa Francesco d'Assisi, Laudes creaturarum; Iacopone da Todi: O iubelo del core; O Segnor, per cortesia 4 Lezione 4 La Scuola siciliana, lo Stil

Nuovo e la poesia comico-burlesca

Iacopo da Lentini: Io m’ag[g]io posto in core a Dio servire;

Guido Guinizzelli: Al cor gentil rempaira sempre amore;

Guido Cavalcanti: Perch’i’ no spero di tornar giammai;

Cecco Angiolieri: La mia malinconia è tanta e tale 5 Lezione 5 Dante Alighieri Vita nuova: (cap. II; cap. III; cap. XIX: Donne ch'avete

intelletto d'amore; Tanto gentile e tanto onesta pare) 6 Lezione 6 Dante Alighieri Convivio II,1; Divina Commedia: Inferno I, V

7 Lezione 7 Dante Alighieri Divina Commedia: Inferno X, XXVI; Purgatorio XXIV 8 Lezione 8 Dante Alighieri Divina Commedia: Paradiso I e XXXIII

9 Lezione 9 Francesco Petrarca Canzoniere I, III, XVI, XXXV, LXI 10 Lezione 10 Francesco Petrarca Canzoniere XC, CXXVI, CXXVIII

11 Lezione 11 Francesco Petrarca Canzoniere CXXXIV, CCCLXV, CCCLXVI

12 Lezione 12 Giovanni Boccaccio Decameron: Proemio; Introduzione; II,5 Andreuccio da Perugia; III, 2 Il re e lo stalliere

13 Lezione 13 Giovanni Boccaccio Decameron: Introduzione alla IV giornata; IV, 1:

Ghismunda; IV, 5 Elisabetta da Messina; V, 9 Federigo degli Alberighi

(5)

14 Lezione 14 Giovanni Boccaccio; il poema cavalleresco nel Quattrocento

Decameron: VI, 2: Cisti; VIII, 3: Calandrino; X, 10:

Griselda. Matteo Maria Boiardo, Orlando innamorato, I, 1, ottave 1-3; II, 1, ottave 1-3; II, 18, ottave 1-3; II, 19, ottave 1-3. Luigi Pulci, Morgante, XVIII, ottave 112-120;

XXVII, ottave 50-57 15 Lezione 15 Il Rinascimento e Niccolò

Machiavelli

Il Principe: capp. I; V; VII; XII; XVII; XVIII; XXVI

16 Lezione 16 Francesco Guicciardini Ricordi: 1, 5, 16, 24, 30, 33, 107, 109, 118, 160, 173, 189 17 Lezione 17 Ludovico Ariosto Orlando furioso: I, XII, XXIII

18 Lezione 18 Il Petrarchismo del Cinquecento e Gaspara Stampa

Rime VII, VIII, XCI

19 Lezione 19 Torquato Tasso Gerusalemme liberata: I, XII

20 Lezione 20 L’età dei Lumi Carlo Goldoni: La Locandiera (Atto I scene I-V, IX-X, XVII- XXI); Vittorio Alfieri: Saul, II atto; Giuseppe Parini, Il Giorno: Mattino, vv. 33-157

21 Lezione 21 Ugo Foscolo Dei Sepolcri vv. 1-104 22 Lezione 22 Ugo Foscolo Dei Sepolcri vv. 105-295 23 Lezione 23 L’Ottocento, il romanzo

storico e Alessandro Manzoni

I Promessi sposi: capp. I, XXI

24 Lezione 24 Alessandro Manzoni I Promessi Sposi: cap. XXXVIII; Storia della Colonna infame (Introduzione, capp. I, III)

25 Lezione 25 Giacomo Leopardi I Canti: Ultimo canto di Saffo, L’infinito, La sera del dì di festa

26 Lezione 26 Giacomo Leopardi I Canti: Il sabato del villaggio, A se stesso; Operette morali: Dialogo della Natura e di un’anima; Dialogo della Natura e di un Islandese, Dialogo di Plotino e Porfirio 27 Lezione 27 Giovanni Verga e Federico

De Roberto

Giovanni Verga, Rosso malpelo, La lupa; Libertà; I

Malavoglia: capp. I, II, XV; Federico De Roberto, La paura

VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO

MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO Prova scritta

Prova orale

Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti, della capacità di riflessione critica maturata e della precisione e accuratezza dell’esposizione.

(6)

Le prove in itinere (2) saranno svolte in forma scritta, a conclusione del modulo A e del modulo C, nella modalità della somministrazione di domande a risposta aperta e/o di una analisi del testo poetico.

Indicatori di valutazione saranno considerati: la completezza informativa; la capacità di sintesi e di elaborazione personale; la correttezza morfo-sintattica.

Prova orale finale. Per la valutazione dell’esame si terrà conto della padronanza dei contenuti e delle competenze acquisite, dell’accuratezza linguistica e proprietà lessicale, nonché della capacità argomentativa dimostrata dal candidato.

La verifica dell’apprendimento potrà essere effettuata anche per via telematica, qualora le condizioni lo dovessero richiedere.

ESEMPI DI DOMANDE E/O ESERCIZI FREQUENTI

Differenze tra la poesia religiosa di S. Francesco e quella di Iacopone da Todi Aspetti fondamentali della poetica dello Stil nuovo

Lettura, parafrasi, analisi del testo sotto il profilo metrico e retorico, commento dei canti della Divina Commedia di Dante Alighieri

La funzione della cornice nel Decameron di Boccaccio Confronto fra i poemi epico-cavallereschi

Il romanzo storico nell'Ottocento italiano Genesi della Storia della Colonna infame Approdo al verismo in Verga

Riferimenti

Documenti correlati

Si è visto come il modello della didattica per competenze costituisca attualmente il riferimento per l’istruzione dal punto di vista ministeriale, e che da ciò ne derivino tanto

SCUOLA PRIMARIA: - Saper utilizzare in modo consapevole la terminologia specifica per parlare di letteratura per l’infanzia e presentare opere di narrativa (anche albi

E io adunque, che non seggio a la beata mensa, ma, fuggito de la pastura del vulgo, a’ piedi di coloro che seggiono ricolgo di quello che da loro cade, e conosco la misera vita

E perciò che non si può per noi 12 compiutamente sapere quale abbia ad essere l’usanza delle favelle di quegli uomini, che nel secolo nasceranno che appresso il nostro verrà, e

La Vita nuova, così com’è concepita, è insomma un’opera senza pre- cedenti (come del resto lo sarà la stessa Commedia) e presenta tratti co- stitutivi rivoluzionari rispetto

- Analisi termodinamica delle trasformazioni dei cicli inversi delle macchine frigorifere e pompe di calore, con bilanci di primo e secondo principio e rendimento (domanda/esercizio).

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Le videolezioni sono progettate in modo da fornire allo studente una solida base di competenze culturali, logiche e metodologiche

Come prerequisito per affrontare l’insegnamento di “Letteratura italiana e didattica del testo letterario” del corso di laurea magistrale ITAS, indirizzo Linguistico, è