• Non ci sono risultati.

Caratterizzazione ed evoluzione temporale dei componenti inorganicidel PM10raccolto a Ny-Ålesund (Artide)

N/A
N/A
Protected

Academic year: 2021

Condividi "Caratterizzazione ed evoluzione temporale dei componenti inorganicidel PM10raccolto a Ny-Ålesund (Artide)"

Copied!
2
0
0

Testo completo

(1)

22 July 2021

AperTO - Archivio Istituzionale Open Access dell'Università di Torino

Original Citation:

Caratterizzazione ed evoluzione temporale dei componenti inorganicidel PM10raccolto a Ny-Ålesund (Artide)

Publisher:

Terms of use: Open Access

(Article begins on next page)

Anyone can freely access the full text of works made available as "Open Access". Works made available under a Creative Commons license can be used according to the terms and conditions of said license. Use of all other works requires consent of the right holder (author or publisher) if not exempted from copyright protection by the applicable law. Availability:

IAS - Società Italiana di Aerosol This is the author's manuscript

(2)

P43

Caratterizzazione ed evoluzione temporale dei componenti inorganici del PM

10

raccolto a Ny-Ålesund (Artide)

E. Conca1*, M. Malandrino1, A. Giacomino2, S. Buoso1, A. Ruo Redda2, S. Danelli3, R. Traversi4, S. Becagli4, O. Abollino1

1Dipartimento di Chimica, Università di Torino, 10125 Torino

2Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco, Università di Torino, 10125 Torino 3Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, 16146 Genova

4Dipartimento di Chimica, Università di Firenze, 50019 Sesto Fiorentino * Corresponding author. Tel: 011.6705249, e-mail: eleonora.conca@unito.it

Keywords: Artide, PM10, metalli, trattamento chemiometrico

La composizione chimica del particolato atmosferico può influenzare i cambiamenti climatici, alterando i meccanismi di formazione delle nubi e il bilancio radiativo dell’atmosfera. Questo è particolarmente vero per le regioni polari, in quanto esse svolgono un ruolo chiave nella regolazione del sistema climatico globale [1]. Per questo motivo, l’identificazione delle sorgenti locali e globali, la comprensione dei meccanismi di trasporto e dei processi di deposizione del particolato polare è di estrema importanza [2]. In questo studio è stata determinata la composizione inorganica del PM10 raccolto a Ny-Ålesund (Artide), con l’obbiettivo di identificarne le sorgenti e comprendere i meccanismi di trasporto a corto e lungo raggio, nonché la loro possibile evoluzione futura.

I risultati ottenuti sui campioni raccolti nel corso di quattro campagne di campionamento (2010-2013) hanno permesso di identificare dei forti andamenti stagionali per la maggior parte degli elementi analizzati. Per tutti i campioni, sono stati calcolati i fattori di arricchimento rispetto ai valori medi della crosta terrestre riportati da Turekian e Wedepohl [3], in modo da poter distinguere tra elementi di origine crostale, antropica o mista. Le concentrazioni degli elementi tipicamente geogenici o antropogenici sono risultate generalmente più elevate nei mesi di marzo e aprile, durante i quali il suolo risulta ancora quasi completamente coperto da neve e ghiaccio; di conseguenza, questi elementi sono probabilmente interessati da processi di trasporto a lungo raggio. Per quanto riguarda gli elementi caratteristici dell’aerosol marino (per esempio Mg e Na) ed alcuni elementi spesso presenti nei carburanti delle navi (Co, Ni e V), è stato rilevato un picco di concentrazione in tarda primavera e in estate, coincidente col periodo di massimo traffico navale. Dall’analisi della varianza (AnoVa) è emerso che, per la maggior parte degli analiti, le quattro campagne considerate non sono significativamente differenti; pertanto, nel corso del periodo considerato, la composizione del particolato atmosferico di Ny-Ålesund non è variata in maniera significativa. L’analisi delle componenti principali (PCA) e l’analisi per clustering gerarchico agglomerativo (HCA) hanno permesso di identificare raggruppamenti di campioni e variabili, che permettono di effettuare ipotesi sulle principali sorgenti dei diversi gruppi di metalli identificati.

Bibliografia

[1] S. Rodrìguez et al. (2012). Aeolian Res., 6, 55-74.

[2] D. Cappelletti et al. (2016). Rend. Fis. Acc. Lincei, 27, S1-S6.

Riferimenti

Documenti correlati

L’Artide è l’insieme di terre e acque comprese tra il Circolo Polare Artico (66,33° di latitudine nord) e il Polo Nord (90°).. È costituito dal Mar Glaciale Artico (14 milioni

Il lavoro svolto, presentato nei capitoli precedenti, ha portato alla realizzazione software di due algoritmi di clustering, selezionati tra le tecniche esistenti in quanto

Nell’ultima colonna della tabella viene riportato il numero di gestori di eccezione associati al metodo corrente, questa scelta è dovuta al fatto che nella versione attuale

Dalla distribuzione in Figura 6.2 si evince che all’ingresso del core lo schema Upwind calcola una ampia zona di diffusione tra i flussi provenienti dai 4 loops, questo

Scomparsa degli istituti e delle banche tradizionali; acquisizione di alcune banche o istituti finanziari da parte di soggetti di grandi dimensioni; banche più

continuous lines represent wealth patterns of couple households in the third and fourth income quartiles in the model with insurance. The dotted lines are similar but

Também em Saramago é possível destacar esta característica, não só nos últimos romances, mas também nas mencionadas re-Escrituras bíblicas: o “jogo dos

The study focuses on the period between 1989 and 2010, two decades that include symbolic events in terms of the regulation of religious diversity in both Quebec and France,